Pagina 1 di 3

AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: mer nov 26, 2014 19:33
da slux
Ciao a tutti,
se ho sbagliato area chiedo scusa in anticipo, ma visto che l'argomento è proprio Slackware, questa mi sembrava la scelta migliore.

Oggi ho letto l'ultimo post di Alien nel suo blog e sono molto preoccupato per le sue considerazioni e la sua amarezza, che condivido in pieno tra l'altro.
Spero solo che sia un momento di stress, ma ho dei dubbi purtroppo. :-k
http://alien.slackbook.org/blog/handbrake-lost-for-slackware/

Re: AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: gio nov 27, 2014 8:51
da teox99
era chiaro che primo o poi sarebbe successo,
al tempo di oggi, non è più possibile far mantenere una distro a una manciata di persone continuando a perseverare per anni nelle stesse scelte avendo come unico obiettivo il rispetto di un sistema "stabile".

Slackware ormai è sprofondato al 34° posto (distrowatch) e se pensate che tutti gli utenti delle prime 10 distro siano degli utonti che si avvicinano al mondo linux con ditro preconfezionate e di dubbia stabilità .... vi sbagliate di grosso!

La caduta libera continuerà finchè non ci si renderà conto che è arrivato il momento di rivoluzionare alcune scelte, basterebbe inserire un gestore di pacchetti che risolva le dipendeze e creare un unico punto di riferimento ufficiale per tutto ciò che riguarda il mondo slackware, che ad oggi è rappresentato da un sito www.slackware.com che aggiorna i contenuti una volta l'anno, un forum su linuxquestion, un blog di alien, il sito slackbuild e una miriade di sitarelli amatoriali inutili ...

la verità è che slackware deve essere "assorbito" da qualche ditta più grossa oppure avrà la fine che si merita ... un bel ricordo.

Re: AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: gio nov 27, 2014 9:13
da miklos
Visto e considerato come si sta muovendo il mondo linux(cioe tutti ad uniformarsi ad idee di pochi) ci sarebbe davvero da sperare che si fondano tutte insieme ste distro facendo un mix del meglio.. io sono pure stufo de ste debian, debianine, debianette... archlinux... fedore etc etc etc..
comunque magari non sara' cosi', ma io penso che tutto sto silenzio con slackware fa presagire qualche cambiamento drastico che con slackware vorrebbe dire smontarla e ripensarla da capo... in fondo Pat ha scritto tempo fa che certe scelte tecniche (poi oggetto anche delle frustrazioni di AlienBob) prima o poi vanno fatte, seppur controvoglia.

Re: AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: gio nov 27, 2014 12:44
da navajo
teox99 ha scritto:era chiaro che primo o poi sarebbe successo,
al tempo di oggi, non è più possibile far mantenere una distro a una manciata di persone continuando a perseverare per anni nelle stesse scelte avendo come unico obiettivo il rispetto di un sistema "stabile".

Slackware ormai è sprofondato al 34° posto (distrowatch) e se pensate che tutti gli utenti delle prime 10 distro siano degli utonti che si avvicinano al mondo linux con ditro preconfezionate e di dubbia stabilità .... vi sbagliate di grosso!

La caduta libera continuerà finchè non ci si renderà conto che è arrivato il momento di rivoluzionare alcune scelte, basterebbe inserire un gestore di pacchetti che risolva le dipendeze e creare un unico punto di riferimento ufficiale per tutto ciò che riguarda il mondo slackware, che ad oggi è rappresentato da un sito http://www.slackware.com che aggiorna i contenuti una volta l'anno, un forum su linuxquestion, un blog di alien, il sito slackbuild e una miriade di sitarelli amatoriali inutili ...

la verità è che slackware deve essere "assorbito" da qualche ditta più grossa oppure avrà la fine che si merita ... un bel ricordo.

Quoto pure le virgole. È brutto dirlo, ma anche secondo me è cosi.
Slackware non può reggere il confronto distro che hanno dietro una grande organizzazione (parlo di grandezza propria, non che quella di Slackware non sia buona).
oggi cè una vita frenetica che porta per ovvie ragione a fare scelte obbligate.

Re: AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: gio nov 27, 2014 15:02
da Shuren
teox99 ha scritto:era chiaro che primo o poi sarebbe successo,
al tempo di oggi, non è più possibile far mantenere una distro a una manciata di persone continuando a perseverare per anni nelle stesse scelte avendo come unico obiettivo il rispetto di un sistema "stabile".
[...]
la verità è che slackware deve essere "assorbito" da qualche ditta più grossa oppure avrà la fine che si merita ... un bel ricordo.


E' già successo qualche anno fa, nel 2004, quando Patrick era malato. Discussioni sterili su come una "One man distro" potesse sopravvivere. Sono passati dieci anni e siamo ancora qui, ad usare la stessa distribuzione con gli stessi compromessi di sempre. "Al tempo di oggi"... c'è spazio ancora per l'ozio informatico, per la tranquillità di pensare ad altro mentre il sistema compila le nuove Gtk+ 3. Certo, anch'io non compilo più il kernel un giorno sì, e il giorno dopo anche, perché lavoro, perché ho una compagna che desidera più attenzioni di Slackware. Come sempre succede all'umanità tutta, gli utenti Linux (anche GNU :P - WindowMaker incident -) non sono immuni dalla paura delle scelte. Avete fretta? Slackware vi va stretta? Avete paura che diventi un ricordo? Usate un'altra distribuzione. "la verità è"... che è meglio un ricordo bello piuttosto che perdere l'individualità nell'usare una distribuzione svedese di nome Borg.

[Modifica OT] Giusto per ricordare quel periodo del 2004 a cui mi riferivo: http://free.it.linux.slackware.narkive. ... -your-help mi ero quasi dimenticato di quel troll ^^' [/OT]

Re: AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: gio nov 27, 2014 15:26
da lablinux
All'epoca c'era un problema 'esterno', la malattia. Ora sembra un degrado strutturale.
La frammentazione di slackware in mille servizi (siti/blog/...), vista come un lato negativo, io sono convinto che sia il cuore di slackware, una distribuzione indiviualista con una comunità molto tecnica e disponibile.

Io mi sono "Borgato" da un pezzo perché la slackware, per l'uso che faccio del pc, mi sta stretta.

Re: AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: gio nov 27, 2014 16:40
da Trotto@81
Slackware avebbe più bisogno di gente che supporta il progetto, anche se spesso ci confrontiamo con i suoi limiti, che sono più che altro dovuti al supporto da parte di vari software house che offrono sempre i soliti deb. Per ora la comunità compensa benissimo a questa mancanza. Capisco le frustazioni di Alien nel non poter usare il suo software preferito per la conversione video.

Re: AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: gio nov 27, 2014 17:02
da joe
Sul discorso distrowatch, senza aver approfondito troppo (http://www.lffl.org/2014/07/distrowatch ... minio.html):
Da notare inoltre la tanto discussa classifica di Distrowatch, la quale si basa principalmente sulle visite per ogni singola distribuzione (e non riguarda il numero totale di user o download).
Attualmente la distribuzione più visitata in Distrowatch negli ultimi 6 mesi è Linux Mint, seguita da Ubuntu e Debian, al quarto posto troviamo Mageia seguita da Fedora.


Dare troppo peso a questa roba mi sembra azzardato.
Che poi slackware abbia meno utenti di altre distro sarà anche vero ma è la causa o la conseguenza dei problemi riscontrati da Pat?

Slackware è sempre stata molto conservatrice su parecchi aspetti e a quanto pare GTK-3 non fà eccezione: slackware mantiene la 3.8.2 mentre servirebbe la 3.10 per far girare il nuovo handbrake-0.10. Così si deve restare con handbrake-0.9.9.
Non usando quel programma non posso dire molto, ma forse anche la precedente versione può consentire le stesse operazioni della nuova. Meglio accontentarsi di un handbrake appena più vecchio che rischiare di introdurre gtk-3.10 che a quanto leggo non è così stabile e può fare casini ben maggiori in tutto il sistema.

Io stesso uso Slackware-14.0 e non sono riuscito a compilarvi chrome-38 tempo fà (la versione 39 attuale non ho neanche tentato). Però alla fine pazienza, mi sono compilato la "34.qualcosa" e al momento con quella non ho problemi.

Su alcune limitazioni della parte "repo" di slackware sono d'accordo, la situazione è frammentaria e potrebbe forse essere un po' migliorata, anche creando un sistema di repo standardizzati e un'applicazione tipo slackpkg in grado di operarvi in modo esteso (ricerca, download di pacchetti, aggiornamento ecc ecc.). Non dovrebbe essere per forza il solo Pat ad occuparsene, ma serve anche il suo benestare.

Dal canto mio apprezzo il progetto slakfinder.org, che in accoppiata con gli slackbuilds di SBo, mi ha quasi sempre consentito di trovare e installare quello che cercavo certo si potrebbe fare il tutto in modo pulito con un tool che eviti di navigare a destra e a manca per cercare i pacchetti/slackbuilds.

Penso che le lamentele di Eric siano dettate pesantemente come lui stesso afferma dai suoi problemi di tempo legati alle necessità lavorative e familiari e lo stato di fatto non semplice da integrare in slackware di alcuni progetti software di cui si occupa, vedi handbrake, chromium (NaCl), KDE4/5, LXQT, sia tutto sommato anche una contingenza del momento.
E poi perchè no sarà anche l'autunno (certo che quest'anno anche l'estate non ha risparmiato il maltempo... ma va bè).

Re: AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: gio nov 27, 2014 17:26
da miklos
Per come la vedo io, in merito alla questione delle gtk3 ad esempio, AlienBob è frustrato, non tanto perchè su slackware sta la versione vecchia, tanto perchè gli sviluppatori aggiornano i requisiti minimi delle dipendenze.
Non so nel caso specifico.. ma a me diverse volte mi è capitato di vedere nelle build richieste di versioni superiori quando poi il software compilava benissimo anche con quelle presenti su slackware, che erano piu' vecchie.
Leggevo pure di passaggi alle qt5, sicuramente lui ne saprà piu' di me, ma magari questo passaggio non è obbligato, perchè le qt4 nn consentono di gestire, invento, i menu a tendina obliqui, viene fatto solo per 'rompere' le uova nel paniere :D

Comunque allo stato attuale ci credo che il lavoro è triplo per lui.

Re: AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: gio nov 27, 2014 17:35
da rik70
...e poi ha concluso che andava a bersi una birra 8)

A mio modesto parere i problemi del mondo OpenSource sono altri: il software chiuso e l'hardware proprietario.
E hai detto niente.

Re: AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: gio nov 27, 2014 17:46
da Blallo
rik70 ha scritto:A mio modesto parere i problemi del mondo OpenSource sono altri: il software chiuso e l'hardware proprietario.
E hai detto niente.

Oltre alla frammentazione tra i vari progetti, l'uso di librerie instabili per software di uso comune e la gente che programma troppo e da cani (tipo la compagnia di Poettering).

Re: AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: ven nov 28, 2014 11:13
da hashbang
miklos ha scritto:Per come la vedo io, in merito alla questione delle gtk3 ad esempio, AlienBob è frustrato, non tanto perchè su slackware sta la versione vecchia, tanto perchè gli sviluppatori aggiornano i requisiti minimi delle dipendenze.
Non so nel caso specifico.. ma a me diverse volte mi è capitato di vedere nelle build richieste di versioni superiori quando poi il software compilava benissimo anche con quelle presenti su slackware, che erano piu' vecchie.
Le GTK+3 sono note per rompere la compatibilità ogni 3x2, quindi se richiedono la 3.10 è molto probabile che il software usi interfacce non presenti sulle versioni precedenti.
Non a caso alcuni deviantartisti hanno smesso di fare temi GTK+3, tipo quello che aveva fatto il porting del tema Sonar.

Le GTK+3 e le GNOME Shell Extensions sono la dimostrazione pratica che gli sviluppatori di GNOME non hanno ancora capito che la minor version dovrebbe garantire un po' di interfacce stabili, e che le API breakage dovrebbero lasciarle per le major version.



Leggevo pure di passaggi alle qt5, sicuramente lui ne saprà piu' di me, ma magari questo passaggio non è obbligato, perchè le qt4 nn consentono di gestire, invento, i menu a tendina obliqui, viene fatto solo per 'rompere' le uova nel paniere :D
Qt5 cambia tantissima roba rispetto a Qt4, e i software che girano con quest'ultimo vanno portati alla nuova versione del framework.
L'unica possibile soluzione al problema è pacchettizzare Qt5, e magari inserirlo in -current. Ormai quasi tutte le distribuzioni lo forniscono nei loro repository.
Tantovale pacchettizzarlo e fornirlo nel corredo software di Slackware.

Re: AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: ven nov 28, 2014 11:52
da boh
Al di là delle frustrazioni di Alienbob, che possono benissimo essere dettate dal periodo pieno che sta avendo, credo che un cambiamento nella politica di Slackware possa fare solo bene.
Non sto parlando di farla diventare una rolling release, mi piace il fatto che sia iper stabile, tuttavia sarei molto favorevole ad una maggiore frequenza nel rilascio delle versioni.
Le cose al giorno d'oggi si stanno muovendo molto in fretta ed avere software "vecchio" di un anno la fa sembrare subito una distro vecchia e non mantenuta, allontanando potenziali utilizzatori.
Quindi credo che un rilascio ogni 4 mesi possa già svecchiarla parecchio. Pat non riesce a inserire tutto quello che voleva in 4 mesi? Pazienza, in altri 4 mesi ce la farà!

Per quanto riguarda la gestione delle dipendenze, non è una cosa che mi pesa, mi piace avere il controllo di quello che installo e soprattutto mi piace decidere se compilare un software con il supporto o meno a certe funzionalità.

Il repository centralizzato potrebbe senz'altro essere un altro passo molto importante, anche se troverei molto adeguato, per lo stile della distro, un repo centralizzato di slackbuild che compilano out-of-the-box. In questo caso, l'utente inesperto/medio avrebbe delle semplici istruzioni da seguire, mentre l'utente esperto potrebbe benissimo configurare al meglio la sua installazione.
So che SBo fa proprio questo, ma non è ufficiale di slackware e questo è un problema! Ci vuole più community!

Quindi:
  • release ogni 4 mesi;
  • repository centralizzato di slackbuilds;
  • supporto da parte di una community (leggasi, fai diventare SBo ufficiale e crea una specie di forum di supporto).

Re: AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: ven nov 28, 2014 12:00
da Vito
boh ha scritto:Quindi:
  • release ogni 4 mesi;
  • repository centralizzato di slackbuilds;
  • supporto da parte di una community (leggasi, fai diventare SBo ufficiale e crea una specie di forum di supporto).


In generale sono d'accordo con te.. tranne per i 4 mesi delle release.
A questo punto ho una domanda: come viene finanziata oggi Slackware?

Re: AlienBob e le sue frustrazioni....

Inviato: ven nov 28, 2014 12:02
da boh
Vito ha scritto:In generale sono d'accordo con te.. tranne per i 4 mesi delle release.


Perchè?

Vito ha scritto:A questo punto ho una domanda: come viene finanziata oggi Slackware?


Non saprei :-k
Sapevo che Pat era l'unico pagato, o sbaglio?