Linux è un cancr....ah, no

Postate qui per tutte le discussioni legate a Linux in generale.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Citare sempre la versione di Slackware usata, la versione del Kernel e magari anche la versione della libreria coinvolta. Questi dati aiutano le persone che possono rispondere.
2) Per evitare confusione prego inserire in questo forum solo topic che riguardano appunto Gnu/Linux in genere, se l'argomento è specifico alla Slackware usate uno dei forum Slackware o Slackware64.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.
Meskalamdug
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 3880
Iscritto il: ven mag 14, 2004 0:00

Re: Linux è un cancr....ah, no

Messaggioda Meskalamdug » mer ott 14, 2015 19:04

hashbang ha scritto:Io non vedo soltanto un cambio di comunicazione, ma un vero e proprio cambio di rotta.
Stanno usando Linux internamente nelle loro infrastrutture, pagano un loro ingegnere per lavorare come linux kernel developer per migliorare l'integrazione tra Linux e Hyper-V e supportano Linux su Azure.
Possiamo metterla come vogliamo, ma rimane il fatto che anni fa cose del genere non sarebbero state neanche lontanamente immaginabili.

Che non vuol dire che Microsoft sia diventata il miglior amico dell'uomo. È una corporation come tutte le altre. Sfrutta Linux per il suo tornaconto personale ed è giusto che sia così.
Tutte le multinazionali ragionano in questa maniera. Anche Red Hat, IBM, SUSE, HP, Oracle sfruttano Linux per i loro interessi e sviluppano il kernel per migliorare le loro soluzioni.
Nessuna di queste sviluppa per la community, non sono ONLUS.
E tutte le grandi compagnie della Silicon Valley sono state come Microsoft, veri e propri squali che si sono messi i bastoni fra le ruote tra di loro. Funziona così, brg.
Stiamo parlando di aziende con a capo gente che deve rendere conto ai loro CdA. Il loro obbiettivo è fare soldi, e se Linux rientra nella loro strategia allora lo sfruttano.

Per quanto riguarda la questione "sempre online": brg, il mondo si sta muovendo in questa direzione perché ha bisogno del cloud. Non è un bisogno indotto, ma una necessità reale.
Le soluzioni PaaS e IaaS permettono a chiunque di poter scalare su ingenti costi di mantenimento e acquisizione delle infrastrutture (da interi server a semplici database SQL), dando così la possibilità anche ad aziende più piccole di poter sfruttare la potenza dei più grandi datacenter del mondo pagando solo quanto necessario.
E in ogni caso Azure è la piattaforma cloud più grande dopo Amazon EC2 con clienti del calibro di Apple, quindi dubito abbiano bisogno di cambi di comunicazione per attrarre clientela, visto che di gente che deploya sulle loro infrastrutture ce n'è a pacchi, e di tutti i tipi: dal singolo sviluppatore alla multinazionale.

Per la questione .NET Core Open Source come manovra anti-Java: e allora? Anche se fosse come dici tu, quale sarebbe il problema?
A parte che non credo proprio fosse quella la loro strategia, ma la vedo più come un modo per rendere .NET appetibile anche a chi sviluppa lato UNIX/Linux e che quindi preferisce spesso e volentieri deployare nel cloud soluzioni basate su Node.js e PHP.
.NET è nato come antitesi di Java e siamo tutti d'accordo, ma anche qui: sono passati più o meno quindici anni da allora e Java non è più la sola piattaforma per lo sviluppo full-stack. Oggi si investe anche su altro.
.NET oggi ha anche altri competitor, uno su tutti Go che rischia di diventare un linguaggio dalla diffusione capillare, visto che è idoneo per la programmazione concorrente, robotica/automazione, embedded, lato server e lato middleware.

Per quanto riguarda l'idea delle GUI cross-platform come avviene su Java, allora la risposta è: meglio così!
Le GUI non sono cross-platform per definizione. Una GUI ha degli HIG della piattaforma sottostante da rispettare.
Non basta solo imitare il Look&Feel, perché una GUI deve essere ben integrata col resto, avere lo stesso design delle altre applicazioni, e deve sfruttare le API native (dai widget al sistema di font rendering), altrimenti diventa l'ennesima accozzaglia di roba messa a caso senza capo né coda. E difatti le GUI in Java hanno sempre fatto schifo.
Ciò che deve essere realmente cross-platform è la logica di base. Il front-end lo si sviluppa separatamente per ogni sistema operativo da supportare.

E sulla storia di .NET buono solo per Microsoft allora scusami ma Java è messo anche peggio.
Java è interamente in mano ad Oracle, che è persino peggio di quanto sia mai stata Microsoft in vita sua.
Microsoft non solo ha reso open source .NET Core ma ha persino messo in piedi una foundation indipendente (nella board c'è anche De Icaza in rappresentanza di Xamarin) che ne gestisce lo sviluppo. E la stessa cosa l'ha fatta per F#.
E anche questo è un evidente cambio di rotta rispetto al passato.

Ottima analisi,sottoscrivo
magari non c'entra un fico secco ma a me più che come azienda della MS non piacciono
i nuovi sistemi operativi: da Windows 8 in su,Windows 7,XP e il glorioso 2000 assieme
ai Server 2008 in giù li trovo perlomeno usabili,i nuovi mi sembrano oltre che invadenti
parecchio pesanti in termini di gui.

Avatar utente
Blallo
Packager
Packager
Messaggi: 3297
Iscritto il: ven ott 12, 2007 11:37
Nome Cognome: Savino Liguori
Slackware: 14.2 / 12.2
Kernel: 4.4.14-smp
Desktop: DWM
Località: Torino / Torremaggiore (FG)
Contatta:

Re: Linux è un cancr....ah, no

Messaggioda Blallo » gio ott 15, 2015 10:42

brg ha scritto:Che me ne viene a me, utente Linux, del fatto che Microsoft usi Linux per il suo server?

Perché ad -AziendaX- dovrebbe importare qualcosa dell'utente Linux? :)
Meskalamdug ha scritto:..della MS non piacciono i nuovi sistemi operativi...

Io invece li sto trovando ben fatti: E' più di un anno che non formatto Win 8.1, non mi ha ancora dato un problema.

Meskalamdug
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 3880
Iscritto il: ven mag 14, 2004 0:00

Re: Linux è un cancr....ah, no

Messaggioda Meskalamdug » gio ott 15, 2015 16:19

"E' più di un anno che non formatto Win 8.1, non mi ha ancora dato un problema."

Infatti i tempi di windows98 con i suoi schermi blu continui sono ormai storia,ma non puoi negare che 8.1
rispetto a 7 sia già pesantuccio,con XP neppure lo faccio un paragone.

Avatar utente
brg
Linux 2.x
Linux 2.x
Messaggi: 442
Iscritto il: sab mar 12, 2011 14:20
Slackware: 14.2
Kernel: 4.4.38
Desktop: KDE4
Località: Montecatini
Contatta:

Re: Linux è un cancr....ah, no

Messaggioda brg » ven ott 16, 2015 11:07

Blallo ha scritto:
brg ha scritto:Che me ne viene a me, utente Linux, del fatto che Microsoft usi Linux per il suo server?

Perché ad -AziendaX- dovrebbe importare qualcosa dell'utente Linux? :)


Ti rigiro la domanda, perché a me -UtenteX di Linux- dovrebbe fregarmene qualcosa di Microsoft?

Posso dirti che mi frega di Valve, Google, Samsung od altre, perché queste hanno contribuito qualcosa di concreto alla comunità di Linux e quindi a me utente. Microsoft ha fatto solo danni a Linux e, soprattutto, continua a farne, quindi di quello che fa Microsoft non me ne frega niente: meno ci ho a che fare, meglio è e meno Linux ci ha a che fare, meglio è.