Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Ide o editor? vantaggi?

Forum dedicato alla programmazione.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Citare in modo preciso il linguaggio di programmazione usato.
2) Se possibile portare un esempio del risultato atteso.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute.
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.

Ide o editor? vantaggi?

Messaggioda IceSlack » mar set 23, 2008 12:28

voelvo sapere ch ne pesnate, io ho smepre usato vim, ma per progetti grandi penso ci sia bisogno di un ide che svolga molte cose tra cui ricordarsi le varie variabili usate classi e i vari collegamenti

voi che ne pensate? io pensavo di usare netbeans voi che dite? che eidtor usate? o ide? che vantaggi porta?
Avatar utente
IceSlack
Linux 3.x
Linux 3.x
 
Messaggi: 1313
Iscritto il: dom ott 30, 2005 13:27

Re: Ide o editor? vantaggi?

Messaggioda elendil » mar set 23, 2008 13:25

Ho lavorato prevalentemente in java e, da quando l'ho provato, mi sono sempre trovato benissimo con Eclipse. Netbeans lo provai 2-3 anni fa, ma non mi convinse, però chi lo usa mi ha detto che è molto migliorato da quei tempi.
Personalmente penso che saper usare un IDE sia un vantaggio specialmente in presenza di programmi di dimensioni medio-grandi, se non altro aiuta a non fare confusione. Ovviamente è riduttivo parlare di un IDE in questi termini, Eclipse che è quello che conosco meglio può aiutare nella programmazione in mille modi diversi ed esistono tanti plugin per renderlo ancor più utile secondo le proprie esigenze.
Tuttavia quando mi trovo a lavorare su qualcosa che non sia Java, per esempio per C/C++ non ho trovato un IDE che risponda alle mie esigenze, ho provato KDevelop, CDT per Eclipse, Anjuta, ma anche Visual Studio, DevC++ etc etc... e sono tornato agli editor "semplici". Personalmente uso kate o gedit (talvolta nano) se mi trovo a lavorare su linux, notepad++ se mi trovo a lavorare su Windows.
"In wars boy, fools kill other fools for foolish causes." (R. Jordan, The Wheel of Time book 1)
elendil
Linux 2.0
Linux 2.0
 
Messaggi: 103
Iscritto il: sab ago 09, 2008 11:39
Località: Carpineto Romano (RM)
Nome Cognome: Valerio
Slackware: 14
Kernel: 3.2.29
Desktop: xfce
Distribuzione: SalixOS

Re: Ide o editor? vantaggi?

Messaggioda cymon » mar set 23, 2008 13:28

IceSlack ha scritto:voelvo sapere ch ne pesnate, io ho smepre usato vim, ma per progetti grandi penso ci sia bisogno di un ide che svolga molte cose tra cui ricordarsi le varie variabili usate classi e i vari collegamenti

voi che ne pensate? io pensavo di usare netbeans voi che dite? che eidtor usate? o ide? che vantaggi porta?


Sarà che son fatto strano, ma io lavoro vim+client per subversion+browser(google/javadoc)+terminale e mi trovo bene. Capisco però che la maggior parte delle persone vuole qualche comodità in più, però non posso aiutarti. Posso solo esortarti a continuare per la tua strada per tenere alto l'onore dei minimalisti :lol:
Avatar utente
cymon
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 430
Iscritto il: ven gen 05, 2007 1:40
Località: Milano
Slackware: 13.1
Kernel: 2.6.33.4-smp
Desktop: Fluxbox

Re: Ide o editor? vantaggi?

Messaggioda sir_alex » mar set 23, 2008 16:32

Per Java concordo con elendil: è chiaro che se devo scrivere proprio due righe apro Kate ed uso quello, ma quando cominci ad avere a che fare con dipendenze e tante API diverse, il fatto che l'IDE ti suggerisca le possibili funzioni richiamabili, con le varie alternative in overloading e cosa significano i vari parametri, è discretamente comodo; a questo aggiungerei la compilazione incrementale ogni volta che salvi (ma sono certo si possa configurare anche in altri editor), che ti indica immediatamente gli errori e ti offre le possibili soluzioni (ovviamente per gli errori di sintassi), e la possibilità di creare parte del codice automaticamente, e mi riferisco in particolare ai setter e getter, ai costruttori con i parametri, ai blocchi try/catch (usare un linguaggio che in altri thread è stato definito un po' "pedante", come Java, ha i suoi pro e i suoi contro), volendo anche all'integrazione con plugin per UML e quindi alla possibilità di creare classi in maniera "visuale", insomma sono un sostenitore convinto! :-)
Per altri linguaggi, nella mia esperienza per PHP e C/C++ uso sempre e comunque Eclipse, ma lì è un po' meno utile, più che altro i plugin relativi sono meno ricchi di opzioni rispetto a Java.
Aggiungo ancora due cose: se definisci come si deve l'impaginazione del codice (e per questo intendo dove e quante tabulazioni mettere per i vari costrutti/parentesi), ti riformatta qualunque sorgente tu gli dia (ed è mooolto utile soprattutto con i file XML); se poi devi fare debug, penso che un'interfaccia visuale a strumenti come gdb sia molto utile...
sir_alex
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 735
Iscritto il: lun mar 21, 2005 0:00
Località: Milano - Corbola (RO)
Kernel: 2.6.35-22
Desktop: KDE4
Distribuzione: Ubuntu

Re: Ide o editor? vantaggi?

Messaggioda Blizzard » mar set 23, 2008 17:56

ciao,
se sai usare editor/compilatore/debugger allora hai fatto un ide a finestre separate :D
se poi senti la necessità di autocompletamento ecc... oppure di un debugger del tipo JIT del Visual Studio (scusate se parlo nella lingua di mordor) allora ti serve un IDE tipo Eclipse o KDevelop e mi sembra anche anjuta va bene se sei Gnome-ista.

Attualmente, non utilizzo ide

X:
gEdit
KWrite
Xemacs

non X:
jed (è quasi un IDE, mai visto editor più evoluto dopo emacs che ha fama di trovare i bosoni di higgs con una macro opportuna :D)
emacs
vi

Gio

edit
jed è evoluto comunque a livello di interfaccia. A livello di funzionalità non è buona norma affiancarlo a vi :D
Avatar utente
Blizzard
Master
Master
 
Messaggi: 1509
Iscritto il: mar gen 02, 2007 22:53
Nome Cognome: Giovanni Santostefano
Slackware: 12.2
Kernel: 2.6.27.7-smp
Desktop: Fluxbox

Re: Ide o editor? vantaggi?

Messaggioda cymon » mar set 23, 2008 21:51

sir_alex ha scritto: ti riformatta qualunque sorgente tu gli dia (ed è mooolto utile soprattutto con i file XML); se poi devi fare debug, penso che un'interfaccia visuale a strumenti come gdb sia molto utile...


Bhe, per la riformattazione XML mi sono fatto da solo un piccolo plugin Vim che fa il suo sporco lavoro senza problemi.
Secondo me è un'altra cosa da mettere in conto. Io uso Vim anche perchè mi mette a disposizione un linguaggio di scripting piuttosto potente con cui posso manipolare le cose, ad esempio non dovrebbe essere difficile scrivere qualcosa per generare getter e setter, se ne hai effettivamente esigenza. Io che sono molto orientato al fai da te sono contento di questa opportunità, soprattuto inserito in qualcosa di leggerissimo come un grezzo editor, ma anche qui si tratta molto di inclinazione personale.
Avatar utente
cymon
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 430
Iscritto il: ven gen 05, 2007 1:40
Località: Milano
Slackware: 13.1
Kernel: 2.6.33.4-smp
Desktop: Fluxbox

Re: Ide o editor? vantaggi?

Messaggioda Plaoo » mar set 23, 2008 23:43

Io per programmare in python uso Kdevelop di KDE mi trovo bene è robusto e facile da personalizzare. Il python avendo identazione obbligatoria ha bisogno di un editor che usi spoiler nei cicli e nelle funzioni e Kdevelop lo fa. Mai provato niente di meglio.

Offtopic: Post n° 200!!!!
Il canale ufficiale di slacky.eu si trova sui server irc.syrolnet.org canale #slackware
Avatar utente
Plaoo
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 809
Iscritto il: gio apr 10, 2008 16:40
Località: Ittiri (SS)
Slackware: 14 64
Kernel: 3.2.9
Desktop: KDE

Re: Ide o editor? vantaggi?

Messaggioda Blizzard » mer set 24, 2008 17:59

[quote="Plaoo"]Io per programmare in python uso Kdevelop di KDE mi trovo bene è robusto e facile da personalizzare. Il python avendo identazione obbligatoria ha bisogno di un editor che usi spoiler nei cicli e nelle funzioni e Kdevelop lo fa. Mai provato niente di meglio.

Offtopic: Post n° 200!!!![/quote
humm! suppongo che nel momento in cui hai necessità di avere qualcosa di più leggero tu possa utilizzare tranquillamente kwrite o kate dato che kdevelop sfrutta per l'editor lo stesso *motore*

Gio
Avatar utente
Blizzard
Master
Master
 
Messaggi: 1509
Iscritto il: mar gen 02, 2007 22:53
Nome Cognome: Giovanni Santostefano
Slackware: 12.2
Kernel: 2.6.27.7-smp
Desktop: Fluxbox

Re: Ide o editor? vantaggi?

Messaggioda IceSlack » gio set 25, 2008 12:11

MM ok ma coem fate a gestire varie classi variabili ecc? unide se le ricorda voi magari non tutte, o comunque se riprendete dopo tanto tmepo in mano un progetto non ve le ricordate, con l'ide fa vedere i vari collegamenti

PS. io amo vim
Avatar utente
IceSlack
Linux 3.x
Linux 3.x
 
Messaggi: 1313
Iscritto il: dom ott 30, 2005 13:27

Re: Ide o editor? vantaggi?

Messaggioda cymon » gio set 25, 2008 13:13

IceSlack ha scritto:MM ok ma coem fate a gestire varie classi variabili ecc? unide se le ricorda voi magari non tutte, o comunque se riprendete dopo tanto tmepo in mano un progetto non ve le ricordate, con l'ide fa vedere i vari collegamenti

PS. io amo vim


Si spera che ti sia organizzato il codice in modo da riuscire a esplorarlo facile... se un codice ha bisogno di una settimana solo per essere ripreso in mano vuole dire che ha già qualche problemino...
Di solito per le naming e le cose del genere mi autoimpongo una naming che permetta di derivarla o sia facile da un punto di vista mnemonico. Anche qui è un tradeoff comune, più le cose sono visualizzate e iconiche meno la gente si abitua a organizzarle con puntiglio. Avere a disposizione il codice o poco più può essere anche una forma di autodisciplina (e comunque avevo fatto anche uno script perl per estrarre un "class diagram" perl alla bisogna :lol: )
Avatar utente
cymon
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 430
Iscritto il: ven gen 05, 2007 1:40
Località: Milano
Slackware: 13.1
Kernel: 2.6.33.4-smp
Desktop: Fluxbox

Re: Ide o editor? vantaggi?

Messaggioda absinthe » gio set 25, 2008 16:26

personalmente se il codice diventa grossino e lo devo sviluppare a "rate" una volta ogni tot (tipo 1 giorno alla settimana dedicato al progetto X) trovo gli IDE comodissimi:

1- non ti rompi a scrivere i makefile (se usi il c)
2- per il debug pianti 2,3 pallini colorati nel testo e vai giù in automatico
3- se l'ide ne è munito puoi vedere istante per istante, ad ogni breakpoint il contenuto della ram (comodissimo se hai dei puntatori a remango)
4- autocompletamento ora e per sempre :-) [ma quello lo fanno anche degli editor più avanzati come kate]
5- gestione delle dipendenze in compilazione (se usi il c)
6- link tra compilaroti e editor: così clicchi sullì'errore e compare subito il file incriminato alla riga incriminata!

diciamo anche che io ho iniziato a programmare con il borland turbo c++ che era un ide. diciamo che poi per lavoro ho usato visual studio e matlab (che è un ide) e quindi ci sono abituato.

M
Avatar utente
absinthe
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2354
Iscritto il: sab mag 14, 2005 23:00
Località: Prato
Nome Cognome: Matteo Nunziati
Slackware: 12.1 - defunct
Kernel: 2.6.32-5-amd64
Desktop: gnome
Distribuzione: debian squeeze

Re: Ide o editor? vantaggi?

Messaggioda sir_alex » gio set 25, 2008 17:24

absinthe ha scritto:4- autocompletamento ora e per sempre :-) [ma quello lo fanno anche degli editor più avanzati come kate]


Kate fa autocompletamento?!? Da quando?!? Ma soprattutto: come?
sir_alex
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 735
Iscritto il: lun mar 21, 2005 0:00
Località: Milano - Corbola (RO)
Kernel: 2.6.35-22
Desktop: KDE4
Distribuzione: Ubuntu

Re: Ide o editor? vantaggi?

Messaggioda Mario Vanoni » gio set 25, 2008 20:25

Riflessioni d'un vecchio programmatore

- oggi IDE/editori con memoria congenita/autocomplementazione
> rendono il programmatore meno cauto (si fida!)

- ai tempi, tuttora oggi, per me
> due schermi, sinistra/destra
> sinistra [n]vi {non il dinosauro vim} codice, destra testare il codice
> testare con sh -x oppure lint allora, sotto Linux gcc -fsyntax-only ...

ai tempi ogni byte contava, uno mancante ERROR o core dump
Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun set 03, 2007 20:20
Località: Cuasso al Monte (VA)
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey

Re: Ide o editor? vantaggi?

Messaggioda IceSlack » gio set 25, 2008 20:51

mmm credo che usero' vim per i piccoli progetti e netbeans per quelli grandi......

e' vero che se nomini le varibili con nomi giusti indicativi e' moltio piu' facile ricordare...... pero' io sono uno con poca memoria asd non so seocndo me in grandi progetti va a incasinarti

comunque grazie a tutti
Avatar utente
IceSlack
Linux 3.x
Linux 3.x
 
Messaggi: 1313
Iscritto il: dom ott 30, 2005 13:27


Torna a Programmazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti