Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Consiglio BSD

Area di discussione libera.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Rispettare le idee altrui.
2) Evitare le offese dirette.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.

Re: Consiglio BSD

Messaggioda Mario Vanoni » gio ago 26, 2010 20:41

masalapianta ha scritto:P.S.
Mario Vanoni ha scritto:Slackware manomessa per errore mio

vedi che succede ad usare sempre root?:

Sei ingiusto e cattivo, cambiando kernel,
/dev/sdb1 (prima /zz) diventa /dev/sdc1 (prima /usb00),
quindi ordine inverso, come lo arrangi come utente?
Quale root vi /etc/fstab, reboot e` sistemato, anche se non mi piace.
E non serve UUID corretto per fargli cambiare idea!
Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun set 03, 2007 20:20
Località: Cuasso al Monte (VA)
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey

Re: Consiglio BSD

Messaggioda Mario Vanoni » gio ago 26, 2010 20:57

notsafe ha scritto:onestamente non avrei mai pensato che una battuta potesse scatenare cosi tanto seguito..comunque..
- con sudo.

Non hai presente l'epoca della storia, non esisteva sudo,
era un semplice sistema UNIX, senza tante POSIX ecc. ed in ditta ognuno conosceva l'altro,
come ai tempi iniziali UNIX dove DMR ecc. aiutavano le segretarie a scrivere/usare UNIX..
Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun set 03, 2007 20:20
Località: Cuasso al Monte (VA)
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey

Re: Consiglio BSD

Messaggioda Meskalamdug » ven ago 27, 2010 1:45

Dopo Linux i miei sistemi operativi preferiti sono i BSD.
Ovviamente per tutte le cose pregi e difetti...
FreeBsd=Tra i BSD è l'unico che offra un minimo di multimedialità grazie anche ai driver(chiusi ovviamente) di NVIDIA,un ottimo compromesso per chi arriva dal mondo linux.

Openbsd=ultrasicuro,se vuoi un server coi controcazzi inizia con openbsd,come per tutti i bsd esistono i ports(mai evitarli o soverchiarli o scavalcarli!) e la sensazione di ordine e pulizia è alta.
Siamo lontani da un difetto di linux di aver trentamila pachettizzatori(rpm,deb,tbz,txz,trz..)
Tornando alla sicurezza e alla praticità:bind gira in chroot,ha subito pochi buchi in anni di vita..
parte col minimo indispensabile. :)
E i difetti?Multimedia prossimo allo 0,lenta,lenta,lenta(la più lenta tra i bsd).
Consigliata solo per uso server e per la sicurezza.
Documentazione superba(il famoso Handbook)

Netbsd=Quella che mi è piaciuta meno,troppo incasinata da usare,documentazione disordinata.
Meskalamdug
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 3586
Iscritto il: gio mag 13, 2004 23:00

Re: Consiglio BSD

Messaggioda conraid » ven ago 27, 2010 8:27

Offtopic:
Mario Vanoni ha scritto:
notsafe ha scritto:onestamente non avrei mai pensato che una battuta potesse scatenare cosi tanto seguito..comunque..
- con sudo.

Non hai presente l'epoca della storia, non esisteva sudo,
era un semplice sistema UNIX, senza tante POSIX ecc. ed in ditta ognuno conosceva l'altro,


cioè più persone hanno la password di root? uno scenario simile in contesti aziendali oggi è "illegale" per la legge italiana
e poi non siamo, purtroppo o per fortuna, a quei tempi

Mario Vanoni ha scritto:Sei ingiusto e cattivo, cambiando kernel,
/dev/sdb1 (prima /zz) diventa /dev/sdc1 (prima /usb00),
quindi ordine inverso, come lo arrangi come utente?
Quale root vi /etc/fstab, reboot e` sistemato, anche se non mi piace.
E non serve UUID corretto per fargli cambiare idea!


veramente UUID serve eccome, per dire a udev di dare sempre lo stesso identificativo, e poi tu dici che è per la riga boot di lilo, ma quella serve a run-time per lilo (per la root vanno bene gli uuid) ed a quel punto sai già che identificativo hai. Quindi non dare la "colpa" al kernel, e cosa c'entra l'utente? Qui tutti diciamo che per queste cose serve, anzi è essenziale l'utente root, o qualcuno con permessi adeguati (con su, sudo o quel che vuoi, ti ricordo che in contesti aziendali deve esserci univocità nomeutente/password per gli accessi). Il problema è quando dici di usare X, di usare seamonkey, etc... come root
Usalo, ma non divulgarlo con la solita frase di unixiano da >20 anni

p.s.
chiedo scusa per l'ot


riguardo i bsd io ho usato freebsd qualche mese (ma era verso fine anni '90) e per qualche anno openbsd (anche qui quel periodo, l'ultima che installai fu la 3.1). Lo usavo come desktop (con bash, blackbox e qualche programma compilato da me modificando i makefile), tanto i programmi che utilizzavo io erano (ed alcuni sono ancora) mutt, slrn, postfix, vim, etc... tutti presenti nei ports o nei packages. Mi piaceva, ed avevo il dual boot con linux. Ma era abbastanza diverso da adesso, non c'era nemmeno pf, ed anche carp e soci sono arrivati dopo. Comunque non m sembrava un sistema ne da uso di tutti i giorni, ne come server sinceramente, anche se è vero che facevi le jail facilmente, alcune già impostate di default, ma ho sempre avuto l'idea di un sistema per casi specifici, firewall e simili soprattutto. Anche server tipo web server in alcuni ambiti, ma in quel caso adesso la vedo dura con apache ancora alla 1 per questioni di licenza, con tutto quel che comporta tale scelta. La storia delle licenze è per loro alquanto talebana, anche se da questo è nato pf per esempio :-)
Avatar utente
conraid
Staff
Staff
 
Messaggi: 12022
Iscritto il: mer lug 13, 2005 23:00
Località: Livorno
Nome Cognome: Corrado Franco
Slackware: current

Re: Consiglio BSD

Messaggioda notsafe » ven ago 27, 2010 8:34

Mario Vanoni ha scritto:Non hai presente l'epoca della storia, non esisteva sudo,
era un semplice sistema UNIX, senza tante POSIX ecc. ed in ditta ognuno conosceva l'altro,
come ai tempi iniziali UNIX dove DMR ecc. aiutavano le segretarie a scrivere/usare UNIX..


dal tuo post mi pareva di aver capito che:
- si parla di 15 anni fa
- si parla di linux

comunque sudo esiste da circa 30 anni... http://www.sudo.ws/sudo/history.html

e il filesystem permission (user,group,others)...c'è da sempre..
e questo direi che è la base della base..quindi fermiamoci qui con l'OT.
saluti.
notsafe
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 451
Iscritto il: mar mar 21, 2006 11:00

Re: Consiglio BSD

Messaggioda hashbang » ven ago 27, 2010 9:44

conraid ha scritto:Comunque non m sembrava un sistema ne da uso di tutti i giorni, ne come server sinceramente, anche se è vero che facevi le jail facilmente, alcune già impostate di default, ma ho sempre avuto l'idea di un sistema per casi specifici, firewall e simili soprattutto. Anche server tipo web server in alcuni ambiti, ma in quel caso adesso la vedo dura con apache ancora alla 1 per questioni di licenza, con tutto quel che comporta tale scelta. La storia delle licenze è per loro alquanto talebana, anche se da questo è nato pf per esempio :-)
Infatti non credo di installarlo nel computer il dualboot anche perchè in un post precedente è stato detto che i sistemi BSD a livello di supporto hardware non sono allo stesso livello di GNU/Linux. Diciamo che *BSD è un'esperienza che voglio provare per aumentare il mio bagaglio culturale UNIX (a suo tempo, circa due anni fa provai anche OpenSolaris ma non mi è mai piaciuta). Credo che continuerò a provare FreeBSD in macchina virtuale. Vorrei invece togliere la partizione di Archlinux (anche se a malincuore ma di certo non tolgo la mia Slackware) e metterci Gentoo che ora sta in VM. L'installazione in livecd mi sembra ben fatta. È molto istruttiva e a quanto ho letto è molto flessibile a causa della sua natura di sistema operativo da compilare. Inoltre Portage mi sembra un buon package manager (anche se tra tutti quelli che ho provato pacman potenziato con yaourt e il nostro pkgtool mi piacciono molto di più). Credo che usare sia Gentoo che Slackware potrà darmi le competenze necessarie per cimentarmi in Linux From Scratch in modo da poter costruire un sistema GNU/Linux da zero. Tornando a BSD comunque non riesco a installare OpenBSD perchè ad ogni operazione mi esce scritto segment fault o roba simile. Non so se forse sia la ISO corrotta o un supporto non ottimale con VirtualBox OSE (la versione commerciale di Oracle non l'ho provata con OpenBSD).
Adoro il pragmatismo della lingua giapponese, è l'unica in cui per dire ad una ragazza che la ami le dici "suki". (cit.)
Avatar utente
hashbang
Packager
Packager
 
Messaggi: 1834
Iscritto il: ven giu 04, 2010 9:27
Località: Lecce
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: Windows 8.1 Pro

Re: Consiglio BSD

Messaggioda joe » ven ago 27, 2010 10:12

Purtroppo non ho l'esperienza necessaria per dare un giudizio su quale bsd sia migliore di quale altro. Ma alcuni anni fa ero incappato diverse volte nel manuale di free-bsd in seguito a ricerche online correlate a linux. Spesso ho trovato quel manuale molto chiaro e anche se non sufficente a risolvermi i dubbi circa questa o quella operazione da portare a termine su linux, mi è stato sicuramente utile per inquadrare vari argomenti nei quali ero a zero.
Alla fine mi ero detto, voglio provare. E avevo dedicato un 7GB di HD a FreeBSD, non ricordo bene la versione, mi pare che fosse la 4.qualcosa ma no ci posso giurare, ho ancora il CD ma non ho voglia di cercarlo.
Alla fine però avevo avuto qualche problema, prima di tutto con la gestione delo scaling della cpu (problemi avuti anche con linux ai tempi) ovverola cpu era sempre tenuta alla massima frequenza con conseguente ventolina a palla: molestissima. Quando avevo avviato la sessione grafica s'è messa a sbuffare anche la ventola disistema cioè quella della gpu... la situazione rumore era insopportabile.
Inoltre anche per capire come connettermi col cellulare, avevo dovuto sbattere la testa in lungo e in largo per la rete, magari adesso dopo qualche anno la situazione è cambiata visto che questi modem mobili sono più comuni.

Però un'aspetto non mi aveva convinto: ovvero la disponibilità della comunity, troppo RTFM-friendly. E sinceramente, mi ero trovato in seria difficoltà sia nel portare a termine operazioni di configurazione che soprattutto nel cercarne e capirne la documentazione inerente. Probabilmente questo aspetto era dovuto essenzialmente a due fatti:
1- la comunity FreeBSD non è nutrita come quella linuxita.
2- la mia esperienza ai tempi in ambito linux/*nix era troppo acerba e avevo bisogno di un supporto più "umano" dei pur ben fatti man di bsd.

D'altra parte avevo intuito comunque che la maggioranza degli utenti Fbsd era piuttosto esperta e capace. Sensazione a pelle.

Alla fine avevo rasato Fbsd per fare spazio a slackware-11.0, da li ad ora mi sono fatto un po' le ossa e magari ora potrei anche riprovare l'impresa. Penso che didatticamente parlando è una buona esperienza comprendere un sistema unix come le varie bsd. Anche se per quanto miriguarda non ho sufficente spazio su hd per mettere su un altro sistema. Poi servirebbe anche il tempo da dedicarci...

Aggiungo di aver provato ${qualcosa}BSD più di recente presso un servizio che offriva una shell remota. Ovviamente non si poteva far molto, essendo utenti semplici.

Saluti.
Avatar utente
joe
Master
Master
 
Messaggi: 1976
Iscritto il: ven apr 27, 2007 10:21
Slackware: 14.0
Kernel: 3.2.29-smp
Desktop: KDE-4.8.5

Re: Consiglio BSD

Messaggioda twister » ven ago 27, 2010 10:34

Quello che posso dire io su bsd è questo:
Scordatelo per il desktop, per quanto ne dicano i talebani di bsd non è un qualcosa da usare tutti i giorni in ambito desktop a meno che non scendi a vari compromessi (questo non va, quell'altro nemmeno, vado solo in vesa, la wireless non funziona ecc...).
E' ottimo per giocattoli embedded quali firewall o end point vpn, per il resto in ambito server IMHO GNU/Linux è molto più versatile, per un periodo avevo migrato i webserver a bsd proprio per il discorso sicurezza tanto decantata, dopo 6 mesi di disperazione sono tornato a GNU/Linux, ports lenti ad aggiornarsi, non si riusciva a creare un ambiente LAMP (in questo caso BAMP) decente, versioni troppo vetuste (vedi Apache 1) ed eoni per compilazione aggiornamenti.
Didatticamente non è male, è comunque un altro sistema da conoscere
Avatar utente
twister
Staff
Staff
 
Messaggi: 1598
Iscritto il: mar nov 11, 2003 0:00
Località: Roma
Slackware: current

Re: Consiglio BSD

Messaggioda masalapianta » ven ago 27, 2010 10:57

Mario Vanoni ha scritto:Sei ingiusto e cattivo

non è colpa mia, sono le voci nella mia testa che mi fanno agire in questo modo, di certo mi capirai
Avatar utente
masalapianta
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2775
Iscritto il: dom lug 24, 2005 23:00
Località: Roma
Nome Cognome: famoso porco
Kernel: uname -r
Desktop: awesome
Distribuzione: Debian

Re: Consiglio BSD

Messaggioda albatros » ven ago 27, 2010 13:21

atomix600 ha scritto:Credo che continuerò a provare FreeBSD in macchina virtuale

Io proverei anche un'installazione vera e propria, ho provato alcune versioni di FreeBSD qualche anno fa e risultavano più lente di Linux nell'esecuzione degli stessi programmi e soprattutto nelle operazioni di I/O sull'hard disk. Naturalmente, senza test rigorosi, queste sono affermazioni che lasciano il tempo che trovano, vanno considerate come semplici impressioni legate ad esperienze personali.
Ricordo che avevo problemi anche nella scrittura da linux su filesystem ufs/ufs2.
La documentazione era ottima.
Ho provato anche PC-BSD, non male, ma, come alcune distribuzioni linux, non offriva nulla in più di FreeBSD se non il tentativo di essere più facile da usare per l'utente alle prime armi (il che, poi, come altri nel forum ben più autorevoli di me hanno ribadito più volte, almeno nel caso di Linux spesso si traduce in una maggiore complessità della distribuzione e, quindi, paradossalmente, in maggiori difficoltà nella risoluzione di alcuni problemi).
Non uso più FreeBSD perché trovo le distribuzioni GNU/Linux che uso (in netta prevalenza la Slackware) più agili, flessibili, con un migliore supporto hardware e con un corredo di programmi più adatto alle mie esigenze; però è valso la pena fare queste esperienze. :)
Avatar utente
albatros
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2056
Iscritto il: sab feb 04, 2006 13:59
Località: 43°52' N 11°32' E
Slackware: current 64bit
Kernel: 3.8.4
Distribuzione: ubuntu 12.04

Re: Consiglio BSD

Messaggioda metrofox » ven ago 27, 2010 14:07

masalapianta ha scritto:
Mario Vanoni ha scritto:Sei ingiusto e cattivo

non è colpa mia, sono le voci nella mia testa che mi fanno agire in questo modo, di certo mi capirai


ROTFL
Avatar utente
metrofox
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 758
Iscritto il: gio ago 07, 2008 11:29
Slackware: slackware64-current
Kernel: 3.4.4-ck3
Desktop: FluxBox-1.3.1
Distribuzione: FreeBSD-8.1(amd64)

Re: Consiglio BSD

Messaggioda ManIio Granoni » ven ago 27, 2010 15:42

masalapianta ha scritto:non è colpa mia, sono le voci nella mia testa che mi fanno agire in questo modo, di certo mi capirai

non ne parliamo,
>20 anni sento voci in testa
mi dicono: ricompila il kernel, ricompilalo statico,
io ricompilo ma voci sempre presenti.
Ora sto provando con tappi di sugru nelle orecchie,
metodo di vecchio unixiano: usavamo il cerume riciclato
ManIio Granoni
 

Re: Consiglio BSD

Messaggioda hashbang » ven ago 27, 2010 17:47

albatros ha scritto:con un migliore supporto hardware :)
E proprio questo mi spinge a lasciarla in VM. Finchè si tratta di mancato rilevamento non è un "problema" ma quando si tratta di ventole sparate a mille....ho un pc vecchiotto che uso per tutto e non vorrei che mi piantasse in asso proprio ora :lol: :lol: :lol: a parte gli scherzi per ora ci metto una Gentoo poi magari piallerò quella partizione e ci butto sopra FreeBSD (ovviamente preserverò la partizione con la Slackware :))
Adoro il pragmatismo della lingua giapponese, è l'unica in cui per dire ad una ragazza che la ami le dici "suki". (cit.)
Avatar utente
hashbang
Packager
Packager
 
Messaggi: 1834
Iscritto il: ven giu 04, 2010 9:27
Località: Lecce
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: Windows 8.1 Pro

Re: Consiglio BSD

Messaggioda Mario Vanoni » ven ago 27, 2010 20:33

notsafe ha scritto:comunque sudo esiste da circa 30 anni... http://www.sudo.ws/sudo/history.html

Hai ragione, l'idea e` vecchia dagli inizi 1980,
la prima versione ran on a VAX-11/750,
ma quando e` uscito il primo Linux usabile con sudo?
Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun set 03, 2007 20:20
Località: Cuasso al Monte (VA)
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey

Re: Consiglio BSD

Messaggioda slucky » ven ago 27, 2010 22:49

quando si parla di BSD si nomina sempre FreeBSD che è il sistema più noto, ma qualcuno di voi ha usato DragonflyBSD? perchè mi piacerebbe sapere le impressioni sia positive che negative a riguardo di questo so ;)
"...and what exactly is a dream....and what exactly is a joke."

"Jugband Blues" ( Syd Barrett )
Avatar utente
slucky
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2379
Iscritto il: mar mag 01, 2007 14:30
Slackware: 14.1
Kernel: default
Desktop: xfce

PrecedenteProssimo

Torna a Libera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti