L' effetto serra non esiste!

Area di discussione libera.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Rispettare le idee altrui.
2) Evitare le offese dirette.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.
Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
Messaggi: 3591
Iscritto il: lun giu 27, 2005 0:00
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce
Località: Forte dei Marmi
Contatta:

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda Luci0 » ven ott 08, 2010 9:12

d4z_c0nf ha scritto:.....
Ammettendo pure che tutto questo sia vero, l'effetto serra come concetto, inteso come un'atmosfera che immagazzina calore, però continuerebbe ad esistere, solo non dipenderebbe dai gas, ma dall'acqua presente nell'atmosfera.
O qualcosa del genere.

P.S.
Queste teorie non mi convincono, ma voglio capire un po' meglio come si dipanano, anche per contrastarle con più cognizione di causa ;)

Contrastarle ... se fosse vero tu contrasteresti la verità scientifica :-? ... anch'io sono sensibile alle problematiche ecologiche ma mi dissocio da questa "isterica caccia alle streghe" mediatica che é stata scatenata da chissà chi e non si sà per quale fine!

Io credo che tutto andrebbe misurato in termini di quantità di calore la temperatura dice davvero poco.
Certo l' atmosfera immagazzina il calore come anche il suolo e l' oceano ... i poli in genere accumulano "calore" dipende dai punti vista, il cosmo ha una temperatura media di 3 °K (radiazione di fondo) e 273°K é la temperatura di fusione del ghiaccio e i poli sono molto caldi rispetto al freddo cosmico... e secondo me i 3°K dovrebbe esser presa come variabile di riferimento.
L' argomento é complesso a me basterebbe riuscire a quantificare il calore accumulabile dai gas serra e calcolare la differenza in caso di aumento ... ma così ad occhio ti posso già dire che é trascurabile rispetto al complesso calore accumulato dalla "crosta terrestre" potrebbe incidere esagerando tantissimo a contribuire per 1*10^-9 sul contenuto di calore globale del sistema terra.

Avatar utente
puzuma
Linux 2.4
Linux 2.4
Messaggi: 482
Iscritto il: mar lug 04, 2006 17:14
Nome Cognome: Stefano Salvador
Slackware: current
Kernel: 2.6.32.2
Desktop: KDE 4.4.0
Località: Udine
Contatta:

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda puzuma » ven ott 08, 2010 11:50

Luci0 ha scritto:Io credo che tutto andrebbe misurato in termini di quantità di calore la temperatura dice davvero poco.
Certo l' atmosfera immagazzina il calore come anche il suolo e l' oceano ... i poli in genere accumulano "calore" dipende dai punti vista, il cosmo ha una temperatura media di 3 °K (radiazione di fondo) e 273°K é la temperatura di fusione del ghiaccio e i poli sono molto caldi rispetto al freddo cosmico... e secondo me i 3°K dovrebbe esser presa come variabile di riferimento.
L' argomento é complesso a me basterebbe riuscire a quantificare il calore accumulabile dai gas serra e calcolare la differenza in caso di aumento ... ma così ad occhio ti posso già dire che é trascurabile rispetto al complesso calore accumulato dalla "crosta terrestre" potrebbe incidere esagerando tantissimo a contribuire per 1*10^-9 sul contenuto di calore globale del sistema terra.


Premesso che studiare la dinamica del clima terrestre non è come studiare il funzionamento dello scaldabagno di casa quindi qualsiasi discorso fatto in tre righe di un post è inevitabilmente sbagliato.

Comunque i modelli climatici vengono fatti ovviamente sul calore che è una forma di energia, però la temperatura è quello che misuro e quindi è da questo che si parte (chi non dormiva alle superiori durante alle ore di fisica dovrebbe ricordare che le due grandezze sono legate dalla "capacità termica"). La fonte dell'energia è chiaramente il sole (e chi ha mai detto il contrario?), l'unica energia che noi usiamo che non proviene direttamente o indirettamente dall'energia radiante del sole è il nucleare. Fin qua mi pare che siamo tutti d'accordo.

Da dove nascono le teorie del cambiamento climatico ? Non ci vedo grandi complotti: si sono fatte due considerazioni:

- ogni anno bruciamo combustibili fossili che derivano da piante preistoriche che la terra ci ha messo centinaia d'anni a produrre (accumulando l'energia del sole)
- abbiamo tagliato una buona percentuale delle foreste terrestri

Qualcuno ha formulato l'ipotesi che questi comportamenti potrebbero alterare il delicato equilibrio del clima terrestre, non mi sembra un'ipotesi poi così balzana. I che modo ? Non si sa. Sono stati formulati molti scenari e quello che va sotto il nome di Global Warming è in realtà un complesso di ipotesi (nessuna ha raggiunto lo stato di teoria) a volte in contrasto tra loro. Ti ricordo comunque che in sistema complesso come la terra anche un contributo piccolissimo deve essere tenuto in considerazione e potrebbe avere effetti enormi. Nessuno ha la verità in tasca e chi dice il contrario è uno sciocco, per questo mi danno fastidio i "complottisti": loro sanno sempre già tutto.

Qualcuno sta approffidando della situazione ? sicuramente. I media danno notizie campate per aria ? sicuramente. Ma c'è anche chi lavora seriamente e il problema IMHO è reale.

Lavarsi le mani dicendo "tanto non possiamo farci niente" non aiuta soprattutto finché non avremmo le idee più chiare.
The quiet ones are the ones who change the world. The loud ones only take the credit.

Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
Messaggi: 3591
Iscritto il: lun giu 27, 2005 0:00
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce
Località: Forte dei Marmi
Contatta:

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda Luci0 » ven ott 08, 2010 15:25

puzuma ha scritto:
Luci0 ha scritto:....
L' argomento é complesso a me basterebbe riuscire a quantificare il calore accumulabile dai gas serra e calcolare la differenza in caso di aumento ... ma così ad occhio ti posso già dire che é trascurabile rispetto al complesso calore accumulato dalla "crosta terrestre" potrebbe incidere esagerando tantissimo a contribuire per 1*10^-9 sul contenuto di calore globale del sistema terra.


Premesso che studiare la dinamica del clima terrestre non è come studiare il funzionamento dello scaldabagno di casa quindi qualsiasi discorso fatto in tre righe di un post è inevitabilmente sbagliato.
......
Ti ricordo comunque che in sistema complesso come la terra anche un contributo piccolissimo deve essere tenuto in considerazione e potrebbe avere effetti enormi. Nessuno ha la verità in tasca e chi dice il contrario è uno sciocco, per questo mi danno fastidio i "complottisti": loro sanno sempre già tutto.

Qualcuno sta approfittando della situazione ? sicuramente. I media danno notizie campate per aria ? sicuramente. Ma c'è anche chi lavora seriamente e il problema IMHO è reale.

Lavarsi le mani dicendo "tanto non possiamo farci niente" non aiuta soprattutto finché non avremmo le idee più chiare.

Ma chi se ne lava le mani ... il rischio é di trovarsi in un periodo glaciale nel giro di pochi anni ... e una glaciazione anche piccola é molto peggio del riscaldamento globale ... il tuo ragionamento é sicuramente meno responsabile del mio che sto cercando qualcosa che sia credibilie!
Io non sono un complottista ... ma se tutte le volte trovo note stonate non é colpa mia!

erio
Linux 3.x
Linux 3.x
Messaggi: 1191
Iscritto il: ven ott 09, 2009 19:25
Slackware: 13.37
Kernel: 3.0.7
Desktop: kde

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda erio » ven ott 08, 2010 21:57

altri due terremoti come quello cileno, servono a spostare quel tanto che basta,all'effetto serra che non esiste,e quello che avremo è il superamento di quella soglia che in fisica determina un cambiamento di stato,quale?La natura per sua natura applica forze indifferenti al concetto di antropocentrismo,bisogna solo aspettare,galileo per una cosa del genere subì un processo...