L' effetto serra non esiste!

Area di discussione libera.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Rispettare le idee altrui.
2) Evitare le offese dirette.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.
Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
Messaggi: 3591
Iscritto il: lun giu 27, 2005 0:00
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce
Località: Forte dei Marmi
Contatta:

L' effetto serra non esiste!

Messaggioda Luci0 » lun ott 04, 2010 10:21

Dai e dai alla fine la verità é venuta fuori.
All' inizio pensavo solamente che la CO2 non fosse in grado di scaldare la terra e adesso questa "indigesta" verità: l' effetto serra non ha basi scientifiche valide ed é solo fantasia.
Questo non significa certamente che possiamo allegramente bruciare tutto il petrolio,carbone, metano fossile e inquinare il mondo ... ma che sicuramente dovranno esser rivisti radicalmente i modelli climatici . Qualcuno dovrà rendersi conto che svariati milioni di dollari sono stati sprecati dall' ONU per studiare il GW e che non sappiamo quasi niente dei meccanismi che governano il clima.
Una cosa é ben chiara ... gli sponsor nella ricerca scientifica fanno solamente grossi danni.
Ecco un articolo che cerca di spiegare il punto della questione

Avatar utente
lamarozzo
Linux 3.x
Linux 3.x
Messaggi: 732
Iscritto il: gio lug 14, 2005 0:00
Desktop: xfce
Distribuzione: archlinux
Località: Roma

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda lamarozzo » lun ott 04, 2010 11:20

E rieccoci. Ogni tanto si ritira fuori la storia che il global warming non ha basi scientifiche e ogni volta mi tocca rispondere che
per legittimare una frase del genere si deve citare almeno una pubblicazione scientifica e non un blog dove non si riesce neanche
a capire chi ha scritto l'articolo.

E con questo non voglio dire che il blog sia infondato ma usa sempre il solito trucco oratorio (di cui si fa tanto uso anche in politica):
cioè screditare chi sostiene l'ipotesi del Global Warming anziché falsificare l'ipotesi stessa. Questa volta a essere presa di mira
è una pubblicazione che la Nasa ha scritto per i bambini! Ok, la pubblicazione contiene diversi errori scientifici, ma questa è una colpa
della Nasa non della teoria!

Per entrare nell'argomento, siamo tutti d'accordo che una coperta (o un thermos) non servono a scaldare le cose che contengono
(è abbastanza ovvio), ma servono a rallentare la dispersione del calore e quindi a favorire un gradiente (differenza) di temperatura tra l'ambiente
interno alla coperta e l'esterno. Lo dice la legge di Fuorier. Quindi mettere il cappotto d'inverno effettivamente serve a mantenersi più caldi,
e allo stesso modo la temperatura della terra dipende sensibilmente da quanta radiazione viene filtrata, assorbita o riflessa dall'atmosfera.
Ora possiamo ragionare se questo effetto sia o meno responsabile del presunto Global Warming. Magari è insignificante,o magari
ci spiega perché tra i 14 anni più caldi dal 1880 ci sono proprio gli ultimi 13 anni.

Visto che l'argomento di per sè è molto complesso e richiede studi specialistici, il mio atteggiamento è quello di guardare con diffidenza
gli estremi (la terra bollirà fra 10 anni oppure il global warming è una bufala), e sostenere quei comportamenti sostenibili (come
l'uso di alcune rinnovabili) che sicuramente male non fanno. Un mondo senza petrolio sarà sicuramente un mondo migliore, sia
che faccia più freddo o più caldo.

Avatar utente
targzeta
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 6503
Iscritto il: gio nov 03, 2005 14:05
Nome Cognome: Emanuele Tomasi
Slackware: current
Kernel: latest stable
Desktop: IceWM
Località: Carpignano Sal. (LE) <-> Pisa

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda targzeta » lun ott 04, 2010 11:39

Bhe, lamarozzo, si vede che dare sempre le stesse risposte a queste teorie ha migliorato senza dubbio la tua efficacia. Per quanto mi riguarda la penso come te. Ora non ti resta che darti alla politica :).

Emanuele
Linux Registered User #454438
Se pensi di essere troppo piccolo per fare la differenza, prova a dormire con una zanzara -- Dalai Lama
20/04/2013 - Io volevo Rodotà 

Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
Messaggi: 3591
Iscritto il: lun giu 27, 2005 0:00
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce
Località: Forte dei Marmi
Contatta:

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda Luci0 » lun ott 04, 2010 11:55

Da fastidio vedere bastonate le proprie convinzioni ... vero ?
Guardate che é successo anche a me !
Comunque ecco il link al lavoro originale ... in inglese ed eventualmente in tedesco.
http://www.ke-research.de/downloads/rep ... rs-1-3.pdf
A me interessa mettere solo sollevare il problema ... l' esperimento di Wood mi sembra che sia sufficiente a chiarire l' infondatezza del così detto effetto serra.

Ovvero l' effetto serra non esiste nemmeno nelle serre!
Io ho provato a cercare notizie sull' effetto serra nelle serre a livello scientifico ma ho trovato la descrizione dell' esperimento di Wood e allora come la mettiamo ?

Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
Messaggi: 3591
Iscritto il: lun giu 27, 2005 0:00
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce
Località: Forte dei Marmi
Contatta:

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda Luci0 » lun ott 04, 2010 12:15

Ecco come viene spiegato e descritto l' effetto serra ...
http://www.ecoage.it/effetto-serra.htm
http://it.wikipedia.org/wiki/Effetto_serra
http://www.legambiente.eu/documenti/200 ... a_2001.php
http://www.wwf.it/client/render.aspx?root=977

queste sono cose che si trovano in rete tranquillamente ... 5 secondi con google ...
... e sono panzane !!

Avatar utente
michele.p
Packager
Packager
Messaggi: 1275
Iscritto il: ven nov 24, 2006 16:52
Nome Cognome: Michele Petrecca
Slackware: 13.37
Kernel: 2.6.37.6
Desktop: KDE
Distribuzione: ..Fedora e Mandriva
Località: Pontecorvo(FR)
Contatta:

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda michele.p » lun ott 04, 2010 12:24

L'effetto serra (nelle serre ad esempio ad uso agricolo) è "giustificato" dalla legge degli spostamenti di Wien. -> http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_Wien ...in sostanza (per dirla in maniera moooooooooooolto grezza!!) l'ambiente chiuso (ad esempio anche l'abitacolo di un auto) inizia a riscaldarsi e, causa la legge in questione, la perdita per irraggiamento verso l'esterno (attraverso i vetri) è sempre più bassa all'aumentare della temperatura e questo causa uno squilibrio dell'irraggiamento (oltre alla conduzione, la convezione essendo l'abitacolo chiuso è praticamente zero) verso l'interno maggiore di quello esterno determinando un ulteriore aumento di temperatura.

lo stesso principio, penso, che si possa applicare anche ad un "vetro" composto da anidiride carbonica o comunque atmosfera terrestre in genere. :roll:

Bye 8)

Avatar utente
puzuma
Linux 2.x
Linux 2.x
Messaggi: 482
Iscritto il: mar lug 04, 2006 17:14
Nome Cognome: Stefano Salvador
Slackware: current
Kernel: 2.6.32.2
Desktop: KDE 4.4.0
Località: Udine
Contatta:

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda puzuma » lun ott 04, 2010 12:33

Luci0 ha scritto:queste sono cose che si trovano in rete tranquillamente ... 5 secondi con google ...
... e sono panzane !!


saranno panzane ... ma a me i pomodori in serra prosperano, fuori gelano.

Per il resto ti hanno già risposto in modo adeguato.
The quiet ones are the ones who change the world. The loud ones only take the credit.

Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
Messaggi: 3591
Iscritto il: lun giu 27, 2005 0:00
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce
Località: Forte dei Marmi
Contatta:

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda Luci0 » lun ott 04, 2010 12:35

michele.p ha scritto:L'effetto serra (nelle serre ad esempio ad uso agricolo) è "giustificato" dalla legge degli spostamenti di Wien. -> http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_Wien ...in sostanza (per dirla in maniera moooooooooooolto grezza!!) l'ambiente chiuso (ad esempio anche l'abitacolo di un auto) inizia a riscaldarsi e, causa la legge in questione, la perdita per irraggiamento verso l'esterno (attraverso i vetri) è sempre più bassa all'aumentare della temperatura e questo causa uno squilibrio dell'irraggiamento (oltre alla conduzione, la convezione essendo l'abitacolo chiuso è praticamente zero) verso l'interno maggiore di quello esterno determinando un ulteriore aumento di temperatura.

lo stesso principio, penso, che si possa applicare anche ad un "vetro" composto da anidiride carbonica o comunque atmosfera terrestre in genere. :roll:

Bye 8)

Da ricerche che ho fatto su documenti scientifici in rete le cose non sono così semplici e comunque non avvengono come vengono spiegate nelle scuole ... di sicuro c' é tanta confusione e questo la dice lunga su come stanno realmente le cose ... ma la prima cosa che mi viene da pensare é che qualcuno si é preso la briga di prenderci per i fondelli!
Non voglio annoiarvi e se vi interessa l' argomento vi consiglio di informarvi ...

Avatar utente
puzuma
Linux 2.x
Linux 2.x
Messaggi: 482
Iscritto il: mar lug 04, 2006 17:14
Nome Cognome: Stefano Salvador
Slackware: current
Kernel: 2.6.32.2
Desktop: KDE 4.4.0
Località: Udine
Contatta:

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda puzuma » lun ott 04, 2010 12:49

Luci0 ha scritto:Da ricerche che ho fatto su documenti scientifici in rete le cose non sono così semplici e comunque non avvengono come vengono spiegate nelle scuole ... di sicuro c' é tanta confusione e questo la dice lunga su come stanno realmente le cose ... ma la prima cosa che mi viene da pensare é che qualcuno si é preso la briga di prenderci per i fondelli!
Non voglio annoiarvi e se vi interessa l' argomento vi consiglio di informarvi ...


senti, io mi sono laureato in Fisica, dove ti insegnano soprattutto a dubitare di tutto. Ho letto l'articolo che hai linkato è già nei primi paragrafi ci sono una caterva di contraddizioni:

- dice che la terra viene scaldata dal sole per conduzione e non per irraggiamento ! forse mi saprai spiegare tramite quale conduttore il calore arriva dal sole alla terra.
- l'esempio del capotto è sbagliato: il corpo ha la proprietà di sapersi regolare la temperatura, per questo la temperatura corporea. Se d'inverno il metabolismo bruciasse la stessa energia sia senza che con capotto dopo qualche minuto ti troveresti arrosto. La terra invece non si autoregola.
- come vi spiegate il fatto che venere e marte (o la luna!), che ricevono pressoche la stessa quantità di irraggiamente solare hanno uno un clima freddissimo (guarda caso quello senza atmosfera, marte o la luna) e uno caldissimo (guarda caso quello con l'atmosfera caldissima, venere).

Ci sono tante cose meravigliose e misteriose da studiare, perché perdere tempo a immaginare complotti ovunque?
The quiet ones are the ones who change the world. The loud ones only take the credit.

Avatar utente
michele.p
Packager
Packager
Messaggi: 1275
Iscritto il: ven nov 24, 2006 16:52
Nome Cognome: Michele Petrecca
Slackware: 13.37
Kernel: 2.6.37.6
Desktop: KDE
Distribuzione: ..Fedora e Mandriva
Località: Pontecorvo(FR)
Contatta:

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda michele.p » lun ott 04, 2010 12:53

A me hanno sempre convinto le "soluzioni semplici", per questo sono un grande "fan" :D del mitico (e purtroppo dimenticato) Nikola Tesla (http://it.wikipedia.org/wiki/Nikola_Tesla) ...ben oltre dei vari Einstein, Edison & C.

In genere quando fa frddo la prima cosa che si fa quando si sta in una stanza è quella di alzare la tapparella per far entrare i raggi del sole. Effettivamente la camera si riscalda il che vuol dire che il vetro, in questo caso, funge effettivamente da filtro passa-banda. Ricordiamoci che la temperatura altro non è che una onda elettromagnetica ad una certa frequenza e allora spostandosi in frequenza (ovvero variando la temperatura) il vetro non è più "sintonizzato" sul picco massimo (http://www.audioprofessionale.com/resou ... age010.jpg) e quindi ciò che entra (in termini di energia) e maggiore di ciò che esce (...sempre per dirla in maniera infantile) e così via fino a raggiungere un punto di equilibrio.

Questo è quello che io ho fatto al terzo anno di Ing Elettrica del (mitico) vecchio ordinamento. (esame di Fisica Tecnica), premetto, però, che NON è il mio campo quindi potrei ricadere in svariate sfumature non prese in considerazione con questa argomentazione.

Bye 8-)

Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
Messaggi: 3591
Iscritto il: lun giu 27, 2005 0:00
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce
Località: Forte dei Marmi
Contatta:

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda Luci0 » lun ott 04, 2010 13:00

puzuma ha scritto:
Luci0 ha scritto:queste sono cose che si trovano in rete tranquillamente ... 5 secondi con google ...
... e sono panzane !!


saranno panzane ... ma a me i pomodori in serra prosperano, fuori gelano.

Per il resto ti hanno già risposto in modo adeguato.


E' un chiaro esempio di cose che utilizziamo e funzionano senza saperene effettivamente il perché ... o meglio é facile intuire che la serra funziona da isolante termico, la radiazione é quella solare che può entrare perché i vetri sono trasparenti, che scalda terreno, la struttura. le piante di pomodori e tutto il resto ... poi il calore viene trasferito al gas per conduzione e convezione ... ma non esiste la radiazione infrarossa riflessa dai vetri che riscalda nuovamente il terreno.

Avatar utente
puzuma
Linux 2.x
Linux 2.x
Messaggi: 482
Iscritto il: mar lug 04, 2006 17:14
Nome Cognome: Stefano Salvador
Slackware: current
Kernel: 2.6.32.2
Desktop: KDE 4.4.0
Località: Udine
Contatta:

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda puzuma » lun ott 04, 2010 13:01

e poi sfugge il punto fondamentale: i gas serra, assorbendo l'irragiamento infrarosso, trattengono un po' dell'energia proveniente dal sole. Perchè normalmente la maggior parte dell'energia del sole se ne torna tranquillamente nello spazio e basta assorbirne un po' di più per far aumentare la temperatura. Se la terra trattenesse tutta l'energia che viene dal sole saremmo cotti a puntino da un bel pezzo.

Possiamo discutere sul fatto che l'aumento della CO2 sia sufficiente a innescare questo effetto, su quali saranno le conseguenze o, se vuoi, adirittura se ci sia un aumento di CO2 in corso. ma dire che l'effetto serra non esiste mi sembra decisamente una stupidaggine in cattiva fede.

E poi, se ci sono questi grossi interessi economici dietro e tutto sto popo di complotto, perché tutte le conferenze sul clima si concludono con un fallimento e senza nessun provvedimento realmente applicato ?
The quiet ones are the ones who change the world. The loud ones only take the credit.

Avatar utente
lamarozzo
Linux 3.x
Linux 3.x
Messaggi: 732
Iscritto il: gio lug 14, 2005 0:00
Desktop: xfce
Distribuzione: archlinux
Località: Roma

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda lamarozzo » lun ott 04, 2010 13:02

Mi spiace Lucio, altro che convinzioni bastonate, se tu che stai prendendo una cantonata pazzesca.

Innanzitutto ti ho chiesto una pubblicazione scientifica e tu mi salti fuori con un articolo scritto da uno scienziato politico
per conto della sua stesso società.

Comunque se proprio ci tieni a saperlo l'esperimento di Wood è stato falsificato da un sacco di tempo dalla comunità scientifica.

Ti allego l'articolo di Charles Greeley Abbot, allora direttore dell'osservatorio Smithsonian, in cui viene mostrato che i calcoli di
Wood sono sbagliati.

http://boole.stanford.edu/Wood/AbbotReplyToWood.pdf

Ma se neanche i calcoli ti convincono, il professor Boole (professore emerito in computer science dell'università di Stanford)
si è preso la briga di ripetere l'esperimento di Wood, e ovviamente la conclusione è che l'effetto serra esiste eccome.
Eccoti tutti i dettagli

http://boole.stanford.edu/WoodExpt/

Spero che questo ponga fine alla questione.

Avatar utente
puzuma
Linux 2.x
Linux 2.x
Messaggi: 482
Iscritto il: mar lug 04, 2006 17:14
Nome Cognome: Stefano Salvador
Slackware: current
Kernel: 2.6.32.2
Desktop: KDE 4.4.0
Località: Udine
Contatta:

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda puzuma » lun ott 04, 2010 13:05

michele.p ha scritto:A me hanno sempre convinto le "soluzioni semplici", per questo sono un grande "fan" :D del mitico (e purtroppo dimenticato) Nikola Tesla (http://it.wikipedia.org/wiki/Nikola_Tesla) ...ben oltre dei vari Einstein, Edison & C.


dimenticato non direi, l'unità di misura del campo magnetico porta il suo nome. Attento però a non credere a tutto quello che a detto Tesla, tutti gli scienziati ogni tanto sparano qualche str...ata. Per fortuna abbiamo inventato il metodo scientifico per sgamarli.
The quiet ones are the ones who change the world. The loud ones only take the credit.

albatrosla
Packager
Packager
Messaggi: 1325
Iscritto il: sab mar 27, 2004 0:00
Slackware: current
Desktop: fluxbox.git
Località: Collegno, but made in Friûl
Contatta:

Re: L' effetto serra non esiste!

Messaggioda albatrosla » lun ott 04, 2010 14:58

puzuma ha scritto:Attento però a non credere a tutto quello che a detto Tesla, tutti gli scienziati ogni tanto sparano qualche str...ata. Per fortuna abbiamo inventato il metodo scientifico per sgamarli.

Sacrosante parole. L'effetto serra è stato teorizzato anche da Svante Arrhenius, il quale non avrà la notorietà di Tesla ma che ha contribuito alla scienza in modo importante.
Non ho letto i paper del professor Ermecke, ma mi riservo di farlo perché è interessante vedere che cosa argomenta. L'effetto serra esiste eccome, questo è poco ma sicuro, e ci sono evidenze dirette del fenomeno. Ciò detto, capisco che possa essere difficile, o apparir tale, che la percentuale di anidride carbonica possa influenzare o meno questo fenomeno; Arrhenius si è occupato proprio di questo, e dopo di lui lo hanno fatto in molti, confermando le sue teorie. Erano tutti in cattiva fede, anche in quell'epoca nella quale non c'era un ritorno economico proveniente dalla problematica ecologica? Non credo. La (presunta) buonafede non è comunque sufficiente a dare credito ad una teoria, così come la (presunta) malafede non è sufficiente a smontarne una.