Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Campi elettrici di cellulari (apparti mobili e BTS)

Area di discussione libera.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Rispettare le idee altrui.
2) Evitare le offese dirette.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.

Campi elettrici di cellulari (apparti mobili e BTS)

Messaggioda robbybby » dom ago 07, 2011 22:39

Toni ha scritto:Il campo generato da un telefonino , pennino o altro è assolutamente innocuo per un hard disk. l'intensità necessaria per ottenere un campo magnetico ( statico) capace di danneggiare un hard disk è quello di un elettromagnete che solleva un auto da 2 tonnellate circa.

Un oggetto piccolo capace di danneggiare un hard disk penso potrebbe essere questo http://www.supermagnete.it/eng/Q-60-30-15-N

Per tutto il resto vivete felici :)
Le radiazioni dei dispositivi wireless ed in genere quelli basati su celle sono innocue in quanto le potenze in gioco sono davvero basse .
Se dal balcone di casa riesci a vedere un ripetitore di cellulare ad un distanza di circa 80 metri , probabilmente ti stai beccando 26 V/m di campo elettrico (totalmente innocuo)

scusate l'ot

Sì, sembra strano iniziare un nuovo thread con una citazione, ma, dato che non thread originale si stava andando pesantemente ot, ho preferito iniziarne uno nuovo, in cui essere it :)
Detto questo: sei sicuro dei 26 V/m? Per legge, il campo elettrico di una sorgente che ti porti, in una zona abitata, non può essere superiore ai 4 V/m, se è continuativo per più di 4 ore (e il segnale di una BTS è attivo 24 ore su 24). Fra l'altro, un campo di 26 V/m ti mette fuori uso parecchie apparecchiature elettroniche di uso quotidiano. In laboratorio, già i 10 V/m ci disturbavano pesantemente, come minimo, la telecamera usata per monitorare l'apparecchiatura sotto test.
Purtroppo non ho mai fatto prove sulle BTS. Avevo fatto una misurazione, anni fa, su un cellulare ancora di quelli analogici, e, a contatto con la sonda, dava un campo di circa 15 V/m.

La potenza di un trasmettitore per rete wireless è bassa, mentre quella di un cellulare, e quindi anche quella di un pennino hsdpa, arriva tranquillamente all'ordine del watt, di picco (non media, ma di picco).

Se c'è qualcuno che ha dati più aggiornati, e puoi illuminarci meglio, ben venga.
Avatar utente
robbybby
Linux 3.x
Linux 3.x
 
Messaggi: 1175
Iscritto il: sab dic 16, 2006 10:48
Località: Fra Trantor e Terminus
Slackware: 13.1 / 64 bit
Kernel: 3.3.x
Desktop: KDE 4.4.5

Re: Campi elettrici di cellulari (apparti mobili e BTS)

Messaggioda Toni » lun ago 08, 2011 10:41

ciao in questo momento non ho miei libri sotto mano , ma se non sbaglio il limite di esposizione dovrebbe essere di circa 20 V/m fino a 3 GHz
Anche se bisognerebbe valutare anche il campo magnetico in modo da valutare il vettore di poynting.

Per quanto riguarda i 26 V/m ricordo che lo misurai con un nokia 3210 dotato di un menu esteso,
Magari mi trovavo in un punto in cui la Direttività era massima :D , o forse la stima del cell non era cosi accurata.
Avatar utente
Toni
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 993
Iscritto il: lun gen 30, 2006 22:08
Località: milano
Slackware: slackware-14
Kernel: 3.10.5
Desktop: i3

Re: Campi elettrici di cellulari (apparti mobili e BTS)

Messaggioda murdock » ven ago 12, 2011 20:08

Consideriamo , ad esempio, che gli scienziati attualmente si aspettano in un futuro prossimo il manifestarsi delle conseguenze maggiori dell'incidente di Chernobyl.
Vale a dire che i danni causati dall'inquinamento elettromagnetico sull'uomo saranno stimabili tra una ventina di anni, cioè quando la gente inizierà a morirne oppure no.

Saluti,
MuRdOcK
Avatar utente
murdock
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 452
Iscritto il: ven mag 25, 2007 11:58
Slackware: 64 14.1
Kernel: 3.16,3
Desktop: KDE 4.14,1


Torna a Libera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 2 ospiti