Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Microsoft

Area di discussione libera.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Rispettare le idee altrui.
2) Evitare le offese dirette.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.

Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Microsoft

Messaggioda Vic Steele » mer ott 19, 2011 18:57

Ciao a tutti.
Volevo condividere con voi una mia esperienza, attualmente ancora non conclusa.
Sto meditando da qualche settimana l'acquisto di un Dell XPS 15, quello con l'i7 che attualmente risulta in offerta a 799 euro come prezzo di base (mentre senza offerta costerebbe 1293 euro). Andando sul sito principale, lo trovate selezionando "Offerte speciali", quindi "Offerte sui portatili più richiesti".
Poiché queste macchine le costruiscono al momento dell'ordine, e quindi possono farlo anche su misura, il sito Dell mi permette di customizzare la macchina facendomi selezionare delle componenti piuttosto che altre, e poi andando a modificare il prezzo finale partendo dall'offerta iniziale.
Purtroppo la questione delle licenze software resta spinosa, infatti la configurazione software minima che mi è permessa è:

Windows 7 Home Edition x64 (e posso scegliere al più Windows 7 Ultimate con un sovrapprezzo di 150 €);
Microsoft Office 2010 Starter Edition (che mi consentono solo di upgradare fino alla Professional con un sovrapprezzo di 350 €);
abbonamento a McAfee Security Center per 15 mesi, posso solo prolungare fino a 36 mesi;
un software chiamato DataSafe Online Backup, che mi dà uno spazio di archiviazione di 2 GB online (mi ricorda Dropbox, dove tra l'altro ho lo stesso spazio), licenza valida per un anno.


Si tratta di software che disinstallerei alla prima accensione, per cui per linea di principio non mi sembra giusto che i produttori ricevano soldi da me. Dal momento che lo costruiscono su misura, mi piacerebbe che questi prodotti non avessero mai niente a che fare con il mio assemblaggio.
Così Venerdì scorso ho telefonato all'assistenza. L'operatrice che mi ha risposto è stata molto gentile, nel colloquio c'è da dire che c'è stata gran professionalità e qualità.
Le ho detto che vorrei acquistare questo notebook, ma rifiutando quel software in quanto non ne sarei utilizzatore, chiedendo quindi che mi vengano scalati i soldi della licenza. L'operatrice mi ha risposto che non ci sarebbe stato nessun problema, mi ha chiesto il mio indirizzo e-mail e mi ha detto che mi avrebbe presto mandato un preventivo speciale in cui quel software, che dalla form del sito non mi è concesso di eliminare, mi sarebbe stato escluso.

Prima di fare questa operazione avevo cercato un po' di documentazione su Internet. Avevo letto di tante persone che, acquistando i propri portatili di qualunque marca con licenze Microsoft OEM preinstallate, per il rimborso avevano dovuto fare tanti sacrifici, spesso rinunciandoci o per qualunque motivo non riuscendoci. Non mi dilungo, ma se necessario posso linkarvi quello che ho trovato.
Insomma, di fronte alla fattibilità annunciatami dall'operatrice sono rimasto piacevolmente sorpreso, ero contento di come in giro si dice che sia difficile ma invece per me era stato tutto facile.
Purtroppo ho cantato vittoria troppo presto: dopo il weekend di attesa, il Lunedì mattina mi arriva la mail dall'operatrice. Escludendo le licenze dal prodotto, questo non viene riconosciuto più come lo stesso su cui è applicata l'offerta dei 799 euro, per cui i soldi delle licenze vengono scalati ma non ho più diritto allo sconto dei 799 euro, e quindi si parte dai 1293 euro. Il risultato è che alla fine vado a spenderci anche di più (non mi ha detto quanto).

Io non ho problemi a pagare questa macchina, per cui quello per cui vorrei "battermi" non si fonda in una questione di impossibilità economica. Il problema è che a me non sembra giusto di dover pagare per qualcosa che disinstallerei all'istante. Ho già accettato mio malgrado la licenza per Windows XP OEM sull'EEE PC che ho acquistato tre anni fa, comunque storcendo meno il naso perché alla fine l'ho utilizzato, e per motivi universitari ogni tanto lo uso ancora. Ma questa volta Windows 7 Home Edition non mi serve davvero, né tantomeno gli altri prodotti, che non hanno nemmeno quel minimo di possibilità che li utilizzerei.
Allora la mia seconda strada è acquistare il notebook e poi rifiutare tutte le licenze appena mi arriva a casa. Mi sto informando ora sulle modalità di rifiuto dell'EULA alla prima accensione, purtroppo per i Dell da quanto ho letto finora l'unica possibilità di rifiutare le licenze è rifiutare il prodotto intero (hardware compreso) e restituire tutto alla Dell con spese di spedizione a carico, per poi vedersi rimborsato l'intero prodotto.

Eventualmente vi aggiornerò sulla mia vicenda. Nel frattempo avevo interesse nel leggere vostre esperienze e/o commenti in merito...
Grazie.
Vic Steele
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 534
Iscritto il: dom apr 27, 2008 12:46
Località: Potenza
Nome Cognome: Luigi Caiazza
Slackware: current x86_64
Kernel: 3.0.0
Desktop: Fluxbox / KDE 4.7.0
Distribuzione: Fedora 15

Re: Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Micros

Messaggioda brainvision » mer ott 19, 2011 20:17

addirittura pagare di più è uno di quei paradossi che ti fanno odiare ancora di più la microsoft.. è semplicemente ridicolo, non sanno davvero cosa devono inventarsi, evidentemente!!

adesso mi hai fatto venire voglia di vedere quel che posso fare io per il mio samsung, comprato 2 mesi fa con licenza Win7 non so cosa.. da dove posso partire per chiedere una eventuale restituzione di qualche euro (mica tanto, solo per il gesto, come si dice)..

Grazie mille..
Avatar utente
brainvision
Packager
Packager
 
Messaggi: 756
Iscritto il: ven dic 26, 2008 18:23
Località: bologna (bo)
Nome Cognome: Leonardo Totaro
Slackware: x86_64-current
Kernel: 3.7.1
Desktop: xfce 4.10

Re: Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Micros

Messaggioda teox99 » mer ott 19, 2011 22:04

AHAHAH!!!!

cira 6 mesi fà ho acquistato un dell xps 17 e mi sembra che windows era compreso e non esisteva una configurazione senza quindi l'ho preso lo stesso e l'ho piallato quando è uscita la slack 13.37

lamentarti per la licenza microsoft è lecito ... ma occhio alla tacnlogia OPTIMUS di nvidia (presente sulla line xps di dell) perchè quella sì che è una vera porcata!!!!
dato che sotto linux ancora non è supportata attualmente la mia scheda nvidia gt555 con 4GB di ram non è stata mai usata!

comunque il ferro dei dell xps merita, sono buoni modelli.

P.S.: personalmente mi fà piacere che l'unico modo che abbia M$ di resitere al mercato è quella di continuare ad imporre i suoi prodotti tramite offerte eticamente poco corrette ed ambigue.
È solo questione di tempo prima o poi dovrà stirare questo animale moribondo! e allora faremo festa!
e infine ... ti dico compralo con W$ e mentre lo formatti ripeti svariate volte "pezzenti! un singolo pinguotto vale 100 volte un surrogato di sistema operativo che sei!"
Avatar utente
teox99
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 729
Iscritto il: ven lug 25, 2008 13:54
Località: Roma[Eur]
Slackware: 13.37
Desktop: KDE - Xfce

Re: Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Micros

Messaggioda Plaoo » mer ott 19, 2011 23:45

Ma non si potrebbe chiamare direttamente la microsoft e restituire la licenza e questo vale anche per gli AV? Praticamente se il pc non è mai stato acceso la licenza è ancora valida per la vendita/restituzione o sbaglio?
Il canale ufficiale di slacky.eu si trova sui server irc.syrolnet.org canale #slackware
Avatar utente
Plaoo
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 809
Iscritto il: gio apr 10, 2008 16:40
Località: Ittiri (SS)
Slackware: 14 64
Kernel: 3.2.9
Desktop: KDE

Re: Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Micros

Messaggioda Vic Steele » gio ott 20, 2011 8:20

Purtroppo non sono questioni per cui si può delegare la Microsoft, ma bisogna vedersela soltanto con i produttori.
Nei ritagli di tempo libero, comunque, sto documentandomi a partire dagli articoli di Paolo Attivissimo, anche lui molto interessato alla vicenda.
Studierò questa storia del modulo ADUC e vi terrò informati.
Vic Steele
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 534
Iscritto il: dom apr 27, 2008 12:46
Località: Potenza
Nome Cognome: Luigi Caiazza
Slackware: current x86_64
Kernel: 3.0.0
Desktop: Fluxbox / KDE 4.7.0
Distribuzione: Fedora 15

Re: Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Micros

Messaggioda ccts2002 » gio ott 20, 2011 11:00

di seguito l'esperienza di un mio amico con dell:
http://blog.marionline.it/rimborso-ms-windows/il-mio-rimborso-di-windows-con-dell/
alla fine gli hanno dato un buono...

ciao
Avatar utente
ccts2002
Linux 2.0
Linux 2.0
 
Messaggi: 155
Iscritto il: gio nov 09, 2006 23:20
Località: milano - trieste - catania

Re: Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Micros

Messaggioda rik70 » gio ott 20, 2011 11:08

Purtroppo la questione è complicata. Oramai il nostro diritto "vivente", anche in seguito alle sentenze e alle delibere delle cosiddette autorità garanti, da ragione al consumatore: il rimborso della licenza è dovuto, senza se e senza ma.

Il problema è che i produttori - non solo Dell - chiedono di rispedire il PC per invalidare la licenza ed eliminare il SO: ed è una bella rottura. Poi c'è anche l'aspetto della garanzia: senza il sistema operativo da loro adottato, non forniscono la garanzia per il prodotto, quindi spesso ti dicono: "va bene, ci rimandi il computer e le rimborsiamo il prezzo... arrivederci".

Poi tutto quel software "spazzatura" che installano, a loro da un ritorno economico, dato che le sw house pagano per piazzarlo sulla macchina, e quindi il produttore abbatte parte dei costi che poi si traduce in uno sconto per l'acquirente.

Insomma: è un bel casino. Cosa fare? Bhò. Io prenderei la macchina con lo sconto e poi chiederei il rimborso delle EULA per vedere cosa dicono, giusto per incasinargli la vita :D .
rik70
Linux 3.x
Linux 3.x
 
Messaggi: 1053
Iscritto il: gio mar 10, 2011 9:21
Slackware: 14.1
Kernel: generic-smp
Desktop: Xfce

Re: Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Micros

Messaggioda -sf » gio ott 20, 2011 11:49

Conordo con rik70; cogli l'offerta e poi tenta la strada del rimborso. Male che ti vada hai risparmiato qualcosa sul prezzo.
Se poi il lato economico non è un problema ed è diventata una questione di prinicipio allora è un altro discorso :)

Comunque ti consiglio di leggere bene la licenza di Windows 7 perchè da quello che ho sentito alcune licenze cambiano di versione in versione (cioè non è detto che la licenza di Win XP sia uguale a quella di Win 2000 per intenderci) e alcuni di questi cambiamenti modificano appunto le modalità di restituzione e rimborso del software, informati a bene ;)
Avatar utente
-sf
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 209
Iscritto il: ven lug 15, 2011 0:20
Slackware: 13.37
Kernel: 2.6.37.6-smp
Desktop: KDE

Re: Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Micros

Messaggioda Vic Steele » gio ott 20, 2011 18:55

ccts2002 ha scritto:di seguito l'esperienza di un mio amico con dell:
http://blog.marionline.it/rimborso-ms-windows/il-mio-rimborso-di-windows-con-dell/
alla fine gli hanno dato un buono...

ciao

Avevo già letto l'intero articolo, era tra le cose che avevo trovato prima di cominciare. Non è servito per darmi forza, anzi, mi ha messo più pessimismo e malumore.
Le condizioni di vendita recentissime fortunatamente mi erano già state mandate dall'operatrice con cui io ho avuto a che fare. Attualmente il punto 7.3 è rimasto identico a quello scritto nei resoconti del 2008, e così immagino anche il resto. Questo mi dimostra che probabilmente il caso di Mario Santagiuliana si tratta solo di un'esperienza felice e un po' fortunata, ma non ha creato un caso e una "rivoluzione" all'interno dell'azienda Dell.
Ci sono anche forum dove alcune persone hanno descritto la propria esperienza di richiesta di rimborso rifacendosi al caso di Mario Santagiuliana stesso, ricevendo come risposta la stessa "scappatoia" proposta dalla penultima mail dell'operatore, ossia che quello si trattava di un caso particolare e quindi insignificante.
Io da un lato vorrei spenderci dietro tutto il tempo possibile, chiedendo pareri anche ad amici avvocati e a persone più competenti di me nel settore. Di contro, ho troppe cose da fare e mi è impossibile farne una battaglia che potrebbe protrarsi per lunghi periodi.
Probabilmente perché sono già stato cliente Dell, loggandomi dal mio account mi è uscito un codice di buono sconto del 10% sul prodotto. Tecnicamente quello che andrei a risparmiare sarebbe proprio, grossomodo, il costo delle licenze. Ma c'è qualcosa in me che ancora non mi fa sentire soddisfatto, forse il fatto che sono soldi che ci rimetterebbe la Dell e non la Microsoft. Si tratta sempre di bruscolini, ma sono i miei soldi e contribuiscono nel loro microscopico mondo alla realtà quotidiana. Bruscolini che, tra parentesi, se finissero in beneficenza invece che nelle tasche dei ricchi sarebbero un contributo che farebbe felici tante persone. Spero che mi capiate.
Vic Steele
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 534
Iscritto il: dom apr 27, 2008 12:46
Località: Potenza
Nome Cognome: Luigi Caiazza
Slackware: current x86_64
Kernel: 3.0.0
Desktop: Fluxbox / KDE 4.7.0
Distribuzione: Fedora 15

Re: Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Micros

Messaggioda targzeta » gio ott 20, 2011 22:39

Beh, io non avevo i tuoi buoni propositi, volevo solo risparimiare. Comunque quando ho comprato il mio notebook dalla Dell ho fatto la stessa domanda all'operatore, il quale mi ha detto subito che non si poteva togliere il software dal PC. Quindi l'ho acquistato e piallato immediatamente. In pratica la primissima cosa che ho fatto quando mi è arrivato il PC a casa è stata quella di inserirci dentro il DVD della Slackware e di eseguire 'fdisk' :). Ho cancellato anche una partizione che non saprai dire bene a cosa serviva, se fosse qualcosa rigurado a windows o qualche software Dell collegato al tastino MediaDirect che ho sul "case". In pratica nel pacco originale che mi è arrivato a casa (conservo sempre tutti gli scatoloni) c'è ancora tutto il software bello e impacchettato.

Successivamente ho acquistato un altro notebook dalla Dell per un mia amica, anche lì, stessa domanda e stessa risposta. Però quando la mia amica mi ha chiesto di installarle linux mi sono informato bene dal supporto tecnico, che devo dire è sembre cordiale, ed ho scoperto che teoricamente tu dovresti tenere il PC così come te lo danno, altrimenti rischi di perdere la famosa garanzia di 3 anni. In pratica l'operatrice mi ha detto:"se si rompe qualcosa di hardware e sopra il PC non c'è tutto il software che ti abbiamo dato noi, la garanzia non vale". E questo ti fa capire quanto sia stupida questa cosa della garanzia. Ovviamente, mi ha detto sempre lei, dipende anche da come ti relazioni con il servizio assistenza, generalmente non hanno nessun problema a sostituirti i pezzi e facendoti valere la garanzia, però se inizi a pretendere le cose...Insomma, la mia amica si è tenuta Windows 7 perché non mi sono preso la responsabilità di installarle linux. Alla fine hanno sempre loro il coltello dalla parte del manico, tu sai di aver diritto ad una garanzia di tre anni, però è meglio se non la devi usare :). Ma devo dire che, almeno per quello che ne so io, i Dell hanno un ottima reputazione e, parlo sempre per me, fortunatamente non ho avuto bisogno di nessuna garanzia. Il mio notebook è un'ottima macchina ancora oggi.

Emanuele
Linux Registered User #454438
Se pensi di essere troppo piccolo per fare la differenza, prova a dormire con una zanzara -- Dalai Lama
20/04/2013 - Io volevo Rodotà
Avatar utente
targzeta
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 6156
Iscritto il: gio nov 03, 2005 14:05
Località: Carpignano Sal. (LE) <-> Pisa
Nome Cognome: Emanuele Tomasi
Slackware: current
Kernel: latest stable
Desktop: IceWM

Re: Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Micros

Messaggioda Vic Steele » gio ott 20, 2011 23:31

Sinceramente (e questa è solo una mia sensazione, sono pronto ad essere smentito in presenza di fatti concreti) non sono tanto convinto che Dell sia un'azienda capace di andare per "simpatie". Oltre a vederla come un'azienda di qualità per quanto riguarda la fabbricazione dei loro prodotti, la vedo anche molto attenta alla gestione delle relazioni con il cliente, e vedo questa cosa improbabile soprattutto per il fatto che ci siano operatori disposti a perdere tanto tempo per rispondere alle domande anche di persone che non è detto che porteranno profitti.
Non so se riuscirò nella mia "impresa", ma prima di fare qualunque altra mossa ho pensato di chiedere all'operatrice ulteriori informazioni sulla mia vicenda. Così ora le ho mandato un'email chiedendole se realmente il prodotto senza licenze software è visto come un prodotto diverso da quello su cui è applicato lo sconto di partenza, e inoltre le ho chiesto anche quanto precisamente sarebbe stato il totale del preventivo senza software.
Così almeno possiamo tirare le somme su quanti soldi siano destinati al software standard, e su quanto sarebbe "sconveniente" rinunciare allo sconto iniziale dei 494 euro per avere un notebook libero da ogni licenza.
Vi terrò aggiornati sull'eventuale risposta.
Vic Steele
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 534
Iscritto il: dom apr 27, 2008 12:46
Località: Potenza
Nome Cognome: Luigi Caiazza
Slackware: current x86_64
Kernel: 3.0.0
Desktop: Fluxbox / KDE 4.7.0
Distribuzione: Fedora 15

Re: Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Micros

Messaggioda ccts2002 » ven ott 21, 2011 10:40

ccts2002 ha scritto:di seguito l'esperienza di un mio amico con dell:
http://blog.marionline.it/rimborso-ms-windows/il-mio-rimborso-di-windows-con-dell/
alla fine gli hanno dato un buono...

ciao


Mi cito per segnalare un altro punto del suo rapporto con la licenza windows...
qualche tempo fa, gli hanno regalato un cellulare con android, ma il software di aggiornamento funzionava solo con windows...fatto sta che, anche se per poco (l'ha subito formattato una volta aggiornato il cellulare) ha dovuto utilizzare windows.
il mio consiglio è di prenderti il pc con windows, se non lo utilizzi completamente la configurazione più base che ci sia, poi chiedi il rimborso come ha fatto lui...nella migliore delle ipotesi ti va come a lui e hai il rimborso + una licenza comunque valida da utilizzare (e, per mia esperienza, le cose che hanno bisogno solo di windows non sono sfortunatamente poche), in caso contrario o hai la licenza o il rimborso.

ciao
Avatar utente
ccts2002
Linux 2.0
Linux 2.0
 
Messaggi: 155
Iscritto il: gio nov 09, 2006 23:20
Località: milano - trieste - catania

Re: Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Micros

Messaggioda Vic Steele » ven ott 21, 2011 18:13

Ma se si trattasse della sola licenza di Windows 7 potrei pure accettare. Sarei molto contrariato, più di quanto lo sono stato quando ho acquistato il netbook, ma lo accetterei.
Poniamo anche, però, che accettassi e utilizzassi Windows 7 Home Edition che ho acquistato. In primo luogo McAfee verrebbe disinstallato (utilizzo Comodo Internet Security sul Windows XP del netbook), per cui già mi piangerebbe il cuore a non usufruire della licenza di 15 mesi che avrei già pagato. In secondo luogo Microsoft Office 2010 non è nemmeno in una versione accettabile, infatti con la versione Starter (per chi non ne conoscesse i limiti,eccoli) non mi sarebbero nemmeno ricoperte tutte le esigenze che potrei avere (ci fosse almeno PowerPoint...). Terzo, mi rifiuto di acquistare DataSafe Online Backup. Questo, per me, è l'emblema di un software completamente inutile.
La risposta dell'operatrice, in ogni caso, non è ancora arrivata...
Vic Steele
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 534
Iscritto il: dom apr 27, 2008 12:46
Località: Potenza
Nome Cognome: Luigi Caiazza
Slackware: current x86_64
Kernel: 3.0.0
Desktop: Fluxbox / KDE 4.7.0
Distribuzione: Fedora 15

Re: Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Micros

Messaggioda wakkokid » ven ott 21, 2011 23:28

È la solita questione... è una porcata di fatto, ma combatterla è praticamente impossibile.
D'altronde... supponiamo tu non usi McAfee. Vuoi il rimborso? Se dico che la licenza di McAfee per 15 mesi in bundle con un nuovo PC è in offerta speciale a 0€, che rimborso dovrei darti?

Volendo poi saltare dall'altra parte della barricata: se tu vendi un prodotto, hai diritto di metterci dentro quello che vuoi?
Come dire, se vendi una macchina, hai il diritto di venderla esclusivamente abbinata all'optional del volante ricoperto di pelliccia?
La risposta secondo me è NO, SE sei in una condizione di monopolio. È moralmente deprecabile -ma non scorretto- altrimenti.
Cioè la Microsoft con windows dovrebbe darti il modo (effettivamente praticabile, non un percorso ad ostacoli) di rifiutare la licenza, mentre altri software che trovi su una marca di PC ma non su altre sarebbe auspicabile (e buona pratica) che offrano un rimborso se non li utilizzi, ma non un diritto effettivo del compratore.
Questo perché se proprio non vuoi McAfee puoi rivolgerti agevolmente ad altri produttori, lo stesso non puoi invece fare se non vuoi Windows.
Avatar utente
wakkokid
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 339
Iscritto il: gio gen 27, 2005 0:00
Kernel: 2.6.3*
Desktop: Kde4
Distribuzione: Debian

Re: Quanto bisogna stremarsi per rifiutare le licenze Micros

Messaggioda matzu » sab ott 22, 2011 10:04

Le case automobilistiche vendono modelli con "pacchetto" di optionals fisso, a un prezzo totale inferiore alla somma dei prezzi di listino di ogni singolo elemento. Tralasciando la minor fattibilità di escludere un accessorio in una linea di montaggio automobilistica, rispetto alla questione del computer con software predefinito, dal punto di vista formale è difficilmente intaccabile il ricorso all'offerta speciale "tutto incluso": hai sempre la possibilità di comprarti l'auto con la lista di optionals che vuoi tu, ma a prezzo di listino.

È Microsoft che pone condizioni commerciali a Dell, tali che questa è costretta a privilegiarle passando sopra alle tue. Non perché non tenga a soddisfarti, ma perché il tuo peso contrattuale è minore. MS ovviamente vende i suoi prodotti a Dell a condizioni vincolanti. Se Dell vuol vendere macchine con sistema operativo a scelta del cliente, MS si vede giustificatamente minacciata da un tale tipo di offerta, e aumenta il prezzo dei prodotti che le vende. Così Dell diventa meno competitiva nel mercato dei pc con so MS, che è attualmente la sua parte maggiore. Se gli utenti fossero liberi di scegliere, alcuni metterebbero Linux, BSD, eccetera, e la maggior parte Windows piratati. Dal punto di vista di Microsoft questa cosa si può anche comprendere in parte. Ma la questione principale è che il tuo interlocutore è Dell, non Microsoft, e se ti metti in competizione con Microsoft, quale "partner commerciale" di Dell (tu come cliente che paga un prezzo, MS come fornitore che vende a un prezzo), Dell si trova nel mezzo "senza colpa" e rinuncia più facilmente a un cliente che alle condizioni commerciali che MS le offre. Ovviamente se fossi Dell non la metterei in questi termini, nel relazionarmi col cliente: ci girerei attorno.
Avatar utente
matzu
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 217
Iscritto il: dom set 20, 2009 1:26
Nome Cognome: Franco
Slackware: 64-13.37 13.1
Kernel: generic
Desktop: kde

Prossimo

Torna a Libera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti