Pagina 2 di 2

Re: Perché fate i pacchetti e non usiamo slackbuild.org?

Inviato: mer ott 27, 2010 16:54
da ildiama
notsafe ha scritto:
atomix600 ha scritto:]Perdonami, ma non ho capito quel "sono fatti male" :-k


nei pacchetti "slacky.eu" sono inseriti i campi:

Codice: Seleziona tutto

PACKAGE REQUIRED:
PACKAGE CONFLICTS: 
PACKAGE SUGGESTS: 


campi che non li rendono "filosoficamente slackware" (sia chiaro che non voglio aprire polemiche)

Esatto, tutto qui. (compreso il fatto di non voler aprire polemiche). Ho virgolettato perché non ho trovato un espressione migliore. Il paragone qui però non va fatto con gli slackbuilds di SBo, ma con quelli di Pat.

EDIT:
Ho quotato troppo velocemente, sorry. Mi riferivo alla presenza dello slack-required e all'uso di tool come requirebuilber.

Re: Perché fate i pacchetti e non usiamo slackbuild.org?

Inviato: mer ott 27, 2010 17:27
da notsafe
ildiama ha scritto:Ho quotato troppo velocemente, sorry. Mi riferivo alla presenza dello slack-required e all'uso di tool come requirebuilber.


ed è la stessa cosa che intendevo io.

Re: Perché fate i pacchetti e non usiamo slackbuild.org?

Inviato: mer ott 27, 2010 18:21
da lablinux
utility <> facility
Solo perché vengono specificate le dipendenza, si perde la filosofia di slackware? Dipendenze che anche slackbuild specifica, solo che lo fa in separata sede (nella paggina del pacchetto e non in un file dello slackbuild).

Ciao Michele.

Re: Perché fate i pacchetti e non usiamo slackbuild.org?

Inviato: mer ott 27, 2010 18:46
da hashbang
lablinux ha scritto:utility <> facility
Solo perché vengono specificate le dipendenza, si perde la filosofia di slackware? Dipendenze che anche slackbuild specifica, solo che lo fa in separata sede (nella paggina del pacchetto e non in un file dello slackbuild).

Ciao Michele.
Lo slack-required non sta nello slackbuild. Esso viene creato durante la pacchettizzazione perchè aggiungiamo queste righe allo SlackBuild

Codice: Seleziona tutto

if [ -x "$(which requiredbuilder 2>/dev/null)" ]; then
    requiredbuilder -y -v -s $CWD $PKG
fi
Questo comando fa si che se lo SlackBuild trova requiredbuilder allora analizzerà i binari e le librerie del futuro pacchetto e stamperà una lista dei pacchetti di Slackware che richiede e che ha usato in fase di compilazione. È uno strumento utile ai SOLI packager e a chi dello staff si prende la briga di controllare (tra cui Loris), perchè ci permette di capire in che condizioni è stato fatto il pacchetto. Non intacca la filosofia Slackwareiana perchè ai fini del pacchetto non serve a nulla.

notsafe ha scritto:
ildiama ha scritto:Ho quotato troppo velocemente, sorry. Mi riferivo alla presenza dello slack-required e all'uso di tool come requirebuilber.


ed è la stessa cosa che intendevo io.
E che significa? Usare lo slack-required non intacca minimamente lo spirito di Slackware. Lo slack-required oltre a segnalare le dipendenze serve come punto di riferimento per il packager per constatare in che condizioni di glib o X11 (o altro) è stato fatto il pacchetto. Questo non intacca la filosofia di Slackware in quanto questo è un metodo necessario per ottenere pacchetti sempre al top della pulizia e dell' affidabilità. Ed è lo stesso principio che viene usato per creare questa distribuzione. Il fatto che non ci sia un tool per la gestione delle dipendenze non significa che un packager o chiunque altro deve andare a scervellarsi per capire se pincopallino ha come dipendenze libtizio, libcaio e libsempronio. Noi ci atteniamo alla filosofia di Slackware semplicemente segnalandole. Non alteriamo in nessun modo la filosofia di Slackware. Anche perchè la filosofia di Slackware dice SOLO che la gestione delle dipendenze è manuale, non dice affatto che le dipendenze non devono essere segnalate in un file di testo. Ad SBo, invece, questo non serve perchè loro distribuiscono lo script. Quindi non gli interessa su che macchina lo compilerai, quanti pacchetti estranei alla distribuzione andranno a sporcare la compilazione ecc.
Questo è un "lusso" che noi non ci possiamo permettere, perchè se compilassimo senza le direttive impartite da Loris (altro punto a favore di Slacky.eu: la sua organizzazione. Un capo che decide. Proprio come con la distribuzione: one-man distro, one-man community), i pacchetti risulterebbero instabili e mal curati.

Per concludere vorrei dire che non mi è chiara una cosa della vostra interpretazione del concetto di Slackware: Perchè se SBo mette le dipendenze scritte in un README segue la filosofia, mentre noi che creiamo uno slack-required non la seguiamo?

Re: Perché fate i pacchetti e non usiamo slackbuild.org?

Inviato: mer ott 27, 2010 19:27
da gigiobagiano
Gli slackbuild di SBo sono ottimi, quelli di slacky.eu lo sono diventati con la definzione di un template ordinato, prima erano fatti un po' casualmente il che rendeva più laborioso metterci mano. Questa storia delle dipendenze ha veramente scarsissimo significato, cosa dovrebbero fare entrambi i siti? Non evidenziarle? Sai che due maroni per chi ha bisogno di un pacchetto o di uno SB e deve andarsi anche a scervellare per trovare cosa gli serve?!? Penso che scriverle in un readme sia la scelta più sensata se si offre il solo SB, mentre per un pacchetto si aggiunge la possibilità di usare requiredbilder, forse offrire il readme anche nel secondo caso sarebbe più conforme al packaging di PJV, alien, rworkman ecc...

Ultimamente alcuni pacchetti di slacky.eu sono stati resi disponibili anche se non opportunamente testati, vedi awn ad esempio. Che sia il caso di aggiungere una dicitura tipo "testing", ma a parte questi rari casi, non c'è da dubitare della bontà dei pacchetti di slacky.