Pagina 1 di 1

zfs

Inviato: dom apr 07, 2013 12:02
da tornadomig
domanda per il caro hashbang:

ciao!

ho notato i tuoi pacchetti nel repo slackware64 per zfs e la sua dipendenza spl. potresti per cortesia chiarire meglio il loro effetto e funzione se installati, visto che zfs in slackware e' una cosa nuova?


grazie!!! :)

Re: zfs

Inviato: lun apr 08, 2013 16:50
da hashbang
tornadomig ha scritto:domanda per il caro hashbang:

ciao!

ho notato i tuoi pacchetti nel repo slackware64 per zfs e la sua dipendenza spl. potresti per cortesia chiarire meglio il loro effetto e funzione se installati, visto che zfs in slackware e' una cosa nuova?


grazie!!! :)
Il pacchetto zfs fornisce le utilities necessarie a importare, montare e gestire una pool zfs ed i suoi dataset. Fornisce inoltre i relativi moduli del kernel che permettono il riconoscimento di tale file system.

Il pacchetto spl fornisce un layer di compatibilità con il codice proveniente da Solaris.
ZFS non è progettato teoricamente per essere usato al di fuori di Solaris, visto che è stato ingegnerizzato per quel sistema operativo. Tuttavia, è possibile usarlo lo stesso su altri OS UNIX, attraverso uno strato che permetta di "tradurre" alcune interfacce tipiche di Solaris.

Questo driver prende il nome di SPL (Solaris Porting Layer) su Linux. Anche su FreeBSD e NetBSD si usano meccanismi simili, attraverso i rispettivi driver opensolaris.ko (FreeBSD) e solaris.ko (NetBSD).

Re: zfs

Inviato: lun apr 08, 2013 17:24
da tornadomig
mille grazie della tua cortesia, hashbang :thumbright:

morale: e' possibile tramutare una partizione / e /home da ext4 in zfs in maniera quasi indolore installando i tuoi pacchetti? vale anche su -current64 il tuo discorso? son tentato di provare, ecco... ;) possiamo buttarci? o e' da fare fuori da X e solo dopo una fresh install? chissa' se va anche con la gpt, pero' dovrei installare i tuoi pacchetti prima del setup da una pendrive o con wget o links...ci erudisci su questo?

ciau!!!

Re: zfs

Inviato: lun apr 08, 2013 17:34
da hashbang
tornadomig ha scritto:morale: e' possibile tramutare una partizione / e /home da ext4 in zfs in maniera quasi indolore installando i tuoi pacchetti?
Per una home sotto ZFS, il discorso è semplice.

Crei la partizione con cgdisk di tipo (Solaris /usr & MacZFS) e dai uno

Codice: Seleziona tutto

# zpool create -O mountpoint=/home home /dev/disk/by-id/XXXXXXXXXX

dove gli XXXX indicano l'id del disco.
ZFSonLinux sconsiglia l'uso del device diretto /dev/sdX. Per le pool di piccole dimensioni (meno di 10 dischi) usa l'id.

Per la root il discorso è più complesso, almeno su Slackware.
Per fare le cose facili, bisognerebbe usare la partizione di /boot ma è una soluzione sporca e totalmente stupida, almeno quanto fare la partizione di /boot per usare il btrfs.
La caratteristica base di ZFS/Btrfs è lo snapshot che permette rollback sicuri del sistema. Fare una partizione di boot, vuol dire perdere questa possibilità per quanto riguarda il kernel del sistema operativo.

Ovviamente, esiste un wiki che parla di root nativa di ZFS su Slackware e più di una volta sono stato intenzionato a provare, ma alla fine ho lasciato perdere.
Io lo ZFS come root l'ho usato su Ubuntu (root nativa, niente partizione di /boot) e posso dire che per quanto riguarda quell'uso non è buono.
ZFS come root su Linux mangia memoria a causa di una diversa gestione dell'allocazione rispetto a Solaris e FreeBSD.

Io lo uso solo sul mio HD esterno per condividere dati tra più UNIX. Ma per quanto riguarda il sistema operativo, se sto su GNU/Linux continuo con LVM+ext4.

Re: zfs

Inviato: lun apr 08, 2013 17:47
da hashbang
Inoltre, aggiungo che su Linux non c'è il supporto ai Boot Environment (la utility beadm, recentemente portata anche su FreeBSD), quindi un rollback del sistema è una cosa molto più manuale e inutilmente complessa da gestire.

Non esiste bootloader su Linux che supporti nativamente lo ZFS come file system di root. Le uniche soluzioni sono o un Grub2 con opportune patch o un grub-legacy con opportune patch (create da Sun/Oracle e Illumos) con lo ZFS built-in nel kernel, con appositi parametri, util-linux ricompilate e un init modificato.

Ripeto, c'è un wiki che spiega come fare anche una root nativa ZFS su Slackware (addirittura con LILO...che non supporta lo ZFS), ma è una procedura complessa che IMHO non vale la pena seguire per avere un file system non adeguatamente supportato da GNU/Linux.

Re: zfs

Inviato: lun apr 08, 2013 18:07
da tornadomig
quanto mai esauriente! grazie!