ma allora ci sono

Postate qui per tutte le discussioni legate alla sicurezza di Linux/Slackware

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Citare sempre la versione di Slackware usata, la versione del Kernel e magari anche la versione della libreria coinvolta. Questi dati aiutano le persone che possono rispondere.
2) Specificare se discussione/suggerimento o richiesta d'aiuto.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute.
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.
Avatar utente
krisis
Linux 3.x
Linux 3.x
Messaggi: 1120
Iscritto il: mar gen 25, 2005 0:00
Distribuzione: debian
Località: Roma

ma allora ci sono

Messaggioda krisis » mer lug 13, 2005 17:31

http://it.trendmicro-europe.com/consumer/vinfo/encyclopedia.php?keyword=linux&LYstr=VESEARCHRESULT&x=12&y=14 ma allora esistono virus che infettano linux , e ora mi scarico norton? rotfl

Avatar utente
sid77
Linux 2.6
Linux 2.6
Messaggi: 568
Iscritto il: mer giu 01, 2005 0:00
Slackware: 12.0/12.1/curr (ppc)
Località: PowerPC
Contatta:

Messaggioda sid77 » mer lug 13, 2005 19:12

ma da quando esegui come root binari sconosciuti? ;)

comunque grazie per il link, avevo già sentito qualcosa a riguardo ma non mi ero mai preso la briga di cercare informazioni di mio conto :D

Avatar utente
elettronicha
Master
Master
Messaggi: 1712
Iscritto il: mer apr 13, 2005 0:00
Località: Torino
Contatta:

Messaggioda elettronicha » mer lug 13, 2005 20:30

Certo che esistono, perché non dovrebbero? Agli inizi dei tempi ne erano stati messi in circolazione una manciata a scopo dimostrativo anche e funzionavano a dovere... Scordiamoci la storiella che non esistono virus per Linux. Dobbiamo però pensare che sistemi GNU/LInux non hanno l'appeal commerciale che può avere Windows. Se fossi un cracker, per avere successo, penserei di programmare software dannosi, worm, e robaccia, non certo per Linux, che copre una percentuale ridottissima del mercato mondiale.
Non voglio mettere sullo stesso piano il livello di sicurezza di Windows e di una piattaforma UNIX, per carità, ma molte energie "oggigiorno" sarebbero sprecate programmando virus per Linux, per varie ragioni. Linux è intrinsecamente più sicuro di Windows, come detto sopra il mercato Linux è ristretto, l'utente Linux è in genere lievemente più consapevole di sicurezza oltre che di informatica di base.
Nessun sistema è sicuro al 100% così come nessun software (e il free software non può esimersi) è libero da bug e falle di sicurezza.

lvm
Linux 1.0
Linux 1.0
Messaggi: 23
Iscritto il: mer ago 17, 2005 0:00
Località: (tv),bologna,bruxelles

Messaggioda lvm » gio ago 18, 2005 10:30

doppio click da root e/o './configure && make && make install'
il binario è eseguito e volendo anche il sorgente... :twisted:
routine di una preda multipiattaforma

sreview
Linux 2.0
Linux 2.0
Messaggi: 159
Iscritto il: mer lug 27, 2005 0:00
Nome Cognome: Fabrizio Di Carlo
Slackware: 13.0
Kernel: 2.6.29.6
Desktop: Xfce 4.6.1
Località: Latina
Contatta:

Messaggioda sreview » mar set 06, 2005 23:10

senza guardare il link, i virus per linux esistono anche se sono meno diffusi per i motivi citati prima da elettronicha, uno dei primi credo sia stato Staog virus scritto in Assembly dal VLAD (virus-writers australiani scrissere anche il Boza per windows ma conteneva un bug per cui non funzionava corretamente). Staog comunque era stato scritto per dimostrare il potenziale dei virus per Linux e non per causare effetivamente danni

Avatar utente
supertoms
Linux 1.0
Linux 1.0
Messaggi: 89
Iscritto il: mer giu 22, 2005 0:00
Località: Lissone Monza Italy
Contatta:

Messaggioda supertoms » mer set 07, 2005 9:56

un'utile risorsa sono gli antivirus usati come moduli di samba; controllano le letture e scitture su directory condivise.

Non fanno nulla al sistema ma mi è capitato di dover cancellare più di 3000 file chiamati "Britney spears nude.exe" o "sex - XXX .exe" o simili dal disco condiviso....


Torna a “Sicurezza”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti