Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

partizionare un disco da 160 gb

Usate questo forum per richieste di aiuto e consigli sull'hardware montato nelle vostre macchine con GNU/Linux Slackware.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Citare sempre la versione di Slackware usata e la versione del Kernel. Questi dati aiutano le persone che possono rispondere.
2) Citare il tipo di hardware coinvolto in modo dettagliato.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT. Non usare termini gergali come procio, mobo e simili per identificare i componenti hardware.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.

partizionare un disco da 160 gb

Messaggioda kobaiachi » sab set 03, 2005 21:54

da poco ho comprato un hd da 160 gb, quando lo sono andato a comprare mi hanno spiegato che internamente era formato da due dischi ognuno da 80 gb
cosi mi è venuta in mente una cosa ;
se invece di una partizione sola si fanno due partizioni opportunamente dimensionate (si divide il disco a metà?) si potrebbe fare in maniera tale che le partizioni corrispondano ai dischi fisici interni al disco.

cosi penso si potrebbe ottenere un acesso al disco piu ottimizzato .

voi che dite ?

come posso essere sicuro di fare delle partizioni che effettivamente rispondano alle caratteristiche richieste ?
kobaiachi
Linux 3.x
Linux 3.x
 
Messaggi: 1368
Iscritto il: mer lug 13, 2005 23:00
Località: roma

Messaggioda useless » dom set 04, 2005 0:10

non è detto che ottimizzi, se le testine sono tutte sincronizzate non cambia niente. e di solito nei dischi multidisco lo sono... anche se non ne so molto.
Avatar utente
useless
Staff
Staff
 
Messaggi: 3896
Iscritto il: sab ott 11, 2003 23:00
Località: A place where the streets have no name

Messaggioda rob » dom set 04, 2005 9:17

no, se dividi il disco in 2 partizioni uguali, le partizioni non occupano un piatto ciascuna, ma una partizione occupa la corona circolare esterna proiettata su tutti e 2 i piatti, l'altra la sezione circolare interna ed è sempre estesa sui 2 piatti. in pratica il taglio non avviene x orizzontale ma x verticale, nn so se mi spiego.

l'ottimizzazione la puoi cercare in questo modo: poichè la velocità angolare del piatto è costante (e vedi un po'... :D), le tracce + esterne hanno una velocità lineare maggiore, quindi gli accessi sono + veloci. ti conviene allora creare come prima partizione quella in cui saranno + frequenti gli accessi e, senza fare la partizione troppo grossa, potrai notare dei miglioramenti di prestazioni.

spero di essere stato chiaro,
rob
Avatar utente
rob
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 924
Iscritto il: lun nov 22, 2004 0:00
Località: Roma

Messaggioda kobaiachi » dom set 04, 2005 14:50

grazie della spiegazione, mi avete chiarito le idee , non ne so molto della architettura dei dischi (ed è propio a causa della mia ingoranza che la domanda mi è venuta inmente ) ora so come vengono localizzate le partizioni sui piatti .
quindi i dischi vengono scritti a partire dal margine esterno (è una deduzione corretta?)
ma secondo voi che vantaggio hanno a dividere il disco X verticale .

ciao

grazie delle risposte
kobaiachi
Linux 3.x
Linux 3.x
 
Messaggi: 1368
Iscritto il: mer lug 13, 2005 23:00
Località: roma

Messaggioda rob » dom set 04, 2005 15:01

cm giustamente diceva useless, i bracci delle testine che leggono i piatti sono uniti, e cioè sincroni. una divisione "orizzontale" quindi non porterebbe nessun beneficio anzi... non vorrei sbagliarmi, ma mi sembra proprio che le partizioni, al contrario dei cd, inizino a essere scritte dall'esterno.

ciao, rob
Avatar utente
rob
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 924
Iscritto il: lun nov 22, 2004 0:00
Località: Roma

Messaggioda gallows » dom set 04, 2005 15:13

rob ha scritto:non vorrei sbagliarmi, ma mi sembra proprio che le partizioni, al contrario dei cd, inizino a essere scritte dall'esterno.


Come gli LP dunque.
Non si smette mai di imparare :)
Avatar utente
gallows
Staff
Staff
 
Messaggi: 3466
Iscritto il: dom set 19, 2004 23:00
Località: Palermo
Kernel: FreeBSD 8.0-RELEASE-p3
Desktop: ratpoison

Messaggioda gohanz » dom set 04, 2005 15:35

Si con differenza che i CD scrivono una spirale mentre gli Hd scrivono ttracce concentriche
Avatar utente
gohanz
Staff
Staff
 
Messaggi: 5832
Iscritto il: mar nov 30, 2004 0:00


Torna a Hardware

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite