Pagina 1 di 1

Surriscaldamento CPU

Inviato: gio gen 15, 2009 18:05
da emmexx
Il mio Acer Extensa 5220 (slackware 12.1, con kernel non ricompilato 2.6.24.5-smp) sembra surriscaldarsi troppo.
Il troppo potrebbe essere relativo ma non capisco come mai, anche se praticamente in idle, la sua temperatura sia cosi' elevata.
Ripeto la temperatura e' relativa, non mi scotto le dita toccando la tastiera.

La cpu mediamente e' sotto il 2%. Sale un po' ad esempio quando in firefox c'e' qualche applicazione flash. Ma per il resto mi aspetterei che la temperatura rimanesse intorno ai 55 gradi. Invece i sensori registrano temperature sopra i 60 gradi, a volte si arriva a 65 e oltre non sempre in relazione con l'utilizzo di cpu da parte di qualche applicazione.

In generale ho notato che la temperatura della cpu aumenta quando e' attiva la connessione wireless ma in 'top' non sembra esserci traccia di attivita' tali da occupare la cpu ed aumentare la temperatura da parte dei vari wpa_supplicant o driver della scheda wireless (b43).

Non e' che non ci dormo la notte ma cosa puo' essere? E' normale? Lo porto dal dottore? :-)

grazie
maxx

Re: Surriscaldamento CPU

Inviato: gio gen 15, 2009 18:17
da JohnnyMnemonic
Qualche consiglio, una bella pulita alle ventole con una di quelle bombolette ad aria compressa, togliere la batteria quando non serve, sul mio portatile "guadagno" 10 gradi in questo modo

Non sempre poi le temperature rilevate sono corrette, in certi casi (sotto sforzo) i sensori di conky mi danno una temperatura di oltre 100 gradi per il processore, che francamente mi pare un pò inverosimile

Re: Surriscaldamento CPU

Inviato: gio gen 15, 2009 18:25
da teox99
Se posso...
e' riconosciuto che gli Acer scaldano molto, dovresti procurarti una base con ventole usb - vedrai e' la migliore soluzione!

Re: Surriscaldamento CPU

Inviato: gio gen 15, 2009 18:40
da pino_otto
Hai abilitato i moduli di CPU frequency scaling?
Usando il governor di frequency on demand, dovrebbe consumare di meno e scaldare di meno.

Re: Surriscaldamento CPU

Inviato: gio gen 15, 2009 20:48
da murdock
Tra il dissipatore e la CPU in genere applicano una pasta termoconduttiva (sui notebook specialmente).
Tale pasta (in particolar modo quella usata da Acer in parecchi modelli) con il tempo tende a "seccare" snaturando il normale raffreddamento.
Oltre ai consigli che hai ricevuto, consiglio di cambiare la pasta conduttiva (ne trovi di ottime, siliconiche
che tendono meno a seccare rispetto a quella che usa Acer in fabbrica),
è comunque la tua una macchina che tende a scaldare parecchio. Ottimizzare il raffreddamento non fa mai
male. ;)

Saluti,
MuRdOcK

Re: Surriscaldamento CPU

Inviato: ven gen 16, 2009 13:28
da sardylan
pino_otto ha scritto:Hai abilitato i moduli di CPU frequency scaling?
Usando il governor di frequency on demand, dovrebbe consumare di meno e scaldare di meno.

Quoto in pieno!! Oltre che a farti risparmiare consumo di batteria!!
Inoltre, se ricomili il kernel, dovresti anche poter modificare frequenza del timer etc... che dovrebbero farti guadagnare qualcosa!!!
comunque io ho un Dell Inspiron 9400 con un centrino dual core... E sto sempre intorno ai 60-70 gradi!!
Occhio con le bombolette di aria compressa... Mi è capitato di vederne alcune che tirano fuori aria secca, ma tamente fredda da far fare condensa quando spruzzano, il che non è proprio il massimo... Evita ancor di più compressori, sopratutto quelli ad olio etc... Esperienza personale ;)...
Se sei pratico smonta tutto e dai una bella pulita con pennello... IMO E' la miglior cosa!! ;)

Re: Surriscaldamento CPU

Inviato: ven gen 16, 2009 14:51
da emmexx
JohnnyMnemonic ha scritto:Qualche consiglio, una bella pulita alle ventole con una di quelle bombolette ad aria compressa, togliere la batteria quando non serve, sul mio portatile "guadagno" 10 gradi in questo modo


Pulire la ventola dovrebbe essere abbastanza semplice. L'ho vista la settimana scorsa e non mi e' sembrata sporca.
Sicuramente pero' la ventola gira molto di piu' rispetto ai primi mesi dopo l'acquisto. Il che mi fa pensare che il problema sia la pasta termoconduttiva.
Del guadagno senza la batteria non sapevo. Provero'.

Non sempre poi le temperature rilevate sono corrette, in certi casi (sotto sforzo) i sensori di conky mi danno una temperatura di oltre 100 gradi per il processore, che francamente mi pare un pò inverosimile


I miei valori mi sembrano abbastanza ragionevoli.

grazie
maxx

Re: Surriscaldamento CPU

Inviato: ven gen 16, 2009 14:54
da emmexx
pino_otto ha scritto:Hai abilitato i moduli di CPU frequency scaling?
Usando il governor di frequency on demand, dovrebbe consumare di meno e scaldare di meno.


Ieri ho provato ma o non funzionano con la mia cpu o c'e' altro, a parte modprobe, da fare.
In una guida sul web infatti si parla di assegnare dei valori ad alcuni file in /sys/... ed io non li ho questi file.

grazie
maxx

Re: Surriscaldamento CPU

Inviato: ven gen 16, 2009 15:00
da emmexx
murdock ha scritto:Tra il dissipatore e la CPU in genere applicano una pasta termoconduttiva (sui notebook specialmente).
Tale pasta (in particolar modo quella usata da Acer in parecchi modelli) con il tempo tende a "seccare" snaturando il normale raffreddamento.
Oltre ai consigli che hai ricevuto, consiglio di cambiare la pasta conduttiva (ne trovi di ottime, siliconiche
che tendono meno a seccare rispetto a quella che usa Acer in fabbrica),


Con i desktop ho abbastanza confidenza da poter fare tranquillamente queste operazioni, sul portatile non so, vedo se riesco a farmi coraggio. Mi spiace quando rimontando mi resta qualche pezzo in piu'... :-)

Comunque l'ipotesi pasta conduttiva, anche se spiega sicuramente il perche' la temperatura sia piu' alta rispetto ai mesi successivi all'acquisto e perche' la ventola si attivi con piu' frequenza, non mi spiega perche' piu' o meno nelle stesse condizioni d'uso ieri la cpu era a 63-65 gradi e oggi e' a 57. La temperatura della stanza e' circa la stessa e credo anche l'umidita'.

grazie
maxx

Re: Surriscaldamento CPU

Inviato: ven gen 16, 2009 21:26
da wakkokid
emmexx ha scritto:Comunque l'ipotesi pasta conduttiva, anche se spiega sicuramente il perche' la temperatura sia piu' alta rispetto ai mesi successivi all'acquisto e perche' la ventola si attivi con piu' frequenza, non mi spiega perche' piu' o meno nelle stesse condizioni d'uso ieri la cpu era a 63-65 gradi e oggi e' a 57. La temperatura della stanza e' circa la stessa e credo anche l'umidita'.


La pasta conduttiva cambia drasticamente la situazione.
Alcuni portatili hanno al posto della pasta termoconduttiva un tappettino termoconduttivo, un materiale un po' spugnoso di due millimetri circa di spessore; che è molto meno efficiente della pasta. In tal caso, levalo tranquillamente e sostituiscilo con la pasta conduttiva, senza alcun dubbio!

La causa potrebbe essere anche il dissipatore non fissato saldamente, che si sposta di frazioni di millimetro per le torsioni che applichi al telaio del notebook spostandolo. Fai attenzione a stringere bene le viti, spesso sui dissipatori asimmetrici è riportato anche l'ordine con cui riavvitare le viti per favorire il preciso riposizionamento.

Non aver paura, in genere risistemare il dissipatore è la parte più facile del smontare il pc :D

Re: Surriscaldamento CPU

Inviato: ven gen 16, 2009 21:33
da murdock
emmexx ha scritto:...non mi spiega perche' piu' o meno nelle stesse condizioni d'uso ieri la cpu era a 63-65 gradi e oggi e' a 57. La temperatura della stanza e' circa la stessa e credo anche l'umidita'.

Probabilmente per via dei "micromossi", come spiega wakkokid.

Saluti,
MuRdOcK

Re: Surriscaldamento CPU

Inviato: dom feb 01, 2009 18:22
da emmexx
Ho aperto il notebook, operazione abbastanza semplice devo dire, tutte le parti per cui potrebbe essere necessaria manutenzione sono accessibili in questo modello.
La "grata" che fa da sbocco alla ventolina che raffredda la MB era intasata di polvere - oddio cosa respiriamo :-(
Tolta la polvere la temperatura e' diminuita di quasi 10 gradi. In questo momento sono a 50° mentre mi ero abituato a 60° in crescita con le ore d'uso del nb.

Accedere alla cpu sembra semplice, basta svitare 8 viti per togliere il dispersore di calore. Appena avro' voglia di andare in cantina a cercare la pasta termoconduttiva provero' anche l'ebrezza di smontare la cpu. :-)

grazie a tutti per i consigli.

maxx