Pagina 1 di 1

Partizioni

Inviato: sab mar 03, 2012 19:15
da darkstar
Mi dovrebbe arrivare a breve un nuovo portatile, ordinato oggi. Ora, pensavo di aggiungere a Windows (che non toglierò, avendo necessità di alcuni programmi che purtroppo girano solo lì) Slackware e perchè no, creare anche un'altra partizione primaria per testare altre distro.
Volevo chiedervi un consiglio su come organizzare le partizioni.
Stavo pensando di crearne tre primarie (una in cui lascio Windows, una per Slack e una per altra distro) e una estesa con lo spazio rimanente in cui tenere la /home in comune.
Ora le domande sono:
ha senso? E soprattutto, la partizione /home perchè sia letta da Windows deve necessariamente essere NTFS perchè funzioni come si deve.. o sbaglio?

Mi chiedevo poi se è possibile creare un'unica partizione linux swap per slackeare e l'altra eventuale distribuzione e quando destinare ad ogni partizione primaria? 20 Gb sono troppi?
Il disco ne ha 750 quindi un po' di spazio ce l'ho.

Grazie per le risposte.

Re: Partizioni

Inviato: sab mar 03, 2012 21:00
da EmaDaCuz
Dipende molto da cosa vuoi installare sotto Windows.
Io farei cosi':
300 GB Windows
20 GB Slackware
20 GB Altra distro
Rimanente per la home, formattata in EXT2-3-4 che puo' essere tranquillamente letto da Windows tramite comodi tools. Non penso pero' che tu possa usare EXT come file system nativo in modo da avere la home accessibile direttamente dai software sotto Windows.

Re: Partizioni

Inviato: dom mar 04, 2012 9:27
da matzu
darkstar ha scritto:Mi chiedevo poi se è possibile creare un'unica partizione linux swap per slackeare e l'altra eventuale distribuzione
Sì.

Re: Partizioni

Inviato: dom mar 04, 2012 12:40
da 414N
darkstar ha scritto:Mi dovrebbe arrivare a breve un nuovo portatile, ordinato oggi. Ora, pensavo di aggiungere a Windows (che non toglierò, avendo necessità di alcuni programmi che purtroppo girano solo lì) Slackware e perchè no, creare anche un'altra partizione primaria per testare altre distro.
Volevo chiedervi un consiglio su come organizzare le partizioni.
Stavo pensando di crearne tre primarie (una in cui lascio Windows, una per Slack e una per altra distro) e una estesa con lo spazio rimanente in cui tenere la /home in comune.

Occhio a non fare i conti senza l'oste: oggigiorno, nei portatili sono presenti dalle 2 alle 3 partizioni primarie se li acquisti con windows preinstallato: 1 di recupero (dato che non forniscono più i dischi del sistema operativo), una per il disco C: di Windows (OS) e una per il disco D: di Windows (Dati).
Io avevo 3 partizioni preimpostate: ho ridimensionato quella del disco D: di Windows (più capiente ed in fondo al drive) e ho aggiunto una partizione estesa all'interno della quale ho creato tutte le partizioni Linux (/, /home e /boot) che uso. Per lo swap utilizzo un file di swap invece di una partizione.
darkstar ha scritto:la partizione /home perchè sia letta da Windows deve necessariamente essere NTFS perchè funzioni come si deve.. o sbaglio?

MAI formattare una partizione /home in NTFS se devi usarla da Linux. Non tanto per i file in sé, quanto per i permessi degli stessi (NTFS usa ACL diverse da quelle "appiattite" di unix). Inoltre, dato che il driver ntfs-3g (col driver ntfs del kernel non puoi scrivere normalmente i file) è in grossa parte implementato in user-space, ne consegue un utilizzo della CPU più elevato.
Esistono programmi (tipo explore2fs) che, piuttosto, permettono di accedere ai contenuti di partizioni ext2/3 da Windows senza montarle.

Re: Partizioni

Inviato: dom mar 04, 2012 14:42
da matzu
414N ha scritto:dato che non forniscono più i dischi del sistema operativo
A questo proposito, l'altr'anno ho preso un portatile HP fornito anch'esso senza dischi di ripristino. È comunque possibile richiederli al produttore del portatile, almeno con HP ma penso in qualche modo anche con altri. L'unica cosa è che ho dovuto telefonare (non bastava compilare un form online, per esempio) e dovuto giustificare il motivo per cui volevo i dischi di ripristino, visto che già c'era la relativa partizione. Gli ho detto che volevo installare Linux e per questo dovevo cancellare una o più partizioni, e che in ogni caso, compresa l'eventualità della sostituzione dell'hard disk, volevo poter gestire le cose in modo indipendente. Poi me li hanno mandati senza costi, nemmeno per la spedizione. L'unica cosa è che mi pare occorra richiederli "subito", perché dopo un po' (forse da quando il modello è fuori produzione) pare che i dvd non siano più disponibili.

Re: Partizioni

Inviato: dom mar 04, 2012 18:57
da darkstar
414N ha scritto:Occhio a non fare i conti senza l'oste: oggigiorno, nei portatili sono presenti dalle 2 alle 3 partizioni primarie se li acquisti con windows preinstallato: 1 di recupero (dato che non forniscono più i dischi del sistema operativo), una per il disco C: di Windows (OS) e una per il disco D: di Windows (Dati).
Io avevo 3 partizioni preimpostate: ho ridimensionato quella del disco D: di Windows (più capiente ed in fondo al drive) e ho aggiunto una partizione estesa all'interno della quale ho creato tutte le partizioni Linux (/, /home e /boot) che uso. Per lo swap utilizzo un file di swap invece di una partizione.


L'utilizzo di partizioni logiche in cui installare Linux non crea problemi di boot?

Se si può fare mi sa che opterò per questa opzione.
Lascio le partizioni primarie come stanno, riducendo solamente quella dati. E ne creo un'altra estesa in cui mettere le due distro linux.
Con 6 Gb di Ram la swap deve essere di altrettanti per permettere l'ibernazione, no?

Re: Partizioni

Inviato: dom mar 04, 2012 19:02
da ZeroUno
oggigiorno, nei portatili sono presenti dalle 2 alle 3 partizioni primarie se li acquisti con windows preinstallato: 1 di recupero (dato che non forniscono più i dischi del sistema operativo), una per il disco C: di Windows (OS) e una per il disco D: di Windows (Dati).

E quella di boot dove la metti?
Windows 7 usa una partizione aggiuntiva. Se lo installi in modalità avanzata puoi specificare di non volerla, ma di default windows crea una partizione nascosta di 100M che usa come noi usiamo la /boot

Comunque volendo la partizione di ripristino si può sempre backupparla su dvd e cancellarla.

Di più: di solito in windows il produttore installa un software che consente di creare il disco di ripristino con le stesse funzionalità di quella partizione.

Re: Partizioni

Inviato: dom mar 04, 2012 19:49
da Trotto@81
Se ti serve un disco di Windows puoi anche scaricarlo da internet, l'importante è che sia la versione esatta riportata sull'etichetta con il codice della licenza.
Per i driver puoi fare tranquillamente a mano installando le ultime versioni e non le datata fornite nei dischi di ripristino.

Re: Partizioni

Inviato: dom mar 04, 2012 19:51
da Trotto@81
ZeroUno ha scritto:Windows 7 usa una partizione aggiuntiva. Se lo installi in modalità avanzata puoi specificare di non volerla, ma di default windows crea una partizione nascosta di 100M che usa come noi usiamo la /boot
Questa non la sapevo!! Pochi giorni fa partizionando l'ssd per non farmi creare quella partizione da 100 MB ho usato GParted. :(

Re: Partizioni

Inviato: dom mar 04, 2012 20:19
da ZeroUno
Verifica, ma se il disco era già partizionato con alta probabilità non te l'ha creata. In linea di massima dove seven ha carta bianca fa come gli pare lui, ma se deve metterci appositamente le mani evita. Di questo non gliese ne può dare torto.