Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Slackware LVM2 HOWTO

Usate questo forum per proporre nuovi articoli, creare gruppi di lavoro, segnalare problemi, collaborare in genere al progetto Wikislacky.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Citare l'eventuale nome e link dell'articolo della wiki.
2) Specificare se discussione/suggerimento o richiesta d'aiuto.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute.
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.

Slackware LVM2 HOWTO

Messaggioda nuitari » mer ott 24, 2007 4:08

Dopo 3 giorni di lavoro, ho finalmente partorito l'howto su LVM2 :)

http://www.slacky.eu/wikislack/index.ph ... LVM2_HOWTO

Alla fine mi sono reso conto che modificare l'howto esistente non aveva alcun senso, per cui ho creato un nuovo articolo.

Sicuramente aggiungerò ancora altro materiale, nel tempo, ma comunque dovrebbe già essere ricco di contenuti e spunti interessanti.

Spero vi piacerà ^^''' attendo commenti d'ogni tipo =)
Avatar utente
nuitari
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 777
Iscritto il: dom ott 14, 2007 11:51
Località: San Colombano al Lambro
Slackware: 12.0

Messaggioda puzuma » mer ott 24, 2007 12:54

mi sembra un howto molto ben fatto (e corposo), finalmente ho capito come si usa LVM, grazie.

purtroppo devo segnalarti un piccolo insignificante errore nella sezione "Prerequisiti": quando parli di fstab poi mostri il comando per fare il backup di xorg.conf .
Avatar utente
puzuma
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 481
Iscritto il: mar lug 04, 2006 16:14
Località: Udine
Nome Cognome: Stefano Salvador
Slackware: current
Kernel: 2.6.32.2
Desktop: KDE 4.4.0

Messaggioda nuitari » mer ott 24, 2007 13:00

Asd :lol: grazie della segnalazione e dei complimenti
Avatar utente
nuitari
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 777
Iscritto il: dom ott 14, 2007 11:51
Località: San Colombano al Lambro
Slackware: 12.0

Re: Slackware LVM2 HOWTO

Messaggioda Mario Vanoni » mer ott 24, 2007 13:03

nuitari ha scritto:Dopo 3 giorni di lavoro, ho finalmente partorito l'howto su LVM2 :)

http://www.slacky.eu/wikislack/index.ph ... LVM2_HOWTO

Alla fine mi sono reso conto che modificare l'howto esistente non aveva alcun senso, per cui ho creato un nuovo articolo.

Sicuramente aggiungerò ancora altro materiale, nel tempo, ma comunque dovrebbe già essere ricco di contenuti e spunti interessanti.

Spero vi piacerà ^^''' attendo commenti d'ogni tipo =)


Veramente interessante ed istruttivo, sincere congrats!

Mi interessa, quindi una domanda, scusa se idiota:

La root (/) ha un suo disco di 320GB, lasciamolo in pace.
La raccolta dati (1.5TB) e` suddivisa su due HD di 1TB ognuno,
/dev/sdd1 (/zz3) e /dev/sde1 (/zz4), non comodo per ricerche.
Dischi con partizione unica/primaria ext2, senza swap.
Ma non voglio un journaled file system, il vecchio ed affidabile ext2.
Sono ad oggi circa 40'000 files, definiamoli flat files piu` o meno.

C'e` qualche rischio con queste dimensioni e con ext2?

Grazie

Mario Vanoni
Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun set 03, 2007 20:20
Località: Cuasso al Monte (VA)
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey

Re: Slackware LVM2 HOWTO

Messaggioda nuitari » mer ott 24, 2007 13:21

Mario Vanoni ha scritto:
nuitari ha scritto:Dopo 3 giorni di lavoro, ho finalmente partorito l'howto su LVM2 :)

http://www.slacky.eu/wikislack/index.ph ... LVM2_HOWTO

Alla fine mi sono reso conto che modificare l'howto esistente non aveva alcun senso, per cui ho creato un nuovo articolo.

Sicuramente aggiungerò ancora altro materiale, nel tempo, ma comunque dovrebbe già essere ricco di contenuti e spunti interessanti.

Spero vi piacerà ^^''' attendo commenti d'ogni tipo =)


Veramente interessante ed istruttivo, sincere congrats!

Mi interessa, quindi una domanda, scusa se idiota:

La root (/) ha un suo disco di 320GB, lasciamolo in pace.
La raccolta dati (1.5TB) e` suddivisa su due HD di 1TB ognuno,
/dev/sdd1 (/zz3) e /dev/sde1 (/zz4), non comodo per ricerche.
Dischi con partizione unica/primaria ext2, senza swap.
Ma non voglio un journaled file system, il vecchio ed affidabile ext2.
Sono ad oggi circa 40'000 files, definiamoli flat files piu` o meno.

C'e` qualche rischio con queste dimensioni e con ext2?

Grazie

Mario Vanoni


Grazie anche te :) Azz ti piace avere spazio su disco eh? .

Per quanto riguarda ext2, i suoi limiti fisici s'iniziano a sentire con spazi superiori a 2TB, e comunque dipendono dalla dimensione impostata dei blocchi e dal tipo di kernel utilizzato.
Diciamo che con una dimensione del blocco standard (1K, che poi è anche la grandezza minima) ed un kernel 2.6, non dovresti avere problemi particolari.

Il fatto però è che normalmente su dischi così grandi avrai facilmente un elevato numero di file. Se questo numero supera le 10000/15000 unità, come nel tuo caso, le prestazioni colano a picco per via del modo in cui ext2 memorizza le informazioni.

Da questo punto di vista, ReiserFS è sicuramente meglio, in quanto utilizza balanced tree per la memorizzazione dei dati (un meccanismo + efficiente diciamo, se non sai di cosa si tratta).

Il "problema" è che da quel che so non è possibile convertire direttamente un ext2 in un ReiserFS, ma bisogna effettuare un operazione di copia simile a quella descritta nell'howto.
Ultima modifica di nuitari il mer ott 24, 2007 13:44, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
nuitari
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 777
Iscritto il: dom ott 14, 2007 11:51
Località: San Colombano al Lambro
Slackware: 12.0

Messaggioda Loris » mer ott 24, 2007 13:35

Ho corretto qualche refuso ;)
"Ho una testa piuttosto balzana e comunque non sono quello che credete" - Roger Keith Barrett
Avatar utente
Loris
Admin
Admin
 
Messaggi: 7583
Iscritto il: dom mar 30, 2003 23:00
Località: Gradisca D'Isonzo
Nome Cognome: Loris Vincenzi
Slackware: 14.1
Kernel: 3.10.17
Desktop: Kde 4.10.5

Messaggioda nuitari » mer ott 24, 2007 13:40

Un ottimo lavoro :) E' incredibile quanti errori si possano mettere in un documento senza accorgersene :shock:
Avatar utente
nuitari
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 777
Iscritto il: dom ott 14, 2007 11:51
Località: San Colombano al Lambro
Slackware: 12.0

Messaggioda Mario Vanoni » mer ott 24, 2007 15:04

Grazie per la risposta.

Che significa "Azz" ... ?

Slackware 12.0, kernel 2.6.23.1, blocchi da 4096,
files da 1kB a 500MB, di tutto un po`.

Reiser3 e` morto, reiser4 in prigione con l'autore.
Rimane ext3, IBM (jfs) o SGI (xfs).
Ext4 sara` usabile tra qualche anno, si spera.
Ext2 non mi ha mai tradito!

La conversione non e` un problema per me,
metterei LVM2 sulla macchina backup,
poi trasferirei i files dalla macchina principale,
augurandomi che Murphy non ci metta lo zampino.
Prima pero` voglio aggiornarla a Slackware-current.

Grazie

Mario Vanoni

PS Mancano spazi tra parole nel HOWTO.
Quando lo rileggo, li noto e ti li segnalo.
Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun set 03, 2007 20:20
Località: Cuasso al Monte (VA)
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey

Messaggioda nuitari » mer ott 24, 2007 15:49

Ehehe azz sta per "accidenti", od un altra parola meno gentile che credo avrai intuito ;)

Personalmente, non credo che con Reiser incriminato (e non mi risulta sia stato già incriminato), reiserfs verrebbe abbandonato solo per questo.. non rinuncio certo ad usare uno strumento valido, solo a causa della mente potenzialmente bacata di chi l'ha concepito. Che poi Novell lo abbandoni perchè sono una corporate che deve difendere la propria immagine e perchè spende bordate di soldi su suse... chissene?

Per quanto riguarda XFS e JFS, prediligerei XFS in quanto JFS è troppo IBM per i miei gusti (e meno supportato nel mondo dell OS).

L'unica nota negativa è che non è possibile ridurre la dimensione di filesystem XFS o JFS senza distruggerne i dati, solo aumentarla.

EXT3 è sostanzialmente un EXT2 con qualche feature in +, principalmente il journaling, e qualche feature in -, come la possibità di effettuare l'undelete dei file. Per il resto rimane valido tanto quanto EX2 e ne ha le stesse limitazioni in termini di spazio. Non so però dirti come si comporta in presenza di MOLTI file, se rallenti o meno.. generalmente la scelta in caso di filesystem stracolmi di file (soprattutto se piccoli) è sempre ricaduta su reiserfs, famoso per avere performance migliori in questi ambiti. Io lo uso su qualche mio server (reiserfs intendo) e non ho problemi di sorta, mai avuto nemmeno mezzo.

Se sei comunque soddisfatto delle performance del tuo EXT2, rimani pure li :) squadra che vince non si cambia.
Avatar utente
nuitari
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 777
Iscritto il: dom ott 14, 2007 11:51
Località: San Colombano al Lambro
Slackware: 12.0

Messaggioda nuitari » mer ott 24, 2007 16:17

Anzi, parliamoci chiaro. Sta cosa di abbandonare reiser perchè l'autore va in pringione è ridicola. Da quando in qua una società come Novell usa un prodotto VAGAMENTE importante per il funzionamento di un sistema quanto lo è un filesystem, se questo è basato solo ed unicamente sulla mente di una persona????? E se fa un incidente d'auto? E se gli viene l'alzheimer? E se si converte a qualche strana religione eremitica? Vuol dire che prima dell'arresto vendevano a migliaia di persone un prodotto non affidabile, il cui sviluppo era affidato unicamente alla fortuna e alla salute d'un individuo?

E' chiaro che l'abbandono di reiser da parte di alcune società dopo il suo arresto è una questione puramente d'immagine, chiaro come il sole. Ma questo non riguarda noi poveri utenti normali, senza società multimilionarie sulle spalle.

Personalmente, nutro la massima fiducia tanto nel team di reiser (non si è mai visto un software eccezionale che non dipenda dall'unione di più menti eccellenti), quanto nella sua comunità di utilizzatori, e non smetterò certo d'usarlo.
Avatar utente
nuitari
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 777
Iscritto il: dom ott 14, 2007 11:51
Località: San Colombano al Lambro
Slackware: 12.0

Messaggioda algol » mer ott 24, 2007 22:56

Questo fatto del "povero" Reiser è un'assurdità!
Veramente alcune compagnie hanno mollato il fs (che ha salvato loro c**o) per questo?
PERBENISTI del .... mmghh, quasi quasi mi scordo di star scrivendo su un forum per bene! :shock:
Certo bisogna ammetterlo, per certe teste bacate termini come "sbaglio", "punizione", "redenzione" ecc.. non significano niente.
Hai fatto la caqquata?
FOTTITI, sei finito, dimenticato, una macchia per la nostra immagine!
Ciò, non per lo specifico, di cui ignoro i dettagli...

[EDIT]
Ua, c'è il correttore anti-maleparole?? :lol: Avevo scritto "c**o" e me lo ha corretto in "c**o" ! :o
Avatar utente
algol
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 969
Iscritto il: gio set 07, 2006 0:19
Slackware: 12.1
Kernel: 2.6.26.1
Desktop: xfce4.4.2

Messaggioda diego » gio ott 25, 2007 12:02

ottimo :thumbright:
Avatar utente
diego
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 320
Iscritto il: gio mar 31, 2005 23:00

Messaggioda nuitari » sab ott 27, 2007 19:18

grazie .
Avatar utente
nuitari
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 777
Iscritto il: dom ott 14, 2007 11:51
Località: San Colombano al Lambro
Slackware: 12.0

Messaggioda navajo » gio nov 01, 2007 22:57

ottima guida, utile, solo una piccola cosa mi ha un po... diciamo cosi.. stonato.

Alcune distribuzioni (RedHat, Mandrake, Suse) offrono la possibilità di installare l'intero sistema in LVM a partire dalla prima installazione tramite il software di Setup. Purtroppo questo non accade con Slackware Linux, che pur supportandolo a livello Kernel non ci fornisce nessuna "facilities" per configurare il sistema per l'utilizzo di LVM.

Quel purtroppo fa pensare alla slackware come una distro deficitaria o minore, in qualche modo, alle altre. Invece il non aggiungere, strumenti di pre-configurazione di nulla, come il fatto di non utilizzare gui per l installazione, fa parte della filosofia di Pat..
scusami se ti ho rotto le scatole per sta sciocchezza.. ;)
Avatar utente
navajo
Staff
Staff
 
Messaggi: 3778
Iscritto il: gio gen 08, 2004 0:00
Località: Roma
Nome Cognome: Massimiliano
Slackware: 13.37 (x86_64)
Kernel: 2.6.37.6
Desktop: KDE 4.7.0 (Alien)

Messaggioda nuitari » ven nov 02, 2007 1:02

eheh ma no tranqui. il fatto è che comunque il setup di slackware include delle facilities, come ad esempio l'installazione di lilo guidata od anche solo, parlando delle partizioni, la possibilità di formattarle dalla cui. Secondo me, almeno il supporto ad lvm poteva mettercelo nel setup, considerato che slackware è installata (per quel che ne so) maggiormente nei server, che poi forse sono uno dei campi d'applicazione LVM + interessanti. Per cui per me è un "purtroppo".

Comunque hai ragione, è un punto di vista personale e tolgo subito quel "purtroppo" dalla guida :)
Avatar utente
nuitari
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 777
Iscritto il: dom ott 14, 2007 11:51
Località: San Colombano al Lambro
Slackware: 12.0


Torna a Wikislacky

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti