Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Limitazione forum "Libera"

Area di discussione libera.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Rispettare le idee altrui.
2) Evitare le offese dirette.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.

Re: Limitazione forum "Libera"

Messaggioda enzo.bak » mar mag 20, 2008 21:23

Condivido totalmente la decisione di Loris.
Vi sono altri posti ove trattare questi argomenti.
Iscrivendoci al forum abbiamo visto ed accettato tutti le regole da rispettare.
Questo vuole dire essere costretti, talvolta, a fare qualche sacrificio, come rinunciare a pubblicizzare eventi magari importanti ma che contrastano con le regole che CI SIAMO dati.
Enzo.
enzo.bak
Linux 2.0
Linux 2.0
 
Messaggi: 144
Iscritto il: lun apr 28, 2008 16:58
Località: Reggio Calabria

Re: Limitazione forum "Libera"

Messaggioda sbabaro » mer feb 11, 2009 16:52

Fermo restando che la decisione di Loris e "inappellabile", spero che questa decisione serva solo a superare momenti in cui la foga tende a spegnere il cervello e che silenziosamente si possa cominciare nuovamente a parlare di tutto.
Questo perchè politica, religione e argomenti "seri" credo abbiano tutti una degna collocazione in un'area che si chiama "libera". A chi dice "siamo qui per parlare di linux", direi: nessuno ti obbliga a leggere la sezione libera (non per niente credo che questo sia il mio primo post in questa sezione)
Non credo che esista unicamente per organizzare le riunione per bersi una birra insieme.
Gli argomenti seri fanno parte del sale della vita, sono parte delle cose che ci appassionano, e che ci fanno impegnare anche quando non ne ricaviamo alcun ritorno strettamente personale.
Concordo assolutamente che non bisogno offendere, e che alzare i toni ed attaccare gli altri in una discussione sia come fare il tifo contro invece che pro: se si ha una idea (e la si vuole confrontare) la si deve argomentare in positivo, e non dando dello stupido alla controparte
Cosa che invece non condivido assolutamente e
aschenaz ha scritto:E' che sono argomenti su cui ognuno rimane fermo sulle sue posizioni (e sarebbe grave se non fosse così: non è che uno cambia idea sulla politica o addirittura sulla religione solo per qualche post su di un forum...!).

Parlare di certi argomenti è necessario non solo a fare proseliti alla propria causa, ma anche a rendersi conto se la propria è quella giusta. Anzi, spesso quando si alzano i toni è proprio perchè si sente soccombere la propria idea, un po' come (mantengo alto il tono del post :D ) fare il fallaccio al giocatore forte perchè ti ha tecnicamente surclassato (episodio che mi ha visto ahimè protagonista in tempi lontani :oops: ).
Quando invece il tono si alza perchè ci si offende, prima di passare a propria volta agli insulti ci sono sicuramente altri tentativi da esperire in quanto "lo stupido prima ti trascina al suo livello, e poi ti batte con l'esperienza"

In ultimo vorrei dire che ci sono anche dei passaggi intermedi prima di bannare un argomento, cosi come suggerito da molti (monito, chiusura 3d, ban temporaneo, ban definitivo).

Tutto quanto detto, è bello coltivare delle passioni, ma sono i comportamenti civili e rispettosi degli altri che rendono utile il vivere in un consesso sociale
sbabaro
Packager
Packager
 
Messaggi: 388
Iscritto il: gio set 08, 2005 23:00
Slackware: slack 12.1
Kernel: 2.6.26 ricompilato
Desktop: gslacky

Re: Limitazione forum "Libera"

Messaggioda targzeta » mer feb 11, 2009 18:13

Caro sbabaro, è molto carino che anche tu abbia espresso la tua opinione in merito alle linee guida (anche se, come avrai notato il thread è moooolto vecchio).
Come potrai vedere da miei post precedenti, sono più o meno in linea con la tua opinione, anzi, leggendo il tuo post mi sono venute in mente due citazioni che posto per far capire ancora di più, se è possibile, il mio pensiero sulle "restrizioni":
Daniele Luttazzi ha scritto:Gli dico: “Quali sarebbero questi cinque temi tabù che non si possono affrontare con la satira, liberamente, in televisione? Non ne sapevo niente”.
Lui mi dice: “Luttazzi, lo sai benissimo quali sono. Sono la religione, il capo dello Stato, gli handicap fisici, le razze diverse e l’omosessualità”.
Io l’ho ringraziato, perché la prossima volta che tornerò in televisione, in diretta, la prima battuta che dirò sarà:
“Cristo d’un Dio, dice Ciampi, quello zoppo di un negro è una checca!”.

Alessandro Baricco in "City" ha scritto:Saggio sull'onestà intellettuale: Se un ladro di banche va in galera perché gli intellettuali girano a piede libero?
  1. Gli uomini hanno idee
  2. Gli uomini esprimo idee
  3. Gli uomini esprimo idee che non sono loro
  4. Le idee una volta espresse, e dunque sottoposte alla pressione di un pubblico. Diventano oggetti artificiali privi di un reale rapporto con la loro origine. Gli uomini le affilano con tale ingegno da renderle micidiali. Col tempo scoprono di poterle usare come armi. Non ci pensano su un'attimo. E sparano. Le idee: erano apparizioni, ora sono armi
  5. Gli uomini usano le idee come armi, ed in questo gesto se ne allontanano per sempre
  6. L'onestà intellettuale è un ossimoro


Con la prima voglio dire che secondo me nessun argomento è "serio" e che per ciò si può sempre "parlare di" e "scherzare su" tutto. La seconda citazione invece mi fece capire che una cosa è esprimere un opinione o avere un idea, un altra è difenderla a spada tratta.

Detto questo però, mi sono trovato anche io in thread che poi sono stati chiusi o che sono degenerati in flame. Il fatto di essere di generazioni differenti, che vanno dal buon vecchio 70 enne al piccolo e innocente 15-16 enne, fa si che non ci siano solo chi discute pacatamente e chi invece aggredisce senza riflettere, ma anche chi, non fregandosene una mazza dell'argomento tira fuori frasi solo per alimentare il fuoco altrui, o chi se la prende con troppo facilità perchè per lui l'argomento è troppo importante da lasciar cadere la cosa. Ma il fatto peggiore, mio caro sbabaro, è che alcuni utenti si sono rivolti addirittura all'amministratore facendo richieste assurde di prendere provvedimenti o che so io.
Una delle cose che non capisco della mentalità umana e la semplicità con la quale irrompiamo nella vita altrui. Ognuno di noi ha già tanti problemi e pensieri per la mente, possiamo davvero decidere con semplicità di alimentare quelli degli altri pur sapendo quanto sono penosi per noi?

Ma non voglio dilungarmi troppo, la conclusione che ho tratto nel leggere tutti i thread chiusi o che sono degenerati è che prendere una decisione non è per niente facile. Loris ne ha presa una, che io non condivido ma che rispetto senza problemi, perchè ho trovato in lui non solo un ottimo amministratore (cosa fin troppo evidente), ma anche una persona che non solo riflette bene prima di fare qualcosa, ma che argomenta anche le sue decisioni. Bene, una persona così la si può non condividere in tutto, ma senz'altro è meritevole di rispetto.

Emanuele

Offtopic: P.S. A proposito di citazioni, di chi è l'aforisma dell stupido?
Linux Registered User #454438
Se pensi di essere troppo piccolo per fare la differenza, prova a dormire con una zanzara -- Dalai Lama
20/04/2013 - Io volevo Rodotà
Avatar utente
targzeta
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 6176
Iscritto il: gio nov 03, 2005 14:05
Località: Carpignano Sal. (LE) <-> Pisa
Nome Cognome: Emanuele Tomasi
Slackware: current
Kernel: latest stable
Desktop: IceWM

Precedente

Torna a Libera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 2 ospiti

cron