Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Slackware e l'etica Linux

Forum dedicato ai Porting ufficiali e non di Slackware, vedi Slack/390, ARMedslack, Slamd64, Slackintosh, Ocsid, Sloox, Zenwalk, How-Tux, Slax etc etc

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Specificare nome e versione del porting.
2) Specificare se discussione/suggerimento o richiesta d'aiuto.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda conraid » ven ott 03, 2008 12:27

luigi91 ha scritto:Per quato riguarda i link leggero volentieri ma ogni volta che sento la parola "hacker" evito il discorso.

Non so voi, ma a 14 avevo come "aspierazione" di diventare un "hacker". Peccato che non sia come lo descrivono in stupidi forum online, che ormai ho smesso di frequentare da tempo. Sono passato a Linux per "non essere un hacker", perchè ormai tutti quelli che si definiscono "hacker" (notare le virgolette) usano windows.


Non confondere anche le parole adesso, ti basta una lettura di wikipedia (non dico di chissà cosa) per capire che hacker non è quello che intendi tu
http://it.wikipedia.org/wiki/Hacker
Avatar utente
conraid
Staff
Staff
 
Messaggi: 12022
Iscritto il: mer lug 13, 2005 23:00
Località: Livorno
Nome Cognome: Corrado Franco
Slackware: current

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda slucky » ven ott 03, 2008 21:13

Io non ho mai formattato XP dai 5 anni che lo uso.....


allora devi scrivere a Gates che ti farà una statuetta :) perchè sei un caso da marketing pubblicitario per microsoft.... io conosco gente che addirittura ha dovuto formattare il pc dopo poche settimane averlo comprato perchè windows già faceva le bizze :lol: :lol:
in ogni caso se con windows ti trovi così bene e non hai mai avuto problemi....allora perchè vuoi passare a linux? resta dove sei che è meglio no? vuoi complicarti la vita? :D

saluti
"...and what exactly is a dream....and what exactly is a joke."

"Jugband Blues" ( Syd Barrett )
Avatar utente
slucky
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2379
Iscritto il: mar mag 01, 2007 14:30
Slackware: 14.1
Kernel: default
Desktop: xfce

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda conraid » ven ott 03, 2008 21:21

slucky ha scritto:
Io non ho mai formattato XP dai 5 anni che lo uso.....


allora devi scrivere a Gates che ti farà una statuetta :) perchè sei un caso da marketing pubblicitario per microsoft.... io conosco gente che addirittura ha dovuto formattare il pc dopo poche settimane averlo comprato perchè windows già faceva le bizze :lol: :lol:



Veramente anche io nel pc fisso ho una partizione con XP, che uso raramente però, e non ho mai formattato. Anzi sono passato a SP2 e poi a SP3, ed ho installato di tutto per fare prove.... ieri l'ho aperto e dopo un minuto voleva aggiornarmi tante di quelle cose che ho spento subito :-)
Avatar utente
conraid
Staff
Staff
 
Messaggi: 12022
Iscritto il: mer lug 13, 2005 23:00
Località: Livorno
Nome Cognome: Corrado Franco
Slackware: current

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda navajo » ven ott 03, 2008 21:32

a me pare che molte frasi di luigi91 siano trollate...
Avatar utente
navajo
Staff
Staff
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: gio gen 08, 2004 0:00
Località: Roma
Nome Cognome: Massimiliano
Slackware: 13.37 (x86_64)
Kernel: 2.6.37.6
Desktop: KDE 4.7.0 (Alien)

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda slucky » ven ott 03, 2008 21:52

Veramente anche io nel pc fisso ho una partizione con XP....e non ho mai formattato...


azz....Mastro Conraid usa windows!! :shock: e non ha mai formattato....e pensare che era il mio punto di riferimento, roba da non credere :(

che uso raramente però,...


ah! ecco spiegato perchè non hai mai formattato....prova ad usarla tutti i giorni e poi ne riparliamo :badgrin: ....bentornato tra i miei punti di riferimento :D

saluti a tutti :thumbright:
"...and what exactly is a dream....and what exactly is a joke."

"Jugband Blues" ( Syd Barrett )
Avatar utente
slucky
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2379
Iscritto il: mar mag 01, 2007 14:30
Slackware: 14.1
Kernel: default
Desktop: xfce

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda luigi91 » ven ott 03, 2008 21:55

slucky ha scritto:
Io non ho mai formattato XP dai 5 anni che lo uso.....


allora devi scrivere a Gates che ti farà una statuetta :) perchè sei un caso da marketing pubblicitario per microsoft.... io conosco gente che addirittura ha dovuto formattare il pc dopo poche settimane averlo comprato perchè windows già faceva le bizze :lol: :lol:
in ogni caso se con windows ti trovi così bene e non hai mai avuto problemi....allora perchè vuoi passare a linux? resta dove sei che è meglio no? vuoi complicarti la vita? :D

saluti


Per divertirmi, mi piacciono le cose nuove. XP è vecchio, ho messo Vista ma era più vecchio di XP, ho messo allora win3.1 e poi ho deciso di passare a linux.
luigi91
Linux 1.0
Linux 1.0
 
Messaggi: 37
Iscritto il: mar set 30, 2008 11:58
Kernel: 2.6.24.4
Desktop: KDE 3.5.9
Distribuzione: Slax Linux 6.0.6

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda navajo » ven ott 03, 2008 22:06

luigi91 ha scritto:
slucky ha scritto:
Io non ho mai formattato XP dai 5 anni che lo uso.....


allora devi scrivere a Gates che ti farà una statuetta :) perchè sei un caso da marketing pubblicitario per microsoft.... io conosco gente che addirittura ha dovuto formattare il pc dopo poche settimane averlo comprato perchè windows già faceva le bizze :lol: :lol:
in ogni caso se con windows ti trovi così bene e non hai mai avuto problemi....allora perchè vuoi passare a linux? resta dove sei che è meglio no? vuoi complicarti la vita? :D

saluti


Per divertirmi, mi piacciono le cose nuove. XP è vecchio, ho messo Vista ma era più vecchio di XP, ho messo allora win3.1 e poi ho deciso di passare a linux.

Sta risposta non so perchè mi fa vibrare un pochino i nervi. Ripeto o sei un troll o sei fesso.
Avatar utente
navajo
Staff
Staff
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: gio gen 08, 2004 0:00
Località: Roma
Nome Cognome: Massimiliano
Slackware: 13.37 (x86_64)
Kernel: 2.6.37.6
Desktop: KDE 4.7.0 (Alien)

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda Blizzard » ven ott 03, 2008 22:27

luigi91 ha scritto:
slucky ha scritto:
Io non ho mai formattato XP dai 5 anni che lo uso.....


allora devi scrivere a Gates che ti farà una statuetta :) perchè sei un caso da marketing pubblicitario per microsoft.... io conosco gente che addirittura ha dovuto formattare il pc dopo poche settimane averlo comprato perchè windows già faceva le bizze :lol: :lol:
in ogni caso se con windows ti trovi così bene e non hai mai avuto problemi....allora perchè vuoi passare a linux? resta dove sei che è meglio no? vuoi complicarti la vita? :D

saluti


Per divertirmi, mi piacciono le cose nuove. XP è vecchio, ho messo Vista ma era più vecchio di XP, ho messo allora win3.1 e poi ho deciso di passare a linux.

ciao,
a parte affermazioni varie che non commento, quando vengo su questo forum, vengo per discutere di cose tecniche e soprattutto incentrare sul sistema slackware o *nix.
Personalmente alla fine di questa discussione arriverei al "SI! MA FONDAMENTALMENTE COSA ME NE ....."
continuare a parlare di windows può funzionare solo con qualche amarissimo post che genera un flame.
Molti utenti qui sono abbastanza informati sulla non-tecnologia Ms da stargli lontano e altrettanti ci sono passati e hanno avuto una brutta esperienza (io ho avuto una brutta esperienza mentre apprendevo la tecnologia, quindi pensa tu come mi sono sentito).

Scusa ma se ti trovo a rimpiangere di non avere il registro di sistema su linux perchè ti ci trovavi comodamente. In questo forum puoi evitare di postare una cosa simile perchè mi fai solo ricordare di cosa sia il registro di sistema di windows.
Non perchè non accettiamo che si parli di windows qua dentro... ma perchè proprio non ce ne f**** niente.
Anche in altri post lo citi in maniera praticamente onnipresente.
Quando usi linux, se hai un problema, ce lo descrivi e noi ti aiutiamo. Quando usi windows, dici che c'è tantissima assistenza, allora vai da loro.

Ti comunico che da utente linux non ho NULLA da invidiare al sistema Ms (abbandonato all'n-esimo malware e/o rallentamento e/o crash inspiegabile dopo che utilizzavo solo visual C++ senza minimamente connettere il pc o inserire chiavette non mie).
Quando ne parli, scrivi cose inutili e con il tono di alcune affermazioni rischi di far innervosire qualcuno.

Attieniti a quello che ti dice il banner in alto per favore. Siamo gente seria, tranquilla e incredibilmente disponibile ma rispettaci.
E LEGGI LA DOCUMENTAZIONE! è importante.

Gio
Avatar utente
Blizzard
Master
Master
 
Messaggi: 1509
Iscritto il: mar gen 02, 2007 22:53
Nome Cognome: Giovanni Santostefano
Slackware: 12.2
Kernel: 2.6.27.7-smp
Desktop: Fluxbox

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda goldy » sab ott 04, 2008 0:01

Blizzard
Personalmente alla fine di questa discussione arriverei al "SI! MA FONDAMENTALMENTE COSA ME NE ....."

:thumbright: come non quotarti

ma dai neanche a te interessa sapere che windows è tanto bello
e che ha pure il prompt con i comandi di linux ? :p
Avatar utente
goldy
Packager
Packager
 
Messaggi: 1267
Iscritto il: dom mag 02, 2004 23:00
Località: Bologna
Slackware: Current
Kernel: 2.6.26.5
Desktop: KDE 3.5.10

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda Blizzard » sab ott 04, 2008 8:17

goldy ha scritto:
Blizzard
Personalmente alla fine di questa discussione arriverei al "SI! MA FONDAMENTALMENTE COSA ME NE ....."

:thumbright: come non quotarti

ma dai neanche a te interessa sapere che windows è tanto bello
e che ha pure il prompt con i comandi di linux ? :p

Beh... hemm... insomma... la notte vado a dormire con la copia di Vista tra le braccia shhh!!! :oops:
:lol:
Avatar utente
Blizzard
Master
Master
 
Messaggi: 1509
Iscritto il: mar gen 02, 2007 22:53
Nome Cognome: Giovanni Santostefano
Slackware: 12.2
Kernel: 2.6.27.7-smp
Desktop: Fluxbox

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda davide77 » sab ott 04, 2008 12:10

Suvvia, basta trollare, ripetete tutti con me:

- Mindoms è bello
- Mindoms mi piace
- Mindoms vale ogni centesimo speso
- Mindoms dà da mangiare a tante persone

Ed ora, tutti a comprare Mindoms Svista e M$ Blowffice 2007!

M$, dove li vuoi mandare oggi? (hint: af......o)

:^o :^o :^o :lol:
Avatar utente
davide77
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 358
Iscritto il: lun apr 25, 2005 23:00
Località: Bergamo
Desktop: xfce
Distribuzione: XUbuntu

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda Gone Berserk » ven ott 31, 2008 21:15

:) facendo una breve disamina.

Windows ha ancora alcuni assi da giocare. Principalmente, Office. Che nella versione 2007 fa' un salto indietro di 10.000 anni, ma che comunque resta lo standard.

In particolare, vorrei sottolineare come l'utente medio di PC abbia la preparazione di un criceto zombie. Non capisce la struttura sottostante, non ha idea di quello che vede. Lavorando a contatto con gli utenti, me ne rendo benissimo conto.
Abbiamo ben donde a dire "con linux si fa' la stessa cosa, basta sbattersi un attimo di più". Anche solo spiegare una nuova procedura è proibitivo a chi accetta a fatica la vecchia. La gente odia i pc, figuratevi se si va' a impelagare con Linux. Impossibile dire loro di usare Open Office, e viste le ultime versioni dello stesso, non lo sto più facendo neanche io, se posso evitarlo.

Quindi, prima di qualunque considerazione tecnica, relativa alla configurazione piuttosto che al kernel piuttosto che alle prestazioni, bisogna tenere conto del fattore umano, che è quello dominante nell'equazione.

In termini puramente tecnici, uso sia windows che linux per lavoro. Di recente sto cercando di portare un vecchio db postgresql su una nuova versione - UN INCUBO. Mentre mysql è rimasto compatibile verso il basso, psql non ha questa grazia. Mysql, d'altro canto, comincia solo di recente ad avere le caratteristiche di un dbms serio (integrità referenziale, sottointerrogazioni, ecc).
Invece, bene o male, riesco a schiaffare di tutto dentro SQL Server (fogli di Excel, che sono il formato universale per i dati anche per utenti davvero validi nonchè programmatori loro stessi, come alcuni ingegneri che conosco), con una semplicità e una sicurezza maggiore di quanto non faccia con linux.

Lo stesso vale per RDP, un protocollo che è a dire poco fondamentale nella mia vita lavorativa. Il remote desktop strasicuro di Ubuntu ogni tanto invia degli ALT in più alla finestra di lavoro, col risultato che gli altri caratteri che effettivamente invio da tastiera (righe di codice) si traducono in scelte di menù. Inconveniente non da poco.

Non è un caso se facciamo i nostri confronti non con Mac OS, pure un sistema unix-like e bene ottimizzato, pregiato, ma con Windows. Bene o male, lo zio bill detta legge in materia di compatibilità. Da questo punto di vista, Linux è problematico.

Parlando di tecnica e di amministrazione del sistema, amministrare un server windows (Windows 2003, ad esempio) NON è semplice. Richiede una buona preparazione. C'è da dire che bisogna andare a impazzire fra i menù, conoscere un tantino il registro di sistema e tutta un'altra serie di dati e di interfacce. Lo stesso vale per l'amministrazione di un server web. Da questo punto di vista Windows non è meno didattico di Linux. Un sistemista deve sapere dove mettere le mani sia con W2003 che con Linux.
E' anche inutile stare a disquisire se la shell sia l'interfaccia superiore rispetto al menù grafico. Io apprezzo molto il fatto di averli entrambi, sotto linux, mentre sotto windows la shell è limitata (ma NON assente!). Sono formalismi identici quando si tratta di addestrare la logica.. che il servizio riparta con un click del mouse o digitando pure-ftpd&, non cambia l'essenza dello stesso.

Parlando di programmazione, visual basic è un signor linguaggio. Così come anche ASP del resto. Sono linguaggi, però, limitati. Linguaggi che si concentrano sui compiti più comuni, e che non dispongono di quelle estensioni che permetterebbero loro di svolgere compiti a 360 gradi.

Resta il fatto che io posso scrivere una database app in asp in una frazione del tempo che impiegherei in java o in c#, linguaggi odiosi e stitici, dove una stringa, prima di dartela, ti costringe a portarla alla rassegna di cinema cecoslovacco. Mentre in Basic le stringhe, che non sono esattamente questo tipo di dato esotico di scarso utilizzo, te la danno molto più facilmente e non devi neanche pagarle granchè. E disponi di tutte le caratteristiche di un linguaggio moderno - gli oggetti, ad esempio, anche se non l'ereditarietà. Poco male, quando sei un programmatore, vale a dire uno che segue tutto un progetto, e non un ingegnere del software (uno che mette assieme i pezzi fatti da altri).

Ad ogni cosa il giusto strumento. Un progetto di dieci persone e un milione di righe di codice richiede C# o Java, tanti mesi di lavoro, almeno un 100.000 euro di investimento e una struttura ad oggetti ereditari. Un programma che, venduto, ne costerà 10.000, lo sviluppi in ASP se non vuoi che il tuo tempo valga 5 euro l'ora (tariffa standard indiana). E in ASP sarà solido, facilmente manutenibile, modificabilissimo ed estensibile. Ironicamente, più estensibile che se non lo avessi strutturato a oggetti. Solo andare a cercare il pezzo di codice che fa' davvero quello che devi cambiare, invece di scontrarti con oggetti che richiamano oggetti, richiederà delle ore.

Dulcis in fundo, dal punto di vista tecnico, noi "liberi" siamo più veloci. Quello che ci piace, ce lo prendiamo. Eppure, io manco ancora di un driver decente per questa ATI che mi è capitata in sorte. Al che mi direte, prenditi una NVIDIA. Ok, ma non si era detto che era il sistema e l'approccio superiore?

Abbiamo ottime ragioni per vantarci. Abbiamo interfacce chiaramente superiori, programmi solidi, zero virus, siamo resistenti agli attacchi e siamo gratis. Ma non siamo mainstream, e non potremo esserlo ancora a lungo. Non dobbiamo neanche essere troppo arroganti, perchè molti punti fondamentali del nostro percorso (riconoscimento hardware, compatibilità con le reti mainstream, una suite office veramente evoluta) sono ancora in divenire.

Vinceremo. Abbiamo il kernel migliore, il file system migliore (reiserfs), il sistema di sviluppo migliore. Però non abbiamo ancora vinto.
Gone Berserk
Linux 1.0
Linux 1.0
 
Messaggi: 43
Iscritto il: lun giu 19, 2006 8:48
Kernel: 2.6erotti
Desktop: Xfce
Distribuzione: Xubuntu

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda Luci0 » ven ott 31, 2008 21:53

Il primo obbiettivo conquistare il ... mondo!! 8)
Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
 
Messaggi: 3591
Iscritto il: dom giu 26, 2005 23:00
Località: Forte dei Marmi
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda slucky » ven ott 31, 2008 22:44

Secondo me linux può farcela, però probabilmente se avrà successo sarà grazie all'effetto traino di quelle distribuzioni che hanno una grande azienda e struttura commerciale alle spalle, come ben sanno i commercianti, a vincere non è solo la vendita del prodotto in sè...ma sopratutto "la rete di assistenza" ;) .....la parolina magica che alla fine fa la vera differenza, quindi non è un caso che nel pianeta Linux ad es. sistemi come Ubuntu, Red Hat Enterprise e OpenSuse che hanno alle spalle grandi società come Canonical, Red Hat e Novell siano tra i sistemi più utilizzati anche nel mercato server...
Con ciò voglio dire che un pò dobbiamo sperare nel successo di questi marchi...affinchè il pinguino possa diventare davvero un sistema popolare e di massa.

saluti :)
"...and what exactly is a dream....and what exactly is a joke."

"Jugband Blues" ( Syd Barrett )
Avatar utente
slucky
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2379
Iscritto il: mar mag 01, 2007 14:30
Slackware: 14.1
Kernel: default
Desktop: xfce

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda Luci0 » sab nov 01, 2008 12:07

La conquista del mondo é già in atto ... infatti linux é intorno a noi ma non ce ne rendiamo conto ... é nei decoder nei router nei NAS nei DVD player ... se Linux non riuscirà ad essere sui PC desktop ... sarà presente sempre mnei sistemi embedded !
Ecco il PDF del talk di Rodolfo Giometti al Linux-Day di Viareggio ...
http://ftp.enneenne.com/pub/docs/talks/ ... _a_noi.pdf
Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
 
Messaggi: 3591
Iscritto il: dom giu 26, 2005 23:00
Località: Forte dei Marmi
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce

PrecedenteProssimo

Torna a Porting Slackware

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron