Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Slackware e l'etica Linux

Forum dedicato ai Porting ufficiali e non di Slackware, vedi Slack/390, ARMedslack, Slamd64, Slackintosh, Ocsid, Sloox, Zenwalk, How-Tux, Slax etc etc

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Specificare nome e versione del porting.
2) Specificare se discussione/suggerimento o richiesta d'aiuto.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda davide77 » sab nov 01, 2008 13:59

Ma siamo proprio sicurisicurisicuri di volere quella manica di utonti parzialmente lobotomizzati che "usano" le finestre per lavorare o giocare?

Mi trovo d'accordo con slucky ma con una piccola differenza: secondo me il prodotto non conta niente o quasi, è il venditore che fa la differenza.
Io da parecchio tempo ho smesso di dire a tutti di provare linux; certo, se me lo chiedono, dico che linux fa le stesse cose di windows, ma, se chi ho di fronte non è una cima, non dico nient'altro, anzi, se insiste, lo faccio desistere al più presto! Provate voi ad avere un incapace alle costole per farsi sistemare tutto; non è bello.

Un discorso diverso lo faccio per gli applicativi, se mi chiedono una suite office dico openoffice, se mi chiedono browser o client di posta dico firefox e thunderbird, come messaggistica istantanea pidgin. È diverso perché se devono imparare qualcosa di nuovo è meglio che sia veramente qualcosa, passando a linux è più dover imparare tutto.

E poi smettiamola di pensare che uno qualsiasi che compra il pc lo fa per lavorarci o comunicare; il 90% delle persone lo compra per giocare, vedere film e ascoltare musica a gratis (e nella maggior parte dei casi è la prima domanda dopo aver fatto l'acquisto: come faccio a scaricare...).

Io mi auguro che tutti quelli che non hanno un vero motivo per usare un pc restino con mamma M$, almeno pagano per farsi risolvere i problemi, perché l'accoppiata linux=gratis secondo tanti vale anche per l'assistenza. :(
Avatar utente
davide77
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 358
Iscritto il: lun apr 25, 2005 23:00
Località: Bergamo
Desktop: xfce
Distribuzione: XUbuntu

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda Mario Vanoni » sab nov 01, 2008 14:25

davide77 ha scritto:Ma siamo proprio sicurisicurisicuri di volere quella manica di utonti parzialmente lobotomizzati che "usano" le finestre per lavorare o giocare?

Mi trovo d'accordo con slucky ma con una piccola differenza: secondo me il prodotto non conta niente o quasi, è il venditore che fa la differenza.
Io da parecchio tempo ho smesso di dire a tutti di provare linux; certo, se me lo chiedono, dico che linux fa le stesse cose di windows, ma, se chi ho di fronte non è una cima, non dico nient'altro, anzi, se insiste, lo faccio desistere al più presto! Provate voi ad avere un incapace alle costole per farsi sistemare tutto; non è bello.

Un discorso diverso lo faccio per gli applicativi, se mi chiedono una suite office dico openoffice, se mi chiedono browser o client di posta dico firefox e thunderbird, come messaggistica istantanea pidgin. È diverso perché se devono imparare qualcosa di nuovo è meglio che sia veramente qualcosa, passando a linux è più dover imparare tutto.

E poi smettiamola di pensare che uno qualsiasi che compra il pc lo fa per lavorarci o comunicare; il 90% delle persone lo compra per giocare, vedere film e ascoltare musica a gratis (e nella maggior parte dei casi è la prima domanda dopo aver fatto l'acquisto: come faccio a scaricare...).

Io mi auguro che tutti quelli che non hanno un vero motivo per usare un pc restino con mamma M$, almeno pagano per farsi risolvere i problemi, perché l'accoppiata linux=gratis secondo tanti vale anche per l'assistenza. :(


Concordo al 100%.

Tutti sanno che sono un grande estimatore di UNIX/Linux.
Anche il dentista, che usa M$ per tutto, comprese le foto a raggi X.
Alla domanda mi aiuterebbe passare a UNIX/Linux
gli ho risposto: se M$ funziona bene, non cambi niente.
Idem a domande simili di altri conoscenti,
a tutti interessa solo usare il PC, no governare un SO,
ed ancora meno imparare qualcosa in piu` dei click abituali.
Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun set 03, 2007 20:20
Località: Cuasso al Monte (VA)
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda slucky » sab nov 01, 2008 17:28

sì, vero, in fondo concordo e avete ragione, la maggioranza ha interesse solo ad usare il pc non a governarlo, anche se penso che prima o poi il lavoro degli sviluppatori delle distro punta-e-clicca o facili da gestire e usare vada però in quella direzione, di rendere anche linux un sistema popolare e di massa è già ora ubuntu ci sta riuscendo, non so se avete sentito parlare di wubi:

http://wubi-installer.org/

Wubi is an officially supported Ubuntu installer for Windows users that can bring you to the Linux world with a single click. Wubi allows you to install and uninstall Ubuntu as any other Windows application, in a simple and safe way. Are you curious about Linux and Ubuntu? Trying them out has never been easier!


incredibile ma vero, puro marketing in salsa pinguina :lol: ...insomma nel futuro mi aspetto orde di utenti win smanettare e pian pianino passare al pinguino :)

saluti a tutti :D
"...and what exactly is a dream....and what exactly is a joke."

"Jugband Blues" ( Syd Barrett )
Avatar utente
slucky
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2378
Iscritto il: mar mag 01, 2007 14:30
Slackware: 14.1
Kernel: default
Desktop: xfce

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda Blizzard » mar nov 04, 2008 11:14

ciao,
fino a poco tempo fa ero abbastanza 'Evangelist' (per usare un termine piccante :badgrin: ).
Poi una sera mi trovai a parlare con due amici (amici miei e di windows) e partì una discussione in cui mi infuriai anche perchè sostenevo che alcune distro fossero intuitive e semplici a livelli di windows (anzi di più).
Io sostenevo che, con un sistema desktop GNU/Linux, per effettuare le normali operazioni si svolgevano passi più semplici o tutt'al più uguali ad un sistema Windows.
Loro sostenevano "MA NON C'ENTRA" e partivano con (su linux non trovi i programmi, su linux devi usare la console ecc...).
Alla fine della discussione protesa per ore capii il significato di "MA NON C'ENTRA" facendo la domanda:
Q: "Ma quindi per voi se al posto della K metto un pulsante verde con scritto Start linux diventa 'più semplice' ?"
A: "Certo! perchè uno è abituato al pulsante verde con scritto Start"

La mi si è aperta abbastanza la mente su come funziona l'utenza media di pc.
Alcune parti del discorso erano visibilmente difensive nell'orgoglio del loro sistema (anche perchè entrambi sono informatici ed hanno usato linux) ma in generale quello che volevano dirmi è che le persone hanno visto Start e vogliono vedere quello, altrimenti panico.

Compreso questo non ho più consigliato a nessuno di installare qualcosa di diverso. Tuttavia se uno mi chiede consiglio per GNU/linux non glielo nego ma se sta bene col suo sistema è giusto che resti al suo sistema.

Gio

P.S.
Il fatto che mi sono infuriato era legato ad un aggravante: "i miei amici sono entrambi informatici" e, previa alta capacità argomentativa" non sopporto a priori che un informatico parli bene di un sistema Windows, soprattutto quando descrivevo tecnicamente le differenze fra i due sistemi e mi rispondevano "Ma non guardare kernel, filesystem ecc..." e io " :| e che devo guardare di un os???"

Infatti dopo quel giorno mi dicono
"Tu non ti arrabbi se ti parlano male di linux, ti arrabbi se ti parlano bene di windows :lol: :lol: :lol: "
Avatar utente
Blizzard
Master
Master
 
Messaggi: 1509
Iscritto il: mar gen 02, 2007 22:53
Nome Cognome: Giovanni Santostefano
Slackware: 12.2
Kernel: 2.6.27.7-smp
Desktop: Fluxbox

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda conraid » mar nov 04, 2008 11:20

Blizzard ha scritto:Q: "Ma quindi per voi se al posto della K metto un pulsante verde con scritto Start linux diventa 'più semplice' ?"
A: "Certo! perchè uno è abituato al pulsante verde con scritto Start"


Se la MS in Windows 2007 o come si chiamerà metterà Suck al posto di Start per questi sarà la stessa cosa, del resto già in passato la MS cambiò se vi ricordate. E poi è sempre starto verde? No. Ed anche adesso con altro tema... Allora che BEEP di considerazioni sono?

p.s.
lo so che non le hai fatte tu, ma non mi sembra una frase per cui capisci cosa intendono, ma al limite la limitatezza (si dice?) di chi la fa
Avatar utente
conraid
Staff
Staff
 
Messaggi: 12016
Iscritto il: mer lug 13, 2005 23:00
Località: Livorno
Nome Cognome: Corrado Franco
Slackware: current

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda davide77 » mar nov 04, 2008 21:43

conraid ha scritto:... adesso con altro tema...


Infatti tutti odiano Vista perché non si può spegnere con "Start", questo è il principale problema del nuovo sistema, non il fatto che è lento, stupido e instabile. :lol:
Avatar utente
davide77
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 358
Iscritto il: lun apr 25, 2005 23:00
Località: Bergamo
Desktop: xfce
Distribuzione: XUbuntu

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda maxim65 » sab mar 28, 2009 20:50

Linux è un open source e come tale puoi considerarlo democratico, tutti possono averlo e verificarne i sorgenti quindi anche intrinsecamente sicuro; diversamente da bill & C che ti rifilano per buono un os che è volutamente pieno di backdoor e altre simili cose e non funziona poi tanto bene.Certo che Linux e "duro" da gestire sopratutto se uno sceglie la famiglia dello slackware.Secondo me c'è da scegliere fra le due opzioni quella di faticare ma sentire di essere il titolare del proprio sistema o affidarsi a quelli che vorrebbero l'os unico per poter alzare il prezzo e meglio controllare tutto e tutti.
maxim65
Linux 1.0
Linux 1.0
 
Messaggi: 82
Iscritto il: mar nov 13, 2007 14:33
Località: Quercia di Aulla (MS)

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda Eberoth » lun giu 07, 2010 17:08

P.S.: Per explorer intedi IE? Se sì concordo. Faceva schifo sia la versione 5 che la 6. Con la 7 hanni rimediato un po', ma la 6 mi faceva piangere. Infatti fiero della Volpe ma ancora più fiero di Opera ;)


E fortuna che dici di conoscere windows! IE è il browser (ci prova...) explorer.exe è, in soldoni, l'intera interfaccia di windows! finestre, desktop, barra... hai presente??

P.P.P.S: Era un esempio che forse come dici tu non ci azzecca molto, ma essendoci ormai Thunderbird e simili nessuno usa telnet per leggere la posta, troppo lento e scomodo. E il terminale è sempre meno usato per fare determinate cose (ad esempio su ubuntu il terminale io l'ho usato pochissimo soprattutto dalla versione 7 in avanti dove il beryl lo preinstallavano).


??? ahem....non commento neanche guarda...
Avatar utente
Eberoth
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 379
Iscritto il: lun ago 24, 2009 8:22
Slackware: -current
Kernel: 3.13.6
Desktop: KDE4
Distribuzione: Slackel64

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda targzeta » lun giu 07, 2010 17:16

@Eberoth
Ma ti sei accorto che questo topic è del 2008 e che l'ultimo post risale al 28 Marzo 2009?

:lol: :lol:,
Emanuele
Linux Registered User #454438
Se pensi di essere troppo piccolo per fare la differenza, prova a dormire con una zanzara -- Dalai Lama
20/04/2013 - Io volevo Rodotà
Avatar utente
targzeta
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 6166
Iscritto il: gio nov 03, 2005 14:05
Località: Carpignano Sal. (LE) <-> Pisa
Nome Cognome: Emanuele Tomasi
Slackware: current
Kernel: latest stable
Desktop: IceWM

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda Luci0 » lun giu 07, 2010 17:28

:toothy7:
Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
 
Messaggi: 3591
Iscritto il: dom giu 26, 2005 23:00
Località: Forte dei Marmi
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda Eberoth » lun giu 07, 2010 18:36

ahem...no :?

Oddio...gli esami mi stanno riducendo veramente male.... ahem... non siamo nel 2008, vero?

Scusate....
Avatar utente
Eberoth
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 379
Iscritto il: lun ago 24, 2009 8:22
Slackware: -current
Kernel: 3.13.6
Desktop: KDE4
Distribuzione: Slackel64

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda metrofox » lun giu 07, 2010 19:39

Eberoth ha scritto:ahem...no :?

Oddio...gli esami mi stanno riducendo veramente male.... ahem... non siamo nel 2008, vero?

Scusate....


Ehh na, sennò sarebbero esami di maturità :D
Avatar utente
metrofox
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 758
Iscritto il: gio ago 07, 2008 11:29
Slackware: slackware64-current
Kernel: 3.4.4-ck3
Desktop: FluxBox-1.3.1
Distribuzione: FreeBSD-8.1(amd64)

Re: Slackware e l'etica Linux

Messaggioda Eberoth » mar giu 08, 2010 13:31

...eh...magari...ma nel 2008 ero gia alle prese con i quadrivettori e gli esami di maturità erano un pallido ricordo :(
Avatar utente
Eberoth
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 379
Iscritto il: lun ago 24, 2009 8:22
Slackware: -current
Kernel: 3.13.6
Desktop: KDE4
Distribuzione: Slackel64

Precedente

Torna a Porting Slackware

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite