Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

La CO2 non scalda !

Area di discussione libera.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Rispettare le idee altrui.
2) Evitare le offese dirette.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda Mario Vanoni » gio apr 15, 2010 17:43

Luci0, probabilmente hai ragione:
in inglese
http://iopscience.iop.org/1748-9326/5/2/024001/fulltext
in tedesco, articolo di oggi 15.04.2010
http://www.mps.mpg.de/en/aktuelles/pres ... 00415.html
prepariamoci ad inverni molto piu` freddi!
Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun set 03, 2007 20:20
Località: Cuasso al Monte (VA)
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda targzeta » gio apr 15, 2010 18:27

Non so se questi si mettono d'accordo per dare informazioni in disaccordo comunque proprio oggi ho letto l'articolo "Le Alpi soffrono il caldo. E le foreste vanno salvate"

Emanuele
Linux Registered User #454438
Se pensi di essere troppo piccolo per fare la differenza, prova a dormire con una zanzara -- Dalai Lama
20/04/2013 - Io volevo Rodotà
Avatar utente
targzeta
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 6168
Iscritto il: gio nov 03, 2005 14:05
Località: Carpignano Sal. (LE) <-> Pisa
Nome Cognome: Emanuele Tomasi
Slackware: current
Kernel: latest stable
Desktop: IceWM

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda Luci0 » ven apr 16, 2010 8:08

spina ha scritto:Non so se questi si mettono d'accordo per dare informazioni in disaccordo comunque proprio oggi ho letto l'articolo "Le Alpi soffrono il caldo. E le foreste vanno salvate"

Emanuele


Tutto regolare perché lo studio prende in esame il periodo 1961-2008 negli anni '70 ci fu un periodo di attività solare debole i cui effetti si sono visti fino all' inizio degli anni '80 da quel momento in poi c' é stata un attività solare e forse anche la modifica della base statistica delle stazioni meteo (vedi Climate Gate) da cui sono venute fuori queste conclusioni.
Attualmente l' attività solare é molto bassa, probabilmente siamo in un minimo solare bisecolare, dico probabilmente perché il sole potrebbe risvegliarsi all' improvviso e cancellare in pochi istanti tutte le speculazioni più o meno scientifiche.
E' un occasione irripetibile che si presenta agli scienziati e i fenomeni il solari dovranno essere studiati in maniera approfondita proprio perché questo é un evento storico.

Se il sole non si sveglia probabilmente il riscaldamento globale terminerà e torneremo ad un clima più fresco e legato a fenomeni meteo molto simili a quelli che si sono verificati intorno agli anni '70 ... niente glaciazione per ora.

Comunque agli interessati consiglio questo sito http://daltonsminima.wordpress.com e di lasciar perdere le "inserzioni pubblicitarie" inneggianti al riscaldamento globale, dal valore scientifico tendente a zero, pubblicate un giorno sì e l' altro dai media..
Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
 
Messaggi: 3591
Iscritto il: dom giu 26, 2005 23:00
Località: Forte dei Marmi
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda Mario Vanoni » sab apr 17, 2010 14:41

Luci0 una tua opinione:
http://www.meteovarese.net/index.php?op ... 8&Itemid=1
e` dovuto alla _non_ attivita` solare?
Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun set 03, 2007 20:20
Località: Cuasso al Monte (VA)
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda Luci0 » dom apr 18, 2010 9:47

Scusa se ti rispondo un un link
http://daltonsminima.wordpress.com/2010 ... eofisiche/
La relazione statistica sembra esserci ma scoprirne le cause sembra molto difficile .
Tutto sembra collegato alla posizione dei pianeti esterni.
Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
 
Messaggi: 3591
Iscritto il: dom giu 26, 2005 23:00
Località: Forte dei Marmi
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda Luci0 » lun apr 19, 2010 8:43

In questo link si può avere un idea su cosa si stà studiando, per spiegare la variabilità dell' attività solare.
http://www.meteoscienze.it/new-little-i ... e-del-sole.

Un altro dato sconcertante é che le rilevazioni dei dati satellitari riguardanti la temperatura sono assolutamente inaffidabili per le regioni artiche ...
in coda a questo articolo se ne parla http://daltonsminima.wordpress.com/2010 ... ta-dal-gw/
In pratica ad una stazione finlandese viene attribuito il valore medio per il mese di marzo di circa +1,5°C (temperatura quasi estiva per la zona) in realtà é stata di -10,5°C ( un freddo cane) almeno 3°C sotto la media del periodo 1971 -2000 ... insomma o qualcuno é molto incompetente oppure qualcuno sta facendo delle porcate. In ogni caso lo sputtanamento aumenta!
Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
 
Messaggi: 3591
Iscritto il: dom giu 26, 2005 23:00
Località: Forte dei Marmi
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda Mario Vanoni » ven lug 09, 2010 21:12

Luci0, un tuo giudizio su questo
http://nsidc.org/arcticseaicenews/
altre notizie fasulle od attentibili?
Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun set 03, 2007 20:20
Località: Cuasso al Monte (VA)
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda Mario Vanoni » sab lug 10, 2010 16:25

Luci0, altra conferma che non erri:
http://www.research-in-germany.de/49466 ... lance.html
"We can now settle obvious contradictions between experimental and theoretical studies," says Miguel Mahecha, who played a crucial role in coordinating and evaluating the new measurements on ecosystem respiration. His colleague Markus Reichstein adds: "Particularly alarmist scenarios for the feedback between global warming and ecosystem respiration thus prove to be unrealistic."
Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun set 03, 2007 20:20
Località: Cuasso al Monte (VA)
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda Mario Vanoni » dom gen 09, 2011 15:30

Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun set 03, 2007 20:20
Località: Cuasso al Monte (VA)
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda albatros » dom gen 09, 2011 16:50

Mario Vanoni ha scritto:Luci0, altra conferma che non erri:
http://www.research-in-germany.de/49466 ... lance.html
"We can now settle obvious contradictions between experimental and theoretical studies," says Miguel Mahecha, who played a crucial role in coordinating and evaluating the new measurements on ecosystem respiration. His colleague Markus Reichstein adds: "Particularly alarmist scenarios for the feedback between global warming and ecosystem respiration thus prove to be unrealistic."

Sì, ma nelle righe precedenti c'è scritto:
Some earlier investigations at the ecosystem level resulted in threefold to fourfold accelerations, which would enhance the greenhouse effect. It was not possible to reconcile these data with global models and atmospheric measurements of carbon dioxide concentrations and their seasonal variations, however.

In pratica c'erano alcuni studi precedenti che inducevano a scenari climatici allarmistici, ma già non erano in accordo con modelli e dati sperimentali e questi nuovi studi, ridimensionando fortemente i vecchi risultati su cui questi scenari si basavano, hanno provato che non sono realistici.
Ma si parla di smentire previsioni particolarmente allarmistiche che già da prima trovavano scarso supporto, non di rimettere radicalmente in discussione tutti i modelli climatici che prevedono un progressivo innalzamento medio delle temperature dovuto all'aumento della concentrazione di "gas serra" nell'atmosfera...

Mario Vanoni ha scritto:oltre la non attivita` solare, una causa in piu`?

La presenza di un campo geomagnetico ha sicuramente forte influenza sul clima e sulla vita sulla terra, grazie alla sua azione di schermo verso il vento solare, ma gli effetti di questo spostamento del polo nord credo che siano ancora quasi tutti da studiare...
Avatar utente
albatros
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2056
Iscritto il: sab feb 04, 2006 13:59
Località: 43°52' N 11°32' E
Slackware: current 64bit
Kernel: 3.8.4
Distribuzione: ubuntu 12.04

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda Luci0 » dom gen 09, 2011 22:29

Oramai a distanza di qualche anno dal primo post ... sembra confermata la tendenza ad un rallentamento del riscaldamento globale se non una stasi, anche se le informazioni e i dati sembrano non essere molto chiari. La concentrazione di CO2 nell' atmosfera é in costante aumento. Questo dovrebbe esser sufficiente per dubitare della validità dell' approccio semplicistico che ogni giorno ci viene propinato dai media, ovvero che l' aumento di CO2 nell' atmosfera provochi un aumento delle temperature globali.
Non credo si possa dimostrare che "la CO2 non scalda", ma si può scuramente affermare che ci siano ragionevoli dubbi sul fatto che l'aumento della CO2 sia in grado di causare un riscaldamento del pianeta su scala globale.
Il discorso dall' attività solare legato alla attività magnetica é sicuramente interessante ed estremamente complesso.
L'attività solare misurata attraverso l' approccio "super empirico" dei numeri Wolf http://it.wikipedia.org/wiki/Numero_di_Wolf sembra provocare variazioni climatiche ricorrenti. Di fatto da un punto di vista statistico a periodi di scarsa attività solare seguono periodi di raffreddamento e viceversa.
Questo fatto potrebbe esser sufficiente per poter affermare che sia il sole a regolare la vita climatica del nostro pianeta.
Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
 
Messaggi: 3591
Iscritto il: dom giu 26, 2005 23:00
Località: Forte dei Marmi
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda Eberoth » lun gen 10, 2011 9:18

Ogni tanto, mi verrebbe da dire "in maniera periodica" su questo forum viene aperto un thread del genere. Questo è il terzo che mi capita di leggere, ed ogni volta resto sconcertato da quanto ancora ci sia da discutere su questo tema.

Ammetto che avrei dovuto accorgermi prima di questo thread, ma poiché lo vedo solo ora, mi sento di dover dare, ancora una volta, il mio contributo alla discussione.

1. La CO2 non scalda, nel senso che l'anidride carbonica atmosferica non produce alcuna reazione esotermica... tuttavia basta uno strato spesso un paio di molecole (e con un paio di tonnellate ne fai uno più che sufficiente ad avvolgere l'intero pianeta nella troposfera) è uno schermo già piuttosto efficiente per la radiazione infrarossa riflessa dalla superficie terreste, che quindi ritorna indietro sul pianeta invece di disperdersi nello spazio.
Questo significa che all'aumentare della CO2 in atmosfera, e non esiste alcun dubbio su questo aumento, sempre meno radiazione infrarossa viene dispersa nello spazio e sempre di più ritorna sul pianeta rimbalzando sulle molecole di CO2 sparse per l'atmosfera. Poiché la radiazione infrarossa è esattamente quella parte dello spettro EM che noi percepiamo come "calore", e che in effetti ha energia nell'ordine di kT (termica, appunto), un suo aumento nel sistema Terra significa, de facto, un aumento della sua temperatura.
Questo è quello che comunemente viene definito come "effetto serra", un fenomeno troppo spesso sminuito e frainteso.

2. L'aumento drammatico della concentrazione atmosferica di biossido di carbonio è palesemente legata alle attività umane: allevamenti intensivi, disboscamento, uso di combustibili fossili... persino l'aumento smodato della popolazione è una causa dell'aumento di questi valori. Non ho intenzione di discutere nel dettaglio questi fattori, che dovrebbero risultare palesi, ma lo farò se necessario.

3. La CO2 non è certo l'unico gas serra, come non è nemmeno lontanamente il più "efficiente" nello schermare l'infrarosso. Anche tralasciando la quantità angosciante di CFC (Cloro-fluoro-carburi) rilasciati negli anni passati attraverso i sistemi di refrigerazione e, persino, bombolette spray di vario tipo, bisogna considerare alcuni "gas naturali" rilasciati in diverse tonnellate al giorno da ogni singolo impianto pretrolifero sul pianeta nonché, e forse questo sorprenderà qualcuno, dagli allevamenti intensivi si animali, sopratutto bovini. In particolare il Metano, rilasciato come dalle attività di estrazione e dagli allevamenti animali (in realtà lo produciamo anche noi nel nostro intestino...) è un gas serra alcune decine di volte più efficiente della CO2.

4. Non c'è dubbio che l'attività solare, unita ad altri fattori, influenzi il clima sul nostro pianeta, sarebbe sciocco affermare il contrario. Tuttavia è altrettanto da sciocchi affermare che questa sia l'unica causa di tali variazioni, tralasciando effetti e cause ben più significative.

5. Si continua a confondere due concetti: "tempo" e "clima". Per il discorso che stiamo affrontando, misurare le temperature di un singolo paese, fosse anche per venti anni di seguito, ha un'utilità piuttosto scarsa. Confrontare invece le medie delle temperature misurate su tutto il globo, è cosa ben diversa. Allo stesso modo, il fatto che la temperatura del pianeta stia, mediamente, aumentando, non esclude l'osservazione di, per esempio, inverni più freddi di quelli precedenti. Il fatto è che probabilmente entrambi quegli inverni sono più caldi di quelli di 50 o 60 anni prima.
Per citare un mio professore di analisi: "non è detto che una funzione crescente debba per forza essere monotòna."

6. Spesso sfugge che un aumento della temperatura media del pianeta può avere come diretta conseguenza l'abbassamento di temperature locali o (OR) persino una glaciazione. Ho appena mandato una mail ad un professore di astrofisica chiedendo delucidazioni in merito ad alcuni dati che sembrano indicare un drammatico rallentamento della corrente del golfo http://www.oscar.noaa.gov/datadisplay/ e http://www.youtube.com/watch?v=5o9U_mLTXjo. Ai più la cosa potrebbe non dire nulla, ma si tratta di una corrente oceanica calda immensa che contribuisce in maniera significativa alla stabilità delle temperature di, praticamente, tutta la zona atlantica dell'emisfero settentrionale, e non solo. Uno dei suoi rami penetra persino nel Mediterraneo, contribuendo quindi anche alle nostre temperature miti. Un suo rallentamento significativo, o peggio un suo arresto definitivo, significherebbe un crollo piuttosto rapido (in termini planetari "piuttosto rapido" significa "nell'ordine di qualche decina di anni") delle temperature dell'intera zona interessata dalla sua azione, con effetti secondari per nulla trascurabili sulle supercelle atmosferiche e, quindi, sulla stabilità del clima su tutto il pianeta. Ipotesi che potrebbe persino portare ad una vera e propria glaciazione.
Sapete cosa potrebbe fermare questa corrente (ed altre a dire il vero)? Lo scioglimento dei ghiacci (quelli artici nella fattispecie) dovuto (ta-daaaam) dall'aumento della temperatura.

Non credo di avere altro da aggiungere, ma resto aperto ad ulteriori discussioni.
Un'ultima nota per Luci0: assicurati di aver letto attentamente tutte le fonti principali ed aver ascoltato con uguale disposizione d'animo entrambe le campane prima di prendere una posizione su un tema complesso come questo.
Avatar utente
Eberoth
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 379
Iscritto il: lun ago 24, 2009 8:22
Slackware: -current
Kernel: 3.13.6
Desktop: KDE4
Distribuzione: Slackel64

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda Luci0 » lun gen 10, 2011 13:21

Eberoth ha scritto:Ogni tanto, mi verrebbe da dire "in maniera periodica" su questo forum viene aperto un thread del genere. Questo è il terzo che mi capita di leggere, ed ogni volta resto sconcertato da quanto ancora ci sia da discutere su questo tema.
1. La CO2 non scalda, nel senso che l'anidride carbonica atmosferica non produce alcuna reazione esotermica... tuttavia basta uno strato spesso un paio di molecole (e con un paio di tonnellate ne fai uno più che sufficiente ad avvolgere l'intero pianeta nella troposfera) è uno schermo già piuttosto efficiente per la radiazione infrarossa riflessa dalla superficie terreste, che quindi ritorna indietro sul pianeta invece di disperdersi nello spazio.
Questo significa che all'aumentare della CO2 in atmosfera, e non esiste alcun dubbio su questo aumento, sempre meno radiazione infrarossa viene dispersa nello spazio e sempre di più ritorna sul pianeta rimbalzando sulle molecole di CO2 sparse per l'atmosfera. Poiché la radiazione infrarossa è esattamente quella parte dello spettro EM che noi percepiamo come "calore", e che in effetti ha energia nell'ordine di kT (termica, appunto), un suo aumento nel sistema Terra significa, de facto, un aumento della sua temperatura.
Questo è quello che comunemente viene definito come "effetto serra", un fenomeno troppo spesso sminuito e frainteso.


E' questo il punto! Quantitativamente questo effetto é irrisorio ( se non nullo secondo alcuni) rispetto alla totalità del calore in gioco presente nella nostra atmosfera che a sua volta é irrisorio rispetto alla quantità di calore accumulato negli oceani.

E' probabile che il calore emesso dalla combustione dei combustibili fossili e non abbia un peso maggiore che quello provocato dall' aumento dell' opacità nell' infrarosso per via dell' aumentata concentrazione di "cosidetti gas serra".

Stessi problemi verrebbero fuori con l' utilizzo di centrali nucleari ... l' inquinamento termico ci sarebbe comunque.

Insomma per me bisognerebbe monitorare la temperatura degli oceani in modo continuo e rigoroso per poterci capire qualcosa, ma attualmente le ricerche in questo campo sono al palo.
http://daltonsminima.wordpress.com/2010 ... %aa-parte/
http://daltonsminima.wordpress.com/2010 ... o-2-parte/
http://daltonsminima.wordpress.com/2010 ... %aa-parte/
Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
 
Messaggi: 3591
Iscritto il: dom giu 26, 2005 23:00
Località: Forte dei Marmi
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda Eberoth » lun gen 10, 2011 15:05

Il fatto è che l'effetto per quanto piccolo (anche se non credo sia poi tanto piccolo) è incrementale. Ogni anno produciamo sempre più CO2, tagliamo sempre più alberi e produciamo sempre più calore... non ci vuole molto a fare i conti...
Avatar utente
Eberoth
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 379
Iscritto il: lun ago 24, 2009 8:22
Slackware: -current
Kernel: 3.13.6
Desktop: KDE4
Distribuzione: Slackel64

Re: La CO2 non scalda !

Messaggioda Luci0 » lun gen 10, 2011 16:01

Eberoth ha scritto:Il fatto è che l'effetto per quanto piccolo (anche se non credo sia poi tanto piccolo) è incrementale. Ogni anno produciamo sempre più CO2, tagliamo sempre più alberi e produciamo sempre più calore... non ci vuole molto a fare i conti...


Si ma tutti parlano di questo effetto serra e di conti non ne ho mai visti ... tutti ripetono, "effetto serra si qui, riscaldamento globale di là " e si dimenticano di fare esempi e buttare giù qualche valore numerico, o citare qualche esperimento valido scientificamente.

Io credo che la spiegazione sull' effetto serra comune ad esempio questa http://www.co2club.it/Sections.aspx?section=101.67.157 non sia esatta o comunque tutta da dimostrare.
Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
 
Messaggi: 3591
Iscritto il: dom giu 26, 2005 23:00
Località: Forte dei Marmi
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce

PrecedenteProssimo

Torna a Libera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron