Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

GCC deprecated

Area di discussione libera.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Rispettare le idee altrui.
2) Evitare le offese dirette.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.

GCC deprecated

Messaggioda notsafe » lun mag 14, 2012 17:13

notsafe
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 451
Iscritto il: mar mar 21, 2006 11:00

Re: GCC deprecated

Messaggioda ponce » lun mag 14, 2012 18:06

'ste licenze rompono, dovrebbero mettere tutto sotto la WTFPL, e' la migliore.
Avatar utente
ponce
Master
Master
 
Messaggi: 1513
Iscritto il: mer mar 05, 2008 16:45
Località: Pisa
Nome Cognome: Matteo Bernardini
Slackware: slackware64-current
Kernel: 3.18-rc2
Desktop: lxde

Re: GCC deprecated

Messaggioda slux » lun mag 14, 2012 20:42

ponce ha scritto:te licenze rompono, dovrebbero mettere tutto sotto la WTFPL, e' la migliore.


Mitica !!!! :lol: :lol: :lol: :lol: La mia preferita! :D
Avatar utente
slux
Linux 2.6
Linux 2.6
 
Messaggi: 782
Iscritto il: dom mar 20, 2005 0:00
Località: Prato
Nome Cognome: Andrea Amerini
Slackware: 14.1 x86
Kernel: 3.12.0-smp
Desktop: xfce 4.10

Re: GCC deprecated

Messaggioda hashbang » lun mag 14, 2012 21:20

È una cosa risaputa da un po'. Ne parlarono l'estate scorsa, quando stavano sviluppando FreeBSD 9.0-RELEASE.
Gli sviluppatori di FreeBSD hanno intenzione di lasciare GCC per Clang/LLVM, in quanto ormai le versioni successive alla 4.2 (quella tutt'ora inclusa nei BSD) è l'ultima sotto GPL v2, mentre Clang/LLVM sono sotto BSD.
Inoltre il passaggio a Clang/LLVM permetterebbe di usare sia la compilazione nativa, sia l'uso del bytecode compilato in JIT (attraverso il flag -O4).
Già nella RELENG/9 LLVM è entrato nella base distribution, anche se usa ancora GCC come backend. Clang entrerà nella RELENG/10 e in FreeBSD 9-STABLE.
C'è anche un'altro motivo per il quale stanno passando a clang: molti software ormai non riescono a compilare su FreeBSD a causa della versione troppo vecchia del compilatore, si pensi a Etoile che richiede LLVM o qualsiasi software GNUstep che richiede la garbage collection per il compilatore Objective-C (fa parte delle specifiche di Objective-C 2.0, rilasciate da Apple). Quest'ultima funzione è disponibile solo su GCC 4.6+. Infatti FreeBSD distribuisce la versione più recente del compilatore GNU attraverso i ports.
Utilizzando Clang/LLVM, questi problemi dovrebbero sparire definitivamente.

Probabilmente, l'entrata di clang favorirà anche l'entrata di Grand Central Dispatch (una delle novità di Mac OS X Snow Leopard, rilasciata come Open Source) in FreeBSD, che fornisce API per l'alto parallelismo. Attualmente si trova nei ports, ma sono sicuro che presto diventerà parte integrante del sistema operativo.

ponce ha scritto:'ste licenze rompono, dovrebbero mettere tutto sotto la WTFPL, e' la migliore.

Certo...poi i software come Linux muoiono il giorno dopo cannibalizzati dai parassiti come Oracle, Apple e Microsoft.
Non dimentichiamoci che la GNU GPL è stato il salvavita di Linux. Permette a tutti di usare il codice ma, allo stesso tempo, obbliga tutti a contribuire, rilasciando il sorgente e le modifiche.
Se il mondo open source non è diventato il magazzino del codice gratis da sfruttare a piacimento, ma è diventato un vero e proprio modello di crescita, è grazie alla GPL, non alle licenze in stile BSD che altro non fanno che dire:<<Ho sudato giorno e notte, ma fa niente. Prendi pure il mio lavoro. E non c'è bisogno che ti sforzi a rilasciare il sorgente. Miglioralo pure, tanto io sono un cantinaro a cui piace reinventare la ruota.>>
E da utente, ti posso dire che se BSD ha ancora qualche lacuna rispetto a Linux (supporto Bluetooth quasi inesistente, Sandy Bridge manco a parlarne e KMS/DRI che sono un sogno nel cassetto) è colpa soprattutto della loro licenza, che rende queste piattaforme un qualcosa di poco idoneo allo sviluppo.
Adoro il pragmatismo della lingua giapponese, è l'unica in cui per dire ad una ragazza che la ami le dici "suki". (cit.)
Avatar utente
hashbang
Packager
Packager
 
Messaggi: 1840
Iscritto il: ven giu 04, 2010 9:27
Località: Lecce
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: Windows 8.1 Pro

Re: GCC deprecated

Messaggioda ponce » mar mag 15, 2012 5:36

si, e' vero, pero' ora stiamo arrivando nella situazione in cui differenti flavor di unix usano compilatori diversi e linux, guidato da grossi vendors, ha cominciato a prendere una strada sua (leggi, ad esempio, quella ***** di systemd), creando volontariamente una situazione di incompatibilita' con i BSD per ragioni commerciali.
La WTFPL mi sta' sicuramente piu' simpatica di Red Hat e della Apple.
Avatar utente
ponce
Master
Master
 
Messaggi: 1513
Iscritto il: mer mar 05, 2008 16:45
Località: Pisa
Nome Cognome: Matteo Bernardini
Slackware: slackware64-current
Kernel: 3.18-rc2
Desktop: lxde

Re: GCC deprecated

Messaggioda masalapianta » mar mag 15, 2012 8:05

ponce ha scritto:si, e' vero, pero' ora stiamo arrivando nella situazione in cui differenti flavor di unix usano compilatori diversi e linux, guidato da grossi vendors, ha cominciato a prendere una strada sua (leggi, ad esempio, quella ***** di systemd),

non mi risulta che systemd sia stato adottato da qualsivoglia vendor, piuttosto lo usano distribuzioni come fedora o opensuse; systemd non è posix, gira solo su linux (usa i cgroups) ed il suo target sono i sistemi desktop, quindi la vedo dura che aziende come redhat lo includano nella propria distro enterprise.
creando volontariamente una situazione di incompatibilita' con i BSD per ragioni commerciali.

temo tu sopravvaluti l'importanza che ha bsd nella testa di chi prende queste decisioni: bsd è irrilevante, le decisioni che prendono queste persone sono indipendenti da bsd
La WTFPL mi sta' sicuramente piu' simpatica di Red Hat e della Apple.

perchè? posso capire apple, ma redhat imho è una delle pochissime aziende che gioca pulito
Avatar utente
masalapianta
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2775
Iscritto il: dom lug 24, 2005 23:00
Località: Roma
Nome Cognome: famoso porco
Kernel: uname -r
Desktop: awesome
Distribuzione: Debian

Re: GCC deprecated

Messaggioda ponce » mar mag 15, 2012 8:40

http://en.wikipedia.org/wiki/Lennart_Poettering

lo so, il thread e' un po' lunghetto, ma questo articolo di LWN e' interessante

https://lwn.net/Articles/494095/

e questo post di Greg non mi e' piaciuto

https://plus.google.com/111049168280159 ... 2t57Efkf1s
Avatar utente
ponce
Master
Master
 
Messaggi: 1513
Iscritto il: mer mar 05, 2008 16:45
Località: Pisa
Nome Cognome: Matteo Bernardini
Slackware: slackware64-current
Kernel: 3.18-rc2
Desktop: lxde

Re: GCC deprecated

Messaggioda masalapianta » mar mag 15, 2012 9:13

ponce ha scritto:http://en.wikipedia.org/wiki/Lennart_Poettering

il fatto che lavori per redhat non significa che sia redhat a sviluppare systemd.
Avatar utente
masalapianta
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2775
Iscritto il: dom lug 24, 2005 23:00
Località: Roma
Nome Cognome: famoso porco
Kernel: uname -r
Desktop: awesome
Distribuzione: Debian

Re: GCC deprecated

Messaggioda ponce » mar mag 15, 2012 12:59

da http://0pointer.de/blog/projects/systemd.html

Who's behind this?
Well, the current code-base is mostly my work, Lennart Poettering (Red Hat). However the design in all its details is result of close cooperation between Kay Sievers (Novell) and me. Other people involved are Harald Hoyer (Red Hat), Dhaval Giani (Formerly IBM), and a few others from various companies such as Intel, SUSE and Nokia.
Is this a Red Hat project?
No, this is my personal side project. Also, let me emphasize this: the opinions reflected here are my own. They are not the views of my employer, or Ronald McDonald, or anyone else.


anche Lennart dice di no, ma, dall'insieme e alla luce del passato, personalmente sembra una strategia di mercato per rendere obsoleto chiunque non lo usi.
Shuttleworth per ora gli fa marameo http://www.markshuttleworth.com/archives/1121
Avatar utente
ponce
Master
Master
 
Messaggi: 1513
Iscritto il: mer mar 05, 2008 16:45
Località: Pisa
Nome Cognome: Matteo Bernardini
Slackware: slackware64-current
Kernel: 3.18-rc2
Desktop: lxde

Re: GCC deprecated

Messaggioda hashbang » mar mag 15, 2012 15:14

ponce ha scritto:si, e' vero, pero' ora stiamo arrivando nella situazione in cui differenti flavor di unix usano compilatori diversi e linux, guidato da grossi vendors, ha cominciato a prendere una strada sua (leggi, ad esempio, quella ***** di systemd), creando volontariamente una situazione di incompatibilita' con i BSD per ragioni commerciali.
Beh, in realtà Linux si è isolato da UNIX da parecchio. Ma gli "sponsor" c'entrano poco.
Il "problema" (se così si può definire) è la licenza. La GNU GPL (specialmente la v3) non piace.
Oltre a systemd c'è ALSA che è praticamente Linux-only, mentre UNIX (escluso OSX) usa OSS v4. A breve si aggiungerà anche Wayland, anch'esso Linux-only.
La dimostrazione pratica è che Illumos, FreeBSD, NetBSD e OpenBSD collaborano attivamente fra loro. Di recente gli sviluppatori di FreeBSD hanno rinnovato la cooperazione con la comunità OpenSolaris (ora rappresentata da Illumos) per lo sviluppo e l'evoluzione di ZFS sia all'interno che all'esterno dell'ecosistema Solaris. Sempre di recente Illumos ha preso del codice BSD, mantenendone la licenza (come promesso da Garrett D'Amore).
Nessuno di questi si sognerebbe mai di condividere qualcosa con Linux, vista la licenza (che IMHO è ottima, ma che dal loro punto di vista risulta essere restrittiva).
Adoro il pragmatismo della lingua giapponese, è l'unica in cui per dire ad una ragazza che la ami le dici "suki". (cit.)
Avatar utente
hashbang
Packager
Packager
 
Messaggi: 1840
Iscritto il: ven giu 04, 2010 9:27
Località: Lecce
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: Windows 8.1 Pro

Re: GCC deprecated

Messaggioda masalapianta » mer mag 16, 2012 8:56

ponce ha scritto:da http://0pointer.de/blog/projects/systemd.html

Who's behind this?
Well, the current code-base is mostly my work, Lennart Poettering (Red Hat). However the design in all its details is result of close cooperation between Kay Sievers (Novell) and me. Other people involved are Harald Hoyer (Red Hat), Dhaval Giani (Formerly IBM), and a few others from various companies such as Intel, SUSE and Nokia.
Is this a Red Hat project?
No, this is my personal side project. Also, let me emphasize this: the opinions reflected here are my own. They are not the views of my employer, or Ronald McDonald, or anyone else.


anche Lennart dice di no, ma, dall'insieme e alla luce del passato, personalmente sembra una strategia di mercato per rendere obsoleto chiunque non lo usi.
Shuttleworth per ora gli fa marameo http://www.markshuttleworth.com/archives/1121

come ho gia detto:
systemd non è posix, gira solo su linux (usa i cgroups) ed il suo target sono i sistemi desktop, quindi la vedo dura che aziende come redhat lo includano nella propria distro enterprise.
(_al_limite_ potrebbe includerlo ubuntu, il cui target principale è il desktop)
Avatar utente
masalapianta
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2775
Iscritto il: dom lug 24, 2005 23:00
Località: Roma
Nome Cognome: famoso porco
Kernel: uname -r
Desktop: awesome
Distribuzione: Debian


Torna a Libera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Heritrix [Crawler] e 3 ospiti