Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Nuovo portatile: consigli per gli acquisti

Usate questo forum per richieste di aiuto e consigli sull'hardware montato nelle vostre macchine con GNU/Linux Slackware.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Citare sempre la versione di Slackware usata e la versione del Kernel. Questi dati aiutano le persone che possono rispondere.
2) Citare il tipo di hardware coinvolto in modo dettagliato.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT. Non usare termini gergali come procio, mobo e simili per identificare i componenti hardware.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.

Nuovo portatile: consigli per gli acquisti

Messaggioda joe » mer ago 08, 2012 8:22

Al momento l'unica risorsa hardware che ho è un portatile del 2004, un vecchio P4-3.2GHz con circa 700MB di ram e un disco da 40GB. Utilizzando principalmente Linux ho partizionato il disco in modo tale da ottenere una partizione da circa 10GB per Win-XP e nei restanti 30GB ho messo Slackware.
Siccome probabilmente dovrò utilizzare Windows un po' più spesso e probabilmente dovrò installarvi un po' di programmi in più, avevo pensato di comprae un hard disk più capiente in modo da stare più comodo sia su Windows che su Linux.
Poi siccome il mio portatile è vecchiotto, sto pensando di cogliere l'occasione per l'acquisto di un nuovo notebook.
In prima battuta avevo pensato ad un fisso ben carrozzato.
Però ultimamente ho dovuto utilizzare il portatile visto per via di spostamenti e collaborazioni fuori sede. Del tipo il tal giorno devo recarmi presso alltri collaboratori e lavorare con loro al PC, pertanto ho bisogno del mio portatile dietro...

Avevo anche pensato di prendermi un bel PC fisso più un netbook da portarmi in giro, solo che ho notato che all fine mi ritrovo a passare gran parte della giornata davanti al portatile e uno schermo almeno da 15" mi sembra il minimo per non uscirci di testa.
Quindi per il momento direi che la priorità sia l'acquisto di un notebook classico.
Se avete qualche parere su questa scelta, ditemi pure, sono beneaccette le vostre esperienze.

Cosa ci devo fare, premetto che non so di preciso:
- creazione vari fogli di calcolo execell
- programmazione e utilizzo di programmi in fortran/matlab, per modellazioni di carattere ingegneristico
- utilizzo di vari programmi (adesso non so di preciso quali saranno) sempre riguardanti la progettazione ed eventualmente simulazione (non so dire quanto spinta).
- disegno assistito (tipo autocad) anche qui non so dire al momento quanto sia spinto l'uso che dovrò fare di questo programma...

Detto questo, aggiungo che sarebbe opportuno non scegliere una configurazione stretta stretta per lo scopo, meglio stare un po' larghi proprio perchè non ho certezza di cosa poi mi serva effettivamente. Inoltre vorrei che il portatile fosse in grado di reggere un periodo di almeno 3 o 4 anni prima di ritrovarmi con un notebook obsoleto.

Altre caratteristiche:
- discreta leggerezza
- buona autonomia
- schermo.... qua non saprei perchè non seguo il mercato dei portatili da tanto. Da una parte se fosse 17" sarebbe ancora meglio probabilmente, ma poi non sarebbe più un portatile direte voi e trasportarlo diventerebbe un po' troppo scomodo, no? Quindi direi da 15" in su, magari uno di quei formati un po' più larghi tipo 15,6 per esempio, cosa ne pensate?
- buona compatibilità con Linux Infatti per quanto mi sarà possibile cercherò di lavorare col pinguino. Pertanto vorrei ritrovarmi con una buona gestione di varie schede video montate, wifi ecc ecc.

Budget:
- non saprei perchè come ho detto non seguo i notebook da parecchio, ma direi che se riuscissi a stare intorno ai 700 euro sarebbe ragionevole. Prendete questa cifra con le pinze eh.. perchè appunto se ritenete sia poco potrei anche spendere qualcosa di più, così come se vi sembra troppo e non necessario sborserei volentieri meno.

Alla luce di tutto questo. Mi dareste qualche idea su quale modello di notebook acquistare e su come/dove trovare ciò che fà al caso mio?
Grazie in anticipo e scusate la lunghezza del post. :D
Ultima modifica di joe il mer set 05, 2012 8:45, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
joe
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2007
Iscritto il: ven apr 27, 2007 10:21
Slackware: 14.0
Kernel: 3.2.29-smp
Desktop: KDE-4.8.5

Re: Nuovo portatile

Messaggioda dr_air » gio ago 09, 2012 12:52

Per quello che ci devi fare tu, questo non è male e poi ha Linux preinstallato:

http://www.ebay.it/itm/150874477132?item=150874477132&_trkparms=clkid%3D1203455366296054453&_qi=RTM966156

Ciao
Avatar utente
dr_air
Linux 1.0
Linux 1.0
 
Messaggi: 91
Iscritto il: lun ott 08, 2007 12:31
Località: Bracciano
Slackware: 13.37
Kernel: 3.2
Desktop: xfce4.6.1

Re: Nuovo portatile: consigli per gli acquisti

Messaggioda joe » mer set 05, 2012 8:53

Ma non sarà un po' sottodimensioato?

Visto che non seguo più l'evoluzione hardware da troppo tempo... vi chiederei quali CPU sono attualmente montate sui notebook odierne. Mi fareste un riassunto?
Avatar utente
joe
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2007
Iscritto il: ven apr 27, 2007 10:21
Slackware: 14.0
Kernel: 3.2.29-smp
Desktop: KDE-4.8.5

Re: Nuovo portatile: consigli per gli acquisti

Messaggioda ermes » gio set 06, 2012 20:14

io mi sono trovato benissimo con i samsung.
ci sono diverse serie... devi solo capire quali caratteristiche sono prioritarie (potenza, leggerezza,...)
consiglio scheda nvidia e di non risparmiare troppo sulle potenzialità... al limite macchina virtuale per installare un bel winxp (quelli dopo sono assolutamente peggio e occupano troppo spazio) per eventuali compatibilità con file proprietari.
Avatar utente
ermes
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 340
Iscritto il: dom feb 20, 2005 0:00
Località: Rho (Mi)
Slackware: current 64
Desktop: kde

Re: Nuovo portatile: consigli per gli acquisti

Messaggioda joe » ven set 07, 2012 9:30

XP su macchina virtuale probabilmente avrà una certa comodità, in quel modo non si dovrà riavviare il sistema e si potrà dar il controllo hardware interamente al pinguino.
Tuttavia, parlo così a sentimento in quanto le prove che ho condotto in prima persona sull'argomento virtualizzazione hanno avuto solo valore "didattico". Infatti il mio attuale portatile col suo P4-3.2GHz (tenuto costantemente a 1.86GHz) e 770MB di RAM non ha lasciato spazio ad un'installazione utilizzabile per finalità "produttive".
L'XP virtualizzato, era lentissimo e ho potuto giusto fare qualche prova di installazione ecc.. Ma non potrei usarlo per finalità che necessitano una certa fluidità e tempi rapidi.
Inoltre ho rilevato che dopo 30giorni L'XP che era copia OEM cucita sul mio portatile non si avviava più... (non avevo fatto l'attivazione, perchèdi fatto la macchina virtuale (avevo provato qemu e virtualbox) non virtualizza il mio portatile ma un hardware diverso.

Quindi Windows virtuale OK, ma si tratterà di provare. Appurato che funziona a dovere resta in gioco la questione licenza su macchina virtuale. Forse a quel punto tanto vale usare Windows 7. Sarà un po' più pesante, ma andando avanti XP sarà sempre meno compatibile con nuovo software... Ok funzionerà ancora per molto, ma già che ci siamo meglio puntare su qualcosa più al passo coi tempi.

Il problema "spazio" credo che con gli HD odierni non si ponga. Ormai anche i portatili hanno disci da mezzo tera, penso che un partizionamento linux/windows non vada ad intaccare la capacità di disco. In tal modo si sfrutta anche la licenza windows che si paga col portatile.
Però se mai il il probrema è appunto l'utilizzo... Del tipo se si lavora su linux, ma per alcune cose serve windows è un bel problema e riavviare il portatile ogni volta diventa scomodissimo. Da questo punto di vista sfruttare una virtualizzazione di windows sarebbe davvero la soluzione migliore...

Detto questo, grazie per il consiglio sulla scheda video. Nvidia l'avevo già considerata come scelta, anche se a dirla tutta dovrei anche valutare se mi serva realmente una scheda video dedicata... Sono un po' ignorante in materia.
Attualmente ho una ati mobility radeon 9700, per la quale i drivers proprietari non mantengono più il supporto. E con gli open il 3d mi pare non sia supportato... Per cui al momento uso gli open che per il 2d fanno il loro sporco lavoro e di 3d non sò, probabilmente non ho mai avuto bisogno seriamente.

Però prima di buttarmi a pesce su un marchio o su quell'altro mi piacerebbe farmi un'idea più generale di quali alternative offra adesso il mercato. Avevo pensato appunto di partire dalle CPU. E capire quali sono adesso in commercio e in cosa si differenziano le une dalle altre... de ltipo se devi fare la tale cosa è meglio che prendi la tale CPU ecc ecc...

Dove posso informarmi per avere un quadro generale dei quel tipo?
Avatar utente
joe
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2007
Iscritto il: ven apr 27, 2007 10:21
Slackware: 14.0
Kernel: 3.2.29-smp
Desktop: KDE-4.8.5

Re: Nuovo portatile: consigli per gli acquisti

Messaggioda Akito » ven set 07, 2012 10:43

Sul computer fisso di mia madre, ormai "vecchio", processore intel E6420 se ricordo bene, 2 GB di RAM e scheda video Intel X3000 (non ricordo se con 3 o 4 zeri!) e disco da 160 GB, girava tranquillamente Slackware 12.2 e qemu con Windows XP + AutoCAD 2010 per il solo 2D. Secondo me, parlo di progetti per edilizia di massimo 20 appartamenti, è usabile. E' solo un po' più lento quando sposti parti rilevanti del disegno, ma può ancora andare. Per il 3D suppongo sia improponibile come soluzione.

Tuttavia, se usi principalmente AutoCAD ti conviene tenere Windows.

Comunque a suo tempo qemu era nel mio caso più reattivo di VirtualBox. Occhio che non so se quel Celeron che ti hanno consigliato ha il supporto per la virtualizzazione hardware o come si chiama.


Saluti
Akito
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 285
Iscritto il: dom set 03, 2006 12:12
Località: Limite sull'Arno (FI)
Nome Cognome: Alessandro Bianconi
Slackware: 13.1
Desktop: XFCE

Re: Nuovo portatile: consigli per gli acquisti

Messaggioda joe » ven set 07, 2012 12:41

Sì, anche io ho sperimentato che qemu era più veloce di virtualbox, ma non di molto... però virtualbox aveva delle features di virtualizzazione particolari che rendevano più rapido per dire l'avvio del sistema guest. Insomma virtualbox da come avevo capito consentiva una virtualizzazione un po' più rimaneggiata per rendere le cose più fluide. Invece qemu virtualizzava in tutto e per tutto.

Il mio P4 non consente l'uso di software di virtualizzazione che sfruttino direttamente la CPU tipo KVM o se no ricordo male il nome... anzi no proprio non lo ricordo adesso... va bè ci siamo capiti. E rattualmente qemu non mi pare supporti più neanche il modulo kqemu che nelle versioni precedenti era invece utilizzabile e si faceva sentire vista la visibile maggior reattività.
Quindi direi che una CPU che consenta la funzionalità di virtualizzazione "hardware" direi che sarebbe una buona scelta.

Per ora non so dire quanto spinto potrà essere l'utilizzo di autocad. Sicuramente in qualche misura dovrò utilizzarlo ma immagino che si parli di 2D...
Tieni presente che ho in mente anche l'acquisto di un fisso. Che sarebbe stata la mia priorità se non mi fossi ritrovato a dover utilizzare il portatile in modo un po' più spinto di quanto mi consenta il mio attuale vecchiume.
Questo acquisto va da se che rimanda al più in avanti possibile l'investimento in un PC fisso... Al limite mi porterei volentieri a casa un bel Monitor grande e confortevole.
Avatar utente
joe
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2007
Iscritto il: ven apr 27, 2007 10:21
Slackware: 14.0
Kernel: 3.2.29-smp
Desktop: KDE-4.8.5


Torna a Hardware

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite