Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

opensolaris.org decommissioned

Area di discussione libera.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Rispettare le idee altrui.
2) Evitare le offese dirette.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.

opensolaris.org decommissioned

Messaggioda hashbang » dom mar 24, 2013 8:21

Lo si sapeva già da un mese, ma scrivo un post qui oggi, che è il giorno della chiusura.

Oggi, 24 Marzo, chiude OpenSolaris.org, l'ultimo residuo di quello che è stato il progetto più incompreso sia dalla comunità open source e sia da Oracle.
In parte mi dispiace. C'era dell'ottima documentazione, ricca di dettagli.
Su molte aree, come lo ZFS (quando era ancora sotto la gestione della Sun), c'erano corpose spiegazioni, che spiegavano nel dettaglio la struttura del software.

Stando a quanto ha detto Oracle, parte dei contenuti andrà nell'OTN e parte (soprattutto le aree open source di Solaris 11, come IPS) su Java.net, che è stato scelto da Oracle in quanto erede di Kenai.

Beh..che dire.
Con questa chiusura possiamo mettere definitivamente la parola fine ad OpenSolaris e soprattutto questa chiusura smentisce chi ipotizzava un possibile ritorno all'open source di Oracle, con la sua ipotetica partecipazione nella Illumos Foundation.
Adoro il pragmatismo della lingua giapponese, è l'unica in cui per dire ad una ragazza che la ami le dici "suki". (cit.)
Avatar utente
hashbang
Packager
Packager
 
Messaggi: 1823
Iscritto il: ven giu 04, 2010 9:27
Località: Lecce
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: Windows 8.1 Pro

Re: opensolaris.org decommissioned

Messaggioda masalapianta » dom mar 24, 2013 16:27

Avatar utente
masalapianta
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2775
Iscritto il: dom lug 24, 2005 23:00
Località: Roma
Nome Cognome: famoso porco
Kernel: uname -r
Desktop: awesome
Distribuzione: Debian

Re: opensolaris.org decommissioned

Messaggioda hashbang » dom mar 24, 2013 16:34

Per carità masalapianta, sono perfettamente d'accordo te, riguardo le licenze "presunte" libere, come la CDDL e la BSD.

Il problema, però, credo sia un tantino diverso in questo caso.
Non credo che la GPL avrebbe salvato la situazione. Se si fosse parlato di un fork, allora la GPL avrebbe garantito il rilascio del sorgente, ma qui Oracle aveva (ed ha) il pieno copyright sul codice sorgente.

Quindi, il cambiare licenza sarebbe stato comunque un suo pieno diritto...credo.


Il problema principale è stata IMHO la politica dei contributi. Sun pur di mantenere il controllo ha inglobato qualsiasi contributo della comunità, prendendone il copyright e questo ha fatto si che Oracle avesse piena autorità nel calpestare i diritti altrui.

Infatti su Illumos la situazione è nettamente differente. Tutti possono mettere codice e tutti possono integrare il codice in soluzioni proprietarie, TUTTAVIA devono rilasciare il sorgente del codice CDDL preso, poiché ogni contributor ha il suo copyright nel codice sorgente di ogni file su cui ha lavorato. Esattamente come avviene con la LGPL.

Per farla breve, se il codice fosse stato nella stessa situazione di Illumos, Solaris 11 closed source non sarebbe mai stato possibile.
Adoro il pragmatismo della lingua giapponese, è l'unica in cui per dire ad una ragazza che la ami le dici "suki". (cit.)
Avatar utente
hashbang
Packager
Packager
 
Messaggi: 1823
Iscritto il: ven giu 04, 2010 9:27
Località: Lecce
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: Windows 8.1 Pro

Re: opensolaris.org decommissioned

Messaggioda masalapianta » dom mar 24, 2013 17:55

hashbang ha scritto:Per carità masalapianta, sono perfettamente d'accordo te, riguardo le licenze "presunte" libere, come la CDDL e la BSD.

come ho scritto nel thread che ho linkato: "purtroppo esiste un sacco di gente che, facendosi accecare dal rilascio di codice con licenze libere, non vede la differenza tra un prodotto libero ed un progetto libero"
quindi il problema non è solo la licenza, nella vicenda di opensolaris non sarebbe cambiato nulla se la licenza fosse stata la gpl anzichè la cddl; il punto è che se un progetto, e parte dello sviluppo, sta in mano ad un'unica azienda, è folle per uno sviluppatore volontario (non pagato) aderire ad una comunità che sviluppa tale codice, perchè dall'oggi al domani può cambiare tutto, come è successo per opensolaris.
Il problema, però, credo sia un tantino diverso in questo caso.
Non credo che la GPL avrebbe salvato la situazione. Se si fosse parlato di un fork, allora la GPL avrebbe garantito il rilascio del sorgente, ma qui Oracle aveva (ed ha) il pieno copyright sul codice sorgente.

mai detto il contrario, come ho detto, ho parlato di differenza tra un prodotto libero ed un progetto libero
Quindi, il cambiare licenza sarebbe stato comunque un suo pieno diritto...credo.

assolutamente, i fessi sono stati gli sviluppatori volontari che si sono impelagati con opensolaris, pur sapenso che il progetto e buona parte dello sviluppo era gestito da un'azienda
Il problema principale è stata IMHO la politica dei contributi. Sun pur di mantenere il controllo ha inglobato qualsiasi contributo della comunità, prendendone il copyright e questo ha fatto si che Oracle avesse piena autorità nel calpestare i diritti altrui.

come ho gia scritto, c'è un enorme differenza tra un prodotto libero ed un progetto libero, se non ci sono entrambi è folle donare il proprio tempo per svilupare codice
Infatti su Illumos la situazione è nettamente differente. Tutti possono mettere codice e tutti possono integrare il codice in soluzioni proprietarie, TUTTAVIA devono rilasciare il sorgente del codice CDDL preso, poiché ogni contributor ha il suo copyright nel codice sorgente di ogni file su cui ha lavorato. Esattamente come avviene con la LGPL.
Per farla breve, se il codice fosse stato nella stessa situazione di Illumos, Solaris 11 closed source non sarebbe mai stato possibile.

appunto, spero che questo insegni qualcosa ai fessi che corrono a contribuire appena un'azienda rilascia i sorgenti di qualcosa; i sorgenti da soli non valgono nulla, ci devono essere tutta una serie di condizioni a contorno (codice libero, progetto libero, ecc..)
Avatar utente
masalapianta
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2775
Iscritto il: dom lug 24, 2005 23:00
Località: Roma
Nome Cognome: famoso porco
Kernel: uname -r
Desktop: awesome
Distribuzione: Debian


Torna a Libera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron