Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

di crisi e spesa a deficit

Area di discussione libera.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Rispettare le idee altrui.
2) Evitare le offese dirette.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda masalapianta » mer apr 24, 2013 14:23

brg ha scritto:
masalapianta ha scritto:Riguardo il riferimento a Berlusconi, ti faccio presente che, per quanto meriti la galera (al pari di buona parte del PD e del PDL e partiti satellite), dal punto di vista dell'attuale crisi, i suoi governi sono stati i meno peggio:
http://www.rischiocalcolato.it/wp-conte ... ce-GPG.jpg
i numeri non mentono, il peggiore governo è stato quello eletto da nessuno di Monti, che nonostante abbia aumentato (non di poco) la pressione fiscale, è riuscita a far aumentare il debito pubblico (in buona parte grazie a quella cosa criminale chiamata MES: http://www.byoblu.com/post/2012/09/26/i ... tutti.aspx ).


Non sai minimamente quello di cui stai parlando.

purtroppo lo so fin troppo bene
Confrontare la crescita del PIL dell'Europa a 27 nel 1996 e dire che l'Italia andava male è semplicemente demenziale: la crescita del PIL si misura in valuta nazionale e non tiene conto di svalutazione e inflazione, due fattori che nell'Europa Orientale hanno picchiato sodo fino all'entrata nell'euro.

a parte che l'euro, appena entrato in vigore si è svalutato di circa il 25%-30% rispetto al dollaro (dal 1999), a parte che l'intento era paragonare l'ultimo governo berlusconi con il "governo" monti, ma forse ti sei "dimenticato" che la lira (esclusa la parentesi 1992-1996, li si che svalutammo e ci fece un gran bene, ma era precedente al periodo tenuto in considerazione dalla tabella in questione) era agganciata all'ecu, quindi più di tanto non poteva svalutarsi
Confrontare l'andamento del deficit pubblico tra chi poteva spendere e chi no durante la crisi del 2008-2010 è demenziale: se hai un rapporto deficit/PIL al 40% come molti paesi dell'est e del nord puoi permetterti di spendere in disavanzo e far crescere il debito per mantere in marcia l'economia, se invece ce l'hai al 125% come l'Italia non puoi spendere ed aumentare ancora il debito e nonostante ciò, in parte è stato fatto (vedi abolizione dell'ICI senza copertura del 2008).

eh?? qui non si sta confrontando l'economia italiana con altre, ma l'economia italiana in tempi differenti utilizzando come metro di misura altre economie; se non puoi spendere a deficit ma altre nazioni (che prendiamo a metro di misura ) si, il prendere a riferimento la medesima economia in anni diversi (usando come metro paesi che possono spendere a deficit) non è sbagliato perchè sono comunque dati omogenei.
Eppoi la tabella è basata sulle previsioni dei governi, sui dati rivisti da Eurostat, sulle stime dell'IMF? Non cita nessuna fonte, nessuna metodologia (tiene conto di quando sono state fatte le manovre finanziarie e quelle correttive o solo degli anni, anche per un solo mese?), è la classica tabellina che si trova su internet.

dati eurostat, ecco il link in cui la tabella era inserita (nei precedenti post cita sempre dati eurostat, quindi presumo che anche quelli di questa tabella vengano da li):
http://www.rischiocalcolato.it/2012/10/ ... verni.html

facciamo un riassuntino dei risultati del governo monti:

PIL: -2%.
TASSO DISOCCUPAZIONE: +1,5%
DEBITO PUBBLICO: +0.2%
INFLAZIONE: +0.5%
PRODUZIONE INDUSTRIALE: -5.3%
DEFICIT PUBBLICO: -0,4%

Ricordiamo che il governo di goldman sa^Wmonti (riguardo a monti è emblematico ricordare cosa disse nel 2001 in un'intervento alla Luiss: "I passi avanti dell’Europa sono cessioni di sovranità. I cittadini possono essere pronti a queste cessioni solo quando c’è una crisi in atto") è stato sostenuto da PD, PDL e soci.
Ricordiamoci di tutto il casino che hanno fatto PD, PDL e soci per rimettere in piedi un governo che sostenesse le direttive criminali provenienti dalla bce, alla fine sembra che PD e PDL, vadano d'accordo piuttosto bene, d'altra parte Violante lo ammise diversi anni fa che centro sinistra e berlusconi vanno d'amore e d'accordo:
http://www.youtube.com/watch?v=kHGlITPnYmo
come potrebbero non andare d'accordo con berlusconi visto il loro curriculum?:
http://www.giornalettismo.com/archives/ ... to-pd-pdl/
http://www.dagospia.com/rubrica-4/busin ... -52197.htm
http://www.you-ng.it/news/economia/item ... omica.html
probabilmente hanno anche festeggiato insieme per l'elezione del "nuovo" presidente della repubblica:
http://qn.quotidiano.net/economia/2012/ ... rada.shtml
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/ ... d=AbfE0lkH
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03 ... ra/528139/
in fondo perchè non esultare visto che il PD ha il suo presidente che non ha mai avuto a che dire (anzi) riguardo le criminali direttive della bce, berlusconi ha un capo del csm (che verrà rieletto l'anno prossimo) che non gli si è mai mostrato ostile (anzi), il che torna comodo visti i processi che lo vedono come imputato.
E dulcis in fundo Monti con il suo 6% alle elezioni finirà in mezzo al nuovo governo (e ricordiamolo, è stato nominato senatore a vita da napolitano, nonostante non si fosse mai presentato alle elezioni), insieme ad Amato ( per chi avesse la memoria corta http://it.wikipedia.org/wiki/Mani_pulit ... _spugna.22 ), un altro che non si farebbe problemi a seguire le direttive della banca centrale europea, portandoci al collasso.
Questo è lo schifo (in realtà ci sarebbe molto altro da dire) del partito unico dell'euro PD-PDL; ma guai a paventare un'uscita dall'euro, sarebbe da "irresponsabili"...
Avatar utente
masalapianta
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2775
Iscritto il: dom lug 24, 2005 23:00
Località: Roma
Nome Cognome: famoso porco
Kernel: uname -r
Desktop: awesome
Distribuzione: Debian

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda brg » mer apr 24, 2013 15:45

masalapianta ha scritto:a parte che l'euro, appena entrato in vigore si è svalutato di circa il 25%-30% rispetto al dollaro (dal 1999)


Embe'? L'Italia ha presentato i bilanci in euro dal 2002, quando ha adottato l'euro e questo si è apprezzato enormemente. Ti svelerò un segreto di pochi: l'euro si apprezzò a partire dal 2002 proprio perché divenne moneta corrente.

masalapianta ha scritto:esclusa la parentesi 1992-1996, li si che svalutammo e ci fece un gran bene, ma era precedente al periodo tenuto in considerazione dalla tabella in questione


Sì sì certo e gli asini volano. Ti svelerò un segreto di pochi: il PIL dell'Italia (in dollari) venne sorpassato per la prima volta da quello della Gran Bretagna proprio nel '94 e da allora, tranne per l'anno '96 (Prodi I), gli è sempre rimasto sotto.

masalapianta ha scritto:la lira [...] era agganciata all'ecu, quindi più di tanto non poteva svalutarsi


Appunto, vedi che non hai capito? Mentre molti paesi dell'Europa a 27 (che allora non esisteva), potevano svalutare quanto gli pareva e far crescere l'economia a ritmi altissimi, ma solo apparenti, l'Italia non poteva e nemmeno gli conveniva. Prendi ad esempio la Repubblica Slovacca: tra il '96 ed il 2001 il suo PIL è cresciuto ogni anno, anche del 6,9%, ma nel 2001 il valore totale del PIL slovacco in dollari era inferiore a quello del '96 (dati IMF).

masalapianta ha scritto:l'intento era paragonare l'ultimo governo berlusconi con il "governo" monti

Be' allora hai sbagliato tutto, perché se dopo due mesi e più di impasse di governo non siamo falliti significa che Monti ha già fatto meglio. Ti ricordo che quando Monti venne nominato capo del governo con pieni poteri immediati (ultima settimana di novembre 2011), lo stato aveva in cassa soldi per le spese correnti bastanti fino a metà marzo: se fossimo nella stessa situazione i dipendenti pubblici ora sarebbero senza stipendio da un mese.
Avatar utente
brg
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 253
Iscritto il: sab mar 12, 2011 14:20
Località: Montecatini
Slackware: 14.1
Kernel: 3.10.17
Desktop: KDE4

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda masalapianta » mer apr 24, 2013 16:53

brg ha scritto:
masalapianta ha scritto:a parte che l'euro, appena entrato in vigore si è svalutato di circa il 25%-30% rispetto al dollaro (dal 1999)

Embe'? L'Italia ha presentato i bilanci in euro dal 2002, quando ha adottato l'euro e questo si è apprezzato enormemente.

"embè" cosa? tu hai scritto "non tiene conto di svalutazione e inflazione, due fattori che nell'Europa Orientale hanno picchiato sodo fino all'entrata nell'euro." sottintendendo che con l'euro non abbiamo avuto svalutazione, il che è falso come ti ho dimostrato
Ti svelerò un segreto di pochi: l'euro si apprezzò a partire dal 2002 proprio perché divenne moneta corrente.

l'euro prima del 2002 era ampiamente usato sui mercati finanziari, pur non essendo moneta corrente
masalapianta ha scritto:esclusa la parentesi 1992-1996, li si che svalutammo e ci fece un gran bene, ma era precedente al periodo tenuto in considerazione dalla tabella in questione

Sì sì certo e gli asini volano.

non so se gli asini volano, ma i numeri non mentono, ed i numeri dicono che nel 1992, dopo essere usciti dallo sme, abbiamo svalutato la lira di circa il 20% e l'inflazione è calata dal 5% al 4% (dati del fondo monetario internazionale http://www.linksicilia.it/2013/04/alla- ... -del-1992/ ), quindi si, ci ha fatto molto bene svalutare, lo stesso Monti (che oggi paventa disastri inflattivi e invasioni di cavallette, in caso di un'uscita dall'euro con conseguente svalutazione) all'epoca dovette ammettere che svalutare era la mossa giusta:
http://ricerca.repubblica.it/repubblica ... -bene.html
Ti svelerò un segreto di pochi: il PIL dell'Italia (in dollari) venne sorpassato per la prima volta da quello della Gran Bretagna proprio nel '94 e da allora, tranne per l'anno '96 (Prodi I), gli è sempre rimasto sotto.

a parte che il pil, se preso da solo, dice poco, ma questo dimostra solo che agganciare la propria valuta a quella di altre nazioni, dovendo abdicare alla propria sovranità monetaria e sottostare a direttive di crescita e riduzione del debito demenziali (ultime delle quali il recente fiscal compact criminale), porta un paese al collasso, infatti la Gran Bretagna si è ben guardata dall'entrare nell'euro, con risultati prevedibili
masalapianta ha scritto:la lira [...] era agganciata all'ecu, quindi più di tanto non poteva svalutarsi

Appunto, vedi che non hai capito? Mentre molti paesi dell'Europa a 27 (che allora non esisteva), potevano svalutare quanto gli pareva e far crescere l'economia a ritmi altissimi, ma solo apparenti, l'Italia non poteva e nemmeno gli conveniva. Prendi ad esempio la Repubblica Slovacca: tra il '96 ed il 2001 il suo PIL è cresciuto ogni anno, anche del 6,9%, ma nel 2001 il valore totale del PIL slovacco in dollari era inferiore a quello del '96 (dati IMF).

1) come ho detto non poteva oscillare più di tanto, non "non poiteva oscillare affatto" infatti, se tu conoscessi ciò di cui parliamo, sapresti che nel 1993, per l'Italia i margini di oscillazione sono stati allargati al 15% (che non è poco)
2) nei grafici in questione, non si raffrontano i pil come valori assoluti fra italia e paesi eu27(è ovvio, basta guardare il minimo scarto percentuale), ma il differenziale percentuale della media pil eu27 con il pil italiano; il che significa che non sto valutando il pil espresso nella valuta del paese in quetsione (in quel caso avresti ragione a dire che la svalutazione dovrebbe essere considerata), ma solo la crescita percentuale del pil in un paese (o in 27 paesi, facendo la media degli eu27), quindi cosa diamine c'entra la svalutazione?
masalapianta ha scritto:l'intento era paragonare l'ultimo governo berlusconi con il "governo" monti

Be' allora hai sbagliato tutto, perché se dopo due mesi e più di impasse di governo non siamo falliti significa che Monti ha già fatto meglio.

rotfl, sono queste le tue argomentazioni? sul serio? Abbiamo un "governo" (eletto da nessuno) che ha aumentato considerevolmente la pressione fiscale, ha dato considerevoli picconate allo stato sociale riducendo la spesa primaria ed ha dato altrettante picconate ai diritti dei lavoratori; dopo tutto questo, il debito è AUMENTATO; come ho detto i numeri parlano da soli, le chiacchiere restano aria fritta, e questi sono i numeri del governo monti:
PIL: -2%.
TASSO DISOCCUPAZIONE: +1,5%
DEBITO PUBBLICO: +0.2%
INFLAZIONE: +0.5%
PRODUZIONE INDUSTRIALE: -5.3%
DEFICIT PUBBLICO: -0,4%

vuoi che parliamo di quella mostruisità criminale del MES avallata da monti?

Ti ricordo che quando Monti venne nominato capo del governo

concordo, è bene ricordare che le politiche economiche criminali di monti sono state portate avanti senza nessun mandato degli elettori
con pieni poteri immediati (ultima settimana di novembre 2011), lo stato aveva in cassa soldi per le spese correnti bastanti fino a metà marzo: se fossimo nella stessa situazione i dipendenti pubblici ora sarebbero senza stipendio da un mese.

ti ricordo che "Abbiamo un "governo" (eletto da nessuno) che ha aumentato considerevolmente la pressione fiscale, ha dato considerevoli picconate allo stato sociale riducendo la spesa primaria ed ha dato altrettante picconate ai diritti dei lavoratori" (cit.)
tutti questi soldi dove sono finiti? ti do un indizio, buona parte di essi sta in un fondo che inizia per M e finisce per S
Avatar utente
masalapianta
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2775
Iscritto il: dom lug 24, 2005 23:00
Località: Roma
Nome Cognome: famoso porco
Kernel: uname -r
Desktop: awesome
Distribuzione: Debian

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda navajo » mer apr 24, 2013 19:24

[mode incevolato on ]
fate finta che non sia dello staff. vorrei farvi una domanda:
Come vi va di discutere di politica itaJana ?? ae pare che siano chiaro che sono tutti uguali..dellle ...beep
Unica voglia che ho è di scappare da sto posto..
più lontano vado meglio sto, a Fiumicino neanche per far scalo ci voglio tornare..
[node incavolato off]
Avatar utente
navajo
Staff
Staff
 
Messaggi: 3778
Iscritto il: gio gen 08, 2004 0:00
Località: Roma
Nome Cognome: Massimiliano
Slackware: 13.37 (x86_64)
Kernel: 2.6.37.6
Desktop: KDE 4.7.0 (Alien)

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda masalapianta » gio apr 25, 2013 14:22

navajo ha scritto:[mode incevolato on ]
fate finta che non sia dello staff. vorrei farvi una domanda:
Come vi va di discutere di politica itaJana ??

allo stato attuale delle cose mi sembra criminale non discuterne, di cosa si dovrebbe discutere se non di politica, in una situazione in cui siamo stati letteralmente venduti a banche private? Ascoltando commenti del genere mi viene da pensare che la gente non si renda realmente conto della gravità della situazione, al di la delle difficoltà economiche e di disoccupazione che si trova ad afrontare
ae pare che siano chiaro che sono tutti uguali..dellle ...beep
[node incavolato off]

non sono d'accordo, è vero che, non solo il pd è uguale al pdl, ma hanno dimostrato (e ammesso pubblicamente, vedi dichiarazioni di Violante) di fare i reciproci interessi, ma per quanto all'inizio fossi scettico, il m5s ha dimostrato di fare gli interessi dei cittadini:
- non dando la fiducia incondizionata a quei criminali del pd
- continuando a seguire la volontà degli elettori a differenza di qualunque altra forza politica
- cercando di fare esclusivamente gli interessi dei cittadini

a posteriori delle elezioni il m5s ha evitato che quei criminali europeisti del pd potessero governare (perseguendo politiche di austerity e di distruzione dello stato sociale) con i voti degli elettori del m5s, ha cercato in tutti i modi (ostacolati in tutti i modi da pd e pdl) di formare le commissioni per fare leggi d'urgenza (legge elettorale, conflitto di interessi, ecc..), ha spinto per l'elezione di un presidente della repubblica degno.
Il tutto nell'ottica di un partito che è in minoranza, quindi l'unica cosa che può fare è l'opposizione.

Emblematico su come la pensa il pd riguardo i propri elettori e i cittadini sono alcune dichiarazioni:
Riccardo Montagna, iscritto al Pd e membro del direttivo dei Giovani Democratici, scrive sul gruppo Facebook Pd Pavia: "Credo che il momento difficile che sta attraversando il PD si possa sintetizzare nella frase di Stefano Fassina di domenica che diceva più o meno così: “Noi che siamo la classe dirigente dobbiamo dirigere.. se seguissimo gli umori della piazza saremmo classe seguente."
http://www.globalist.it/Detail_News_Dis ... 63&typeb=0
http://corrieredelveneto.corriere.it/ve ... 3664.shtml
http://www.diocesi.pavia.it/pls/pavia/V ... rifp=guest
democrazia rappresentativa un par di palle.

Ma queste sono considerazioni marginali, perchè il problema della effettiva rappresentanza del proprio elettorato non si dovrebbe manco porre visto che , a fronte di tutte le porcherie che ha fatto (e continua a fare) il PD, dovrebbero stare in galera.

In tutto questo ci sono ancora dei criminali che continuano a difendere il pd e attaccano dei cittadini onesti come gli eletti del m5s sulla base di argomentazioni ridicole: non mi piacciono, dovevano allearsi con il pd (certo, rendendosi complici di tutte le misure criminali che avrebbero preso una volta al governo), grillo fa milioni con la pubblicità sul suo sito (e chissenefrega?), ecc..

La realtà è che la gente è terrorizzata dalle responsabilità, quindi preferisce dare il proprio voto a qualcuno che poi farà i suoi comodi in barba agli elettori (vedere dichiarazioni di Fassina del PD nei link sopra), piuttosto che votare qualcuno che li coinvolga nei processi decisionali dandogli grosse responsabilità; lo dimostra anche il fatto che, a fronte di un elettorato che si misura in milioni, alle quirinarie del m5s hanno votato solo in migliaia; la gente non vuole realmente dover prendere decisioni, al massimo vuole eleggere un re che poi farà il cavolo che vuole sgravando gli elettori dalle responsabilità di dover decidere in prima persona .
Se così non fosse nessuno avrebbe votato PD dopo che hanno usato miliardi di soldi pubblici per salvare la loro banca (monte dei paschi di siena), spartendosene le nomine con il PDL, nessuno li avrebbe votati dopo aver sostenuto insieme al PDL il governo monti che ha fatto a pezzi la nostra economia, i diritti dei lavoratori e lo stato sociale in generale, ecc..,ecc...
Avatar utente
masalapianta
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2775
Iscritto il: dom lug 24, 2005 23:00
Località: Roma
Nome Cognome: famoso porco
Kernel: uname -r
Desktop: awesome
Distribuzione: Debian

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda Trotto@81 » gio apr 25, 2013 15:35

Totalmente d'accordo con l'ultimo intervento di masalapianta.
Avatar utente
Trotto@81
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 3017
Iscritto il: ven giu 25, 2004 23:00
Località: Monasterace M. (RC)
Nome Cognome: Andrea
Slackware: Slackware64 14.1
Kernel: default
Desktop: KDE 4.10.5

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda rik70 » gio apr 25, 2013 16:19

Se posso dire la mia - non fosse altro perché in quest'ultimo periodo son passato dall'entusiasmo sfrenato al pessimismo più nero.

Al di là dei giudizi, che condivido, sui partiti tradizionali, il risultato però non è soddisfacente. Sorvolando su alcuni strafalcioni tecnico-giuridici e su esoteriche teorie Costituzionali di cui hanno riempito anche il web, ciò che è certo è che Napolitano ha commissariato il Parlamento. Lo ha fatto dal momento in cui ha nominato i famosi - o famigerati - 10 saggi. Il tutto in funzione di un Governo a tutti i costi.
Ora il Governo lo faranno e porteranno a termine quello che il precedente non ha potuto fare: smantellare lo stato sociale. Questo è l'unico margine d'intervento che hanno, arrivati a questo punto.

Tornando alle questioni economiche, di cui non capisco molto, l'unica proposta sensata (o così almeno mi sembrava) l'ho sentita fare a suo tempo da Savona. Non ricordo di preciso i termini della questione, ma proponeva - lui ed altri - una sorta di rinegoziazione del debito sovrano, attraverso l'emissione di titoli di Stato - o una parte di essi - a bassissimo rendimento (mi sembra al massimo l'1%) - con a garanzia il patrimonio storico artistico Italiano.
Della serie: comprami questi titoli, ti garantisco il capitale più l'1% e se non pago ti prendi il Colosseo.

Dal risparmio sugli interessi si potevano recuperare soldi per intervenire sull'economia, evitando - forse - di buttare la gente in mezzo alla strada senza lavoro né pensione, tagliare sulla formazione, sanità, etc.

Ora: non so se questo bastasse all'epoca o se al contrario fosse comunque necessario ritornare alla sovranità monetaria. Di sicuro oggi non basterebbe.

Personalmente vedo nero, visto sopratutto chi si accinge a governare la baracca.
rik70
Linux 3.x
Linux 3.x
 
Messaggi: 1199
Iscritto il: gio mar 10, 2011 9:21
Slackware: 14.1
Kernel: generic-smp
Desktop: Xfce

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda Loris » gio apr 25, 2013 16:49

Ricordo che da regolamento è meglio non parlare di politica, non perché non è giusto farlo, anzi, ma questo non è il luogo adatto, dopo finisce che ci incazziamo tra di noi che condividiamo il mondo del software libero... non mi pare il caso!
"Ho una testa piuttosto balzana e comunque non sono quello che credete" - Roger Keith Barrett
Avatar utente
Loris
Admin
Admin
 
Messaggi: 7583
Iscritto il: dom mar 30, 2003 23:00
Località: Gradisca D'Isonzo
Nome Cognome: Loris Vincenzi
Slackware: 14.1
Kernel: 3.10.17
Desktop: Kde 4.10.5

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda ponce » gio apr 25, 2013 17:41

capisco che il regolamento parla chiaro in questo senso, ma secondo me e' anche comprensibile che in questo momento veramente tetro per la democrazia e per le condizioni sociali della maggior parte del paese (che viene letteralmente spolpato da una minoranza) venga spontaneo farlo e incazzarcisi...
Avatar utente
ponce
Linux 3.x
Linux 3.x
 
Messaggi: 1499
Iscritto il: mer mar 05, 2008 16:45
Località: Pisa
Nome Cognome: Matteo Bernardini
Slackware: slackware64-current
Kernel: 3.17-rc3
Desktop: lxde

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda Loris » gio apr 25, 2013 20:10

Capisco! cerchiamo solo di non incazzarci troppo tra di noi, e se possibile non entrare troppo nella politica, crisi e spesa a deficit nessun problema :thumbright:
"Ho una testa piuttosto balzana e comunque non sono quello che credete" - Roger Keith Barrett
Avatar utente
Loris
Admin
Admin
 
Messaggi: 7583
Iscritto il: dom mar 30, 2003 23:00
Località: Gradisca D'Isonzo
Nome Cognome: Loris Vincenzi
Slackware: 14.1
Kernel: 3.10.17
Desktop: Kde 4.10.5

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda pino » gio apr 25, 2013 20:27

Pensierini della sera
Che il governo Monti sia stato il vero governo della destra Italiana mi sembra incontrovertibile. E' riuscito in pochi mesi ad affossare quel poco di stato sociale e di diritti del lavoro che ancora esistevano nel paese.
L' affermazione sono tutti uguali non mi è mai piaciuta, serve in genere al ladro per giustificare se stesso.
I mali italiani, purtroppo, non sono solo italiani ma il frutto di un lungo periodo dove la politica è scomparso dal mondo occidentale, dove l'economia finanziaria ha detenuto il vero potere, in Grecia ed in Italia nel momento della crisi anno nominato direttamente i loro rappresentanti.
Io credo che se non si ritorna TUTTI a far politica, se non si smette con l'indifferenza verso tutto ciò che non è immediatamente personale, questi, col nostro assenso/silenzio, continueranno ad impossessarsi di tutto immiserendoci sempre più e dandoci in cambio tanto intrattenimento demenziale, magari anche su internet
pino
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 470
Iscritto il: ven gen 18, 2008 15:34
Località: Torino
Nome Cognome: Pino
Slackware: 14
Desktop: kde

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda navajo » gio apr 25, 2013 20:29

pino ha scritto:Pensierini della sera
Che il governo Monti sia stato il vero governo della destra Italiana mi sembra incontrovertibile. E' riuscito in pochi mesi ad affossare quel poco di stato sociale e di diritti del lavoro che ancora esistevano nel paese.
L' affermazione sono tutti uguali non mi è mai piaciuta, serve in genere al ladro per giustificare se stesso.
I mali italiani, purtroppo, non sono solo italiani ma il frutto di un lungo periodo dove la politica è scomparso dal mondo occidentale, dove l'economia finanziaria ha detenuto il vero potere, in Grecia ed in Italia nel momento della crisi anno nominato direttamente i loro rappresentanti.
Io credo che se non si ritorna TUTTI a far politica, se non si smette con l'indifferenza verso tutto ciò che non è immediatamente personale, questi, col nostro assenso/silenzio, continueranno ad impossessarsi di tutto immiserendoci sempre più e dandoci in cambio tanto intrattenimento demenziale, magari anche su internet

Monti è il classico itajano.
si è presentato da Tecnico èd è diventato politico. Persino gli economisti USA gli hanno dato addosso..
insomma siam in itaJa.
Avatar utente
navajo
Staff
Staff
 
Messaggi: 3778
Iscritto il: gio gen 08, 2004 0:00
Località: Roma
Nome Cognome: Massimiliano
Slackware: 13.37 (x86_64)
Kernel: 2.6.37.6
Desktop: KDE 4.7.0 (Alien)

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda puzuma » ven apr 26, 2013 7:27

Loris ha scritto:tra di noi che condividiamo il mondo del software libero...


A proposito di software libero e governi, l'ottimo Simone Aliprandi ha pubblicato un bel articolo che riassume l'attività dell'ultimo governo in questo settore, lo trovate qui:

http://www.ifosslr.org/ifosslr/article/view/84
The quiet ones are the ones who change the world. The loud ones only take the credit.
Avatar utente
puzuma
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 480
Iscritto il: mar lug 04, 2006 16:14
Località: Udine
Nome Cognome: Stefano Salvador
Slackware: current
Kernel: 2.6.32.2
Desktop: KDE 4.4.0

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda masalapianta » ven apr 26, 2013 9:52

navajo ha scritto:Monti è il classico itajano.
si è presentato da Tecnico èd è diventato politico. Persino gli economisti USA gli hanno dato addosso..
insomma siam in itaJa.


Monti è ben altro, lo dice la Gabanelli (che ha sempre fatto vero giornalismo verificando le fonti) non un complottista della domenica:
http://www.youtube.com/watch?v=FrwHdl1OSYI
Avatar utente
masalapianta
Iper Master
Iper Master
 
Messaggi: 2775
Iscritto il: dom lug 24, 2005 23:00
Località: Roma
Nome Cognome: famoso porco
Kernel: uname -r
Desktop: awesome
Distribuzione: Debian

Re: di crisi e spesa a deficit

Messaggioda puzuma » ven apr 26, 2013 10:13

masalapianta ha scritto: lo dice la Gabanelli (che ha sempre fatto vero giornalismo verificando le fonti) non un complottista della domenica


Come quando ha fatto quel bel servizio sui deliri complottistici undicisettembrini... Sono daccordo che è una brava giornalista ma anche lei spesso non verifica proprio così bene le fonti.

Anch'io giudico negativamente l'operato del governo Monti ma non credo sia il diavolo, del resto è anche quello della supermulta alla microsoft e delle recenti leggi fortemente a favore del software libero.

Scusatemi ma diffido sempre di quelli che dividono il mondo nettamente in buoni e cattivi.
The quiet ones are the ones who change the world. The loud ones only take the credit.
Avatar utente
puzuma
Linux 2.4
Linux 2.4
 
Messaggi: 480
Iscritto il: mar lug 04, 2006 16:14
Località: Udine
Nome Cognome: Stefano Salvador
Slackware: current
Kernel: 2.6.32.2
Desktop: KDE 4.4.0

PrecedenteProssimo

Torna a Libera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite