Home
Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Modifiche

Configurazione di Reti Windows/Linux

262 byte aggiunti, 20:43, 10 set 2006
m
[[Category:Networking]]
'''WORK IN PROGRESS'''  
=Requisiti =
Esistono molteplici metodi per configurare il servizio di rete in Linux, molto di quanto viene qui riportato si applica a tutti gli Unix:
* Editare i singoli file di configurazione del networking (ristartare il servizio per applicare le modifiche);
* Usare comandi shell come :*#ifconfig, *#route;
* Utilizzare strumenti di configurazione con interfaccia a finestra come:
*# Netconfig
<pre> /etc/host.conf </pre>
Specifica l'ordine secondo il quale il sistema effettuerà la ricerca di informazioni per risolvere gli indirizzi. Usato dalla resolver Library in sistemi con libc versione 5.
 
''order hosts,bind''; specifica di usare prima /etc/hosts e poi il DNS per risolvere gli IP.
Con questi numeri il nostro PC verrà riconosciuto dalla nostra LAN.
Prima di continuare è bene spendere qualche parola sul tipo di protocollo che useremo:
<pre> '''il Tcp/Ip </pre>'''
(cioè ''Transmission Control Protocol/Internet Protocol'') lo stesso usato su Internet che garantisce un'elevata affidabilità anche nelle reti molto congestionate. Questo protocollo, nella sua versione 4 (ma è in fase sperimentale lo sviluppo di IPv6, nel quale vengono introdotte nuove feature e una diversa gestione degli indirizzi), attribuisce a ogni interfaccia di rete e a ogni computer un indirizzo, detto IP (della lunghezza di 32 bit, cioè 4 byte) caratterizzato da quattro campi della lunghezza di 8 bit (un byte) separati da un "." (punto), ogni campo contiene un numero da 0 a 255 (per un totale di 256 mumeri, quanti se ne possono comporre con un byte).
</pre>
Quewsto Questo esempio corrisponde a:
<pre>hosts allow = 192.168.0.10 10.0.0. EXCEPT 10.0.0.15</pre>
'''Local master - Domain master'''
Queste opzioni servono per spingere Samba a cercare di idventare diventare rispettivamente Local Master Browser (il server che mantien la browse list per una rete IP) e Domain Master Browser (il server che mantiene la browse list per un intero workgroup, anche esteso su più reti IP, nel qual caso raccoglie e coordina lo scambio di browse list dai Local Master Browser remoti). Di default Samba ha attiva l'opzione Local Master (con cui semplicemente gli viene detto di partecipare alle elezioni ma senza la certezza di vincerle) e non ha attivata l'opzione Domain Master ( è bene che il DOmain Master Browser sia la stessa macchina che fa eventualmente da Primary Domain Controller, sia esso un Samba o un Windows server). Le impostazioni di default sono quindi:
<pre>
</pre>
É comunque raccomandabile non avere troppe macchine in rete (windows o samba) che ceercano cercano di partecipare alle elezioni per evitare inutili e ripetuti broadcast e possibili incongruenze sulla browse list di riferimento.
L'opzione OS master, invece setta esplicitamente il livello con cui Samba si presenta alle elezioni. Può avere valore da 0 a 255, più alto e maggiore è la possibilità di diventare Master Browser. Un valore di 34 basta per fare vincere tutte le elezioni con server Windows ad eccezione di un PDC. Il valore di default è 20. Il seguente esempio dovrebbe bastare per vincere ogni elezione (ovviamente ad eccezione di altri server Samba con un OS level superiore):
'''Announce As - Announce version'''
Queste opzioni definicscono definiscono come Samba si presenta in rete. Announce as può avere come valori Win95, NT o WfW, il valore di default è:
<pre>
Queste opzioni permettono di sincronizzare la browse list di un server Samba quando esistono diversi local master su reti diverse.
La prima permette di richiedere la sincornizzazione sincronizzazione della browse list dal server delle reti remote specificate:
<pre>
É importante configurare la logica con cui Samba gestisce l'autenticazione e come eventualmente sincornizza le sue password con quelle di sistema. I dati relativi agli utenti sono mantenuti nel file smbpasswd, che a sua volta si può modificare con l'omonimo comando shell.
Sulla gestioen gestione delle password esistono varie opzioni di configurazione.
'''Encrypt passwords'''
Di default samba esegue il matching delle password in lowercase (con caratteri minuscoli), compresa la prima lettera.
Password level permette di specificare, come nel caso di suername username level, quante lettere al massimo si possono rendere maiuscole per i tentativi di connettersi ad una smb share.
<pre>
Esistono numerosi tool grafici che semplificano il tutto: io ho usato il centro di controllo di KDE....
 
=Cosa ho in mano ora?=
| tiscali.it|| @tiscali.it|| pop.tiscali.it|| smtp.tiscali.it||news.tiscali.it|| 1:195.130.224.18 2:195.130.225.129
|- bgcolor=#abcdef
| msnhotmail|| @hotmail.com|| || || ||
|-
| TNT.IT – ALICE CLUBNET – VIRGILIO|| @tin.it @virgilio.it @aliceposta.it|| box.tin.it (aliceadsl) in.virgilio.it pop.tin.it box.clubnet.tin.it box2.tin.it|| mail.tin.it(aliceadsl) out.virgilio.it mail.clubnet.tin.it smtp.tin.it(?) mail.cs.interbusiness.it mail.tuttopmi.it|| news.tin.it|| domain: clubnet.tin.it
|zzn.com|| @zzn.com|| || || || ||
|- bgcolor=#abcdef
|klik|| @people.it@vene-dave.it@vene.ws|| mail.klik.it|| smtp.klik.it|| mail.klik.it||
*62.94.0.1
*62.94.0.2||
|-
|lillinetvebe|| @lillinetpeople.orgit @vene-dave.it @vene.ws|| mail.people.it|| || || |||- bgcolor=#abcdef|news.fu-berlin.de|| || || || news.cis.dfn.de|| |||-|operamail|| @operamail.com|| || || || |||- bgcolor=#abcdef|tutto webmail mail.excite.com dontgotmail.com ezy-mail.com graffiti.net icqmail.com onebox.com usa.net|| || || || || ||
|}
789
contributi