Home
Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Modifiche

Personalizzare l'ambiente grafico: DeskMod su WindowMaker

20 648 byte aggiunti, 09:23, 21 set 2006
nessun oggetto della modifica
[[Category:Configurazione]]
 
WORK IN PROGRESS
== Introduzione ==
Figura 25
== Personalizzazione Personalizzare gli elementi ==  === DockIcon e impostazioni avanzate ===
Bene bene... comincia a intravedersi qualcosa eh? Vi piace? Iniziamo ora ad avventurarci nella personalizzazione vera e propria del desktop. Per il tema che ne salterà fuori ho scelto delle icone che ho elaborato con Gimp portandole in "Scala di Grigi".
Ora non vi resta che assegnare ad ogni DockIcon di destra le rispettive che avete appena copiato nel path /home/user01/GNUstep/Library/Icons/. Per far ciò clicchiamo ad esempio sulla prima DockIcon, ovvero su quella relativa a "Informazioni su GNUstep", con il pulsante destro del nostro mouse e scegliamo la voce "Proprietà". Una nuova finestra ci mostrerà dunque le proprietà della DockIcon. Prima di tutto fleggate se volete il campo relativo a "Blocca (evita l'eliminazione accidentale)".
http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/29.jpg
Figura 26<br><br><br><br>
Ora nel riquadro "Icona" cliccate sul pulsante "Sfoglia" e trovate il percorso /home/user01/GNUstep/Library/Icons/, ovvero dove avete copiato poco fa il set di icone. Cliccate su di esso e nel riquadro di fianco apparirà il contenuto con tutto l'elenco delle icone presenti. Scegliamo l'icona "wm_main.png" e dunque premiamo sul pulsante "Ok" per confermare la scelta.
Figura 26<br><br><br><br>http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/30.jpg
Figura 27<br><br><br><br>
Clicchiamo sul pulsante "Ok" anche nella finestra delle "Proprietà generali" e vedrete così apparire l'icona personalizzata.
http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/31.jpg
Figura 28<br><br><br><br>
Come potete facilmente intuire il procedimento è identico anche per tutte le altre DockIcon. Dunque elencherò qui di seguito soltanto il nome della DockIcon da assegnare all'applicazione corrispondente.
Figura 27<br><br><br><br>* AdobeReader.png = Adobe Reader o gPDF* aterm_dock.png = Aterm* chat.png = Gaim o Kopete* firefox.png = Firefox* FTP.png = gFTP* gimp.png = Gimp* konqueror.png = Konqueror* Kwrite.png = Kwrite* openoffice_dock.png = OpenOffice.Org* p2p.png = aMule* Streamtuner.png = StreamTuner* wm_main.png = Informazioni su GNUstep* wmakerconf.png = WMakerConf* WPrefs_dock.png = WPrefs* xmms.png = XMMS
Modificate tutte le DockIcon avrete un desktop simile al contenuto mostrato nell'immagine d'esempio seguente:
http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/32.jpg
Figura 29<br><br><br><br>
Questo perchè ogni programma ha un'icona dell'applicazione interna; potete infatti notare dalle immagini d'esempio che anche la DockIcon di destra di OpenOffice.Org è cambiata nel momento dell'esecuzione del programma. Quello che dobbiamo fare è disabilitare la funzione dell'icona dell'applicazione.
Prendiamo come esempio il tool WPrefs. Cliccate due volte sull'icona in basso a sinistra per far comparire di nuovo la finestra e premete (e tenete premuto) sulla barra del titolo con il pulsante destro del mouse per far apparire il menu relativo all'applicazione. In alternativa potete far apparire lo stesso menu anche con la combinazione di tasti CTRL+ESC (obbligatoria ad esempio nel caso di XMMS, mancante di una barra del titolo). Scegliete dunque da questo menu la voce "Proprietà". Si presenterà una nuova piccola finestra.
Figura 28<br><br><br><br>http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/34.jpg
Figura 30<br><br><br><br>
Clicchiamo ora dalla nuova finestra con il pulsante sinistro del mouse sul menu a tendina "Attributi della finestra" e scegliamo la voce "Icona ed area di lavoro iniziale". Apparirà la schermata relativa alla nostra scelta.
http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/35.jpg
Figura 31<br><br><br><br>
Come potete ben notare la DockIcon raffigurata nel riquadro "Icona" non è affatto la stessa che noi abbiamo assegnato in precedenza all'applicazione. Dunque clicchiamo sul pulsante "Sfoglia" e scegliamo di nuovo la DockIcon personalizzata presente sempre nel path /home/user01/GNUstep/Library/Icons/.
Figura 29<br><br><br><br>http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/36.jpg
Figura 32<br><br><br><br>
Clicchiamo ora sul pulsante "Ok" per confermare la scelta e per tornare alla schermata precedente. Ora la DockIcon che compare nel riquadro "Icona" è quella giusta. Prima di uscire dobbiamo anche fleggare il campo relativo a "Ignora l'icona dell'applicazione". In questo modo quando riduciamo ad icona l'applicazione, il programma non leggerà l'icona interna, ma quella che abbiamo appena aggiunto al riquardo "Icona", ovvero la stessa che abbiamo assegnato per le DockIcon di destra nel nostro desktop. Clicchiamo ora sul pulsante "Applica" e successivamente sul pulsante "Salva".
http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/37.jpg
Figura 33<br><br><br><br>
Possiamo ora chiudere questa schermata tramite la "X". Provate dunque di nuovo a ridurre ad icona l'applicazione e vedrete che la DockIcon sarà la stessa di quella di destra. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/38.jpg Figura 3034<br><br><br><br> Fate lo stesso anche per tutti gli altri programmi. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/39.jpg Figura 35<br><br><br><br> === Aterm === Bruttina questa console tutta "nera & bianca", non trovate? Provate ad aggiungere alcuni semplici parametri alla stringa di avvio nelle "Proprietà" della DockIcon corrispondente. Cliccate dunque sulla DockIcon di Aterm con il pulsante destro del mouse e dal menu scegliete la voce "Proprietà". http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/40.jpg Figura 36<br><br><br><br> Ora dalla nuova finestra aggiungiamo in entrambi i campi i seguenti parametri dopo il comando "aterm":  -ls +sb -tr -trsb -title [SlackMod] -cr yellow -fg white -geometry 82x25+0+520 -sh 100% La stringa completa dunque nel primo campo sarà  aterm -ls +sb -tr -trsb -title [SlackMod] -cr yellow -fg white -geometry 82x25+0+520 -sh 100% mentre nel secondo campo avremo  aterm -ls +sb -tr -trsb -title [SlackMod] -cr yellow -fg white -geometry 82x25+0+520 -sh 100% %s http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/40.jpg Figura 37<br><br><br><br> Clicchiamo ora sul pulsante "Ok" per salvare le modifiche e proviamo a lanciare di nuovo "Aterm". Non notate nulla di diverso? Si, avete indovinato... quello che salta all'occhio primo fra tutti è la trasparenza. Ma molte caratteristiche sono state aggiunte/modificate. Provate ad esempio a guardare il titolo: c'è scritto [SlackMod] e non più aterm. Oppure provate a sfogliare qualsiasi percorso con i comandi "cd" e "ls": i tipi di file o le directory hanno ora un proprio colore per risaltare meglio all'occhio. Perfino la posizione della console è stata cambiata: quando avete lanciato l'applicazione si è aperta sulla sinistra dello schermo. Infine se guardiamo bene notiamo anche che il puntatore alla linea di comando è diventato di colore giallo. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/41.jpg Figura 38<br><br><br><br> Commentiamo più nel dettaglio questi parametri, in modo da poterli modificare a nostro piacimento:  -ls +sb -tr -trsb -title [SlackMod] -cr yellow -fg white -geometry 82x25+0+520 -sh 100% Potete cambiare innanzitutto il titolo della console cancellando il nome "[SlackMod]" e scrivendo quello che più vi aggrada. Oppure possiamo abbassare la percentuale della trasparenza ad un 50% in modo che sia una trasparenza "fumè". Potete anche incrementare o decrementare i valori "82x25+0+520": i primi due indicano la grandezza della console, mentre gli altri due indicano la posizione nel desktop dove verrà aperta. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/42.jpg Figura 39<br><br><br><br> Possiamo modificare anche altri aspetti della console, come ad esempio l'eliminazione del "bordo", della "barra del titolo" o della "barra di ridimensionamento". A console aperta clicchiamo sulla barra del titolo con il pulsante destro del mouse e scegliamo la voce "Proprietà". Si presenterà a schermo una nuova finestra in cui potremo modificare gli attributi della stessa. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/43.jpg Figura 40<br><br><br><br> Flegghiamo ad esempio il campo relativo a "Elimina barra di ridimensionamento" e clicchiamo sul pulsante "Applica" per osservare le modifiche. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/44.jpg Figura 41<br><br><br><br> Flegghiamo ora anche i campi "Elimina la barra del titolo" e "Elimina il bordo" e cliccate successivamente sul pulsante "Applica" per osservare le modifiche. Quando avrete deciso le vostre impostazioni allora cliccate pure sul pulsante "Salva" ed uscite dalla schermata tramite la "X". http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/45.jpg Figura 42<br><br><br><br> Nel caso in cui decidiate di elimare la barra del titolo perchè non di vostro gradimento potete comunque spostare l'oggetto o la finestra (e questo è valido per qualsiasi programma, non solo per Aterm) premendo il pulsante ALT sulla tastiera e trascinare l'oggetto tenendo premuto anche il pulsante sinistro del mouse. Inoltre eliminando la barra del titolo non potete accedere più nemmeno alle proprietà del programma tramite il mouse. Se ricordate bene però ho scritto già in precedenza che è possibile far apparire lo stesso menu premendo la combinazione di tasti CTRL+ESC. Per chiudere la finestra di Aterm (priva sempre della barra del titolo) potete semplicemente dare il comando  bash-3.00$ exit [invio] Credo sia stato detto abbastanza sulla personalizzazione di Aterm. Tuttavia per maggiori informazioni sugli argomenti potete vedere l'help della stessa dando il comando:  bash-3.00$ aterm -help [invio] === DockApp === ==== Impostazioni ==== Arrivati a questo punto dovreste essere in grado di "manovrare" abbastanza facilmente questo stupendo e veloce environment. Se provate però ad uscire e rientrare da WindowMaker noterete che i display delle DockApp sono un'altra volta spenti. Per far in modo che siano accesi ad ogni avvio di WindowMaker dovete aggiungere un argomento nelle proprietà di ogni DockApp. Prendiamo come esempio la DockApp "WMclockmon" relativa al display che segna l'orario e la data corrente. Cliccate dunque in uno dei 4 angoli della DockApp (fuori dal display) con il tasto destro del mouse e scegliete la voce "Proprietà". In entrambi i campi aggiungente dopo il comando wmclockmon l'argomento:  -bl Dunque il primo campo sarà uguale a  wmclockmon -bl mentre il secondo corrisponderà a  wmclockmon -bl %s Premiamo sul pulsante "Ok" per confermare e salvare le nostre modifiche. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/46.jpg Figura 43 http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/47.jpg Figura 44 http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/48.jpg Figura 45<br><br><br><br> Applichiamo gli stessi parametri ad ogni DockApp di sinistra tranne le prime due, ovvero WMalms e WMweather. Provate dunque ad uscire da WindowMaker e rientrare. Noterete ora che i display sono tutti accesi e non dovete farlo voi manualmente. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/49.jpg Figura 46<br><br><br><br> Chiaramente questa modifica rientra nei propri gusti personali. Se a voi piace il display spento di default eliminate pure l'argomento "-bl" dalle proprietà delle DockApp. Aggiungiamo ora alcuni parametri alle proprietà della DockApp WMweater. Clicchiamo sempre con il tasto destro del mouse in uno degli angoli della DockApp e scegliamo la voce "Proprietà". Ora in entrambi i campi scriviamo dopo il comando wmweater i seguenti argomenti:  -s LIRL -m --lcd -c --bc=#70c23a --lc=black --tc=black --dc=black Dunque il primo campo risulterà uguale a  wmweather -s LIRL -m --lcd -c --bc=#70c23a --lc=black --tc=black --dc=black mentre il secondo corrisponderà a  wmweather -s LIRL -m --lcd -c --bc=#70c23a --lc=black --tc=black --dc=black %s '''Nota Bene:''' L'ICAO (ovvero il punto in cui raccolgono le informazioni metereologiche) mostrato nell'esempio è LIRL, ovvero quello appartenente a Latina (la provincia in cui vivo). Chiaramente voi dovrete cambiarlo. Per poter trovare il vostro ICAO visitate l'indirizzo http://www.nws.noaa.gov/tg/siteloc.shtml e cercate tra gli elenchi disponibili la vostra città o provincia. A questo punto sostituirete a "LIRL" la sigla del vostro ICAO. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/50.jpg Figura 47 http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/51.jpg Figura 48 http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/52.jpg Figura 49<br><br><br><br> Premiamo sul pulsante "Ok" per applicare e salvare le nostre modifiche. Non è cambiato nulla vero? Avete ragione... ma per far applicare i cambiamenti alla DockApp dovete far terminare l'applicazione e avviarla di nuovo. Dunque premiamo sempre con il pulsante destro del mouse su uno degli angoli della DockApp e scegliamo dal menu la voce "Uccidi[b]". WindowMaker vi chiederà se desiderate realmente "uccidere" l'applicazione. Cliccate pure sul pulsante "[b]Si" o "Yes". http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/53.jpg Figura 50<br><br><br><br> Ora premiamo di nuovo sulla DockApp con il pulsante destro del nostro mouse e scegliamo la voce "Avvia". Questa volta la DockApp avrà un aspetto diverso; ciò si è verificato perchè ha letto nel momento dell'esecuzione i parametri che noi le abbiamo passato. Molto più in tema con il resto delle DockApp, non trovate? http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/54.jpg Figura 51<br><br><br><br> E' rimasta da modificare soltanto "WMalms". Questa DockApp ci piace abbastanza, ma vorremmo cambiare il colore del testo, quel giallo e celestino stonano abbastanza con il resto del desktop! Inoltre aggiungiamo un'ulteriore "pagina" alla DockApp, e precisamente quella relativa ai valori "12V, -12V, -5V, Stdb". Dunque clicchiamo come al solito con il pulsante destro del mouse sulla DockApp e scegliamo la voce "Proprietà". Aggiungiamo nei primi due campi (come abbiamo fatto del resto con tutte le altre DockApp) i seguenti argomenti:  -fg black,black,black -pages 3 Dunque nel primo campo avremo  wmalms -fg black,black,black -pages 3 mentre nel secondo avremo  wmalms -fg black,black,black -pages 3 %s http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/55.jpg Figura 52 http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/56.jpg Figura 53 http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/57.jpg Figura 54<br><br><br><br> Premiamo sul pulsante "Ok" per applicare e salvare le nostre modifiche. Per aggiornare la DockApp dovete uccidere e avviare di nuovo la DockApp stessa come avete fatto per "WMweater". Le etichette risulteranno ora tutte di colore nero e avrete una terza pagina con valori "12V, -12V, -5V, Stdb". http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/58.jpg Figura 55<br><br><br><br> Spiegamo un po' nel dettaglio gli argomenti passati. "-fg" è l'argomento che indica il colore del testo, dunque passando i parametri "black,black,black" forziamo la DockApp a trasformare il colore delle etichette in nero per tutte tre le pagine. Senza che sto qui a ripetervelo potete cambiare naturalmente il colore a vostro piacimento. L'argomento "-pages 3" invece indica appunto il numero di pagine che si ha intenzione di visualizzare. Se avete un notebook potete aggiungere anche la quarta pagina ( "-pages 4" ), vi indicherà il livello della vostra batteria. ==== Colore del Display ==== Quel verde dei display non è proprio il vostro colore preferito? Bene, potete cambiarlo, basta aggiungere un argomento nelle proprietà della DockApp. Non sto qui a ripetervi tutto il procedimento per accedere alle proprietà della DockApp affrontato nel paragrafo precedente. Dunque aggiungete l'argomento  -lc NOME_COLORE in entrambi i campi, dove con NOME_COLORE si intende il nome del colore IN INGLESE che voi volete applicare. Io ad esempio ho scritto in alcune DockApp:  NOME_COMANDO_DOCKAPP -bl -lc skyblue NOME_COMANDO_DOCKAPP -bl -lc skyblue %s Come al solito una volta apportate le modifiche clicchiamo sul pulsante "Ok" per salvare; dopodichè Uccidiamo e Avviamo di nuovo la DockApp per aggiornarla con i nuovi argomenti.Nell'immagine d'esempio seguente ho cambiato "WMclockmon" e "WMcpuload" in skyblue, mentre le altre le ho lasciate in verde. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/59.jpg Figura 56<br><br><br><br> Solo una DockApp si comporta diversamente dalle altre, ovvero WMweather. Infatti l'argomento da modificare in WMweather sarà  --bc=#70c23a Per intonarlo con il colore skyblue delle altre due DockApp l'ho cambiato in questo modo:  --bc=#89ceeb dove il parametro #89ceeb indica il colore (in notazione HTML) che più si avvicina a "Skyblue".Premete dunque sempre sul pulsante "Ok" per salvare le modifiche e di conseguenza Uccidete e Avviate di nuovo la DockApp. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/60.jpg Figura 57 N.B.: Per trovare il codice in notazione HTML di qualsiasi colore potete usare ad esempio Gimp. === Tema di DeskMod: Raygtech === Il nostro desktop avrà un tema misto tra "CyberPunk" e "HiTech". Mancano però ancora le caratteristiche principali: wallpaper e stile.Apriamo dunque il tool "WMakerConf". http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/61.jpg Figura 58<br><br><br><br> Non mi dilungherò ulteriormente sulle funzionalità di questo software data l'estrema semplicità. Ho già preparato invece un tema pronto per voi. Avete già estratto in precedenza il pacchetto "pack_deskmod.tar.gz", ovvero quando avete applicato le DockIcon personalizzate. Dentro la cartella però è presente oltre a "Icons" un'ulteriore subdirectory chiamata "raygtech.themed" ed è quella che ci interessa. Non dovete far altro che copiare questa cartella nel path "/home/user01/GNUstep/Library/WindowMaker/Themes/".  $ cd /home/NOME_UTENTE/ [invio] NOME_UTENTE@host:~$ cp -rf pack_deskmod/raygtech.themed/ /home/NOME_UTENTE/GNUstep/Library/WindowMaker/Themes/ [invio] http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/62.jpg Figura 59<br><br><br><br> Dobbiamo infine applicare il nostro tema al desktop. Per far ciò cliccate sulla DockIcon intitolata "Temi" dalla finestra di WMakerConf e selezionate il tema RaygTech che compare nell'elenco. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/63.jpg Figura 60<br><br><br><br> Premiamo dunque con il pulsante destro del nostro mouse sul nome del tema e scegliamo la voce "Imposta" dal menu che vi comparirà. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/64.jpg Figura 61 Avrete così applicato il tema RaygTech, potete chiudere WMakerConf. Chiaramente se qualcosa non è di vostro gradimento, ad esempio i colori delle barre o dei menu, potete benissimo cambiarli tramite le apposite e semplici funzioni di WMakerConf. === XMMS Plugin: Dual Spectralizer === Per visualizzare un plugin (nel nostro caso Dual Spectralizer) mentre si ha in esecuzione XMMS, magari con qualche bella canzone, dobbiamo innanzitutto lanciare il musicplayer stesso dall'apposita DockIcon di destra aggiunta in precedenza e successivamente accedere alle sue impostazioni cliccando sull'iconcina in alto a sinistra. Dal menu che vi comparirà portatevi con il puntatore del mouse sulla voce Opzioni e successivamente cliccate su "Preferenze". Dalla nuova finestra scegliete l'etichetta "Plugin di visualizzazione" (su in alto). http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/65.jpg Figura 62<br><br><br><br> Scegliete ora dalla lista dei plugin "Dual Spectralyzer x.x.x" e cliccate sul pulsantino "Abilita Plugin" in basso a destra della finestra. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/66.jpg Figura 63<br><br><br><br> Vedrete comparire appunto il Dual Spectralizer, posizionatelo pure sotto XMMS. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/67.jpg Figura 64<br><br><br><br> Prima di chiudere però configuriamo la forma d'onda del plugin. Cliccate sul pulsante "Configura" dalla finestra dei plugin. Nella nuova schermata selezionate l'opzione "Exponential". http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/68.jpg Figura 65<br><br><br><br> Ora caricate una canzone in XMMS, mandatela in play e vedrete comparire nella finestra di Dual Spectralizer le due forme d'onda relative al canale sinistro e canale destro. Se volete potete aumentare/diminuire l'impedenza dell'onda scegliendo l'etichetta "Amplitude" e modificare da quest'ultima il valore relativo alla voce "logaritmic". http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/69.jpg Figura 66<br><br><br><br> Come potete notare dall'immagine d'esempio precedente io ho deciso di alzarla portando il Range a "192.00 db". Chiudiamo pure tutto quanto e trasciniamo XMMS nella posizione che più ci aggrada, nel mio caso in basso al centro. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/70.jpg Figura 67<br><br><br><br> Se provate ora a chiudere l'applicazione e rilanciarla di nuovo noterete che XMMS è rimasto nella posizione indicata dall'ultimo spostamento che avete fatto, mentre il Dual Spectralizer è stato avviato molto probabilmente in alto a sinistra dello schermo. Per ricordare al Dual Spectralizer di farlo avviare nella posizione da voi indicata portatelo di nuovo sotto XMMS e cliccate su di esso con il tasto destro del mouse scegliendo di conseguenza la voce "Config". Vi comparirà la piccola finestra di prima; cliccate sull'etichetta "Misc" e fleggate il pulsantino relativo alla voce "Remember Possision". Provate dunque di nuovo a riavviare XMMS: questa volta sarà tutto ordinato secondo la vostra disposizione. http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/73.jpg Figura 68<br><br><br><br>
== Risutltati Risultati Finali ==
Il mio Deskmod:
http://www.slacky.it/tutorial/howto_wm/HowTo_files/72.jpg
Figura 7069
== Conclusioni ==
l Questo Mini How-to si conclude qui anche se ci sarebbero molte altre cose da descrivere e spiegare. Tuttavia esso non si pone l'obiettivo di seguirvi passo passo, anche se il tutorial è stato strutturato in questo modo per ovvi motivi di praticità, piuttosto di facilarvi nella creazione e modifica di un deskmod. Si presuppone che dopo aver seguito tutto il Mini How-To voi sarete in grado di aggiungere/rimuovere/modificare temi, dockapp, dockicon, programmi, stili e quanto dir si voglia. Non mi resta che augurarvi buon "deskmod".
== Note Legali ==
201
contributi