Home
Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Modifiche

Slackware LVM2 HOWTO

5 byte aggiunti, 12:16, 24 ott 2007
Rendere avviabile la nuova partizione
timeout = 50
nella zona superiore del file, aggiungeleaggiungetele. In questo modo lilo visualizzerà un menù che ci permetterà di scegliere quale immagine/partizione avviare.
A questo punto, possiamo digitare il comando '''lilo''' privo di parametri per aggiornare il bootsector e verificare di aver configurato tutto per il meglio.
2 warnings were issued.
Come detto precedentemente, gli WARNING possono tranquillamente essere ignorati, si tratta di problemi potenziali che sono stati comunque gestiti. Gli WARNING in questione comunque dipendono dal fatto che Linux, internamente, usa il "Device Mapper" (dm) per gestire le partizioni LVM e lilo fa riferimento a quella nomeclaturanomenclatura, piuttosto che allo shortcut /dev/NOMEVG/NOMELV.
A questo punto, se tutto è andato a buon fine, possiamo procedere a copiare il file lilo.conf all'interno della partizione LVM, in modo da sincronizzare le modifiche ai file (dato che la copia del file è stata effettuata come da guida prima delle modifiche al file stesso).
se usiamo il comando "df -h" per visualizzare lo spazio libero, noteremo che pur avendo aumentato la dimensione del LV non è cambiato minimamente.
Questo accade perchè perché la dimensione del LV (una partizione) e quella del filesystem in esso contenuto sono due cose MOLTO diverse.
Per ridimensionare il filesystem in modo che occupi tutto lo spazio che ora ha a disposizione, è necessario effettuare un comando aggiuntivo.
Il comando in questione cambia a seconda del tipo di filesystem. Per quanto riguarda il filesystem ext3 (quello del nostro esempio) il comando è
dove ''DEVICE'' è ovviamente il percorso alla partizione contenente il filesystem da ridimensionare, mentre il parametro ''DIMENSIONE'' è la nuova dimensione che dovrà avere il filesystem dopo l'operazione.
Se il parametro ''DIMENSIONE'' è omesso, resize2fs tenterà automaticamente di espandere il filesystem fino ad occupare tutto lo spazio presente sulla partzionepartizione. Se specificato, andrà fatto seguire dall'unità di misura come nel caso di lvresize. Quindi, ad esempio
resize2fs /dev/myvg/mylv 90G
tenterà di espandere il filesystem fino a raggiungere la dimensione di 90 Gbyte. Ovviamente il parametro ''DIMENSIONE'' non può mai essere superiore alla dimensione della partizione stessa.
E' bene sapere che non è possibile eseguire operazioni di ridimensionamento su filesystem in uso, con qualche eccezione. Questo significa che per ridimensionare il filesystem root (/), che ovviamente è in uso se ci troviamo all'interno del sistema, saremo costretti a riavviare il computer con, ad esempio, il CD-ROM/DVD d'installazione di Slackware ed effettuare il resize dalla shell d'installzione installazione (vedi oltre).
Come dicevo, però, esistono delle eccezioni. Con i kernel della serie 2.6 è possibile, solo su filesystem di tipo ext3 (per il momento), effettuare operazioni di '''ingrandimento''' anche se il filesystem è in uso! Guarda caso, è proprio il caso del nostro esempio. Per cui, procediamo ad espandere il root filesystem
789
contributi