Home
Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Modifiche

Slackware LVM2 HOWTO

Nessun cambiamento nella dimensione, 12:27, 24 ott 2007
Lo scenario LVM
Disco Fisico (PV) -> Gruppo (VG) -> Volume Logico (LV)-> Filesystem
Precedentemente abbiamo detto che per poter gestire lo spazio su un disco un sistema operativo necessita sempre e comunque di una partizione. Con LVM questo non è necesario necessario in quanto il sistema operativo non lavorerà con il disco o le partizioni fisiche, ma con i volumi logici, che lui vedrà esattamente come vede normalmente le partizioni.
A che scopo quindi creare un gruppo di volumi, se alla fine il sistema operativo dialoga principalmente con i volumi logici?
Il motivo è che i gruppi di volumi permettono di unire in un unico spazio virtuale differenti spazi fisici, che poi possono essere usati nella loro interezza per creare volumi logici.
Per fare un esempio concreto, supponiamo di avere due Hard Disk da 200gbyte installati in un sistema tipo. In uno scenario standard, dovremo creare due partizioni separate su entrambi gli hard disk, formattarle entrambe e quindi montarle in diffierenti differenti mountpoint del nostro filesystem, ad esempio una per il root filesystem (/) ed una per le cartelle degli utenti (/homes).
Le limitazioni di questa soluzione appaiono subito evidenti, in quanto difficilmente useremo tutti i 200 gbyte del primo disco per il sistema operativo, mentre è molto facile che i 200 gbyte del secondo disco non bastino per i dati degli utenti.
789
contributi