Home
Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Modifiche

OpenMosix

345 byte aggiunti, 13:35, 6 ott 2009
PASSO 2 : Installazione
* Tutti i vari server di posta se intendiamo utilizzare quelli offerti da Internet
A questo punto, dopo un'attesa più o meno lunga, giungeremo alla fine dell'installazione dei pacchetti e la finestra seguente ci chiederà quale [http://it.wikipedia.org/wiki/Kernel_Linux ''kernel'' ] vogliamo installare per poter far funzionare il sistema; noi, sia per semplicità, sia perché ci ha servito bene durante la procedura d'installazione, opteremo per quello che si trova nel CD d'installzione (il primo, nel caso in cui durante la procedura si sia dovuto inserire il secondo) e selezioneremo la voce "''cdrom''" indicandogli di installare il kernel chiamato "''bare.i''".<br />
Di seguito, ci verrà chiesto se intendiamo creare un floppy di ''boot'' (cosa sempre buona da fare), rispondiamo ed andiamo avanti.<br />
Il prossimo passaggio, sarà la configurazione del ''modem''; noi, non ne abbiamo (come detto all'inizio, sarebbe il caso di non accedere ad Internet direttamente per mezzo del ''cluster'' ma utilizzare un PC come ''gateway''), per cui selezioneremo la voce "''no modem''".<br />
Andando oltre, ci vedremo chiedere se intendiamo attivare il sistema di "''hotplug''": essendo di vitale importanza, decidiamo di farlo rispondendo "''yes''" e proseguiamo (se si preferisce, si potrà sempre disabilitarlo in seguito, una volta sicuri che tutto funzioni, aggiungendo manualmente i moduli che ci servono agli ''script'' di avvio).<br />
La successiva schermata ci propone l'installazione di [http://it.wikipedia.org/wiki/LILO "''LILO''" (''LInux LOader'') ] e, per ora, selezioniamo la modalità d'installazione "''simple''" che va benissimo anche in considerazione del fatto che, in seguito, dovremo andare a modificarlo secondo le nostre esigenze.<br />Facendo un ulteriore passo avanti, ci verrà chiesto quale risoluzione video adottare durante la visualizzazione del ''bootstrap'' del sistema (se vogliamo cioè attivare il [http://it.wikipedia.org/wiki/Framebuffer "''frame buffer''" ] o meno); direi che la questione in oggetto non ci interessa particolarmente giacchè, nell'utilizzo finale, non vedremo a schermo il ''boot'' di 3 computer su 4, per cui,selezioniamo semplicemente la voce "''standard''" ed andiamo oltre (anche quest'ultima impostazione, potrà essere cambiata in seguito tramite un apposito parametro da passare a ''LILO'').<br />A questo punto, saremo interpellati per quanto riguarda la configurazione minimale di ''LILO'' e dovremo fargli sapere se il CD-Rom dal quale stiamo installando il sistema ci servirà in futuro anche come masterizzatore (o, se non questo, quale intendiamo utilizzare se ne abbiamo uno) o se, per esempio, il nostro bus di sistema è superiore a 33Mhz, per cui dovremo inserire i parametri adatti a tale scopo (es. "''hdc=ide-scsi''" se mettiamo il masterizzatore come "''master''" nel secondo ''controller'' [http://it.wikipedia.org/wiki/Integrated_Drive_Electronics "''IDE''" (''Integrated Drive Electronics'') ] ecc. ecc. e "''idebus=66''" se supportato dalla nostra mainboard).<br />Di seguito, il programma d'installazione, ci chiederà dove vogliamo installare ''LILO''; personalmente, trovo che la cosa più sensata sia di installarlo nell'[http://it.wikipedia.org/wiki/Master_boot_record"''MBR''" (''Master Boot Record'') ] in quanto sarà dall'''hard-disk'' che il nostro sistema si dovrà avviare.<br />Andiamo poi a configurare il mouse e selezioniamo [http://it.wikipedia.org/wiki/Mini-DIN#Connettori_a_6_Piedini "''ps/2''" ] se abbiamo un semplice mouse senza rotellina, "''imps/2''" se invece disponiamo di un mouse con la rotellina e via dicendo.<br />
Il prossimo passo ci porterà a scegliere se desideriamo o meno avere la possibilità di effettuare il famoso "''copia/incolla''" anche dal terminale: siccome può tornare spesso comodo, decidiamo di rispondere "''yes''" ed attivare questa funzione.<br />
Ora passeremo a configurare i servizi di base della rete; in questa fase, dovremo andare a configurare la nostra rete tenendo sempre a mente che tutto ciò che impostiamo in questa fase, potrà sempre essere cambiato in futuro con semplicità ma che, se lo facciamo bene con un minimo d'attenzione da ora, dovremo lavorare un pochino meno in seguito... per cui, rispondiamo "''yes''" alla configurazione della rete e successivamente inseriremo il nome che abbiamo deciso di dare all'elaboratore che stiamo installando (abbiamo detto "head" e gli altri di seguito "nodo1", "nodo2" ...) ed andiamo avanti.<br />
* "''ip_forward''"
A questo punto la configurazione di rete è completata e ciò ci agevolerà non di poco il lavoro futuro.<br />
Nella prossima schermata, dovremo confermare di non voler testare nessun "''font''" di caratteri, selezionando "''no''" e procedendo oltre; ancora di seguito, dovremo dire al programma d'installazione che non ci troviamo in corrispondenza del [http://it.wikipedia.org/wiki/Greenwich_Mean_Time"''GMT''" (''Greenwich Mean Time'') ] e scegliamo la zona geografica adatta ("''Europe/Rome''") per arrivare infine a decidere quale ''desktop environment'' adottare come default; nel mio caso ho scelto ''KDE''.<br />
E' quindi giunto il momento di scegliere una ''password'' per l'utente ''root'' e ci verrà chiesto di digitarla due volte per poter poi proseguire ed arrivare fino alla... "fine dell'inizio". La strada da percorrere è ancora molto lunga, ma ora, ci troviamo con un sistema completo che dovrebbe essere in grado di riavviarsi con la pressione dei tasti:
[''CTRL''] + [''ALT''] + [''CANC'']
388
contributi