Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Compilare Mozilla Minimo in Slackware: differenze tra le versioni

Da Slacky.eu.
m (aggiornati i link)
 
Riga 101: Riga 101:
'''Autore: [http://arjuna.deltoso.net Arjuna Del Toso]'''<br />
'''Autore: [http://arjuna.deltoso.net Arjuna Del Toso]'''<br />
Pagina alternativa per questo howto: [http://arjuna.deltoso.net/articoli/2008/jan/11/installiamo-il-browser-mozilla-minimo-palmari-linu/ Installiamo il browser Mozilla Minimo per palmari in Linux]
+
Pagina alternativa per questo howto: [http://arjuna.deltoso.net/articoli/2008/jan/11/installiamo-browser-mozilla-minimo-palmari-linux/ Installiamo il browser Mozilla Minimo per palmari in Linux]

Versione attuale delle 22:32, 11 gen 2008

Indice

[modifica] Introduzione

Negli ultimi anni, con il veloce sviluppo e la sempre maggiore diffusione dei dispositivi mobili, sempre più spesso gli sviluppatori si trovano nella condizione di dover testare applicazioni web sviluppate appositamente per questi nuovi device. Non sempre però si dispone degli strumenti necessari, sia per il costo ancora eccessivo dei palmari sia per l'eterogeneità dei sistemi operativi preinstallati sui dispositivi.

Per risolvere parzialmente questi problemi vedremo come installare il browser web di casa Mozilla per dispositivi mobili, nome in codice Minimo (MINIMOzilla), sulla nostra linux box (Slackware 11 installata di fresco).

[modifica] Checkout del codice e Configurazione

Il codice che ci serve si trova nel repository CVS di mozilla, in diversi interventi sui vari forum dedicati si consiglia di non utilizzare il trunk ma basarsi sul più stabile branch 1.8. Per fare questo posizionarsi da qualche parte nel filesystem (io ho utilizzato l'utente root per poter operare direttamente da /opt), creare una directory per contenere i sorgenti (mkdir minimo) e posizionarsi al suo interGoodiesno (cd minimo, a questo punto ci troviamo in /opt/minimo). Di norma non si effettua mai direttamente il checkout dei sorgenti di progetti mozilla ma si utilizza il client.mk che si prende carico di tutte le fasi, per questo scaricheremo inizialmente dal repository soltanto pochi file:

export CVSROOT=':pserver:anonymous@cvs-mirror.mozilla.org:/cvsroot'
cvs co -r MOZILLA_1_8_BRANCH mozilla/client.mk mozilla/minimo/config/

l'output di questi comandi dovrebbe assomigliare a:

U mozilla/client.mk
cvs checkout: Updating mozilla/minimo/config
U mozilla/minimo/config/Makefile.in
U mozilla/minimo/config/linux_package.sh
U mozilla/minimo/config/version.txt
U mozilla/minimo/config/wince_buildinstaller.sh
U mozilla/minimo/config/wince_package.sh
cvs checkout: Updating mozilla/minimo/config/mozconfig
U mozilla/minimo/config/mozconfig/linux_x86
U mozilla/minimo/config/mozconfig/win32x86
U mozilla/minimo/config/mozconfig/wince_mozconfig
cvs checkout: Updating mozilla/minimo/config/wince
U mozilla/minimo/config/wince/eula.txt
U mozilla/minimo/config/wince/minimo.ico
U mozilla/minimo/config/wince/minimo.inf
U mozilla/minimo/config/wince/minimo_installer.ini
U mozilla/minimo/config/wince/readme.txt

A questo punto possiamo personalizzare i parametri di compilazione:

cp mozilla/minimo/config/mozconfig/linux_x86 mozilla/mozconfig
cd mozilla
pico -w mozconfig

abilitiamo la modalità debug (di default è disabilitata):

ac_add_options --enable-debug

se si dispone di un processore dual core si può impostare il multithreaded building per velocizzare la compilazione:

mk_add_options MOZ_MAKE_FLAGS=-j3

Il checkuot vero e proprio viene eseguito a questo punto con il comando:

make -f client.mk checkout

e dopo un'attesa più o meno lunga (con un 56k circa 4 ore) avremo i sorgenti pronti per la compilazione.

[modifica] Compilazione

Per compilare i sorgenti è sufficente eseguire questo comando:

make -f client.mk build_all

ed attendere la fine del processo. Se non si verificano errori avremo il browser minimo pronto all'uso.

[modifica] Esecuzione

Prima di poter eseguire minimo dobbiamo impostare alcune variabili d'ambiente:

export MOZILLA_FIVE_HOME=$(pwd)/dist/bin
export LD_LIBRARY_PATH=$MOZILLA_FIVE_HOME

ed in seguito, con il comando:

dist/bin/minimo

potremo finalmente eseguire il browser.

Minimo.png

[modifica] Goodies

Se, come me, avete un solo utente sulla linux box con la necessità di utilizzare minimo potreste valutare di offrire a questo utente maggiori diritti sulla directory /opt/minimo:

chown -R [your user]:users /opt/minimo

e, dopo essersi assicurati che la directory ~/bin esista e sia nel path (eseguire echo $PATH da utente), trovo comodo creare un semplice script bash per settare le variabili d'ambiente ed avviare minimo (come utente normale):

cd ~/bin
pico -w minimo

inserire nel file quanto segue:

#!/bin/bash

export MOZILLA_FIVE_HOME=/opt/minimo/mozilla/dist/bin; export LD_LIBRARY_PATH=$MOZILLA_FIVE_HOME; /opt/minimo/mozilla/dist/bin/minimo

e rendere lo script eseguibile:

chmod 755 minimo

Ora per lanciare minimo dovrebbe bastare eseguire il comando minimo da terminale.

[modifica] Altre Risorse Alternative

Opera Mini Simulator - This is a live demo of Opera Mini 4 beta that functions exactly like it would when installed on a handset.
Maemo - Maemo provides an open source development platform for Nokia Internet Tablets and other Linux-based devices.

[modifica] Bibliografia

Minimo Home Page
Building Minimo for Linux - Mozilla Official Page
Building Minimo on x86 Linux - MozillaZine Forum

Autore: Arjuna Del Toso
Pagina alternativa per questo howto: Installiamo il browser Mozilla Minimo per palmari in Linux

Strumenti personali
Namespace

Varianti