Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Gnome Slacky su Slackware Current: differenze tra le versioni

Da Slacky.eu.
m (Requisiti: aggiornato link a gslacky 2.18.1 tr 2)
(aggiunto warning su gslacy 2.18.1Tr2)
Riga 1: Riga 1:
[[Category:Configurazione]]
[[Category:Configurazione]]
  +
  +
----
  +
'''ATTENZIONE!''' Si sta testando la release 2.18.1Tr2 di Gnome Slacky, sconsiglio di installarlo sulla current finché non avró modificato a dovere questo how-to
  +
--[[Utente:BodomLx|BodomLx]] 10:10, 21 Mag 2007 (CEST)
  +
----
  +
=Introduzione=
=Introduzione=

Versione delle 09:10, 21 mag 2007



ATTENZIONE! Si sta testando la release 2.18.1Tr2 di Gnome Slacky, sconsiglio di installarlo sulla current finché non avró modificato a dovere questo how-to --BodomLx 10:10, 21 Mag 2007 (CEST)


Indice

Introduzione

Questo tutorial spiega come installare Gnome Slacky, e quindi Gnome 2.18.1 su Slackware Current. Riporta i passi seguiti dal sottoscritto e non è detto che funzioni per tutti. Siete pregati quindi di utilizzare il forum oppure la pagina discussion per riportare eventuali problemi. L'How-To è stato scritto dopo aver installato Gslacky con successo, aver formattato il disco fisso ed aver ripetuto i vari passi, scrivendo mano a mano.

Premessa

Per l'how-to è stata utilizzata Slackware Current del 15 Maggio 2007, installata da zero, senza aggiornare installazioni precedenti. L'iso è stata preparata da slackware.no

UPDATE: è stato accertato il funzionamento dopo una sincronizzazione dei pacchetti con la Slackware Current attuale, utilizzando Slapt-Get

Requisiti

- Slackware Current 15_May_2007 (kernel hugesmp.s di default) - download - L'iso viene costruita ogni lunedì, provare con quella presente qui se quella del 15 maggio non fosse disponibile. Contattatemi se volete che metta a disposizione l'iso del 15 Maggio 2007, nel caso in cui non funzionasse con quelle successive

- Gnome Slacky 2.18.1 - download

Installazione di Slackware

Dopo aver inserito il Dvd, effettuare un boot di default (con hugesmp.s) ed installare Slackware secondo le proprie esigenze. Il sottoscritto ha installato tutti i pacchetti delle serie A, AP, D, KDE, L, N, T, TCL in full installation mode. Il primo boot potrebbe riportare un piccolo problema: potrebbe essere necessario modificare il file /etc/lilo.conf perchè esegue il boot in modalità single user (da un articolo del mio blog )

Verificare che /etc/lilo.conf non contenga la riga append="1"

Si può tenere il kernel di default per il nostro scopo. Aggiungere gli utenti desiderati.

Configurare Xorg

Configurate X, nel mio caso è stato (quasi) sufficiente un

 X -configure
 cp /root/xorg.conf.new /etc/X11/xorg.conf
 startx

Si avvierà l'ambiente grafico con il vostro desktop environment / window manager scelto in fase di installazione

Installazione di Gnome Slacky

Recuperate la iso di slacky e montatela

 mount -o loop Gslacky2.18.1bin.iso /mnt/cdrom
 cd /mnt/cdrom

Avviate lo script di installazione

 sh install.sh

Selezionate l'opzione 1 – full install. Può capitare che l'installazione impieghi pochissimi secondi, attenzione, in quel caso qualcosa è andato storto, rimuovete i pacchetti installati con l'opzione 6 – remove all e riprovate. Sono oltre 500mb di pacchetti, impiegherà sicuramente più di 5 minuti. Attendete quindi che gli utenti del sistema vengano inseriti automaticamente nel gruppo “mounters” e si aprirà un editor di testo pronto a modificare il file /etc/fstab. Commentate tutti i dispositivi ottici ed eventuali dispositivi esterni: nel mio caso ho commentato

 #/dev/cdrom /mnt/cdrom auto noauto,owner,ro 0 0

Scegliete no allo step 3, è più comodo avere il boot del sistema in console se ci dovessero essere problemi.

Configurare il sistema per Gnome Slacky

Uscite dall'installer. Così com'è configurato, il demone Hal non partirà mai, è necessario utilizzare un altro rc.hald. Potete usare quello di Gianco oppure scaricarlo direttamente da qui

Posizionatevi nella cartella /etc/rc.d ed effettuate le operazioni necessarie:

 cd /etc/rc.d
 mv rc.hald rc.hald.old
 wget http://stats.graziotin.net/download.php?id=17
 chmod +x rc.hald

Riavviate il sistema. Hal dovrebbe avviarsi automaticamente, chiamato da /etc/rc.local Loggatevi con il vostro nome utente, e con l'utility xwmconfig selezionate xinitrc.gnome

Date un bel

 startx

Come noterete, mancano le icone del menu, alcune cose neanche sembrano essere supportate..

Date questi comandi, da root, come suggerito da questo thread:

 /usr/bin/gdk-pixbuf-query-loaders > /etc/gtk-2.0/gdk-pixbuf.loaders
 /usr/bin/update-mime-database /usr/share/mime
 /usr/bin/update-desktop-database

E riavviate il pc. Se volete che il vostro utente possa accedere alle applicazioni sotto System -> Administration, aggiungetelo al gruppo stb-admin, editando il file /etc/group

 stb-admin:x:107:bodom_lx

Nell'esempio, l'utente bodom_lx é abilitato all'accesso alle applicazioni di amministrazione.

Dovrebbe essere tutto a posto ora. Godetevi Gnome 2.18.1 su Slackware Current!

Strumenti personali
Namespace

Varianti