Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

IRCD Server on Slackware: differenze tra le versioni

Da Slacky.eu.
(Autore)
(Note finali)
 
Riga 70: Riga 70:
= Note finali =
= Note finali =
  +
* Il presente documento è a semplice scopo divulgativo
  +
* L'autore non si assume responsabilità di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dall'uso dei programmi o dall'applicazione delle configurazioni menzionate
  +
nel seguente articolo
  +
* I marchi citati sono di proprietà dei rispettivi proprietari e sono stati utilizzati solo a scopo didattico o divulgativo
  +
* L'uso o il riutilizzo del presente articolo è liberamente consentito per scopi didattici o informativi previa citatazione della fonte
  +
* Segnalate possibibili errori o imprecisioni a pavan@netlink.it
  +
* chi volesse integrare il presente documento può scrivere a pavan@netlink.it

Versione attuale delle 10:40, 28 ott 2006


Indice

[modifica] Introduzione

Non so quanto possa essere interessante ma se qualcuno volesse fornire un servizio IRC su Linux Slackware, poù seguire questo semplice howto che spiega come configurare un IRC Server e come utilizzare un IRC client per accedere al servizio. IL server IRC è davvero obsoleto(storico), ma comunque mai passato di moda, per questo, chi volesse in pochi passaggi attivare il servizio può seguire questo breve documento.Mi raccomando bucare server IRC è uno dei passatempi dei cracker quindi attenzione alla sicurezza, io personalmente ho utilizzato questo sistema solo inrete locale intranet per sviluppare un sistema di comunicazione multiutente in tempo reale e a basso costo. Ci vuole davvero poco, hardware di recupero (un 486 va benissimo) e ircd ovvero "the original IRC daemon, maintly used by IRCnet". http://www.irc.org/

[modifica] Installazione e Configurazione

una versione precompilata è scaricabile al seguente indirizzo: http://ftp.scarlet.be/pub/linuxpackages/Slackware-10.2/Daemon/irc/irc-2.11.1-i686-2gl.tgz

si appoggia su un file che può esser modificato e personalizzato a seconda delle esigenze. Un esempio si trova sotto la directory doc.

Coppiare da doc/example.conf in /usr/local/etc/ircd.conf

A questo punto editiamo il file /usr/local/etc/ircd.conf e impostiamo le direttive essenziali per eseguire il servizio:

  • M:[MANDATORY]. Questa direttiva permette di specificare il server name ed il suo IP,

oltre ad una descrizione del servizio e la porta a cui risponde alle richieste di UDP Ping classiche dei client IRC. Questa è la sintassi: # M:::: Nel nostro caso:

M:ircd.netlink.it:192.168.0.100:Collegno - TO:6667
  • # A: [MANDATORY]. Con questa riga possiamo impostare alcune informazioni amministrative, relative al gestore del servizio, come Nome ed email. Questa è la sintassi: # A::::: Nel nostro caso:
A:Netlink Sas:Collegno:CServizio IRC sperimentale::
  • # P: [MANDATORY]. Questa direttiva è molto importante e consente di specificare le porte su cui il servizio resta in ascolto.

questa è la sintassi: # P::<*>::: di default il sistema accetta tutte le connessioni entranti sulla porta 6667 P::::6667: Ma se vogliamo limitare l'accesso a determinati classi o IP, possiamo filtrare gli indirizzi sorgenti per cui verrà consentito l'accesso:

P:::192.168.0.*:6667:

in questo caso la classe 192.168.0-255 potrà accedere al servizio.

  • #i/I: [MANDATORY]. Questa direttiva permette di impostare le autorizzazioni dei client a collegarsi. Senza che questa direttiva venga specificata nessuno si può collegare.
#i sets restricted mode which forbids nick changes and channel op status. Questa è la sintassi #I::::: #i::::: Nel nostro caso:
#I@192.168.0.::::12 

questa direttiva permette la connessione a tutti i client della classe 192.168.0. se volessi limitare l'accesso ad una classe specifica e con la password, potrei utilizzare la direttiva

#I@192.168.:pippo:::12

entrano tutti gli ip della classe 192.168 e devono conoscere la password pippo. Il full access si imposta in questo modo: #i:@::::13

  • #O: [OPTIONAL] consente di specificare un accesso per l'operatore di sistema, è opzioanle, questa è la sistassi #O:::::, nel nostro caso:
O:pavan@netlink.it:KZeiVGFHrqeKTQ:SkyWalker:6666:10
O:192.168.0.52:KZeiVGFHrqeKTQ:SkyWalker:6666:10
  • #K: [OPTIONAL] Questa direttiva consente di specificare utenti ce vengono bannati, specificando indirizzi o classi. Questa è la sintassi K::::: k:::::

nel nostro caso:

k:.dominio.com:::0
K:cominio.com:Non puoi entrare::0
K:pippo.dominio.cim:0900-1300,1530-2030:*:0
  • IRC client Linux

irc fornisce anche uno storico client da riga di comando, velocissimo e molto versatile. se volete collegarvi al servizio:

irc -p 6667 -s nickname ircd_server


connessione con password

irc -p 6667 -s nickname -k pippo ircds_erver 

Per collegarsi direttamente ad un canale con password

irc -c \#canale -p 6667 -s nickname -k pippo ircds_erver

nel caso di caratteri strani, come spesso nelle password usare \ come filtri.

[modifica] Autore

Dott. Paolo PAVAN [Netlink SAS]-pavan@netlink.it

[modifica] Risorse

[modifica] Note finali

  • Il presente documento è a semplice scopo divulgativo
  • L'autore non si assume responsabilità di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dall'uso dei programmi o dall'applicazione delle configurazioni menzionate

nel seguente articolo

  • I marchi citati sono di proprietà dei rispettivi proprietari e sono stati utilizzati solo a scopo didattico o divulgativo
  • L'uso o il riutilizzo del presente articolo è liberamente consentito per scopi didattici o informativi previa citatazione della fonte
  • Segnalate possibibili errori o imprecisioni a pavan@netlink.it
  • chi volesse integrare il presente documento può scrivere a pavan@netlink.it
Strumenti personali
Namespace

Varianti