Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Installare Slackware 12.0 con Raid Software su hd Sata2: differenze tra le versioni

Da Slacky.eu.
 
Riga 1: Riga 1:
[[Category:Install e Upgrade]]
+
[[Category:Install e Upgrade-12]]
=Installare Slackware 12.0 con Raid Software su HD Sata2=
=Installare Slackware 12.0 con Raid Software su HD Sata2=

Versione attuale delle 13:27, 22 apr 2011


Indice

[modifica] Installare Slackware 12.0 con Raid Software su HD Sata2

Eccoci qui per un'altra guida dedicata alla nostra amata Slackware. Con questo howto affronteremo il "problema" dell'installazione del nostro OS preferito su un'architettura raid gestita via software. Vedremo inoltre come cambiare il bootloader di default (lilo) in grub.

[modifica] Software e hardware utilizzati

I cd o il dvd della Slackware 12. mdadm ( già presente sul cd della Slackware ) 2 hd sata2 ....

[modifica] Cosa faremo

Gli hd sata vengono riconosciuti come sd[abcd...]. Nel nostro caso dato che utilizzeremo solo 2 hd avremo che il primo hd verrà ricosciuto come /dev/sda e il secondo come /dev/sdb. Per gestire il raid software utilizzeremo l'utility mdadm nativamente presente in Slackware. Il nostro scopo è quello di creare una partizione raid 1 (mirroring puro) per root (mount point /), una partizione raid 1 per la home (mount point /home) e due partizioni di swap, una per disco. Questo schema è naturalmente modificabile a vostro piacimento. Una volta creati e configurati gli array raid, il OS farà riferimento agli hd tramite /dev/md[0-9] secondo lo schema seguente :

raid1: (sda1,sdb1) -------> md0

raid1: (sda3,sdb3) -------> md1

Inoltre avremo altre due partizioni, una per disco fisico, dedicate allo spazio di swap:

sda2----->swap

sdb2----->swap

[modifica] Prerequisiti

Per permettere ad mdadm di gestire il raid software è NECESSARIO disabilitare la gestione del raid hardware dal bios della scheda madre.

[modifica] Preparazione

Cominciamo. Avviamo il pc con il cd o dvd della Slackware. Alla richiesta

 boot:_ 

digitiamo una delle tre opzioni possibili. Personalmente io ho scelto hugesmp.s poichè ho un sistema multiprocessore. Scegliamo la mappatura della tastiera ed entriamo finalmente nella nostra shell. Se tutto è andato bene I vostri hd sata2 dovrebbero corrispondere a /dev/sda e /dev/sdb. Cominciamo il partizionamento di sda con il vostro tool di partizionamento preferito (io ho utilizzato fdisk). Di seguito è mostrata la tabella delle partizioni presente sul mio /dev/sda:

bash-3.1# fdisk /dev/sda

The number of cylinders for this disk is set to 48641.
There is nothing wrong with that, but this is larger than 1024,
and could in certain setups cause problems with:
1) software that runs at boot time (e.g., old versions of LILO)
2) booting and partitioning software from other OSs
   (e.g., DOS FDISK, OS/2 FDISK)

Command (m for help): p

Disk /dev/sda: 400.0 GB, 400088457216 bytes
255 heads, 63 sectors/track, 48641 cylinders
Units = cylinders of 16065 * 512 = 8225280 bytes

   Device Boot      Start         End      Blocks   Id  System
/dev/sda1   *           1        9484    76180198+  fd  Linux raid autodetect
/dev/sda2            9485        9728     1959930   82  Linux swap
/dev/sda3            9729       36476   214853310   fd  Linux raid autodetect
/dev/sda4           36477       48641    97715362+   7  HPFS/NTFS

Come si può vedere, ho creato due partizioni Linux raid ( /dev/sda1 e /dev/sda3 ), una di swap ( /dev/sda2 ) ed una dedicata a Windows (ma su questa sorvoliamo ). Quando lancerete fdisk per la prima volta su un hd mai partizionato ( come quelli appena comprati), dovrete procedere alla creazione delle partizioni. Per creare una partizione Linux raid da fdisk si procede in tal modo:

Command (m for help): n	----> diciamo ad fdisk che vogliamo creare una nuova partizione (farà parte di md0)
Command action
   e   extended
   p   primary partition (1-4)
p			----> partizione primaria 
Partition number (1-4): 1	----> 1 perchè è la prima che creiamo
First cylinder (1-48641, default 1):
Using default value 1
Last cylinder or +size or +sizeM or +sizeK (1-48641, default 48641): +78000M		----> dimensione della partizione in MB

Command (m for help): n	----> diciamo ad fdisk che vogliamo creare una nuova partizione (servirà per lo spazio swap)
Command action
   e   extended
   p   primary partition (1-4)
p			----> partizione primaria o estesa a vostra scelta(sono possibili massimo 4 partizioni primarie)
Partition number (1-4): 2
First cylinder (9485-48641, default 9485):
Using default value 9485
Last cylinder or +size or +sizeM or +sizeK (9485-48641, default 48641): +2000M

Command (m for help): n		----> diciamo ad fdisk che vogliamo creare una nuova partizione (farà parte di md0)
Command action
   e   extended
   p   primary partition (1-4)
p
Partition number (1-4): 3
First cylinder (9729-48641, default 9729):
Using default value 9729
Last cylinder or +size or +sizeM or +sizeK (9729-48641, default 48641): +200000M

Command (m for help): t		----> serve a definire il tipo delle partizioni
Partition number (1-4): 1		----> selezioniamo la prima partizione
Hex code (type L to list codes): l	----> visualizza l'elenco dei tipi possibili x e partizioni

 0  Empty           1e  Hidden W95 FAT1 80  Old Minix       be  Solaris boot
 1  FAT12           24  NEC DOS         81  Minix / old Lin bf  Solaris
 2  XENIX root      39  Plan 9          82  Linux swap      c1  DRDOS/sec (FAT-
 3  XENIX usr       3c  PartitionMagic  83  Linux           c4  DRDOS/sec (FAT-
 4  FAT16 <32M      40  Venix 80286     84  OS/2 hidden C:  c6  DRDOS/sec (FAT-
 5  Extended        41  PPC PReP Boot   85  Linux extended  c7  Syrinx
 6  FAT16           42  SFS             86  NTFS volume set da  Non-FS data
 7  HPFS/NTFS       4d  QNX4.x          87  NTFS volume set db  CP/M / CTOS / .
 8  AIX             4e  QNX4.x 2nd part 88  Linux plaintext de  Dell Utility
 9  AIX bootable    4f  QNX4.x 3rd part 8e  Linux LVM       df  BootIt
 a  OS/2 Boot Manag 50  OnTrack DM      93  Amoeba          e1  DOS access
 b  W95 FAT32       51  OnTrack DM6 Aux 94  Amoeba BBT      e3  DOS R/O
 c  W95 FAT32 (LBA) 52  CP/M            9f  BSD/OS          e4  SpeedStor
 e  W95 FAT16 (LBA) 53  OnTrack DM6 Aux a0  IBM Thinkpad hi eb  BeOS fs
 f  W95 Ext'd (LBA) 54  OnTrackDM6      a5  FreeBSD         ee  EFI GPT
10  OPUS            55  EZ-Drive        a6  OpenBSD         ef  EFI (FAT-12/16/
11  Hidden FAT12    56  Golden Bow      a7  NeXTSTEP        f0  Linux/PA-RISC b
12  Compaq diagnost 5c  Priam Edisk     a8  Darwin UFS      f1  SpeedStor
14  Hidden FAT16 <3 61  SpeedStor       a9  NetBSD          f4  SpeedStor
16  Hidden FAT16    63  GNU HURD or Sys ab  Darwin boot     f2  DOS secondary
17  Hidden HPFS/NTF 64  Novell Netware  b7  BSDI fs         fd  Linux raid auto
18  AST SmartSleep  65  Novell Netware  b8  BSDI swap       fe  LANstep
1b  Hidden W95 FAT3 70  DiskSecure Mult bb  Boot Wizard hid ff  BBT
1c  Hidden W95 FAT3 75  PC/IX
Hex code (type L to list codes): fd			----> impostiamo il tipo a Linux raid auto (fd)
Changed system type of partition 1 to fd (Linux raid autodetect)

Command (m for help): t
Partition number (1-4): 2
Hex code (type L to list codes): 82
Changed system type of partition 2 to 82 (Linux swap)	----> impostiamo il tipo a Linux swap (82)

Command (m for help): t
Partition number (1-4): 3
Hex code (type L to list codes): fd			----> impostiamo il tipo a Linux raid auto (fd)
Changed system type of partition 3 to fd (Linux raid autodetect)

Command (m for help): a			----> definiamo quale partizione dovrà essere bootable
Partition number (1-4): 1               ----> in questo cas sarà la prima (sda1)

Command (m for help): w			----> scrive sulla tabella delle partizioni le modifiche impostate finora


Ora dobbiamo procedere con il partizionamento del secondo hd /dev/sdb. E' importante che le dimensioni delle partizioni raid1 tra sda e sdb corrispondano. Per far ciò ci sono 2 metodi:

  • procedere con fdisk /dev/sdb in modo identico a quello fatto per /dev/sda
  • lanciare sfdisk /dev/sdb che imposta la tabella delle partizioni di sdb in modo identico a quella di sda (se avete un altro OS, tipo Windows, non credo che questo metodo vi serva).

Ora che abbiamo impostato le tabelle delle partizioni, procediamo con la creazione e attivazione dell'array raid. Come già detto creeremo un array raid1 con le partizioni sda1 e sdb1 e un secondo array raid con le partizioni sda3 e sdb3.

bash-3.1# mdadm --create /dev/md0 --level=1 \
	--raid-devices=2 /dev/sd[ab]1
Continue creating array? yes
mdadm: array /dev/md0 started.

bash-3.1# mdadm --create /dev/md1 --level=1 \
	--raid-devices=2 /dev/sd[ab]3
Continue creating array? yes
mdadm: array /dev/md0 started.

Ha così inizio la creazione dei due array. Ci vorrà un pò di tempo prima che finisca (dipende dalla dimensione dei dischi). Potete verificare lo stato di avanzamento con

bash-3.1# cat /proc/mdstat

oppure :

bash-3.1# watch cat /proc/mdstat

..zzz..

Una volta ultimato, l'output di cat /proc/mdstat dovrebbe essere qualcosa del genere:

bash-3.1# cat /proc/mdstat

Personalities : [linear] [raid0] [raid1] [raid10] [raid6] [raid5] [raid4] [multipath]
md1 : active raid1 sdb3[1] sda3[0]
      214853184 blocks [2/2] [UU]

md0 : active raid1 sdb1[1] sda1[0]
      76180096 blocks [2/2] [UU]

unused devices: <none>

Formattiamo gli array con i filesystem che preferiamo ( io uso ext3 ):

bash-3.1# mkfs.ext3 /dev/md0
bash-3.1# mkfs.ext3 /dev/md1
bash-3.1# mkswap /dev/sda2
bash-3.1# mkswap /dev/sdb2
bash-3.1# swapon /dev/sda2
bash-3.1# swapon /dev/sdb2

A questo punto gli array raid sono pronti e attivi e si può procedere con l'installazione della Slackware.

[modifica] Installazione Slack 12 su sata2 Raid

Lanciamo setup:

bash-3.1# setup


e installiamo la nostra Slackware normalmente, facendo però attenzione ad inserire come come mount point per la root / /dev/md0 e come mount point per la /home /dev/md1. Procedete nell'installazione ed ignorate l'errore che vi viene proposto al momento dell'installazione di LILO. Lo correggeremo in un secondo memento. Finita l'installazione NON riavviate il pc, perchè non ripartirebbe senza cd o dvd. Procedete così:

  • montate la partizione /dev/sda1 su /mnt
bash-3.1# mount /dev/sda1 /mnt
bash-3.1# chroot /mnt
bash-3.1# vi /etc/lilo.conf
  • ed editate lilo.conf in tal modo:
# LILO configuration file
# generated by 'liloconfig'
#
# Start LILO global section lba32
# Allow booting past 1024th cylinder with a recent BIOS
boot = /dev/sda
message = /boot/boot_message.txt
prompt
timeout = 1200
vga = 791
# End LILO global section
# Linux bootable partition config begins
image = /boot/vmlinuz
root = /dev/md0
label = Linux
read-only
# Linux bootable partition config ends
  • e non dimenticate di lanciare lilo:
bash-3.1# lilo -t
  • e se è tutto ok:
bash-3.1# lilo -v
  • usciamo dal chroot e smontiamo la partizione /dev/sda1:
bash-3.1# exit
bash-3.1# umount /mnt

Quello che andremo a fare secondo me è assolutamente inutile, ma non ho avuto modo di provarlo. In pratica replichiamo le modifiche fatte a lilo.conf di /dev/sda1 su /dev/sdb1. Procediamo quindi in modo identico a quanto fatto per /dev/sda1


bash-3.1# mount /dev/sdb1 /mnt
bash-3.1# chroot /mnt
bash-3.1# vi /etc/lilo.conf

# LILO configuration file
# generated by 'liloconfig'
#
# Start LILO global section
lba32 # Allow booting past 1024th cylinder with a recent BIOS
boot = /dev/sda
message = /boot/boot_message.txt
prompt
timeout = 1200
vga = 791
# End LILO global section
# Linux bootable partition config begins
image = /boot/vmlinuz
root = /dev/md0
label = Linux
read-only
# Linux bootable partition config ends


bash-3.1# lilo -t
bash-3.1# lilo -v
bash-3.1# exit
bash-3.1# umount /mnt

Finalmente ... abbiamo finito! Togliete il cd o dvd e riavviate...e magari, anche se siete atei, fate una preghierina... ( con la divulgazione di Linux si è riscontrato un aumento dei credenti...chissà xchè).


[modifica] Da lilo a grub

Questo paragrafo è dedicato a tutti quelli che, come me, hanno la necessità di usare come boot loader grub al posto di lilo (per esempio se usate xen!). Bene. Grub ha il brutto vizio di identificare gli hd con hd[abcde...]. Ma cosa fare se abbiamo degli hd sata che vengono identificati con sd[abcd....]? Vediamo cosa si può fare. Apriamo la nostra buona shell e iniziamo. Prima di tutto è necessario procurasi e installare grub. Scaricatelo con il vostro tool preferito (slapt-get o swaret o slackpkg) e installatelo.

bash-3.1# slapt-get --search grub
bash-3.1# slapt-get --install grub-0.97-i486-3

Copiamo gli stage di grub nella directory di boot:

bash-3.1# cp /usr/lib/grub/i386-pc /boot/grub

Ora procediamo con l'installazione di grub sul MBR del primo hd dell'array (/dev/sda)

bash-3.1# mount /dev/sda1 /mnt/tmp
bash-3.1# chroot /mnt/tmp
bash-3.1# grub

Probing devices to guess BIOS drives. This may take a long time.
GNU GRUB  version 0.97  (640K lower / 3072K upper memory)

 [ Minimal BASH-like line editing is supported.  For the first word, TAB
   lists possible command completions.  Anywhere else TAB lists the possible
   completions of a device/filename. ]

grub> device (hd0) /dev/sda
grub> root (hd0,0)
grub> setup (hd0)
grub> device (hd1) /dev/sdb
grub> root (hd1,0)
grub> setup (hd1)
grub> quit

Usciamo dal chroot:

bash-3.1# exit

Ripetiamo le stesse operazioni per /dev/sdb :

bash-3.1# mount /dev/sdb1 /mnt/tmp
bash-3.1# chroot /mnt/tmp
bash-3.1# grub
Probing devices to guess BIOS drives. This may take a long time.
GNU GRUB  version 0.97  (640K lower / 3072K upper memory)

 [ Minimal BASH-like line editing is supported.  For the first word, TAB
   lists possible command completions.  Anywhere else TAB lists the possible
   completions of a device/filename. ]

grub> device (hd0) /dev/sda
grub> root (hd0,0)
grub> setup (hd0)
grub> device (hd1) /dev/sdb
grub> root (hd1,0)
grub> setup (hd1)
grub> quit

Usciamo dal chroot:

bash-3.1# exit

Ora creiamo ed editiamo il file menu.lst

bash-3.1# vi /boot/grub/menu.lst

# GRUB configuration file '/boot/grub/menu.lst'.
# generated by 'grubconfig'.  Fri Oct 19 16:33:43 2007
#
# The backup copy of the MBR for drive '/dev/hda' is
# here '/boot/grub/mbr.hda.28315'.  You can restore it like this.
# dd if=mbr.hda.28315 of=/dev/hda bs=512 count=1
#
# Start GRUB global section
default 0
timeout 10
color light-gray/blue black/light-gray
device (hd0) /dev/sda
device (hd1) /dev/sdb
# End GRUB global section
# Linux bootable partition config begins
#  title LinuxBK on (/dev/hdb2)
#  root (hd1,1)
#  kernel (hdb1,1)/boot/vmlinuzBK root=/dev/hdb2 ro vga=791
#  boot
#  savedefault
  title Linux on (/dev/sda)
  root (hd0,0)
  kernel (hd0,0)/boot/vmlinuz root=/dev/md0 ro vga=791 max_loop=32
  boot
  savedefault fallback
  title Linux on (/dev/sdb)
  root (hd1,0)
  kernel (hd1,0)/boot/vmlinuz root=/dev/md0 ro vga=791 max_loop=32
  boot
  savedefault fallback
# Linux bootable partition config ends
title --- For help press 'c', type: 'help'
title --- For help press 'c', type: 'help'
root (hd0)
title --- For usage examples, type: 'cat /boot/grub/grub.txt'
root (hd0)

Riavviate e abbiate fede...

Pedro

Strumenti personali
Namespace

Varianti