Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Installazione passo-passo di Slackware GNU/Linux 10.2: differenze tra le versioni

Da Slacky.eu.
(PASSO 18: Fine dell'installazione)
(PASSO 18: Fine dell'installazione)
Riga 182: Riga 182:
E come per magia la vostra Slackware partirà ;)
E come per magia la vostra Slackware partirà ;)
Autore: Lean
+
Autore: [http://www.leanux.it/index.php?mod=06_Linux/23_Installare_Slackware Lean]

Versione delle 20:08, 7 set 2006

Indice

Installazione passo-passo di Slackware GNU/Linux 10.2

Slackware GNU/Linux a differenza di altre distribuzioni GNU/Linux non possiede un installer grafico e quindi l'utente alle prime armi può trovarsi in difficoltà dinanzi ad una installazione in modalità testo e con interfaccia in ncurses. Ma procediamo con calma e non fatevi prendere dal panico che con questa guida tutto vi sembrerà molto più semplice.

PASSO 1: Reperire i CD della Slackware

Partiamo dall'inizio. Supponiamo che non abbiate ancora i CD della Slackware e non sapete dove andarli a pescare. Ricordatevi che dovrete scaricare i primi 2 CD per poter installare la Slackware (gli altri 2 contengono materiale extra che non occorre ai fini dell'installazione). Ora dovete scegliere da dove scaricarla. Se siete italiani allora andate qua:
ftp://ftp.eutelia.it/pub/Slackware_Mirror/
Se volete invece scegliere da dove scaricare la vostra copia di Slackware GNU/Linux allora seguite questo URL:
http://www.slackware.org/getslack/
E da qua sceglierete la nazione, la versione della Slackware e tutto il resto. Dopo il download non vi resta che masterizzare i file .iso nei CD e prepararvi all'installazione.

PASSO 2: Bootare con i CD

Dopo aver masterizzato i CD inserite il primo nel lettore CD e riavviate. Dovreste poter effettuare il boot dal CD della Slackware ma se così non fosse dovete accedere BIOS e modificare la sequenza di boot facendo in modo che il CD-Rom venga caricato prima degli Hard Disk.

PASSO 3: Selezionare il kernel adatto

Ora quando ci viene richiesto di inserire il tipo di kernel con cui voler bootare la Slackware, la schermata che apparirà sarà questa:

Schermata di selezione del kernel

Nel caso in cui abbiate un Hard Disk IDE allora vi basta premere INVIO. Se invece possedete un Serial ATA e allora dovete inserire:

sata.i

Se avete invece qualche altra configurazione particolare vi basta premere F2 per vedere la lista di kernel da caricare. Scegliete quello che più vi aggrada, inserite il nome del kernel e premete INVIO.

PASSO 4: Selezionare il layout della tastiera

Come ben sapete a seconda del paese la tastiera cambia layout e quindi ora ci viene chiesto di impostare il layout della nostra tastiera. Ci apparirà questa schermata:

Schermata di selezione del layout della tastiera

Se non utilizzate il layout della tastiera americana allora dovrete inserire:

1

A questo punto apparirà un menù con tutte le possibili scelte di layout di tastiera. Selezioniamo quello italiano (nel caso di tastiera italiana) andando a selezionare:

qwerty/it.map

La schermata che ci apparirà sarà questa:

Menù di selezione del layout della tastiera

Non ci resta che premere INVIO per la conferma del layout. Ma non è ancora finita. Ci viene proposto di provare il layout scelto. Apparirà a video questra schermata:

Schermata di testing del layout

Quando avremo finito di testare eventuali caratteri speciali allora non ci resterà cancellare tutti i caratteri inseriti e inserire:

1

Premiamo INVIO per la conferma del layout.

PASSO 5: Loggarsi all'interno del sistema

Ora ci verrà chiesto di loggarci all'interno del sistema Slackware che si sarà venuto a creare. La schermata che appare sarà questa:

Logging nel sistema

Logghiamoci quindi come utenti root inserendo:

root

e confermando con il tasto INVIO. Da questo momento in poi siamo all'interno della Slackware GNU/Linux contenuta nel CD.

PASSO 6: Partizionamente del disco

In questa guida si suppone che si stiate dedicando l'intero Hard Disk alla Slackware quindi vi ritrovate con l'Hard Disk principale vuoto su cui dovete installare la distribuzione. Lanciate quindi il comando:

cfdisk

A questo punto siete dentro il software di partizionamento del disco e la schermata sarà questa:

Dentro il software di partizionamento

Cliccate quindi su NEW. A questo punto cfdisk vi chiederà se volete una partizione Primaria o Logica, voi selezionate LOGICAL. A questo punto vi chiederà quanti MegaByte vorrete dedicare alla partizione. Inserite:

256

Ora vi verrà chiesto se inserire la partizione all'inizio o alla fine del disco. Dato che sarà la nostra partizione di swap possiamo metterla tranquillamente alla fine del disco.
Vedrete che in automatico il cfdisk etichetterà la partizione come una partizione Linux ma noi dobbiamo modificarla. Con la freccetta GIÙ scendete fino a selezionare la partizione appena creata e con la freccetta DESTRA andate a selezionare TYPE e premete INVIO. Ci verrà chiesto che tipo di partizione vogliamo. Inseriamo:

82

Tale numero corrisponde infatti alla partizione di tipo SWAP. Ora dobbiamo creare la partizione principale. Con la freccetta SU andate a selezionare Free Space e selezionate NEW. Ripetete le operazioni precedentemente fatte con la partizione di SWAP (salvo che stavolta non dovete modificare le dimensioni della partizione lasciando quelle proposte che corrispondono al totale rimanente del disco e non dovete neanche marcare tale partizione come SWAP ma lasciarla LINUX). Selezionate quindi BOOTABLE e premete INVIO. In questo modo dite al software di partizionamento che sarà quella la partizione che conterrà il sistema operativo e che dovrà essere caricata.
È venuto il momento di confermare le modifiche fatte. Selezionate WRITE, premete INVIO e attendete pochi istanti. Quando tutto sarà finito potrete uscire tranquillamente dal software di partizionamento.
La struttura del disco è pronta.

PASSO 7: Avvio del setup

È arrivato il momento di entrare nell'installer vero e proprio. Digitate quindi:

setup

Vi ritroverete dentro al setup principale. La schermata che apparirà sarà questa:

La schermata principale del Setup

PASSO 8: Formattazione e attivazione della SWAP

Vi ricordate che prima abbiamo creato la SWAP? Bene, ora è arrivato il momento di attivarla. Selezioniamo quindi la voce:

ADDSWAP

Ci verrà chiesto se formattare la partizione di SWAP con mkswap. Rispondete di si e vedrete che la vostra SWAP verrà creata.
Ma a cosa serve la SWAP? Nel caso in cui la RAM non sia sufficiente per gestire tutti i task aperti il sistema utilizzerà lo spazio di SWAP come fosse della RAM aggiuntiva (con il conseguente calo prestazionale).

PASSO 9: Formattazione pre-installazione

Dopo aver formattato e attivato la swap ora è arrivato il turno della partizione principale (quella che prima avevamo marcato come BOOTABLE).
Ci verrà chiesto quale partizione utilizzare come principale del nostro sistema operativo e voi nell'elenco ne vedrete una sola (se avete seguito lo schema di partizionamento proposto in questa guida). Selezioniamo quindi quell'unica partizione. Ora ci viene chiesto se formattare la partizione o controllare la partizione e poi formattare, voi formattate tranquillamente. La schermata sarà questa:

Scelta tra formattazione semplice o con controllo

Ci verrà chiesto in seguito con quale filesystem formattare la partizione, io consiglio EXT3. Successivamente alla scelta del filesystem vi verranno fatte domande particolari riguardo il filesystem, voi limitatevi a premere INVIO finchè non partirà la formattazione.
Finita la formattazione vi verrà mostrato l'elenco delle partizioni formattate. La schermata sarà molto simile a questa:

Schermata di riepilogo delle partizioni formattate

PASSO 10: Avvio della copia dei file

Dopo aver formattato ci verrà chiesto da dove prendere i file da cui effettuare l'installazione. La schermata sarà questa:

Schermata di scelta della fonte dei file

Voi selezionate l'opzione:

Install from a Slackware CD or DVD

Poi vi verrà chiesto se volete specificare un device specifico per il CD o se volete lasciar fare tutto al setup. Selezionate:

AUTO

Verrà analizzato il CD e verrà proposto un elenco di categorie di pacchetti, selezionate quelle che vi interessano con la BARRA SPAZIATRICE (se siete alle prime armi selezionateli tutti). Poi vi viene chiesto se volete effettuare una scelta più mirata dei pacchetti da installare. Se non volete avere sorprese (tipo dipendenze mancanti) selezionate:

FULL

Finalmente l'installazione partirà, dopo un pò vi verrà chiesto di inserire il secondo CD.

PASSO 11: Installazione del kernel

Dopo aver finito di copiare i file dal secondo CD vi verrà chiesto dove reperire il kernel da installare. Selezionate:

cdrom

A questo punto dovrete inserire nel lettore il CD 1. E dopo averlo inserito vi viene proposta la lista di kernel disponibili. La schermata sarà questa:

Elenco di kernel installabili disponibili

Voi selezionate (se non già selezionato di default):

bare.i/bzImage

A questo punto verrà installato il kernel nel sistema operativo

PASSO 12: Configurazione post-installazione

Ci verrà chiesto se effettuare un floppy di ripristino. Non ne avrete mai bisogno (nella maggior parte dei casi) quindi selezionate:

Skip

Poi ci verrà chiesto se abbiamo un modem PCI. Con ogni probabilità avrete una connessione ADSL quindi selezionate :

no modem

Ora è il turno dell'hotplug. Vi verrà chiesto se attivarlo o no, voi rispondete:

Yes

Ora tocca al LILO. Il LILO (LInux LOader) è quel piccolo programma che ci permette di caricare la nostra Slackware all'avvio. Ci vengono proposti alcuni metodi di installazione, voi selezionate:

simple

Ora il framebuffer. Personalmente sono contrario all'utilizzo del framebuffer quindi vi consiglio caldamente di selezionare:

standard

Ora ci viene chiesto cosa passare come parametri all'avvio del kernel. Se avete un solo lettore CD (che fa anche da masterizzatore CD o DVD) inserite:

hdc=ide-scsi

Se avete due masterizzatori allora dovrete inserire:

hdc=ide-scsi hdd=ide-scsi

Ci verrà chiesto ora dove installare il LILO. Voi rispondete:

MBR

L'MBR è una zona del disco. In particolare è la prima zona che viene caricata dal BIOS all'avvio e si trova all'inizio del disco.
Ora ci viene chiesto che tipo di mouse abbiamo. Se non è un mouse USB con ogni probabilità sarà PS/2, voi scegliete il vostro modello. Nel mio caso ad esempio sarà:

usb

Ora ci viene chiesto se volete utilizzare il mouse nella modalità console. Se non sapete cosa rispondere allora rispondete:

YES

PASSO 13: Configurazione della rete

Ci viene chiesto ora se vogliamo configurare la nostra rete. Voi rispondete:

YES

Come prima cosa dovremo inserire il nome del nostro host, inserite:

localhost

Poi il dominio, voi inserite:

example.org

Ora tocca al nostro indirizzo IP. La sceltà più corretta è:

DHCP

Ora dobbiamo impostare l'hostname del DHCP. Nella maggior parte dei casi non serve impostarne uno quindi limitatevi a premere INVIO.
Ci verrà presentata una finestra di riepilogo con tutte le impostazioni settate da noi. Confermate selezionando:

YES

PASSO 14: Configurazione dei servizi

Ora dobbiamo selezionare quali servizi vengano avviati all'avvio del sistema. Il mio consiglio è di selezionare solamente:

rc.cups

in modo da avere il sistema per la stampa sempre funzionante. Gli altri deselezionateli tutti con la BARRA SPAZIATRICE.

PASSO 15: Configurazione della console e dell'orario

Ci verrà chiesto se vogliamo un particolare font per la nostra console. Rispondete:

NO

quello di default va più che bene.
In seguito ci verrà chiesto se l'orario è settato al GMT. Dato che non abbiamo un sistema Windows in dual boot con la Slackware selezioniamo:

NO

Selezioniamo dal menù quindi il fuso in cui siamo, in questo caso:

Europe/Rome

PASSO 16: Selezione del Desktop Environment

Ora dobbiamo scegliere il sistema a finestre che più ci aggrada. Se non sapete cosa scegliere scegliete:

KDE

Altrimenti scegliete quello che vi piace di più ;)

PASSO 17: Impostazione della password di root

Ci viene chiesto se impostare una password di root. Selezionate:

YES

Inserite quindi 2 volte la password che volete e un messaggio vi confermerà che la password è stata impostata correttamente.

PASSO 18: Fine dell'installazione

Una finestrella ci avviserà che l'installazione si è conclusa. Premete INVIO e vi ritroverete in modalità console (in realtà si chiama runlevel 3). Togliete il CD e premete:

CTRL+ALT+CANC

Al riavvio vi apparirà il LILO con cui potrete scegliere l'opzione:

Linux

E come per magia la vostra Slackware partirà ;)

Autore: Lean

Strumenti personali
Namespace

Varianti