Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

SlackPack Package Manager: differenze tra le versioni

Da Slacky.eu.
m
m
Riga 3: Riga 3:
Per chi è pigro e non ha voglia di smanettare per la creazione dei pachetti, ci sono in giro diversi tool in grado di sostituire il nostro lavoro, attraverso script e percorsi, eseguono, allegramente quel che altrimenti avremmo dovuto fare e percorrere noi...
Per chi è pigro e non ha voglia di smanettare per la creazione dei pachetti, ci sono in giro diversi tool in grado di sostituire il nostro lavoro, attraverso script e percorsi, eseguono, allegramente quel che altrimenti avremmo dovuto fare e percorrere noi...
  +
Slackpack è un tool simpatico, purtroppo l' ultimo suo aggiornamento è fermo alla versione 1.1.9:
https://slackpackpkgman.wordpress.com/download/
https://slackpackpkgman.wordpress.com/download/
Slackpack è un tool simpatico, purtroppo l' ultimo suo aggiornamento è fermo alla versione 1.1.9, ma data la sua semplicità rimane un tool ancora funzionante dato che per le diverse opzioni e pachettizzazioni fa uso di applicazioni esterne, tra cui il makepkg per la creazione dei pachetti, mentre per la loro conversione, l' rpm2tgz (onnipresente in distro) e deb2tgz (opzionale, derivato da rpm2tgz, lo trovate [https://code.google.com/p/deb2tgz/downloads/list qui])
+
ma data la sua semplicità rimane un tool ancora funzionante dato che per le diverse opzioni e pachettizzazioni fa uso di applicazioni esterne, tra cui il makepkg per la creazione dei pachetti, mentre per la loro conversione, l' rpm2tgz (onnipresente in distro) e deb2tgz (opzionale, derivato da rpm2tgz, lo trovate [https://code.google.com/p/deb2tgz/downloads/list qui])
Il progetto è presente in 2 formati, il tgz ed i sorgenti per la compilazione manuale.
+
  +
Il tool va fatto partire con i privilegi di root, di conseguenza i pacchetti creati li ritroveremo dentro la dir /root/nomepacchetto.versione.arch.tgz

Versione delle 03:13, 11 ott 2012

Introduzione:

Per chi è pigro e non ha voglia di smanettare per la creazione dei pachetti, ci sono in giro diversi tool in grado di sostituire il nostro lavoro, attraverso script e percorsi, eseguono, allegramente quel che altrimenti avremmo dovuto fare e percorrere noi...

Slackpack è un tool simpatico, purtroppo l' ultimo suo aggiornamento è fermo alla versione 1.1.9:

https://slackpackpkgman.wordpress.com/download/

ma data la sua semplicità rimane un tool ancora funzionante dato che per le diverse opzioni e pachettizzazioni fa uso di applicazioni esterne, tra cui il makepkg per la creazione dei pachetti, mentre per la loro conversione, l' rpm2tgz (onnipresente in distro) e deb2tgz (opzionale, derivato da rpm2tgz, lo trovate qui)

Il tool va fatto partire con i privilegi di root, di conseguenza i pacchetti creati li ritroveremo dentro la dir /root/nomepacchetto.versione.arch.tgz

Strumenti personali
Namespace

Varianti