Sostituzione dei dischi in raid 1

Introduzione

I casi in cui possiamo imbatterci sono 3:

  1. Che il disco sia di Dati
  2. Che il disco sia di Sistema
  3. Che il disco sia di Backup

Disco Dati

Supponiamo di avere due dischi di dati: hdi e hdk e poniamo che il disco rotto sia hdi. Per prima cosa si effettua il dump delle partizioni del disco funzionante, qui hdk

#sfdisk -d /dev/hdk > hdk.out

Si spegne la macchina, si toglie il disco rotto e si inserisce un disco funzionante, privo di qualsiasi partizione. Si creano le nuove partizioni dal dump fatto in precedenza

#sfdisk /dev/hdi < hdk.out

Si aggiungono a questo punto le partizioni ai vettori RAID, leggendo il file /etc/raidtab

#raidhotadd /dev/mdX /dev/hdiY

Disco di Sistema

Nel secondo caso il procedimento e' piu' complesso, perche' sui dischi di sistema e' presente il Bootloader. Si procede cosi': Poniamo di avere due dischi di sistema: hde e hdk e che il disco rotto di hde. Si crea ora un nuovo file di configurazione per LILO che contempli solo il disco buono, hdk, in questo caso.

#cp /etc/lilo.conf /etc/lilo.conf.hdk

e si sostituisce ogni occorrenza dei vettori RAID con la relativa partizione del disco buono (la corrispondenza si vede il /etc/raidtab). Si reinstalla LILO sul disco buono:

#lilo -C /etc/lilo.conf.hdk -b /dev/hdk

Si spegne la macchina, si sostituisce il disco rotto e si segue la procedura fatta per il caso 1. (Quindi sfdisk poi raidhotadd Si reinstalla poi LILO su entrambi i dischi

#lilo

Nel caso non funzionasse si crea un file di configurazione anche il disco nuovo e si installa LILO separatamente anche su quel disco.

N.B. Se i dischi non fossero identici, ci possono essere problemi con le geometrie, in tal caso si aggiorna lilo all'ultima versione, e si procede con l'installazione separata su entrambi i dischi con i due file di configurazione creati ad hoc.

Disco di Backup

Nel terzo caso si commenta in /etc/fstab la riga corrispondente al disco di backup rotto, poniamo hda1. Si spegne la macchina, si cambia il disco e si riavvia. Si formatta il disco con una unica partizione con filesystem ext3 (o quello che voleteĀ :-)) Si monta il disco, e si toglie il commento da /etc/fstab. Si riavvia la macchina e si creano le directory necessarie

#mkdir /backup/lavoro

etc...

N.B. In questo caso la tabella di partizione e il filesystem sono per forza di cose soggettivi.

autore Ghigo