Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Webcam Monitoring con la "Konica Webcam USB": differenze tra le versioni

Da Slacky.eu.
(Gnomemeeting: installazione ed utilizzo)
Riga 10: Riga 10:
Essendo una webcam USB (ormai lo sono la maggior parte) è necessario il supporto USB nel kernel ed è sufficiente usare il kernel standard della Slackware 9.1 che supporta giàtutti i moduli necessari. Coloro che avessero effettuato una ricompilazione, devono assicurarsi di aver incluso questi moduli :
Essendo una webcam USB (ormai lo sono la maggior parte) è necessario il supporto USB nel kernel ed è sufficiente usare il kernel standard della Slackware 9.1 che supporta giàtutti i moduli necessari. Coloro che avessero effettuato una ricompilazione, devono assicurarsi di aver incluso questi moduli :
#lsmod
#lsmod
  +
[''INVIO'']
  +
...ed otterremo il seguente output:
Module Size Used by Not tainted
Module Size Used by Not tainted
konicawc 7828 0
konicawc 7828 0
Riga 46: Riga 48:
A questo punto, una volta collegata la webcam, dovremmo poterla vedere nell'output del seguente comando :
A questo punto, una volta collegata la webcam, dovremmo poterla vedere nell'output del seguente comando :
#lsusb
#lsusb
  +
[''INVIO'']
  +
... e vedremo :
Unknown line at line 1809
Unknown line at line 1809
Duplicate HUT Usage Spec at line 2650
Duplicate HUT Usage Spec at line 2650

Versione delle 19:34, 9 apr 2007

Indice

Introduzione

Usare dispositivi come le webcam con GNU/Linux, oggi, è davvero molto facile. Solo qualche anno fa, la cosa era particolarmente ostica e creava spesso problemi, per poi ottenere dei risultati non del tutto soddisfacenti.
L'obbiettivo che mi sono posto era quello di poter utilizzare una banale webcam "USB" (Universal Serial Bus), peraltro obsoleta, per poter effettuare una prova di videosorveglianza di un locale; si tratta della "Inetl Pro Share". Ovviamente si è trattato di una prova, l'obiettivo era sperimentale ed avrebbe dovuto essere integrato da videocamere professionali e chede di acquisizione se il test fosse andato a buon fine.
In realtà, mi interessava anche provare la videoconferenza sotto GNU/Linux quindi ho messo insieme queste necessità ed ho finito per scrivere questo breve How-To. Sicuramente, documenti migliori di questo, ce ne sono già molti ma non ne ho trovato uno che facesse al caso mio quindi, ho deciso di scriverlo mettendo insieme il percorso seguito.

Predisposizione del sistema (kernel)

La distribuzione scelta è la "Slackware 9.1" con "KDE 3.2" perchè ho dovuto,per forza di cosa, lavorare in grafica.
Essendo una webcam USB (ormai lo sono la maggior parte) è necessario il supporto USB nel kernel ed è sufficiente usare il kernel standard della Slackware 9.1 che supporta giàtutti i moduli necessari. Coloro che avessero effettuato una ricompilazione, devono assicurarsi di aver incluso questi moduli :

#lsmod
[INVIO]

...ed otterremo il seguente output:

Module      Size      Used by      Not tainted
konicawc    7828      0
usbvideo   25304      0            [konicawc]
videodev    6080      1            [usbvideo]
usb-ohci   18920      0            [unused]
usbcore    63712      1            [konicawc usbvideo usb-ohci]

Il .config del kernel per la parte USB è il seguente :

# USB support
#
CONFIG_USB=m
CONFIG_USB_DEBUG is not set
CONFIG_USBDEVICEFS=y
CONFIG_USB_EHCI_HCD=m
CONFIG_USB_UHCI=m
CONFIG_USB_UHCI_ALT=m
CONFIG_USB_OHCI=m
CONFIG_USB_AUDIO=m
# CONFIG_USB_STORAGE_DEBUG is not set
CONFIG_USB_HIDDEV=y
CONFIG_USB_KONICAWC=m

Il modulo usato per la mia webcam è il USB_KONICAWC (Konica Webcam) visto che nel kernel vi è il supporto per il suo chip specifico (Intel YC76 webcam). Per maggiori informazioni, possiamo dare un'occhiata al seguente link: konica. Per quel che riguarda il supporto del V4L (Video 4 Linux), occorre compilare il modulo nella sezione "Video4Linux"; anche in questo caso, i moduli necessari, sono presenti nel kernel precompilato standard :

Sezione Video4Linux
#Multimedia devices
#
CONFIG_VIDEO_DEV=m

Riepilogando, i moduli essenziali da caricare sono :

modprobe usbcore
modprobe usb-ohci
modprobe videodev
modprobe konicawc

Una volta riavviato il sistema, dovremmo predisporre l'hotplug che consente di utilizzare un dispositivo USB "al volo". Grazie ad esso, il nostro computer, può rilevare automaticamente la periferica (webcam) appena connessa. Nel caso in cui l'hotplug non sia stato attivato all'atto dell'installazione, possiamo sempre renderlo eseguibile col comando :

#chmod 0755 /etc/rc.d/rc.hotplug

A questo punto, una volta collegata la webcam, dovremmo poterla vedere nell'output del seguente comando :

#lsusb
[INVIO]

... e vedremo :

Unknown line at line 1809
Duplicate HUT Usage Spec at line 2650
Bus 002 Device 001: ID 0000:0000 Virtual Hub
Bus 002 Device 003: ID 04c8:0720 Konica Corp. Digital Color Camera
Bus 001 Device 001: ID 0000:0000 Virtual Hub

A questo punto avremo un device /dev/video0 che è quello che verrà utilizzato dai nostri programmi per l'acquisizione delle immagini. Per poter ottenere informazioni sui device USB, verificate di aver installato usbutils; questo, per poter utilizzare i tool di diagnostica lsusb e usbmodules. Ad esempio, nel mio sistema :

usbmodules --device /proc/bus/usb/002/002
konicawc

Panoramica sui softwares utilizzati

Per prima cosa proviamo a predisporre il sistema per la videoconferenza, dovrebbe essere semplice. Installiamo a questo punto il miglior pacchetto di videoconferenza sotto GNU/Linux Gnomemeeting.

Gnomemeeting: installazione ed utilizzo

Possiamo scaricare il pacchetto in diversi formati da questo link insieme anche agli altri necessari ossia :

gnomemeeting-1.0.tgz
libdv-0.101.tgz
libraw1394-0.9.0.tgz
openh323-1.0.tgz

Se abbiamo tutti i pacchetti nella medesima directory, possiamo installarli con un solo comando :

#installpkg *.tgz
[INVIO]
Strumenti personali
Namespace

Varianti