Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Wireless - Come configurarla: differenze tra le versioni

Da Slacky.eu.
(Problemi)
(Problemi)
Riga 160: Riga 160:
Il problema non è di natura hardware, bensì legato all'impostazione di default del regional domain. Di fatto l'API del kernel delegata alla configurazione della connessione wireless è impostata di default nel rispetto delle leggi statunitensi in materia; questo fa sì che siano resi disponibili i soli canali dall'1 (2.412GHz) all'11 (2.462GHz), pertanto un'eventuale access point impostato su canali quali il 12 ed il 13 non verrà rilevato nè elencato dal comando iwlist. Per ovviare a ciò, è necessario impostare correttamente il regional domain della suddetta API specificando la seguente opzione al momento del caricamento del relativo modulo del kernel:
Il problema non è di natura hardware, bensì legato all'impostazione di default del regional domain. Di fatto l'API del kernel delegata alla configurazione della connessione wireless è impostata di default nel rispetto delle leggi statunitensi in materia; questo fa sì che siano resi disponibili i soli canali dall'1 (2.412GHz) all'11 (2.462GHz), pertanto un'eventuale access point impostato su canali quali il 12 ed il 13 non verrà rilevato nè elencato dal comando iwlist. Per ovviare a ciò, è necessario impostare correttamente il regional domain della suddetta API specificando la seguente opzione al momento del caricamento del relativo modulo del kernel:
modprobe cfg80211 ieee80211_regdom="EU"
modprobe cfg80211 ieee80211_regdom="EU"
Per fare ciò è necessario che cfg80211 sia compilato come modulo. Per rendere effettiva la modifica in modo permanente, è sufficiente inserire nel file:
+
Per fare ciò è necessario che cfg80211 sia compilato come modulo. Per rendere effettiva la modifica in modo permanente, è sufficiente creare il file:
/etc/modprobe.conf
+
/etc/modprobe.d/cfg80211
la seguente stringa:
+
contenente la seguente stringa:
options cfg80211 ieee80211_regdom="EU"
options cfg80211 ieee80211_regdom="EU"
Utilizzando iwlist è dunque possibile controllare la lista di tutti i canali resisi disponibili.
Utilizzando iwlist è dunque possibile controllare la lista di tutti i canali resisi disponibili.

Versione delle 22:11, 25 feb 2009


Questo piccolo tutorial spiega come configurare una wireless su slackware 10.2, in particolare verrà trattato il caso in cui il sistema venga connesso come client di una rete con dhcp server già attivo. Per questo tutorial è necessario avere i permessi di root e il vostro editor preferito e i wireless tools.

Indice

Configurazione

Per configurare una scheda wireless si usano i wireless tools. I parametri che si possono passare sono:

iwconfig interface \
[essid X] \Nome della Lan wireless
[nwid N] \Domain Id
[freq F] \Frequenza
[channel C] \Canale
[sens S] \Sensibilità
[mode M] \modo - Managed, Ad-hoc
[ap A] \Access Point
[Key K] \Chiave Di criptazione

Vi sono 2 modi per far caricare la configrazione:

Inet1

Il file /etc/rc.d/rc.inet1.conf gestisce le configurazioni di rete del sistema. L'ultima parte è dedicata alla wireless:

IFNAME[4]="wlan0"
#IPADDR[4]=""
#NETMASK[4]=""
USE_DHCP[4]="yes"
#DHCP_HOSTNAME[4]="icculus-wireless"
DHCP_KEEPRESOLV[4]="yes"
#DHCP_KEEPNTP[4]="yes"
#DHCP_KEEPGW[4]="yes"
#DHCP_IPADDR[4]=""
#WLAN_ESSID[4]=mywireless
#WLAN_MODE[4]=Managed
##WLAN_RATE[4]="54M auto"
##WLAN_CHANNEL[4]="auto"
##WLAN_KEY[4]="D5AD1F04ACF048EC2D0B1C80C7"
##WLAN_IWPRIV[4]="AuthMode=WPAPSK EncrypType=TKIP WPAPSK=7B1ABEEB5D197741923ED26727569C365E31212096A0EAFAD563B268BAD01CAF TxRate=0"
#WLAN_WPA[4]="wpa_supplicant"
#WLAN_WPADRIVER[4]="ndiswrapper"

## Some examples of additional network parameters that you can use.
## Config information for wlan0:
#IFNAME[4]="wlan0"              # Use a different interface name nstead of
                                # the default 'eth4'
#HWADDR[4]="00:01:23:45:67:89"  # Overrule the card's hardware MAC address
#MTU[4]=""                      # The default MTU is 1500, but you might need
                                # 1360 when you use NAT'ed IPSec traffic.
#DHCP_KEEPRESOLV[4]="yes"       # If you dont want /etc/resolv.conf overwritten
#DHCP_KEEPNTP[4]="yes"          # If you don't want ntp.conf overwritten
#DHCP_KEEPGW[4]="yes"           # If you don't want the DHCP server to change
                                # your default gateway
#DHCP_IPADDR[4]=""              # Request a specific IP address from the DHCP
                                # server
#WLAN_ESSID[4]=DARKSTAR         # Here, you can override _any_ parameter
                                # defined in rc.wireless.conf, by prepending
                                # 'WLAN_' to the parameter's name. Useful for
                                # those with multiple wireless interfaces.
#WLAN_IWPRIV[4]="AuthMode=WPAPSK EncrypType=TKIP WPAPSK=thekey TxRate=0"
                                # Some drivers require a private ioctl to be
                                # set through the iwpriv command. If more than
                                # one is required, you can place them in the
                                # IWPRIV parameter (space-separated, see the
                                # example).

modificando i parametri della wireless con la propria configurazione, verranno caricati i parametri della rete. Il secondo file da modificare è /etc/rc.d/rc.wireless.conf. La modifica di questo file è subordinata a quello precedente per cui se avete già impostato i parametri non sarà necessario modificarlo. Per fa si che a seconda della scheda di rete inserita venga caricata una configurazione diversa leggete il mac address della scheda:

# ifconfig | grep wlan
  wlan0     Link encap:Ethernet  HWaddr 00:09:5B:74:37:55

quindi aggiungete al /etc/rc.d/rc.wireless.conf:

00:09:5B:*)
    INFO="Configurazione della mia scheda"
    ESSID="myessid"
    MODE="Managed"
    CHANNEL="1"
    RATE="auto"
    KEY="chiave in esadecimale"
;;

le cifre sono le prime 6 del mac address. Fatto questo riavviate /etc/rc.d/rc.inet1

$ su
# sh /etc/rc.d/rc.inet1 restart

Consiglio di non utilizzare tutti i parametri possibili in quanto il sistema riesce comunque a collegarsi e con delle condizioni troppo restrittive (o sbagliate) potrebbe non funzionare.

Analisi dei parametri nell'inet1.conf

IFNAME

Nome della device, normalmente wlanX, ma in alcuni casi anche ath, per conoscere l'elenco delle periferiche abilitate alla connessione wireless usare iwconfig -a

IPADDR

Ip statico

NETMASK

Maschera utilizzata

USE_DHCP

Autorizza l'uso del dhcp

DHCP_HOSTNAME

Nome del dhcp server

DHCP_KEEPRESOLV

Impostando yes il file resolv.conf non verrà sovrascritto, in questo modo potrete mantenere i dns che avete impostato in precedenza.

DHCP_KEEPNTP

impostando yes il file ntp.conf non veràà sovrascritto, si può lasciare commentato

DHCP_KEEPGW

Impostando yes il dhcp client non cambierà il gateway già impostato

DHCP_IPADDR

Ip del dhcp server, il più delle volte non è necessario inserirlo

WLAN_ESSID

Il nome della rete wireless

WLAN_MODE

Tipo di lan le opzioni sono: managed, ad-hoc

WLAN_RATE

Velocità predefinita

WLAN_CHANNEL

Canale utilizzato

WLAN_KEY

Chiave wep della wireless

WLAN_IWPRIV

Parametri per configurare una wireless privata, vengono passati i parametri:

AuthMode=WPAPSK

Tipo di autorizzaziorn

EncrypType=TKIP 

Algoritmo di criptazione

WPAPSK

Chiave wpa WLAN_WPA Tipologia di wpa usato di default viene selezionato wpa_supplicant

WLAN_WPADRIVER

Driver che gestisce la wpa

HWADDR

Ridefinisce il MAC address della scheda

Script ad hoc

Copiate il testo di configurazione già scritto qui sotto e modificatelo con i vostri parametri

iwconfig wlan0 mode Managed
iwconfig wlan0 key restricted xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx
iwconfig wlan0 essid LinuxLan
ifconfig wlan0 up
dhcpcd wlan0
pico File di configurazione

copiate all'interno il file sopra

su
mv File di configurazione /usr/local/ 
chmod +x /usr/local/File di configurazione
echo /usr/local/File di configurazione >> /etc/rc.d/rc.local

Il problema che si presenta con uno script di questo tipo è che verrà richiamato solo nel caso in cui abbiate l'access point già attivo e la scheda di rete già collegata, mentre inserendo i parametri nell'inet1 sarà il sistema che lo gestirà autonomamente.

Problemi

Ho configurato la connessione, ho l'access point acceso ma non va:


Per vedere se il sistema rileva l'access point usate:

iwlist wlan0 scan

In questo modo vi verranno elencati tutti i nodi di connessione raggiungibili dalla vostra rete. Se non c'è alcun out put il problema potrebbe essere hardware.


Rilevo solo access point con canale pari o inferiore ad 11


Il problema non è di natura hardware, bensì legato all'impostazione di default del regional domain. Di fatto l'API del kernel delegata alla configurazione della connessione wireless è impostata di default nel rispetto delle leggi statunitensi in materia; questo fa sì che siano resi disponibili i soli canali dall'1 (2.412GHz) all'11 (2.462GHz), pertanto un'eventuale access point impostato su canali quali il 12 ed il 13 non verrà rilevato nè elencato dal comando iwlist. Per ovviare a ciò, è necessario impostare correttamente il regional domain della suddetta API specificando la seguente opzione al momento del caricamento del relativo modulo del kernel:

modprobe cfg80211 ieee80211_regdom="EU"

Per fare ciò è necessario che cfg80211 sia compilato come modulo. Per rendere effettiva la modifica in modo permanente, è sufficiente creare il file:

/etc/modprobe.d/cfg80211

contenente la seguente stringa:

options cfg80211 ieee80211_regdom="EU"

Utilizzando iwlist è dunque possibile controllare la lista di tutti i canali resisi disponibili.


autore: l1q1d 14:47, Feb 6, 2006 (CET) addendum: Albatros_la aka AsPh4lTo, 16:57, Jan 9, 2009 (CET)

Strumenti personali
Namespace

Varianti