Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Postate qui per tutte le discussioni legate a Linux in generale.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Citare sempre la versione di Slackware usata, la versione del Kernel e magari anche la versione della libreria coinvolta. Questi dati aiutano le persone che possono rispondere.
2) Per evitare confusione prego inserire in questo forum solo topic che riguardano appunto Gnu/Linux in genere, se l'argomento è specifico alla Slackware usate uno dei forum Slackware o Slackware64.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.
Avatar utente
navajo
Staff
Staff
Messaggi: 3884
Iscritto il: gio 8 gen 2004, 0:00
Nome Cognome: Massimiliano
Slackware: 13.37 (x86_64)
Kernel: 2.6.37.6
Desktop: KDE 4.7.0 (Alien)
Località: Roma

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da navajo »

giusto per correttezza, sposto il topic in GNU/Linux in genere. scusate se non si è fatto prima, ma credo che con slackware propio, abbia poco a che fare..

Avatar utente
brainvision
Packager
Packager
Messaggi: 761
Iscritto il: ven 26 dic 2008, 18:23
Nome Cognome: Leonardo Totaro
Slackware: x86_64-current
Kernel: 3.7.1
Desktop: xfce 4.10
Località: bologna (bo)
Contatta:

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da brainvision »

Luci0 ha scritto:... ma sei un Crimsoniano ?
per l'esattezza, sono Re Krimson..!! :D :D

conraid ha scritto:Cosa ve ne fate della sintassi colorata se apprezzate tutti le more non lo capisco :-k
splendida davvero, questa..
e comunque, l'opinione di conraid ancora non l'ho sentita.. e sì che interessebbe parecchio, anche..

Avatar utente
maupao
Linux 1.x
Linux 1.x
Messaggi: 106
Iscritto il: dom 7 ott 2007, 1:45
Nome Cognome: Paolo Mauri
Slackware: 13.37
Kernel: 2.6.37.6-smp
Desktop: fluxbox
Località: Lecco

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da maupao »

ciao
grazie brain per il trhead. Io uso fluxbox. Siccome è essenziale, lo trovo versatile al punto giusto. Sinceramente kde mi richiama troppo l'ambiente win e la cosa mi dà fastidio. Xfce è un de che uso raramente, quindi non so esprimere un giudizio, anche se devo dire che graficamente, esteticamente, non mi dispiace.
Sono d'accordo con Mario quando afferma che il pc deve fare quello che dico io, e non quello che qualcun altro ha impostato per me. Sul mio pc lavoro ormai esclusivamente con slack, ma quando mi capita di aver a che fare con win una delle cose che mi infastidiscono di più è proprio il cercare di anticipare le tue mosse con "servizi" che nessuno ha chiesto e che io non voglio.
colgo anche l'occasione per ringraziare tutti coloro che scrivono sul forum. slacky è diventatio il mio punto di riferimento quando ho bisogno di studiare qualcosa che non capisco (e di cose ce ne sono ancora un'infinità!)
Io ho dato un'occhiata anche a e17 e non mi è dispiaciuto. Poi sono tornato al mio primo amore: fluxbox. Mi diverto a cercare pian piano tutto ciò che si può fare per modellarlo sulle mie esigenze.
Paolo

Avatar utente
brainvision
Packager
Packager
Messaggi: 761
Iscritto il: ven 26 dic 2008, 18:23
Nome Cognome: Leonardo Totaro
Slackware: x86_64-current
Kernel: 3.7.1
Desktop: xfce 4.10
Località: bologna (bo)
Contatta:

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da brainvision »

Offtopic: buongiorno a tutti, ragazze e ragazzacci..

Vado un attimino fuori topic ma aprire un novello thread non mi pareva il caso per una domandina facile facile.. Spero davvero qualcuno riesca a rispondermi..

In pratica durante il processo di installazione della cara slackware, in fase di montaggio delle partizioni, nello help screen viene spiegato che è consigliabile non creare e montare partizioni specifiche per le i percorsi /boot/ e /bin/ (o forse /lib/, ma non sono sicurissimo, dovrei rivedere un attimino).. Eppure ho visto che quella di creare una partizione di max 200 MB per /boot/ è una pratica abbastanza diffusa..
Qualcuno sa precisarmi le cose un po' meglio o anche soltanto "passarmi" un link dove si tratti la faccenda più approfonditamente?
Grazie!

E, in seconda battuta, visto che le primarie utilizzabili sono al max 3, considerando che si devono creare obbligatoriamente anche delle logiche, secondo voi è meglio usarle, le primarie, per:

Codice: Seleziona tutto

1.: /
2. /usr
3. /home
oppure qualcosa tipo così:

Codice: Seleziona tutto

1. /boot
2. /
3. /usr
e poi di seguito come estese tutte le altre, che nel mio partizionamento ideale sono /tmp (2 GB); /var (2,5 GB) ed /home?
Grazie mille a chi volesse darmi qualche consiglio sulla base delle proprie esperienze dirette, consigli che per me valgono di più di qualsiasi guida scritta da qualsiasi eminenza linuxiana (beh, insomma, poi dipende, ovviamente :) )[/offtopic]

bau bau!!

Avatar utente
danix
Staff
Staff
Messaggi: 3287
Iscritto il: ven 27 ott 2006, 19:32
Nome Cognome: Danilo M.
Slackware: 64 14.1
Kernel: 4.4.0
Desktop: kde4
Località: Siderno (RC)
Contatta:

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da danix »

brainvision ha scritto:Offtopic: buongiorno a tutti, ragazze e ragazzacci..

Vado un attimino fuori topic ma aprire un novello thread non mi pareva il caso per una domandina facile facile.. Spero davvero qualcuno riesca a rispondermi..

In pratica durante il processo di installazione della cara slackware, in fase di montaggio delle partizioni, nello help screen viene spiegato che è consigliabile non creare e montare partizioni specifiche per le i percorsi /boot/ e /bin/ (o forse /lib/, ma non sono sicurissimo, dovrei rivedere un attimino).. Eppure ho visto che quella di creare una partizione di max 200 MB per /boot/ è una pratica abbastanza diffusa..
Qualcuno sa precisarmi le cose un po' meglio o anche soltanto "passarmi" un link dove si tratti la faccenda più approfonditamente?
Grazie!

E, in seconda battuta, visto che le primarie utilizzabili sono al max 3, considerando che si devono creare obbligatoriamente anche delle logiche, secondo voi è meglio usarle, le primarie, per:

Codice: Seleziona tutto

1.: /
2. /usr
3. /home
oppure qualcosa tipo così:

Codice: Seleziona tutto

1. /boot
2. /
3. /usr
e poi di seguito come estese tutte le altre, che nel mio partizionamento ideale sono /tmp (2 GB); /var (2,5 GB) ed /home?
Grazie mille a chi volesse darmi qualche consiglio sulla base delle proprie esperienze dirette, consigli che per me valgono di più di qualsiasi guida scritta da qualsiasi eminenza linuxiana (beh, insomma, poi dipende, ovviamente :) )[/offtopic]

bau bau!!
l'argomento è stato trattato varie volte, comunque ti dico lo stesso la mia opinione, e cioè che per un uso domestico del pc non hai bisogno di tutto ciò... ti bastano 2 partizioni, / e /home (3 se contiamo anche la swap)... fine :)
Se invece sei in dual boot potrebbe tornarti utile una partizione di scambio in fat32...
danix
myself ha scritto:non sono molto presente sul forum, e di ciò mi scuso con tutti

kanzy
Linux 2.x
Linux 2.x
Messaggi: 210
Iscritto il: sab 10 mag 2008, 15:02
Slackware: 14.2

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da kanzy »

preferisco Xfce (che uso su Zenwalk), ma su slack per praticità (in primis bluetooth) e pigrizia uso kde, anche se lo trovo ridondante e vorace.
l'uomo ha bisogno di cibo rifugio e storie

Avatar utente
joe
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 3173
Iscritto il: ven 27 apr 2007, 11:21
Slackware: 14.2
Kernel: 4.4.38
Desktop: KDE-4.14.21

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da joe »

Ero partito con una Fedora-3/4 che montava gnome ambiente che ho sempre preferito a kde per pura estetica, non filosofia o altro...lì non mi esprimo.
Poi sono passato a slackware e ho continuato a prediligere le gtk nonostante sulla 11 non vi fosse gnome, così scelsi xfce. Bello, ma se devo essere sincero preferisco gnome. Xfce mi sembrava tuttavia più leggero, ma probabilmente anche il fatto di passare da fedora a slackware ha contato qualcosa immagino.

Poi xfce mi ha stufato...ommeglio, diciamo che sono abbastanza lunatico e dopo un po' voglio cambiare aria in termini di desktop. Da quando ho iniziato a smanettare con cygwin e poi con linux, mi ha sempre affascinato la shell e i terminali a linea di comando, tenete conto che alla fine anche ora quando raramente avvio windows per pprima cosa avvio un rxvt di cui ho un link sulla barra applicaziioni.
Quindi col tempo ho cercato sempre di imparare ad usare meglio la shell, abituandomi a prediligere tutto ciò che si poteva fare da terminale rispetto ad interface grafiche. Procedendo in questa direzione ho imparato a conoscere e ad apprezzare aprecchio screen, che ritengo un ambiente di lavoro insostituibile.
Insomma alla fine mi ritrovato ad utilizzare in xfce un browser, un terminale con screen ed N shell, qualche pdf aperto, a volte mplayer sempre da terminale...E alla fine mi sono detto: perchè non risparmiare ancora un po' di ram provando un ambiente grafico più leggero?

Ho provato da TWM ad altri svariati WM e alla fine sono passato a fluxbox. Lo avevo anche reso molto carino ai miei occhi, con uno sfondo sfumato, vi avevo creato anche un orologio analogico imparando qualche cosa di gimp e avevo configurato mrxvt con trasparenza fittizia....insomma era venuto fuori un ambiente con un certo stile estetico che anche adesso non mi spiace e non mi stufa. C'era anche uno screenshot in un thread in cui si parlava di fluxbox (fluxbox user e qualcosa).
Ritengo che fluxbox sia molto valido almeno per uso domestico, è facile da configurare e può essere integrato con opportuni desklets in modo da essere anche più rapido nell'uso, tipo icone a vista ecc ecc. (ahh ecco qua c'è ancora lo screenshot....purtroppo a caus di un mio errore avevo cancellato il file creato con gimp....pazienza: http://img523.imageshack.us/img523/8062 ... giorg3.jpg).

Bene. Tutto sommato avevo un risparmio di ram più che accettabile rispetto ad xfce e un ambiente ugualmente usabile per quelle che erano le mie esigenze.

Col tempo sono incappato nuovamente in altre alternative e o letto dei WM interattivi, tipo ion, e altri, e ho provato wmii.
Per provato intendo installato usato un po' con delusione (non è molto intuitivo ed è necessaria una fase di apprendimento cui bisogna necessariamente "piegarsi"), letto documentazione, configurato in alcuni aspetti....ecc ecc.
Alla fine lo sto usando da un anno abbondante. Diciamo che lo uso ad un livello di configurazione che sfrutta l'1% delle possibiità, ma trovo ugualmente che sia molto comodo l'auto ordinamento delle finestre, in più modalità a secondo della circostanza, carina la possibiltà di vedere gli output di certi programmi direttamente sulla barra applicazioni, la possibilità di lanciare applicazioni premendo AZIONE-p nome (funziona l'autocompletamento in modo intuitivo), il key mapping di alcune associazioni di tasti per far partire "a memoria" le applicazioni più utilizzate. Facilità di migrazione la configurazione sta in un file di testo...ovvio che tutti i programmi richiamati devono essere presenti anche sul nuovo sistema.
Insomma, esteticamente parlando si vede unicamente ciò che vi è dentro le finestre...non c'è desktop, nè sfondo (almeno usandolo "a la wmii way").
Direi che mi ci trovoparecchio bene e attualmente non vedo motivi per cambiare.
Va da se che in un ambiente così, il pinguino deve essere pensato come controllabile praticamente in tutto da shell....anzi no, anche in questo contesto possono farsi partire programmi grafici per impostare e configurare aspetti di linux, diciamo però che non vi è tutto integrato e "a vista", a portata di click come può essere in kde o gnome....quindi bisogna sapere con un po' più di consapevolezza ciò che si sta facendo.

Tempo fa ho provato anche slax con il suo KDE-3.5.10 (...mi pare, sicuramente 3.5.x comunque). E sarà lo sfondo con le scarpette, non so..mi ha piacevolmente colpito. Non usavo kde praticamente da anni e non l'ho mai utilizzato seriamente per un po' di tempo. Chissà magari in futuro lo riprovo...

PS.
Io utilizzo un cell collegato con un dongle usb-bluetooth al protatile e una volta effettuato il pairing tra i dispositivi ho messo /etc/rc.d/rc.bluetooth nei servizzi allo startup....questo l'ho fatto una sola volta, poi accedo al cellulare come se non ci fosse bluetooth...fa tutto dietro le quinte. In cosa consiste la praticità di kde circa il discorso bluetooth? Chiedo perchè il mio telefono mi dà un problema col pairing quando effettuo una certa manovra

Saluti e scusate la lunghezza.
Saluti :-)

leocata
Linux 3.x
Linux 3.x
Messaggi: 595
Iscritto il: mar 5 feb 2008, 22:25
Slackware: 13.1
Desktop: xfce 4.x
Località: Giarre(CT)
Contatta:

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da leocata »

Onestamente se devi far funzionare hardware secondo me i vari DE servono a poco..... Nel senso che alla fine per connettermi in bluetooth utilizzo sempre wvdial ma se devo dire si può fare anche con ppp-go... basta saper dove mettere le mani. In effetti inizio a pensare che la console è molto più efficiente di qualsiasi DE esempio:
leonardo@medusa:~$ find -name mam* > leo.txt |kedit leo.txt
fai la stessa cosa e confronta i tempi #-o
e non sono tanto bravo.....

Avatar utente
conraid
Staff
Staff
Messaggi: 13429
Iscritto il: gio 14 lug 2005, 0:00
Nome Cognome: Corrado Franco
Slackware: current64
Desktop: kde
Località: Livorno
Contatta:

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da conraid »

brainvision ha scritto:
conraid ha scritto:Cosa ve ne fate della sintassi colorata se apprezzate tutti le more non lo capisco :-k
splendida davvero, questa..
e comunque, l'opinione di conraid ancora non l'ho sentita.. e sì che interessebbe parecchio, anche..
le punkettone colorate... ah parlavi di desktop :-)
Adesso utilizzo kde4, ma più che altro per provarlo. Invece kde3 lo utilizzavo perchè "costretto". Infatti sono d'accordo con chi ha detto che è inutile utilizzare fluxboz, xfce se poi si utilizzano le applicazioni con la k
Io prima utilizzavo blackbox. In un p3@1ghz con 512mb di ram.
Per il resto usavo mozilla, Eterm, mutt, slrn, quanta, gimp e non ricordo cos'altro.
Poi quanta iniziò ad essere troppo kde dipendente, lo lanciavo e si portava dietro vari pezzi di kde. Siccome il mio lavoro era principalmente fare siti usando html+css+php trovai più conveniente (in termini sia di prestazioni sia di consumo della memoria sia di produttività) utilizzare direttamente kde. E da li non mi sono mai mosso. Ed iniziai anche ad usare altri programmi di kde, come konsole, knode e kopete. Poi adesso utilizzo anche amarok e k3b
Con il passaggio a kde4 devo dire che non essendoci quanta, avendo knode vari problemi, potrei anche tornare a blackbox, o meglio a fluxbox, e sostituire konsole con rxvt-unicode e kopete con pidgin o altro. Ma come ti ho detto ridotto all'osso trovo che la produttività sarebbe uguale, per adesso il consumo di memoria e di cpu è dato più da firefox o eclipse che da kde4

Quindi ricapitolando, esteticamente preferisco (black|flux)box, ma per l'uso quotidiano ormai mi sono assuefatto a kde
Xfce l'ho provato solamente qualche volta anni fa, ora sarà completamente diverso

Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun 3 set 2007, 21:20
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey
Località: Cuasso al Monte (VA)

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da Mario Vanoni »

danix ha scritto:
brainvision ha scritto:Offtopic: buongiorno a tutti, ragazze e ragazzacci..

Vado un attimino fuori topic ma aprire un novello thread non mi pareva il caso per una domandina facile facile.. Spero davvero qualcuno riesca a rispondermi..

In pratica durante il processo di installazione della cara slackware, in fase di montaggio delle partizioni, nello help screen viene spiegato che è consigliabile non creare e montare partizioni specifiche per le i percorsi /boot/ e /bin/ (o forse /lib/, ma non sono sicurissimo, dovrei rivedere un attimino).. Eppure ho visto che quella di creare una partizione di max 200 MB per /boot/ è una pratica abbastanza diffusa..
Qualcuno sa precisarmi le cose un po' meglio o anche soltanto "passarmi" un link dove si tratti la faccenda più approfonditamente?
Grazie!

E, in seconda battuta, visto che le primarie utilizzabili sono al max 3, considerando che si devono creare obbligatoriamente anche delle logiche, secondo voi è meglio usarle, le primarie, per:

Codice: Seleziona tutto

1.: /
2. /usr
3. /home
oppure qualcosa tipo così:

Codice: Seleziona tutto

1. /boot
2. /
3. /usr
e poi di seguito come estese tutte le altre, che nel mio partizionamento ideale sono /tmp (2 GB); /var (2,5 GB) ed /home?
Grazie mille a chi volesse darmi qualche consiglio sulla base delle proprie esperienze dirette, consigli che per me valgono di più di qualsiasi guida scritta da qualsiasi eminenza linuxiana (beh, insomma, poi dipende, ovviamente :) )[/offtopic]

bau bau!!
l'argomento è stato trattato varie volte, comunque ti dico lo stesso la mia opinione, e cioè che per un uso domestico del pc non hai bisogno di tutto ciò... ti bastano 2 partizioni, / e /home (3 se contiamo anche la swap)... fine :)
Se invece sei in dual boot potrebbe tornarti utile una partizione di scambio in fat32...
[OT]

Per Linux soltanto, premettendo un sistema post-1998 (man 5 lilo.config, lba32),
con HD da 100GB in su`, WD ha annunciato il primo con 2TB e 64MB mem on-board,
una partizione unica per root (/), niente problemi se una dir cresce.
Dal 2000 uso sempre e solo una partizione unica e niente swap,
avendo ora 4GB di RAM, prima 2GB e nel 2000 1GB.

Avatar utente
joe
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 3173
Iscritto il: ven 27 apr 2007, 11:21
Slackware: 14.2
Kernel: 4.4.38
Desktop: KDE-4.14.21

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da joe »

Mi sa che hai mescolato un po' le cose...il senso è chiaro comunque.
Diciamo che anche tu probabilmente per connetterti ad internet gestisci il tuo modem con wvdial, usi anche tu un cellulare immagino e lo colleghi al pc via bluetooth.

Quindi separerei le due cose:

1- collegamento via bluetooth e creazione del device /dev/rfcomm0
2- configurazione wvdial impostando /dev/rfcomm0 come modem

Per quanto riguarda il punto 2 io uso due script /etc/ppp/gprs.chat in cui mi sono scritto la sessione inizializzazione del cellulare e /etc/ppp/peers/gprs in cui ho messo le impostazioni per pppd. Poi mi connetto con "pppd call gprs".

La mia affermazione circa la presunta praticità di kde invece si riferiva al discorso dell'impostazine del bluetooth. E la domanda resta.
Nel bluetooth una volta configurati i files /etc/bluetooth/hcid.conf e /etc/bluetooth/rfcomm.conf ed eventualmente /etc/bluetooth/passkeys/ID-CELLULARE il gioco è fatto.....

Quasi a dire il vero perchè bisogna associare il cellulare al PC.
E in questa fase trovo qualche problema noioso, ma in riferimento ad un'esgenza particolare:

ho due PC e un solo dongle BT-usb.
Collego ciascun PC ad internet alternativamente.
Poniamo che abbia associato il cell al PC numero 1. Sul cellulare risulta l'associazione correttamente e funziona tutto ok, cioè quando effetuo la connessione si connette senza problemi.

Il problema sorge quando disconnetto il primo PC e voglio connettere il secondo:
- stacco il dongle dal primo PC
- lo attacco sul secondo
- come fare ad associare il cellulare al secondo PC visto che uso lo stesso dongle?

Infatti dal cellulare non trovo alcun dispositivo da associare.
Probabilmente perchè il dongle è lo stesso già associato (l'ID bluetooth del dongle è unico e il cell non lo riconosce come "nuovo" device).

Soluzione noiosa: cancello sul cellulare l'associazione impostata al PC1 e associo nuovamente il dongle che sta sul PC2.

Soluzione fattibile, ma devo farlo ogni volta che voglio cambiare PC connesso ad internet.

Soluzione sicura: acquistare un secondo dongle da la sciare fisso sul PC2 per esempio.
In questo modo avrò sul cellulare due dispositivi associati contemporaneamente PC1 e PC2. Ovviamente ne connetterò sempre solo uno alla volta ad internet ma quello è un'altro discorso.


(Tenete presente che per il momento i due PC non sono collegati in rete tra loro).
Altre soluzioni?

Cioè c'è un modo per avere sul cell i due PC associati (non connessi, associati) contemporaneamente? Tenuto conto che entrambi usano lo stesso dongle BT?

Avatar utente
masalapianta
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 2775
Iscritto il: lun 25 lug 2005, 0:00
Nome Cognome: famoso porco
Kernel: uname -r
Desktop: awesome
Distribuzione: Debian
Località: Roma
Contatta:

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da masalapianta »

Mario Vanoni ha scritto: Per Linux soltanto, premettendo un sistema post-1998 (man 5 lilo.config, lba32),
con HD da 100GB in su`, WD ha annunciato il primo con 2TB e 64MB mem on-board,
una partizione unica per root (/), niente problemi se una dir cresce.
Dal 2000 uso sempre e solo una partizione unica e niente swap,
avendo ora 4GB di RAM, prima 2GB e nel 2000 1GB.
ancora con questa fesseria?
in generale vale quanto ti ho spiegato qui viewtopic.php?f=2&t=25203&p=206867
in particolare per i sistemi desktop conviene avere /home separata per non aver problemi in caso di reinstallazione (o se si ha un dual boot linux/linux)
inoltre, non so se ne sei al corrente, ma sono anni che esistono i logical volume manager.

Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun 3 set 2007, 21:20
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey
Località: Cuasso al Monte (VA)

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da Mario Vanoni »

masalapianta ha scritto:
Mario Vanoni ha scritto: Per Linux soltanto, premettendo un sistema post-1998 (man 5 lilo.config, lba32),
con HD da 100GB in su`, WD ha annunciato il primo con 2TB e 64MB mem on-board,
una partizione unica per root (/), niente problemi se una dir cresce.
Dal 2000 uso sempre e solo una partizione unica e niente swap,
avendo ora 4GB di RAM, prima 2GB e nel 2000 1GB.
ancora con questa fesseria?
in generale vale quanto ti ho spiegato qui viewtopic.php?f=2&t=25203&p=206867
in particolare per i sistemi desktop conviene avere /home separata per non aver problemi in caso di reinstallazione (o se si ha un dual boot linux/linux)
inoltre, non so se ne sei al corrente, ma sono anni che esistono i logical volume manager.
Grazie tuttologo rimasto all'eta` della pietra.

Ho un USB stick sempre montato dove registro due volte la giorno
tutti i dati fondamentali per una reinstallazione.
Questo sulle tre macchine che ho attualmente in uso.

Quando dici:
ancora con questa fesseria?
in generale vale quanto ti ho spiegato qui viewtopic.php?f=2&t=25203&p=206867
*** non vale necessariamente universalmente! ***

Scusa tanto, dimenticavo, il tuttologo del forum sei TU.
Ultima modifica di Mario Vanoni il ven 8 mag 2009, 17:22, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Vito
Staff
Staff
Messaggi: 4180
Iscritto il: mar 5 dic 2006, 17:28
Nome Cognome: Vito
Desktop: MacOS
Località: Monaco (DE)
Contatta:

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da Vito »

Non c'è problema se entrambi avete due opinioni diverse...ognuno ha i suoi metodi!
Io non posso giudicare perchè non ho la vostra esperienza,
però non degeneriamo:il bello dei forum è poter confrontare opinioni diverse! ;)
"Stat rosa pristina nomina, nomina nuda tenemus." [ Umberto Eco - Il nome della rosa]

"Faber est suae quisque fortunae ." [ Appio Claudio Cieco]

Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun 3 set 2007, 21:20
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey
Località: Cuasso al Monte (VA)

Re: Riflessioni (o sciocchezze) varie: KDE, Gnome o Xfce?

Messaggio da Mario Vanoni »

Vito ha scritto:Non c'è problema se entrambi avete due opinioni diverse...ognuno ha i suoi metodi!
Io non posso giudicare perchè non ho la vostra esperienza,
però non degeneriamo:il bello dei forum è poter confrontare opinioni diverse! ;)
Hai ragione, sei piu` saggio di noi!

Scusa, ma mi inca**o se esperienze modernissime
vengono tassate come fesserie da uno del Multics 1964.
Come confrontare la nuova 500 con un Fiaker di Vienna!

Rispondi