fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo :D

Postate qui per tutte le discussioni legate a Linux in generale.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Citare sempre la versione di Slackware usata, la versione del Kernel e magari anche la versione della libreria coinvolta. Questi dati aiutano le persone che possono rispondere.
2) Per evitare confusione prego inserire in questo forum solo topic che riguardano appunto Gnu/Linux in genere, se l'argomento è specifico alla Slackware usate uno dei forum Slackware o Slackware64.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.
Avatar utente
Ansa89
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 2703
Iscritto il: mer 29 ago 2007, 17:57
Nome Cognome: Stefano Ansaloni
Slackware: 14.2 64bit
Kernel: 4.9.61
Desktop: XFCE 4.12
Località: Modena

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da Ansa89 »

lablinux ha scritto:caspita ma ce l'hai a morte con kde.
:lol: :lol:

sir_alex
Linux 3.x
Linux 3.x
Messaggi: 735
Iscritto il: lun 21 mar 2005, 0:00
Kernel: 2.6.35-22
Desktop: KDE4
Distribuzione: Ubuntu
Località: Milano - Corbola (RO)
Contatta:

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da sir_alex »

Bah, io sarò la solita eccezione che conferma la regola, ma ho un dell studio 15 con scheda video ati (driver proprietari, dato che quelli open rompevano le scatole con il throttling) ed un eeepc con scheda video intel: zero bug grafici (ovviamente sull'eee non uso effetti grafici, non vedo perchè rallentare il sistema visto che il suo obiettivo è durare il più a lungo possibile in batteria cercando di consumare poco), zero bug di dolphin con la 4.5, zero bug per quanto riguarda l'uso che faccio io del pc.
Non so che configurazioni abbiate, però...

Esistono bug noti, i quali effettivamente non sono risolti da un po' (ad esempio ce n'è uno con webdav), ma definire kde un colabrodo (com'è stato fatto nell'altro thread) non sta nè in cielo nè in terra francamente.

hashbang
Packager
Packager
Messaggi: 1992
Iscritto il: ven 4 giu 2010, 10:27
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: macOS | OpenBSD
Località: Lecce / Bergamo
Contatta:

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da hashbang »

lablinux ha scritto:caspita ma ce l'hai a morte con kde.
No. ce l'ho con chi sviluppa con i piedi software di largo consumo che dovrebbe essere ottimo. Ho usato per più di due anni GNOME e non è mai crashato una volta. Neanche una! Una release migliore dell'altra. Poi dalla 2.30 si è appesantito notevolmente (e non so perchè, dopotutto non mi pare diverso dal 2.28, che era perfetto). Ho usato KDE 3.5.10 e andava perfettamente. Ho usato KDE4 e ad ogni release si scoprono inconvenienti che su altri rilasci non c'erano. Il miglior rilascio di KDE4 è il 4.4.5. Il sistema era molto più stabile ed usabile. Poi esce la 4.5 e via con i bestemmioni. Drag and drop ed ecco che arriva il gestore dei crash di KDE (che da KDE4 è diventato il più fedele "amico" degli utenti), effetto blur che non funziona perchè la mia scheda non è compatibile (la mia scheda video è compatibile con Aero) e che spreca moltissime risorse a dispetto di quando non lo si usa (su Windows 7, se si attiva o meno la trasparenza, Aero consuma sempre poco). Insomma se vi sembrano cose da niente...
non so voi ma a me le cose fighe e che non funzionano non mi piacciono. Preferisco le cose spartane, ma che funzionano SEMPRE.

Inoltre, rispondendo a chi diceva che gli effetti sono indispensabili in un desktop moderno, non credo che in azienda gli utenti che usano delle workstation si divertano con le trasparenze e con i cubi 3d. Tant'è vero che si usa GNOME (nelle piattaforme UNIX).

Rispondendo a chi ha detto che anche Aero non è il massimo, dico solo che Aero è attualmente il miglior compositing manager (neanche quella fesseria implementata su Mac OS X arriva a tanto, nonostante Aqua sia un ottimo desktop environment). Trasparenze fatte bene e un sistema di accelerazione grafica che riconosce TUTTE le schede compatibili (più che le schede, i driver). Inoltre con Windows 7, Aero non è affatto pesante anzi rende il sistema ancora più leggero rispetto al compositing tradizionale.
k8s | rook | flatcar | cert-manager | calico

Codice: Seleziona tutto

host$ kubectl get packager/hashbang -n slacky -o yaml

Gone Berserk
Linux 0.x
Linux 0.x
Messaggi: 43
Iscritto il: lun 19 giu 2006, 9:48
Kernel: 2.6erotti
Desktop: Xfce
Distribuzione: Xubuntu

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da Gone Berserk »

Ho usato, brevemente, KDE4 e aggiornamenti. Lo provavo più per curiosità che per altro, dopo un bel periodo di KDE 3.5. Cosa ci sarà di tanto bello, mi chiedevo. Alcune funzioni interessanti, furbe, ma ... perchè dolphin? Che senso ha quando Konqueror funzionava splendidamente seppur pesante, e nascondeva alla perfezione la differenza fra file system locale e remoto? Perchè la revisione del concetto, intuitivo, di scrivania? Perchè stratificare il sistema dei menù in quella maniera così poco intuitiva?

Sperando di essere in topic, direi che il futuro è decisamente nel passato. LXDE è un buon esempio, mentre XFCE è leggermente più evoluto. Non si tratta neanche di decidere chi sia il terzo incomodo - i "terzi incomodi" hanno una bella fetta di mercato da un pezzo, almeno in base ai linuxari che conosco. Non ci servono grandissime innovazioni tecnologiche, ma solo una migliore integrazione di UNO dei DE "minori" sulla base delle poche buone idee. Punterei su Xfce, una volta che thunar avrà accettato l'idea di integrare un accesso smb-ftp trasparente e di trattare alla nautilus le preview delle immagini, e magari di riprendere alcune funzioni "furbe" di Konqueror. Lo fa' già ora, eh, ma tramite programmi sottostanti.

XFCE è sicuramente più credibile, usabile, professionale, rispetto a Unity... che dovrebbe essere il nuovo standard di Ubuntu, e che reputo una scelta troppo eye-candy. So che Ubuntu non è l'argomento di questo forum, ma volenti o nolenti bisogna ammettere che è il volto di Linux per moltissimi. E infatti sono preoccupato da questa scelta di Canonical. Mi sento di escludere che possa essere il terzo incomodo di cui si parla.

Avatar utente
lablinux
Linux 4.x
Linux 4.x
Messaggi: 1141
Iscritto il: gio 27 nov 2008, 12:23
Desktop: Gnome
Distribuzione: Debian testing
Località: Rho

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da lablinux »

Aggiungerei che con compiz xfce diventa spettacolare.
@ atomix600, ora mi spiego perchè debian 6 è "ferma" alla 4.4.5

hashbang
Packager
Packager
Messaggi: 1992
Iscritto il: ven 4 giu 2010, 10:27
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: macOS | OpenBSD
Località: Lecce / Bergamo
Contatta:

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da hashbang »

Gone Berserk ha scritto:XFCE è sicuramente più credibile, usabile, professionale, rispetto a Unity...
Unity e` troppo giovane per fare confronti. Comunque appoggio la linea di Canonical. Sta creando una SUA distribuzione. Pian piano sta rompendo gli schemi delle classiche distro che vengono viste come una accozzaglia di pacchetti messi sotto un brand. Se la guardiamo da questo lato: openSUSE, Fedora, Debian....sembrano tutte uguali. cambia solo il gestore dei pacchetti. Canonical non sta costruendo piu` una distribuzione, ma sta piano piano costruendo un sistema operativo. E IMHO fa bene. GNU/Linux deve essere vario e ogni distro deve essere unica (per come la vedo io). Fare 500 milioni di distribuzioni tutte uguali solo perche` attratti dalla logica open source e` stupido e controproduttivo. A quel punto e` meglio unire tutte le forze nella costruzione di un GNU/Linux unico.
k8s | rook | flatcar | cert-manager | calico

Codice: Seleziona tutto

host$ kubectl get packager/hashbang -n slacky -o yaml

Avatar utente
lablinux
Linux 4.x
Linux 4.x
Messaggi: 1141
Iscritto il: gio 27 nov 2008, 12:23
Desktop: Gnome
Distribuzione: Debian testing
Località: Rho

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da lablinux »

atomix600 ha scritto: Comunque appoggio la linea di Canonical. [...] A quel punto e` meglio unire tutte le forze nella costruzione di un GNU/Linux unico.
Offtopic: Mettere un bavaglio all'open source non è possibile. Sono daccordo che 500 mila distribuzioni non servano, ma definire stupido chi si crea una propria distro mi sembra eccessivo, prendi ad esempio ubuntu che deriva da debian, non potevano aggregarsi al progetto principale?
Sulle 500 milioni ci sono forse una decina che guidano, da slackware a gentoo passando per arch debian e redhat.
Le altre estrapolano dalle rispettive "mamme" quello che ritengono buono e lo evolvono a loro volta. Casi eclatanti sono Ubuntu, Fedora, Sabayon, ecc...
Basta dare un'occhiata a http://distrowatch.com/

Unity, aspettiamo a vedere cosa esce. Sono un assiduo frequentatore del sito italiano di ubuntu http://forum.ubuntu-it.org/, le prime impressioni vanno dal catastrofico 'ingurdabile', al paradisiaco 'finalmente un interfaccia fatta come si deve'. Ma dovremo aspettare la 11.04 se non la 11.10 per vedere in azione unity, magari con wayland come server grafico.
Aspetto anche gnome 3 e la rivoluzionaria gnome shell. Dai primi resoconti sembra ci sia una certa somiglianza con unity. Ma anche in questo caso è troppo presto per giudicare.
Kde 4.x si è bruciato un sacco di utenti, speriamo che gnome 3 faccia meglio.

hashbang
Packager
Packager
Messaggi: 1992
Iscritto il: ven 4 giu 2010, 10:27
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: macOS | OpenBSD
Località: Lecce / Bergamo
Contatta:

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da hashbang »

lablinux ha scritto:Offtopic: Mettere un bavaglio all'open source non è possibile. Sono daccordo che 500 mila distribuzioni non servano, ma definire stupido chi si crea una propria distro mi sembra eccessivo, prendi ad esempio ubuntu che deriva da debian, non potevano aggregarsi al progetto principale?
Sulle 500 milioni ci sono forse una decina che guidano, da slackware a gentoo passando per arch debian e redhat.
Le altre estrapolano dalle rispettive "mamme" quello che ritengono buono e lo evolvono a loro volta. Casi eclatanti sono Ubuntu, Fedora, Sabayon, ecc...
Basta dare un'occhiata a http://distrowatch.com/
Offtopic: e chi parla di bavaglio? io appoggio canonical, perche` il suo non e` un semplice fork. Ormai e` un sistema che ha preso una sua piega, nel bene e nel male. Ora stanno sviluppando una alternativa GNOME Shell, domani credo che sara` un'alternativa all'intero GNOME. Vogliono personalizzare la loro distribuzione. Renderla unica. Ecco perche` appoggio la loro politica. Ecco cosa critico delle altre distro (eccetto slackware, gentoo e arch che sono un caso a parte). Non hanno una caratteristica che le renda uniche. IMHO sono fotocopie con un diverso gestore dei pacchetti. C'e` tantissima gente che quando si avvicina a Linux guarda molte distro e poi dice, IMHO giustamente: ma cosa cambia tra pinco e pallino? Sembrano uguali...
e la cosa assurda e` che non hanno tutti i torti.

Per unity credo che un prodotto funzionante lo si potra` tirar fuori solo per la prossima LTS. Conoscendo Canonical che non mantiene tutte le sue promesse (vedi promessa del nuovo tema), credo che l'implementazione sia ancora lontana. Anche se gli avvenimenti sembrano dire tutt'altro. Se fossi in loro aspetterei.
Credo che Unity in futuro inglobera` nel suo interno molte parti di GNOME fino a trasformarsi in un DE autonomo.
k8s | rook | flatcar | cert-manager | calico

Codice: Seleziona tutto

host$ kubectl get packager/hashbang -n slacky -o yaml

Avatar utente
robbybby
Linux 4.x
Linux 4.x
Messaggi: 1223
Iscritto il: sab 16 dic 2006, 10:48
Slackware: 13.1 / 64 bit
Kernel: 3.3.x
Desktop: KDE 4.4.5
Località: Fra Trantor e Terminus

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da robbybby »

lablinux ha scritto:Aggiungerei che con compiz xfce diventa spettacolare.
Offtopic: Scusa, lablinux, ma come hai fatto a fare andare compiz con xfce? Ho visto che usi Slackware64 13.1, come me. A me, quando tento di caricare compiz con
compiz --replace ccp
o con
LIBGL_ALWAYS_INDIRECT=1 compiz --replace ccp
mi dice sempre che non trova il plugin ccp.

Gone Berserk
Linux 0.x
Linux 0.x
Messaggi: 43
Iscritto il: lun 19 giu 2006, 9:48
Kernel: 2.6erotti
Desktop: Xfce
Distribuzione: Xubuntu

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da Gone Berserk »

@atomix:

Vive la difference :D Specie per le distro.
Ma per fare un super sistema operativo non sei costretto a "instupidire" l'interfaccia. Unity è bella, davvero, ma mi sembra molto netbookkosa. Ottima se hai poco spazio su schermo, e se vuoi gratificare l'utente con tante belle icone colorate. Si poteva "semplicemente" customizzare openbox, sviluppare, come è stato fatto dal piccolissimo progetto lxde, una dock a parte e qualche estensione. E' vero che le distro sono "accozzaglie" di elementi messi assieme a caso, spesso e volentieri, ma...

Prendiamo KDE. Kde è forse il DE meglio integrato. Fa' tutto, anche il caffè. E poggiava su Konqueror che era, ed è, spettacolare. Eppure, per chattare, chi usava Kopete... penso in pochi. Lo standard linux è sempre stato Gaim/Pidgin. Ed ecco che andava a farsi benedire l'integrazione. Cercare di integrare tutto a prescindere va' un pò contro il nostro sistema "bazar", perchè richiede una mente a monte. Non è più evolutivo, "casuale" in senso darwinistico, come è invece il modello di sviluppo Linux. La nostra forza è proprio il fatto che non c'è una testa sola al vertice. Che succede se il pezzo del sistema "integrato" non è evoluto o comodo come il pezzo slegato? Una utility per uno scopo (filosofia unix).

Più che uno sforzo di canonical, mi piacerebbe vedere tutta la comunità lavorare su una specifica di integrazione comune. Di modo che, ad esempio, tutto sia di nuovo un file ( echo Ciao mondo > pippo@hotmail.com manda mail a pippo), come cerca di fare Kde, pesantume a parte. credo che sarà questa la caratteristica vincente del DE di nuova generazione.

hashbang
Packager
Packager
Messaggi: 1992
Iscritto il: ven 4 giu 2010, 10:27
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: macOS | OpenBSD
Località: Lecce / Bergamo
Contatta:

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da hashbang »

Gone Berserk ha scritto:Ma per fare un super sistema operativo non sei costretto a "instupidire" l'interfaccia. Unity è bella, davvero, ma mi sembra molto netbookkosa. Ottima se hai poco spazio su schermo, e se vuoi gratificare l'utente con tante belle icone colorate. Si poteva "semplicemente" customizzare openbox, sviluppare, come è stato fatto dal piccolissimo progetto lxde, una dock a parte e qualche estensione. E' vero che le distro sono "accozzaglie" di elementi messi assieme a caso, spesso e volentieri, ma...
In realtà Unity è solo un Window Manager alternativo a GNOME Shell. Se non lo si vuole si può usare il classico desktop. Inoltre è ancora presto per parlare. È vero Unity è nato per i netbook, ma bisognerà vedere come verrà implementato su schermi dei desktop e laptop che non sono da 10.1".
Gone Berserk ha scritto:Prendiamo KDE. Kde è forse il DE meglio integrato. Fa' tutto, anche il caffè. E poggiava su Konqueror che era, ed è, spettacolare. Eppure, per chattare, chi usava Kopete... penso in pochi. Lo standard linux è sempre stato Gaim/Pidgin. Ed ecco che andava a farsi benedire l'integrazione. Cercare di integrare tutto a prescindere va' un pò contro il nostro sistema "bazar", perchè richiede una mente a monte. Non è più evolutivo, "casuale" in senso darwinistico, come è invece il modello di sviluppo Linux. La nostra forza è proprio il fatto che non c'è una testa sola al vertice. Che succede se il pezzo del sistema "integrato" non è evoluto o comodo come il pezzo slegato? Una utility per uno scopo (filosofia unix).
Si, il problema è che il caffè non è dei migliori. Anzi...
Pidgin/Gaim non è lo standard Linux. Sono i programmi più usati, in quanto GNOME è molto più usato.
E ti dirò di più: in realtà il più integrato (e integrabile) non è KDE. Bensì sono gli ambienti GTK+. Facilmente integrabili anche per chi usa FluxBox o altri window manager. Non si può dire lo stesso per le applicazioni qt.
Gone Berserk ha scritto:Più che uno sforzo di canonical, mi piacerebbe vedere tutta la comunità lavorare su una specifica di integrazione comune. Di modo che, ad esempio, tutto sia di nuovo un file ( echo Ciao mondo > pippo@hotmail.com manda mail a pippo), come cerca di fare Kde, pesantume a parte. credo che sarà questa la caratteristica vincente del DE di nuova generazione.
[TROLL]KDE più che tutto un file, fà tutto un crash. :badgrin: [/TROLL]
Ma a parte gli scherzi e le piccole trollate (lo so. a volte non resisto :lol: ). Quello che io punterei come standard comune è la gestione dei pacchetti. Perchè bisogna avere 30 milioni formati? deb, tgz, txz, rpm, pkg.tar.xz. A che servono? Red Hat aveva creato rpm come standard comune, ma non è servito a nulla (se lo standard era l'rpm, meglio così #-o ). Meglio pacchetti unici per tutte le distro.
Se parli di standard sui desktop, negli UNIX commerciali c'è il CDE che era il desktop predefinito. Ma sugli UNIX open questo non lo si può fare. Si può, però, fare come Canonical: prendere GNOME o qualsiasi interfaccia si voglia usare e personalizzarla secondo le proprie esigenze (ovviamente escludo sempre arch, gentoo, slackware e crux che non ho citato prima).
k8s | rook | flatcar | cert-manager | calico

Codice: Seleziona tutto

host$ kubectl get packager/hashbang -n slacky -o yaml

Avatar utente
lablinux
Linux 4.x
Linux 4.x
Messaggi: 1141
Iscritto il: gio 27 nov 2008, 12:23
Desktop: Gnome
Distribuzione: Debian testing
Località: Rho

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da lablinux »

@robbybby
Dovrei riprovare, ora come ora ho rimosso tutto per far spazio ad una installazione pulita.
Io seguii e installai una decina di pacchetti da slackbuild.org, a quseto link trovi l'elenco: http://slackbuilds.org/result/?search=compiz&sv=13.1, ad esclusione di compizconfig-backend-kconfig4 (avendo xfce che me ne facevo).
Ma considera che la mia macchina, pur essendo un dual core (p8400) al momento di caricare compiz faceva una pausa caffè di una manciata di secondi, che sono pochi ma alla lunga infastidiscono. Tant'è che non sono sicuro di voler reinstallare il tutto, anche se con i temi di emerald hai un altro desktop.

Ciao Michele.

Avatar utente
masalapianta
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 2775
Iscritto il: lun 25 lug 2005, 0:00
Nome Cognome: famoso porco
Kernel: uname -r
Desktop: awesome
Distribuzione: Debian
Località: Roma
Contatta:

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da masalapianta »

atomix600 ha scritto:Pian piano sta rompendo gli schemi delle classiche distro che vengono viste come una accozzaglia di pacchetti messi sotto un brand. Se la guardiamo da questo lato: openSUSE, Fedora, Debian....sembrano tutte uguali. cambia solo il gestore dei pacchetti.
è una battuta?

hashbang
Packager
Packager
Messaggi: 1992
Iscritto il: ven 4 giu 2010, 10:27
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: macOS | OpenBSD
Località: Lecce / Bergamo
Contatta:

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da hashbang »

masalapianta ha scritto:è una battuta?
non direi. Io non vedo differenze tra gnewsense e debian ad esempio. Che senso ha forkare ubuntu 9.04 e togliere il software proprietario, rendendola una debian a tutti gli effetti? IMHO Nulla. Perchè non unirsi a Debian che da sempre sventola la bandiera del software libero? Ubuntu è l'unica che si sta distinguendo, cosa che può piacere e non può piacere. Ad esempio, a me non piace la sua politica del rilascio semestrale perchè preferisco il rilascio LTS. Al di là del gestore dei pacchetti o dell'adozione di SELinux o AppArmor o altro software, le distribuzioni sono uguali. E questo è la stesso rimprovero che ci viene fatto dal mondo BSD dove NetBSD, OpenBSD e FreeBSD non sono distribuzioni, ma sistemi operativi differenti, a partire dal kernel. Abbiamo 500milioni di distro, con 500 milioni di gestori di pacchetti. A che servono?
Il software gira comunque perchè alla base c'è sempre GNU/Linux. Perchè non fare una gestione unica, uno standard che permetta di usare lo stesso pacchetto su più distribuzioni?
Poi, si è sempre criticata Canonical perchè prende e non da nulla. E invece è l'unica che ha continuato a sviluppare AppArmor che finalmente è entrato nella mainline del kernel, è l'unica che ha avuto la faccia tosta di andare contro la massa e dire: <<NO! GNOME Shell non lo vogliamo.>>, ha sviluppato il Software Center che ha anche adottato Debian (e poi dicono che è Canonical che non fa nulla per l'open source) e che è stato copiato da Microsoft ed Apple (che lo ha inventato sui suoi apparecchi mobile, ma ha copiato da Ubuntu il concetto di avere un gestore delle applicazioni anche sui computer). Sta creando qualcosa di suo. Finalmente ha capito che GNU/Linux è molto di più di un sistema per pochi nerd o appassionati di informatica che vogliono conoscere il loro computer o appassionati di open source. Comunque il tutto è una mia opinione. Chiudo quì l'offtopic. Se vuoi rispondere, lo puoi fare tranquillamente per MP o si crea un topic apposito. È un offtopic inutile, quì.
k8s | rook | flatcar | cert-manager | calico

Codice: Seleziona tutto

host$ kubectl get packager/hashbang -n slacky -o yaml

Avatar utente
Savius
Linux 3.x
Linux 3.x
Messaggi: 553
Iscritto il: gio 14 ago 2008, 13:45
Slackware: Slackware64 14.0
Kernel: 3.2.29-smp
Desktop: KDE 4.8.5
Località: Napoli

Re: fra kde e gnome ci sarà un terzo incomodo ? libero sfogo

Messaggio da Savius »

Secondo me, che ci siano sempre alternative a ciò che c'è ora, non può far altro che bene perché permette una più vasta gamma di scelte in base alle proprie preferenze. Ovviamente però bisogna sempre considerare di "innovare", sennò diventano tutte mere copie di quel che c'è ora.
Detto questo sono anch'io d'accordo che sarebbe cosa assai gradita e soprattutto utile, se si standardizzassero un po' di cose del panorama GNU/Linux, trovare magari le scelte migliori e renderle standard. Un po' come si è fatto in passato con tanti formati di file: molti ne vennero prodotti in passato per quanto riguarda il formato immagine per esempio, ma poi solo i migliori, quelli che garantivano un miglior rapporto qualità/compressione divennero standard e hanno permesso a tanti software di poter esser in grado di leggerli e manipolarli. Quando poi ci si va incontro ad una questione di solo gusto, allora ci si può parlare fino allo stremo ma le posizioni saranno sempre discordanti: i gusti son gusti. :D

Rispondi