Non facciamo scherzi

Postate qui per tutte le discussioni legate a Linux in generale.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Citare sempre la versione di Slackware usata, la versione del Kernel e magari anche la versione della libreria coinvolta. Questi dati aiutano le persone che possono rispondere.
2) Per evitare confusione prego inserire in questo forum solo topic che riguardano appunto Gnu/Linux in genere, se l'argomento è specifico alla Slackware usate uno dei forum Slackware o Slackware64.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.
Avatar utente
lablinux
Linux 4.x
Linux 4.x
Messaggi: 1141
Iscritto il: gio 27 nov 2008, 12:23
Desktop: Gnome
Distribuzione: Debian testing
Località: Rho

Non facciamo scherzi

Messaggio da lablinux »


Avatar utente
Loris
Admin
Admin
Messaggi: 7728
Iscritto il: lun 31 mar 2003, 0:00
Nome Cognome: Loris Vincenzi
Località: Gradisca D'Isonzo
Contatta:

Re: Non facciamo scherzi

Messaggio da Loris »

Pure io ho letto la risposta di Pat http://www.itwire.com/business-it-news/ ... volkerding e ho scritto in home http://www.slacky.eu/slacky/Pagina_principale due righe...
"Ho una testa piuttosto balzana e comunque non sono quello che credete" - Roger Keith Barrett

Avatar utente
aschenaz
Staff
Staff
Messaggi: 4621
Iscritto il: mer 28 lug 2004, 0:00
Nome Cognome: Nino
Slackware: current
Kernel: 5.4.x
Desktop: KDE
Località: Reggio Calabria
Contatta:

Re: Non facciamo scherzi

Messaggio da aschenaz »

Tra l'altro, a Slackware è stata destinata l'ultima donazione mensile da parte di Distrowatch ( http://distrowatch.com/weekly.php?issue ... 7#donation ): solo 500 $, ma è il gesto che conta e, inoltre, è una delle cifre più alte di sempre... :)

Avatar utente
Vito
Staff
Staff
Messaggi: 4180
Iscritto il: mar 5 dic 2006, 17:28
Nome Cognome: Vito
Desktop: MacOS
Località: Monaco (DE)
Contatta:

Re: Non facciamo scherzi

Messaggio da Vito »

già AlienBOB si era espresso dicendo che Slackware non sarebbe morta.
"Stat rosa pristina nomina, nomina nuda tenemus." [ Umberto Eco - Il nome della rosa]

"Faber est suae quisque fortunae ." [ Appio Claudio Cieco]

hashbang
Packager
Packager
Messaggi: 1992
Iscritto il: ven 4 giu 2010, 10:27
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: macOS | OpenBSD
Località: Lecce / Bergamo
Contatta:

Re: Non facciamo scherzi

Messaggio da hashbang »

Caitlyn Martin ha scritto:I know this is sacrilege to hardcore Slackers but the 99% of the Linux community that doesn't use vanilla Slackware wants things like automated dependency resolution and the ability to configure their system without knowing which configuration files need to be edited and hand editing them at the command line.
La gente che vuole questo troverà distro consone alle loro esigenze.
Non capisco perchè questa gente vorrebbe appiattire il panorama GNU/Linux, così bello e vario, in tanti cloni Ubuntu-like.
Vogliono Ubuntu? Che se lo tengano...
k8s | rook | flatcar | cert-manager | calico

Codice: Seleziona tutto

host$ kubectl get packager/hashbang -n slacky -o yaml

Avatar utente
ZeroUno
Staff
Staff
Messaggi: 5306
Iscritto il: ven 2 giu 2006, 14:52
Nome Cognome: Matteo Rossini
Slackware: current
Kernel: slack-current
Desktop: ktown-latest
Distribuzione: 01000000-current
Località: Roma / Castelli
Contatta:

Re: Non facciamo scherzi

Messaggio da ZeroUno »

Caitlyn Martin ha scritto:but the 99% of the Linux community
E dove li ha presi questi numeri?
Packages finder: slakfinder.org | Slackpkg+, per aggiungere repository a slackpkg

Codice: Seleziona tutto

1011010 1100101 1110010 1101111 - 0100000 - 1010101 1101110 1101111

kommos
Linux 1.x
Linux 1.x
Messaggi: 110
Iscritto il: gio 16 giu 2011, 0:41
Slackware: 13.37
Desktop: xfce

Re: Non facciamo scherzi

Messaggio da kommos »

ma,secondo voi?a prescindere le smentite che trovano il tempo che trovano :doubt:

Avatar utente
aschenaz
Staff
Staff
Messaggi: 4621
Iscritto il: mer 28 lug 2004, 0:00
Nome Cognome: Nino
Slackware: current
Kernel: 5.4.x
Desktop: KDE
Località: Reggio Calabria
Contatta:

Re: Non facciamo scherzi

Messaggio da aschenaz »

kommos ha scritto:ma,secondo voi?a prescindere le smentite che trovano il tempo che trovano :doubt:
Beh, mi pare che l'impegno di Pat (e dei suoi più stretti collaboratori), indipendentemente da chiarimenti o smentite, non lasci adito a dubbi di sorta... :)

Avatar utente
Vito
Staff
Staff
Messaggi: 4180
Iscritto il: mar 5 dic 2006, 17:28
Nome Cognome: Vito
Desktop: MacOS
Località: Monaco (DE)
Contatta:

Re: Non facciamo scherzi

Messaggio da Vito »

aschenaz ha scritto:
kommos ha scritto:ma,secondo voi?a prescindere le smentite che trovano il tempo che trovano :doubt:
Beh, mi pare che l'impegno di Pat (e dei suoi più stretti collaboratori), indipendentemente da chiarimenti o smentite, non lasci adito a dubbi di sorta... :)
Anche perchè la distribuzione, come potete notare, viene comunque sviluppata.
"Stat rosa pristina nomina, nomina nuda tenemus." [ Umberto Eco - Il nome della rosa]

"Faber est suae quisque fortunae ." [ Appio Claudio Cieco]

roberto67
Packager
Packager
Messaggi: 310
Iscritto il: lun 14 set 2009, 18:55
Slackware: stable multilib
Desktop: kde
Contatta:

Re: Non facciamo scherzi

Messaggio da roberto67 »

Caitlyn Martin ha scritto:[..]the 99% of the Linux community that doesn't use vanilla Slackware wants things like automated dependency resolution and the ability to configure their system without knowing which configuration files need to be edited and hand editing them at the command line.
anche passando questi numeri, verrebbe da dire che questo 99% di coloro che vogliono risolte le dipendenze corrispondono a un 10^-5 dell'intera community di Slackware :-)
Anzi.. costoro non sono nemmeno da annoverare come utenti slackware, ma come semplici turisti di questa distribuzione.

Avatar utente
lablinux
Linux 4.x
Linux 4.x
Messaggi: 1141
Iscritto il: gio 27 nov 2008, 12:23
Desktop: Gnome
Distribuzione: Debian testing
Località: Rho

Re: Non facciamo scherzi

Messaggio da lablinux »

Il premio Pulitzer, ecco cosa ti darei. Ma come t'é venuta in mente la storia dei turisti?

Avatar utente
Vito
Staff
Staff
Messaggi: 4180
Iscritto il: mar 5 dic 2006, 17:28
Nome Cognome: Vito
Desktop: MacOS
Località: Monaco (DE)
Contatta:

Re: Non facciamo scherzi

Messaggio da Vito »

roberto67 ha scritto:
Caitlyn Martin ha scritto:[..]the 99% of the Linux community that doesn't use vanilla Slackware wants things like automated dependency resolution and the ability to configure their system without knowing which configuration files need to be edited and hand editing them at the command line.
eh?!
"Stat rosa pristina nomina, nomina nuda tenemus." [ Umberto Eco - Il nome della rosa]

"Faber est suae quisque fortunae ." [ Appio Claudio Cieco]

Bart
Staff
Staff
Messaggi: 4249
Iscritto il: lun 9 ago 2004, 0:00
Località: Rimini

Re: Non facciamo scherzi

Messaggio da Bart »

Vito ha scritto:
roberto67 ha scritto:
Caitlyn Martin ha scritto:[..]the 99% of the Linux community that doesn't use vanilla Slackware wants things like automated dependency resolution and the ability to configure their system without knowing which configuration files need to be edited and hand editing them at the command line.
eh?!
Io rientro sicuramente in quel 99%. La mancata gestione delle dipendenze è una delle poche caratteristiche di Slackware che non amo.

roberto67
Packager
Packager
Messaggi: 310
Iscritto il: lun 14 set 2009, 18:55
Slackware: stable multilib
Desktop: kde
Contatta:

Re: Non facciamo scherzi

Messaggio da roberto67 »

Bart ha scritto:
Caitlyn Martin ha scritto:[..]the 99% of the Linux community that doesn't use vanilla Slackware wants things like automated dependency resolution and the ability to configure their system without knowing which configuration files need to be edited and hand editing them at the command line.
Io rientro sicuramente in quel 99%. La mancata gestione delle dipendenze è una delle poche caratteristiche di Slackware che non amo.
Capisco benissimo, sia inteso. Infatti, anche se per lo slacker fare le cose a mano è una libidine, credo che nessuno di noi ne abbia sempre il tempo e il 'tasto magico' farebbe certamente comodo (e infatti ci sono dei tool appositi per chi li vuole). Ma qual è il prezzo di consentire modifiche upstream dei pacchetti? Il prezzo è intaccare la proverbiale stabilità di questa distribuzione. Penso che con una scelta del genere non dovrebbe chiamarsi più Slackware. E che il vero slacker accetti volentieri questa filosofia, l'unica -a mio modetissimo avviso- che consente di sentirsi veramente il padrone assoluto del proprio sistema.
Se potessimo aprire un sondaggio mi piacerebbe sapere qual è il motivo principale per cui abbiamo scelto slackware.

Avatar utente
Vito
Staff
Staff
Messaggi: 4180
Iscritto il: mar 5 dic 2006, 17:28
Nome Cognome: Vito
Desktop: MacOS
Località: Monaco (DE)
Contatta:

Re: Non facciamo scherzi

Messaggio da Vito »

AlienBOB ha scritto:First about the Slackware web server. I know, people, that we have been without http://www.slackware.com/ for a few weeks now, but rest assured that the site will eventually be back. Either we put the old web site code on a temporary server or we wait a little longer and publish a new site based on a new CMS. It all pretty much depends on how much time we can volunteer for this – it is mostly handled by a few people in the coreteam. Pat should focus on Slackware and make sure we get a new stable release at some point – there is a lot to do still on that front.

qui c'è il post completo.
"Stat rosa pristina nomina, nomina nuda tenemus." [ Umberto Eco - Il nome della rosa]

"Faber est suae quisque fortunae ." [ Appio Claudio Cieco]

Rispondi