alcuni dubbi su slackware

Postate qui per tutte le discussioni legate a Linux in generale.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Citare sempre la versione di Slackware usata, la versione del Kernel e magari anche la versione della libreria coinvolta. Questi dati aiutano le persone che possono rispondere.
2) Per evitare confusione prego inserire in questo forum solo topic che riguardano appunto Gnu/Linux in genere, se l'argomento è specifico alla Slackware usate uno dei forum Slackware o Slackware64.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.
deadcandance
Linux 1.x
Linux 1.x
Messaggi: 128
Iscritto il: ven ago 20, 2010 13:23
Slackware: 13
Desktop: xfce4
Distribuzione: debian

alcuni dubbi su slackware

Messaggioda deadcandance » ven ago 14, 2015 16:41

salve a tutti
è da molto tempo che non uso più slackware, e quindi apro qui una discussione per porvi alcunedomande. (attualmente uso debian)

inizio col chiderrvi se slackware usa o meno systemd e se non la usa il perchè di questa scelta, e secondariamente, siccome vorrei ritornare a slackware se attualmente vi è la possibilità di utilizzare uno strumento gestore pacchetti stile apt-get o pacman per l'installazione dei pacchetti e la risoluzione delle dipendenze.

grazie ciao!

Avatar utente
ponce
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 2635
Iscritto il: mer mar 05, 2008 16:45
Nome Cognome: Matteo Bernardini
Slackware: slackware64-current
Kernel: 5.3.2
Desktop: lxde
Località: Pisa
Contatta:

Re: alcuni dubbi su slackware

Messaggioda ponce » ven ago 14, 2015 16:54

deadcandance ha scritto:salve a tutti
è da molto tempo che non uso più slackware, e quindi apro qui una discussione per porvi alcunedomande. (attualmente uso debian)

ciao!
cerchero' di risponderti in modo chiaro e sintetico: se fai delle ricerche sul forum sono argomenti di cui si e' parlato molto spesso, quindi ti rimando a quelle per approfondimenti, non ha molto senso ripetere le stesse cose centinaia di volte ;)

inizio col chiderrvi se slackware usa o meno systemd e se non la usa il perchè di questa scelta

no, perche' e' una m***a.
e secondariamente, siccome vorrei ritornare a slackware se attualmente vi è la possibilità di utilizzare uno strumento gestore pacchetti stile apt-get o pacman per l'installazione dei pacchetti e la risoluzione delle dipendenze.

no, slackware non supporta la risoluzione delle dipendenze, sono supportate solo installazioni complete.

deadcandance
Linux 1.x
Linux 1.x
Messaggi: 128
Iscritto il: ven ago 20, 2010 13:23
Slackware: 13
Desktop: xfce4
Distribuzione: debian

Re: alcuni dubbi su slackware

Messaggioda deadcandance » ven ago 14, 2015 20:20

ponce ha scritto:
inizio col chiderrvi se slackware usa o meno systemd e se non la usa il perchè di questa scelta

no, perche' e' una m***a.

mi spieghi perchè? magari mi posti qualche link dove viene spiegato il perchè di questa scelta o qualche discussione? (mi sono un po informato in rete ma ancora non mi è tutto chiaro,questo è un motivo che forse mi spinge ad abbandonare debian)

peccato per quanto riguarda il gestore pacchetti...

Avatar utente
ponce
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 2635
Iscritto il: mer mar 05, 2008 16:45
Nome Cognome: Matteo Bernardini
Slackware: slackware64-current
Kernel: 5.3.2
Desktop: lxde
Località: Pisa
Contatta:

Re: alcuni dubbi su slackware

Messaggioda ponce » ven ago 14, 2015 21:01

come ti dicevo sopra, lo trovi molto facilmente se usi la funzione di ricerca sul forum (in alto a destra nella pagina)

http://www.slacky.eu/forum/viewtopic.php?f=2&t=38117

se vuoi ti puoi sbizzarrire anche nella risorsa sotto

http://without-systemd.org/wiki/index.p ... st_systemd

c'e' anche un'intervista a Pat dove ne parla espressamente

http://www.linuxquestions.org/questions ... ost4697883

mi scuserai se non tornero' oltre sull'argomento: sono anni che se ne parla e mi ha un po' stancato...

hashbang
Packager
Packager
Messaggi: 1975
Iscritto il: ven giu 04, 2010 10:27
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: macOS Catalina
Località: Lecce / Bergamo / Milano
Contatta:

Re: alcuni dubbi su slackware

Messaggioda hashbang » sab ago 15, 2015 2:25

deadcandance ha scritto:inizio col chiderrvi se slackware usa o meno systemd e se non la usa il perchè di questa scelta, e secondariamente, siccome vorrei ritornare a slackware se attualmente vi è la possibilità di utilizzare uno strumento gestore pacchetti stile apt-get o pacman per l'installazione dei pacchetti e la risoluzione delle dipendenze.
Perdonami, ma da quello che leggo mi sembra che in realtà tu non voglia usare Slackware.
Mi pare che tu stia semplicemente cercando la distribuzione che hai già installato nel tuo computer: Debian.

Quindi a che pro cambiare? Se ti piace APT, e systemd alla fine non ti crea alcun problema, che senso ha passare ad una distro che non ha quello che cerchi?

Avatar utente
ponce
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 2635
Iscritto il: mer mar 05, 2008 16:45
Nome Cognome: Matteo Bernardini
Slackware: slackware64-current
Kernel: 5.3.2
Desktop: lxde
Località: Pisa
Contatta:

Re: alcuni dubbi su slackware

Messaggioda ponce » sab ago 15, 2015 9:11

deadcandance ha scritto:mi sono un po informato in rete ma ancora non mi è tutto chiaro,questo è un motivo che forse mi spinge ad abbandonare debian

giusto per precisare: su debian si puo' anche non usare per forza systemd, supporta ancora sysV

https://wiki.debian.org/systemd#Install ... ut_systemd

deadcandance
Linux 1.x
Linux 1.x
Messaggi: 128
Iscritto il: ven ago 20, 2010 13:23
Slackware: 13
Desktop: xfce4
Distribuzione: debian

Re: alcuni dubbi su slackware

Messaggioda deadcandance » sab ago 15, 2015 15:19

hashbang ha scritto:
deadcandance ha scritto:inizio col chiderrvi se slackware usa o meno systemd e se non la usa il perchè di questa scelta, e secondariamente, siccome vorrei ritornare a slackware se attualmente vi è la possibilità di utilizzare uno strumento gestore pacchetti stile apt-get o pacman per l'installazione dei pacchetti e la risoluzione delle dipendenze.
Perdonami, ma da quello che leggo mi sembra che in realtà tu non voglia usare Slackware.
Mi pare che tu stia semplicemente cercando la distribuzione che hai già installato nel tuo computer: Debian.

Quindi a che pro cambiare? Se ti piace APT, e systemd alla fine non ti crea alcun problema, che senso ha passare ad una distro che non ha quello che cerchi?


cerco di essere chiaro a riguardo: io ho usato slackware per un periodo e mi sono trovato molto bene, e mi piacerebbe reinstallarla nuovamente soprattutto perchè la scelta di systemd, soprattutto per come è avvenuta la scelta in debian, non mi è piaciuta molto...tuttavia trovo un po noioso dover compilare i pacchetti uno a uno ogni volta, tanto che una volta, volevo installare network manager e dopo aver installato qualche decina di dipendenze alla fine non ci sono riuscito, inoltre aggiungo che col pc ci lavoro e perdere tempo per installare un pacchetto diventa scocciante..

relativamente a systemd vi ho posto la domanda scritta sopra perchè vorrei capire meglio cosa ci sta dietro e il perchè di questa critica nei suoi riguardi, insomma non sono ancora riuscito a capire il perchè di questo dibattito..

tutto qui!!

hashbang
Packager
Packager
Messaggi: 1975
Iscritto il: ven giu 04, 2010 10:27
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: macOS Catalina
Località: Lecce / Bergamo / Milano
Contatta:

Re: alcuni dubbi su slackware

Messaggioda hashbang » sab ago 15, 2015 16:28

deadcandance ha scritto:cerco di essere chiaro a riguardo: io ho usato slackware per un periodo e mi sono trovato molto bene, e mi piacerebbe reinstallarla nuovamente soprattutto perchè la scelta di systemd, soprattutto per come è avvenuta la scelta in debian, non mi è piaciuta molto...tuttavia trovo un po noioso dover compilare i pacchetti uno a uno ogni volta, tanto che una volta, volevo installare network manager e dopo aver installato qualche decina di dipendenze alla fine non ci sono riuscito, inoltre aggiungo che col pc ci lavoro e perdere tempo per installare un pacchetto diventa scocciante..
Comincio col dire che ormai NetworkManager è incluso nella distribuzione, quindi non c'è più da compilare nulla.

Tornando alla questione principale: guarda che sei stato chiarissimo. E difatti per quello ti ho risposto così.

Hai detto tu stesso che non hai tempo/voglia di gestire da solo le dipendenze e vorresti qualcosa di automatizzato.
Slackware non lo fornisce e non supporta niente del genere, quindi le cose sono due: o installi Slackware conscio del fatto che dovrai gestire da solo il tutto o rimani su Debian.

Hai bisogno di pacchetti? C'è slackpkg con l'estensione slackpkg+ creata da Matteo ZeroUno (e consigliata anche da alienBOB sul suo blog) che ti permette di installare pacchetti dai repository di ponce, slacky, alien (multilib comprese), rworkman ecc.
Se hai bisogno di software non presente nei suddetti repository puoi usare sbopkg, che è uno strumento ports-like che compila software tramite gli script di SlackBuilds.org.
Insomma, questi sono gli strumenti da usare su Slackware e che posso consigliare. Ma attenzione: NESSUNO di questi supporta la risoluzione automatica delle dipendenze.

Ed in ogni caso i repository citati hanno moltissime applicazioni che coprono il 90% degli usi, quindi non vedo tutta questa necessità di compilare a mano, se non in casi isolati o in caso di configurazioni particolari che si vogliono ottenere.

La risoluzione automatica delle dipendenze è qualcosa che deve essere supportato o lato repository o lato pacchetto tramite metadati, non è un qualcosa che ottieni semplicemente installando un software a caso come slapt-get.

Questo metodo di distribuzione del software non è qualcosa che Slackware ha mai supportato e né supporterà mai.
Ed io non consiglierò mai alle persone di installare questa distro e poi usare spazzatura come slapt-get.

Quindi ribadisco la domanda: a che pro scegliere una distribuzione con una filosofia che per mancanza di tempo/voglia non si ha la possibilità di seguire?
Slackware e Debian sono entrambe ottime distribuzioni. Entrambe stabili ed affidabili e con un ottimo grado di controllo.
Date le tue necessità io non vedo alcun motivo per usare Slackware. Debian ha già quello di cui hai bisogno.

Se systemd non ti piace o segui le istruzioni che ti ha linkato ponce oppure dai un'occhiata a Devuan.

Avatar utente
Rama
Linux 2.x
Linux 2.x
Messaggi: 327
Iscritto il: sab mar 29, 2008 12:18
Slackware: 14.2 64bit
Kernel: 5.0.10 preemptive
Desktop: KDE 4.14.21
Distribuzione: Debian Stretch
Località: Novara, provincia

Re: alcuni dubbi su slackware

Messaggioda Rama » dom ago 16, 2015 9:18

perche' slapt sarebbe spazzatura?
mesi fa ho provato gslapt, mettendo come repo quelli di Salix e di Slacky, e funzionava bene;
di norma non l'uso perche' alla fin fine non e' che faccia risparmiare molto tempo e preferisco installare meno pacchetti possibili, ma non vedo motivi per sconsigliarlo a chi preferisce avere un gestore di pacchetti e dipendenze;
nat. bisogna avere un minimo di prudenza nell'usarlo, ma vale per qls altro gestore e distro;

hashbang
Packager
Packager
Messaggi: 1975
Iscritto il: ven giu 04, 2010 10:27
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: macOS Catalina
Località: Lecce / Bergamo / Milano
Contatta:

Re: alcuni dubbi su slackware

Messaggioda hashbang » dom ago 16, 2015 10:55

Rama ha scritto:perche' slapt sarebbe spazzatura?
1) Slackware non ha supporto alla gestione delle dipendenze da nessuna parte, né a livello di repository e né a livello di metadati.
Il che vuol dire che slapt-get è ""utile"" solo quando si hanno repository come il nostro su Slacky, che hanno un supporto minimo alle dipendenze.
Fuori da lì diventa completamente inutile.
Oltretutto non fa risparmiare tempo in nessun caso, visto che non ci vuole nulla a parsare uno slack-required o un file info di SBo ed installare le dipendenze con slackpkg+ e/o sbopkg.

2) slapt-get, swaret e compagnia sono software che non tengono conto di come slackware gestisce il sistema.
Non hanno una gestione della priorità decente e richiedono il triplo dell'attenzione che richiedono software testati ed inseriti nel ramo ufficiale come slackpkg.
Slackware non è progettata per lavorare con questa roba.
Il che vuol dire che se già i package manager automatizzati in distro pensate per funzionare con essi hanno problemi nella risoluzione delle dipendenze in quanto NON ESISTE un algoritmo efficace al 100%, data la complessità delle infrastrutture attuali, slapt-get aumenta esponenzialmente situazioni di destabilizzazione.

3) Sono software che non seguono affatto la filosofia di Slackware.
La filosofia di Slackware è basata sul limitare la complessità portata da framework che fanno troppa astrazione ed automatizzano operazioni delicate. come lo è la gestione del software.

4) Qualsiasi cosa implichi la risoluzione automatica delle dipendenze è spazzatura per definizione perché è una risposta sbagliata ad un problema serio, quale è il dependency hell.
Il motivo per il quale Slackware è molto più solida delle altre in questo contesto è che porta l'utente a diventare il package manager della propria distribuzione, riducendo al minimo i rischi legati a sostituzioni sbagliate di librerie condivise da più software o a problemi di logica di installazione come le dipendenze circolari.
L'astrazione e l'automatizzazione sono utili SOLO quando l'utente ha già una conoscenza approfondita della situazione, tale da permettergli di risolvere situazioni di conflitti tra versioni.
Demandare le proprie responsabilità ad uno strumento senza sapere cosa stia facendo non è mai una buona soluzione. In nessun contesto.

5) slapt-get è uno strumento ridondante.
Non fa niente che non faccia già slackpkg(+) e soprattutto non lo fa MEGLIO.
Anzi, dati i punti precedenti direi il contrario.

ma non vedo motivi per sconsigliarlo a chi preferisce avere un gestore di pacchetti e dipendenze;
Ci sono altre distro che distribuiscono software in questa maniera.
E sono distro che sono progettate per lavorare con tali strumenti e che li supportano interamente; Slackware non è fra queste.
E sinceramente abbandonare Debian per Slackware e poi cercare di amministrare quest'ultima come fosse la prima lo trovo francamente ridicolo.
È come installare una RHEL e lamentarsi che non ci sia o che non funzioni bene pacman.

deadcandance
Linux 1.x
Linux 1.x
Messaggi: 128
Iscritto il: ven ago 20, 2010 13:23
Slackware: 13
Desktop: xfce4
Distribuzione: debian

Re: alcuni dubbi su slackware

Messaggioda deadcandance » dom ago 16, 2015 15:00

l'idea veramente era quella di abbandonare debian perchè sta iniziando a seguire una politica che non mi piace molto, solo che che allo stesso tempo mi piacerebbe avere semplicità di gestione dei pacchetti, perchè se devo installare un software semplice come network manager e installare una ventina di dipendenze, di cui una buona parte le ho dovute trovare in repository rpm per poi convertirli, e alla fine nemmeno riuscire a installare network manager, allora un problema di base c'è..
la domanda invece su systemd era solo per cercare di capire meglio cosa stesse dietro a systemd appunto, perchè c'è questa discussione che dura da ormai due anni, e cercare di capire dunque quale sia questa controversia con fedora/red hat...
ho letto molte discussioni a riguardo però mi sembra un cerchio che non si chiude. Ecco perchè ho aperto questa discussione.

ps:qui vi riporto alcune delle discussioni che ho letto:
http://forum.debianizzati.org/viewtopic ... siparietto
viewtopic.php?f=2&t=38117#p340303
viewtopic.php?f=2&t=37243&hilit=systemd

hashbang
Packager
Packager
Messaggi: 1975
Iscritto il: ven giu 04, 2010 10:27
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: macOS Catalina
Località: Lecce / Bergamo / Milano
Contatta:

Re: alcuni dubbi su slackware

Messaggioda hashbang » dom ago 16, 2015 17:22

deadcandance ha scritto:solo che che allo stesso tempo mi piacerebbe avere semplicità di gestione dei pacchetti,
Il package manager di Slackware è di quanto più semplice ci possa essere.
È completamente privo di qualsiasi forma di complessità.

perchè se devo installare un software semplice come network manager e installare una ventina di dipendenze,
Beh sì, immagino la difficoltà di usare slackpkg+ e sbopkg.
Sono strumenti obbiettivamente difficili da usare.

di cui una buona parte le ho dovute trovare in repository rpm per poi convertirli, e alla fine nemmeno riuscire a installare network manager, allora un problema di base c'è..
Tanto per la cronaca: rworkman pacchettizzava NetworkManager e l'applet per XFCE sul suo repository già 4 anni fa, ben prima che in Slackware 14.0 venissero inclusi nella distribuzione.
E su SBo manteneva lo SlackBuild già dai tempi di Slackware 13.1.
Quindi sì, un problema di base c'è, ma non è della distribuzione bensì tuo che non hai saputo cercare.
E sinceramente non mi è mai capitato di dover ricorrere a conversioni di rpm in pacchetti Slackware, se non in un solo caso: mochaPro, che è un software closed source distribuito unicamente per Red Hat.
Tutto il resto l'ho sempre trovato su SBo, sul github di willysr, dai repository di ponce, alien, slacky, rworkman, conraid ecc.
Non so voi, ma io tutta questa difficoltà ad installare e trovare software su Slackware non l'ho mai vista. Ma forse sono io che sono un uomo di poche pretese.

la domanda invece su systemd era solo per cercare di capire meglio cosa stesse dietro a systemd appunto, perchè c'è questa discussione che dura da ormai due anni, e cercare di capire dunque quale sia questa controversia con fedora/red hat...
Mi pare che ponce ti abbia fornito dei link sulla questione e mi pare che ti abbia detto esplicitamente di non voler tornare sull'argomento in quanto se n'è discusso fino alla nausea. Ovunque.

Inoltre, te lo dico sinceramente: il fatto che tu fino ad ora non abbia capito cosa sia systemd e che effetti abbia sull'amministrazione della distribuzione implica che non hai mai avuto problemi con esso. Perché se li avessi avuti ti saresti già infomato in giro.
Perciò trovo del tutto inutile parlare di systemd in queste condizioni perché si finirebbe per parlare di cose di cui non ci si capirebbe nulla, in quanto per capire cosa ci sia dietro systemd bisogna parlare di come UNIX gestisca il sistema operativo e di quali siano le esigenze attuali, e che scatenerebbero solo flame con gente che la pensa diversamente.

Per concludere questo papiro.
Dai tuoi post sembra trasparire un'avversione verso il modello di gestione del software di Slackware.
Legittimo, per carità. Ma non capisco a questo punto perché tu ti stia fissando nel voler usare questa distro a tutti i costi.
Dici che ti piacerebbe tornare, ma non ti va bene l'idea di usare gli strumenti che essa ti mette a disposizione.
Dici che non ti piace più la politica di Debian (che significa? Debian sta facendo quello che ha sempre fatto) e di voler usare una distro senza systemd e poi non sai nemmeno cosa sia systemd e quanto influisca sull'amministrazione delle distro GNU/Linux attuali.
Tra l'altro ti ho già detto che esiste Devuan, ma come nel caso di tutti gli altri link che ti sono stati forniti hai completamente ignorato la cosa.

Mah, io continuo a non capire affatto il punto di tutta la questione, e sinceramente non mi va nemmeno più di capirlo.
Mi sembra di leggere gli articoli sondaggio inutili tipo "Windows è più facile di Linux?" scritti sulle varie testate opensource italiane e fatti unicamente per flammare.

deadcandance
Linux 1.x
Linux 1.x
Messaggi: 128
Iscritto il: ven ago 20, 2010 13:23
Slackware: 13
Desktop: xfce4
Distribuzione: debian

Re: alcuni dubbi su slackware

Messaggioda deadcandance » dom ago 16, 2015 19:43

scusami se te lo dico ma creso vi siete fissati nei miei confronti. d'altro canto per gli informatici chi non ragiona con zero e uno non capisce niente
ho chiesto se ci fosse la possibilità di usare un gestore pacchetti anche su slackware, inutile rispondermi rimani su debian.
ho chiesto delle cose a riguardo systemd e quello che è uscito fuori è solo un po di arroganza e presunzione.
se qualcuno mi chiede una spiegazione riguardo un determinato argomento cerco di spiegarlo facendo degli esempi e cercando di non mettere in gioco cose complesse. Quindi, visto che sono sicuro che sai bene cosa sia systemd, avresti potuto spiegarlo in modo breve, evitando polemiche e rendendoti un po meno antipatico.

avresti potuto scrivere la seconda subito la seconda risposta che hai dato nel topic (magari una risposta un po meno arrogante), spiegandomi quali potessero essere le possibilità da adottare relativamente alla gestione dei pacchetti.

relativamente a systemd magari mi potevi spiegare qualcosa facendomi il punto della situazione molto brevemente (cosi, giusto per capire)...

alla fine dei conti nessuno ci ha guadagnato nulla, perchè io continuo a non aver capito determinate cose e tu hai perso del tempo a scrivere delle cose inutili, quando avresti potuto scrivere una sola risposta sensata.
Ultima modifica di deadcandance il lun ago 17, 2015 3:16, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
ponce
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 2635
Iscritto il: mer mar 05, 2008 16:45
Nome Cognome: Matteo Bernardini
Slackware: slackware64-current
Kernel: 5.3.2
Desktop: lxde
Località: Pisa
Contatta:

Re: alcuni dubbi su slackware

Messaggioda ponce » dom ago 16, 2015 19:58

caro deadcandance, credo che il problema fondamentale sia che non leggi le risposte che ti vengono date, almeno nel caso di hashbang MOLTO sensate (sulle mie non mi esprimo).
hai chiesto link per approfondire il tema systemd ("magari mi posti qualche link dove viene spiegato il perchè di questa scelta o qualche discussione?") e ti sono stati forniti: li hai letti tutti fino in fondo? dai post successivi che hai fatto sembrerebbe proprio di no.
se vuoi usare Slackware c'e' un solo prerequisito essenziale, la voglia di documentarti.
non sperare di risolvere i tuoi dubbi/problemi con due riassuntini in croce.
hai insistito piu' volte sulla mancanza di un sistema di gestione delle dipendenze su Slackware quando hashbang ti ha ripetuto piu' volte, spiegandotelo anche in modo esauriente (ti deve essere sfuggito, rileggiti le risposte che ti ha dato), che Slackware e' quello che e' proprio perche' non gestisce le dipendenze e che quindi e' INUTILE che ti incaponisca a chiedere un gestore di dipendenze per Slackware: se vuoi una distribuzione con un gestore di pacchetti che risolva le dipendenze questa non e' Slackware.
vuoi approfondire questo argomento? ti rimando a questo articolo di ruario che e' la cosa piu' chiara ed esaustiva che c'e' in giro: leggilo e, per favore, posta di nuovo sull'argomento solo quando lo avrai fatto.
dai anche un'occhiata piu' approfondita al sito che ospita quell'articolo, docs.slackware.com, e' un wiki curato da persone molto in gamba che hanno dedicato molto del loro tempo a scrivere un gran numero di documenti che possono aiutarti a chiarire i tuoi eventuali dubbi, molto di piu' di quello che possa fare una risposta (necessariamente) sintetica su un forum.

(parlo per me) quando si e' costretti a ripetere piu' volte le solite cose perche' qualcuno ignora deliberatamente le tue risposte e continua a fare le solite domande puo' anche succedere che i toni non rimangano angelici.

hashbang
Packager
Packager
Messaggi: 1975
Iscritto il: ven giu 04, 2010 10:27
Nome Cognome: Luca De Pandis
Distribuzione: macOS Catalina
Località: Lecce / Bergamo / Milano
Contatta:

Re: alcuni dubbi su slackware

Messaggioda hashbang » lun ago 17, 2015 0:05

Rispondo perché penso sia doveroso chiudere questa discussione inutile mettendo le cose in chiaro, visto che evidentemente con le buone non ci arrivi.
E adesso capisco anche perché hai perso ore della tua vita a convertire RPM in pacchetti Slackware.
D'altronde se non hai nemmeno avuto la voglia di sprecare 2 minuti del tuo tempo a leggere i post altrui in questa discussione, figurarsi il tempo che avrai speso ad informarti su dove andare e come installare software in questa distro.

deadcandance ha scritto:relativamente a systemd magari mi potevi spiegare qualcosa facendomi il punto della situazione molto brevemente (cosi, giusto per capire)...
Evidentemente la comprensione del testo non è il tuo forte, altrimenti ti saresti reso conto che se ti ho detto che era meglio non parlare di systemd non era perché tu non capisci niente.
Non ho mai detto una cosa del genere e non mi sono mai permesso di pensarlo. Ho detto altro.
Quindi la cosa dell'informatico che ragiona con zero e uno te la puoi risparmiare, anche perché se pensi di fare ridere ti sbagli di grosso.
Dimostri solo una pochezza intellettuale tipica di un utente che voleva la pappa pronta (ovvero ricevere informazioni senza sforzarsi di andare in giro a cercarle) e che non ha ottenuto ciò che voleva.

Ma dato che non ci arrivi, te lo dico in maniera più diretta.
Tu hai detto che sebbene queste discussioni girino sul web da DUE ANNI non ci hai capito molto.
Bene, ragazzo mio: non ti sei chiesto come mai? Non ti è venuto in mente che se forse non hai capito molto è perché non sai l'argomento di cui si sta parlando?
Non ti è venuto in mente che TI MANCANO LE BASI?

Parlare di systemd senza sapere NULLA di ciò che è nel design di UNIX è come chiedere a Linus Torvalds di sintetizzare brevemente gli internal del kernel Linux pur non sapendo scrivere un HELLO WORLD in C.

Ti rendi conto dell'assurdità della cosa?

Capire un discorso su systemd vuol dire conoscere INIT, capire come è stato progettato ai tempi della AT&T ed il perché delle loro scelte di design.
Vuol dire capire il perché delle due regole UNIX da lui violate:
- Un software deve fare una sola cosa e farla bene;
- Preferire sempre lo stream testuale come formato di trasmissione dati.

Vuol dire sapere cosa si sta usando, la sua storia e le sue dinamiche.

Tu conosci tutto questo?
Hai una vaga idea?
Dato che in due anni - a detta tua - non ci hai capito un granché direi di NO.

Di conseguenza, capisci che con te NON MI È TECNICAMENTE possibile affrontare sinteticamente l'argomento, perché dovrei scrivere interi papiri solo per darti una conoscenza base, che invece dovresti acquisire documentandoti in luoghi più appropriati e non in un forum dove ci si aspetterebbero risposte brevi ma esaurienti ai problemi delle persone?
E anzi, non mi è possibile affrontare sinteticamente l'argomento in nessun caso, perché sintetizzare vuol dire tralasciare dettagli di poco conto ma che se trascurati potrebbero compromettere tutto il senso del discorso, portando a fraintendimenti e flame con persone dalle idee differenti.

Capisci che il posto migliore per capire le dinamiche di un software NON è un forum come Slacky e un post di hashbang aka tizio a caso che hai conosciuto su internet, ma il posto migliore è un blog dello sviluppatore/ingegnere in cui lui documenta passo dopo passo cosa fa il suo software, perché e come lo fa?

Su Slacky al massimo si può discutere fra noi sulla sua reale funzionalità, scrivendo post in cui si dà per scontato che l'interlocutore conosca l'argomento e che abbia le tue stesse conoscenze base.
Non si fanno lezioni di informatica, perché le conoscenze dovresti ricavartele da solo, in quanto scrivere papiri in cui si specifica l'ovvio è tedioso per i lettori che già conoscono l'argomento e che quindi dovrebbero perdere tempo a scrollare tutta la roba inutile scritta.


E già che ci sono metto un paio di puntini sulle i, giusto per farti capire che non sono io il maleducato e arrogante, ma sei tu con i tuoi fastidiosi comportamenti.

1) Non doveva essere ponce a fornirti il materiale da leggere.
Saresti dovuto essere TU ad usare la barra di ricerca nel forum e a leggere i vecchi topic.
Leggere e cercare tra i vecchi post è una questione di rispetto verso coloro che hanno aiutato la persona che ha scritto quel vecchio topic e che hanno fatto in modo che le loro risposte fossero d'aiuto ai posteri.

E la cosa diventa ancora più grave quando il risultato avresti potuto ottenerlo usando anche la barra di ricerca di Google.

2) Quando scrivi un post SEI PREGATO di leggere anche le risposte che ti sono state date e CAPIRLE.
Lo dice anche la regola 3 nel box rosso.
Nel momento in cui ignori completamente le risposte che ti vengono date stai mancando di rispetto verso coloro che hanno speso minuti del proprio tempo a risolvere un TUO PROBLEMA.
Sì, ragazzo mio. Il problema è tuo, non mio.
A me di cosa usi nel tuo computer non me ne può fregar di meno, così come non me ne frega nulla di quanto ci metti ad installare un pacchetto su Slackware.
Quello di cui mi importa è che quando io o altri ti rispondono ARGOMENTANDO (non mi pare di averti dato risposte vaghe su nulla) tu legga e risponda nel merito.

La tua mancanza di rispetto è talmente evidente che trovo RIDICOLO che tu ti stia lamentando del fatto che non ti ho spiegato nulla di systemd.

Non hai letto nessuno dei post che ti sono stati scritti fino ad ora. E tu pensi che io debba cimentarmi in un post complesso e articolato per poi vederlo ignorato come hai fatto con tutto il resto?
Ma pensi che abbia scritto cretino in faccia?

Ascolta, ragazzo mio.
La verità è che siamo stati fin troppo buoni con te perché ti abbiamo risposto più e più volte, quando una persona con meno educazione di me avrebbe chiuso la questione al primo post con un RTFM. E giustamente, direi, considerando come è andata a finire la cosa.
Perché di questo si tratta, deadcandance: si tratta di LEGGERE. Che siano i post o documentazione: DEVI LEGGERE.
Qui nessuno di noi è pagato per farti da professore e darti lezioni.

E con questo la chiudo e d'ora in poi ignorerò ogni tua risposta in questo topic.
Non meriti altri minuti del mio tempo.


Chiedo scusa a tutto lo staff per questa pietosa piega che ha preso la discussione.