Cosa sta succedendo? [Novell-Microsoft-Xen]

Area di discussione libera.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Rispettare le idee altrui.
2) Evitare le offese dirette.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.
Rispondi
Avatar utente
Litie
Linux 2.x
Linux 2.x
Messaggi: 291
Iscritto il: sab 26 nov 2005, 11:30
Località: Pavia
Contatta:

Cosa sta succedendo? [Novell-Microsoft-Xen]

Messaggio da Litie »

Ciao Ragazzi,

in questi giorni succedono cose molto strane. Prossimamente uscira' il nuovo sistema operativo di casa microsoft, MS Vista, il che coincidera' anche con l'uscita di nuove versioni di sistemi Server che spingeranno ad un rinnovamento generale delle tecnologie informatiche.

Ora:

1. su Linux&C trovo un CD-ROM gratuito contenente MS Virtual Server che permette di virtualizzare GNU/Linux ( o forse solo SUSE?) in un sistema Windows Server.

2.Novell stringe un alleanza con Microsoft. Caso strano Suse e' il sistema operativo che stava scalzando Windows nella PA tedesca.

3. Xen si accorda con Microsoft; nasce XEN enterprise a pagamento(circa 490$/anno) che virtualizza windows.


Secondo me, dietro a questi accordi, si nascone la fine di GNU/Linux.
Arriveremo al punto in cui Microsoft controllera' gran parte del mondo Linux, della serie sempre Bill gates vende Linux sotto forma di Suse. Ci guadagnerenno le Aziende che con MS si alleeranno, per gli altri sara' un vero casino.
Prima o poi anche la UE mollera' sui brevetti e allora partira' l'offensiva legale mirata a distruggere tutto cio' che non e' targato windows o da MS protetto..... chi ha installazioni debian o slackware passera' casini perche' ci saranno problemi con Samba ed accesso ai dati in ntfs o fat32 ad esempio. Insomma, chi adesso si sta alleando con Bill avra' il deretano coperto domani, per gli altri sono o saranno casini.

Voi che ne pensate?

Avatar utente
IceSlack
Linux 4.x
Linux 4.x
Messaggi: 1313
Iscritto il: dom 30 ott 2005, 13:27

Messaggio da IceSlack »

anche secondo me e' cosi', non c'e' nessun vantaggio per linux ad allarsi con windows............ bhe la suse comunque e' una azienda quindi puo' fare quello che gli pare secondo il loro interesse..............

poi voglio dire SUSE non e' GNU/LINUX :D


se mollano sui brevetti so cazzi

Avatar utente
alessiodf
Linux 3.x
Linux 3.x
Messaggi: 823
Iscritto il: ven 14 ott 2005, 21:04
Slackware: current
Kernel: 2.6.26.4
Desktop: Kde 4.1
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da alessiodf »

Possono fare quello che vogliono.. bhè? non potro' usare samba? ohhhhh STICA***! non posso mettere nelle pen drive fat o ntfs? ohhhh MEGLIO!

Tanto si sa, e' impossibile prendere il monopolio.. Ci sarà sempre qualcuno che terrà vivo lo spitito Linux.. Vi ricordate il trusted computing?!?! Avete mai avuto problemi? :badgrin:

Avatar utente
prometeo79
Linux 4.x
Linux 4.x
Messaggi: 1278
Iscritto il: gio 17 mar 2005, 0:00
Slackware: 12
Località: Torino

Messaggio da prometeo79 »

Secondo me chi si allea con microsoft adesso avrà il deretano aperto domani.
Novell si è fatta i conti senza pensare che microsoft, una volta completato il progetto, cercherà di distruggerla (come fa con tutti i concorrenti). Non credo comunque che questo influenzerà particolarmente il mondo GNU/Linux.
Per i brevetti sono speranzoso che microsoft molli prima dell'UE.
Chi vivrà...

Avatar utente
aLe46
Linux 2.x
Linux 2.x
Messaggi: 257
Iscritto il: gio 10 feb 2005, 0:00
Contatta:

Messaggio da aLe46 »

Sarà la volta che passo al Mac , sempre se Stallman non finisce prima il suo kernel HURD eh eh

Per me questo accordo è fuffa, è probabile venga stracciato prima della sua morte naturale, cioè 5 anni

Avatar utente
IceSlack
Linux 4.x
Linux 4.x
Messaggi: 1313
Iscritto il: dom 30 ott 2005, 13:27

Messaggio da IceSlack »

mah suse deve stare attenta.......

chi si ricorda che MAC 1 fu preso da bill gates come collaborazione della APPLE?

e 1 anno dopo nasce windows 3.1 e microsoft lo mette nel deretano a mac...........

Avatar utente
DavidZ
Packager
Packager
Messaggi: 111
Iscritto il: mer 9 mar 2005, 0:00
Slackware: 14.2 x86_64
Kernel: 4.4.19
Desktop: kde 4.14.21
Località: alto Vicentino

Messaggio da DavidZ »

IceSlack ha scritto:mah suse deve stare attenta.......

chi si ricorda che MAC 1 fu preso da bill gates come collaborazione della APPLE?

e 1 anno dopo nasce windows 3.1 e microsoft lo mette nel deretano a mac...........
altri esempi:
Sybase presa da MS poco dopo SQLServer
Accordo con IBM per OS2 - W95

Avatar utente
Luci0
Staff
Staff
Messaggi: 3591
Iscritto il: lun 27 giu 2005, 0:00
Nome Cognome: Gabriele Santanché
Slackware: 12.2 14.0
Kernel: 2.6.27.46- gen 3.2.29
Desktop: KDE 3.5.10 Xfce
Località: Forte dei Marmi
Contatta:

Messaggio da Luci0 »

Quando arriva qualcuno con tanti soldi e si compra tutto é facile capire che non ci sono rivali .. come si dice da queste parti ... é la legge dell'articolo quinto ... ovvero chi ha i soldi ha vinto :-(

Avatar utente
gioco
Packager
Packager
Messaggi: 900
Iscritto il: dom 19 giu 2005, 0:00
Slackware: last stable
Località: in the court of the Wesnoth king
Contatta:

Messaggio da gioco »

Io sono dell'opinione che la situazione rimarrà pressocchè quella attuale ancora per qualche anno. Il rischio non è che Microsoft metta le mani sui servizi, ma che matta le mani sulla tecnologia, magari chiudendola. L'accordo fa Microsoft e Novell mi sembra sia un modo per far guadagnare punti al software Microsoft agli occhi dei clienti Novell e viceversa, ovvero più servizi. Lo scambio di brevetti permetterà a Microsoft di utilizzare la tecnologia Novell (peraltro già chiusa), ma non di appropiarsene. Inoltre legherà in un certo modo il software Novell alla tecnologia Microsoft, ma questo è un problema di Novell e dei suoi clienti, non della comunità del software libero.
In sostanza il mio timore è più che altro che Microsoft riesca a appropiarsi di tecnologia free/open source, piuttosto che allarghi la sua fetta di mercato.

Il discorso è quindi a livello di aziende, di clienti business.
alessiodf ha scritto:Possono fare quello che vogliono.. bhè? non potro' usare samba? ohhhhh STICA***! non posso mettere nelle pen drive fat o ntfs? ohhhh MEGLIO!
Ok, magari tu ci scambi solo qualche file ogni tanto e puoi trovare un altro modo. Ma magari ci sono aziende che utilizzano samba [o altra tecnologia] in modo diffuso e che quindi si troverebbero in un bivio: pagare eventuali licenze o sostenere i costi di conversione ad un'altra tecnologia (sempre che esista).
alessiodf ha scritto:Tanto si sa, e' impossibile prendere il monopolio..
La storia ci insegna il contrario.
alessiodf ha scritto:Ci sarà sempre qualcuno che terrà vivo lo spitito Linux.. Vi ricordate il trusted computing?!?! Avete mai avuto problemi? :badgrin:
Per i problemi con il TC dovremo aspettare ancora qualche anno, il tempo che la tecnologia si diffonda e che decidano come sfruttarla. Attualmente credo siano pochi i programmi che utilizzano il Fritz (o come si chiama). La cosa inquietante sono i possibili usi che se ne possono fare (es: chiave associata al sistema operativo. se il sistema che vuoi installare non è riconosciuto dal chip non lo installi manco col trapano).

Avatar utente
capitanfuturo
Linux 0.x
Linux 0.x
Messaggi: 43
Iscritto il: gio 5 ott 2006, 14:10
Località: Padova
Contatta:

Messaggio da capitanfuturo »

Per quanto riguarda la tecnologia open source basta scaricarsi una distro e sorgenti vari e anche micro$oft può appropriarsene senza accordi milionari con Novell, è open proprio per questo.
Non penso che i server che hostano i kernel linux filtrino gli ip provenienti da redmond :toothy5:.
Secondo voi nessuno là dentro ha mai guardato del codice open? Non credo proprio è troppa ghiotta la faccenda. Il fatto è che linux è l'unica alternativa plausibile e con le prossime licenze in "vista" sicuramente alcuni migreranno da m$ a linux e allora piuttosto che vadano da ubuntu che va tanto di moda o red hat che è affiliata all'ibm meglio che rimangano in casa Novell che a sua volta sarà più appetibile perchè certificata m$. (l'idea è un pò questa :sex: )
La libertà è uno stato mentale prima di tutto e quindi finchè c'è gente che ci crederà il progetto andrà avanti... compreranno anche kernel, torvald e stallman e compilatore c gnu... bene costruiremo un nuovo kernel e un compilatore nuovo :headbang: :occasion5: :headbang:

Per quanto riguarda il TC... pensate un pò, verranno fuori sicuramente anche delle case slegate dal grande giro che produranno chip senza TC e faranno la fortuna. Anche IBM ha perso la sfida desktop con l'uscita di processori ibm compatibili e sui quali girava Windows che non vendeva macchina e sistema insieme ma solo il sistema... la storia ci ha già insegnato certe dinamiche di mercato

Avatar utente
Litie
Linux 2.x
Linux 2.x
Messaggi: 291
Iscritto il: sab 26 nov 2005, 11:30
Località: Pavia
Contatta:

Messaggio da Litie »

Intanto e' in corso, credo, il primo Ubuntu Developer Summit; in pratica motissimi sviluppatori si sono riuniti nella sede di google per pianificare tutte le decisioni da prendere e i dettagli tecnici relativi alla prossima versione (Aprile 2007) . E dai che Ubuntu fa un mazzo cosi' a Vista!!!!

Avatar utente
Sh4DoW
Linux 1.x
Linux 1.x
Messaggi: 155
Iscritto il: mar 15 feb 2005, 0:00

Messaggio da Sh4DoW »

Per quanto riguarda Xen.. è un progetto open senza rivali, il fatto che virtualizzi anche sistemi windows non è un problema, anzi un pregio infatti con i nuovi chip che all'interno hanno la virtualizzazione hardware: AMD Pacifica e Intel VT, tramite Xen si può virtualizzare qualsiasi sistema operativo. :evil: :evil:
XEN RULEZ 8)

P.S. Per quanto riguarda XenEnterprise è un progetto a pagamento ed è ovvio che per vendere deve semplificare la virtualizzazione, di qualsiasi sistema operativo... compreso Windows.

Rispondi