l'onanismo e openbsd :-D

Area di discussione libera.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Rispettare le idee altrui.
2) Evitare le offese dirette.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.
Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun 3 set 2007, 21:20
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey
Località: Cuasso al Monte (VA)

Re: l'onanismo e openbsd :-D

Messaggio da Mario Vanoni »

conraid ha scritto:Purtroppo stiamo diventando (io lo sono sempre stato in questo senso) una comunità di utilizzatori di software già impacchettati.
Con eccezioni, compilo sempre ex novo, per esempio:
nvi(1), sysstat(1) ecc., ovviamente sempre statici.
Pacchetti si, p. e. SeaMonkey, troppo lavoro inutile,
le prossime versioni speriamo tra 4/6. ... settimane.

IMVHO da vecchio sysadm pensionato.

Avatar utente
conraid
Staff
Staff
Messaggi: 13421
Iscritto il: gio 14 lug 2005, 0:00
Nome Cognome: Corrado Franco
Slackware: current64
Desktop: kde
Località: Livorno
Contatta:

Re: l'onanismo e openbsd :-D

Messaggio da conraid »

Mario Vanoni ha scritto: Con eccezioni, compilo sempre ex novo, per esempio:
nvi(1), sysstat(1) ecc., ovviamente sempre statici.
Ma anche se compili "controlli" tutto il codice?
Io questo intendevo per "impacchettato". Prendiamo un tar.gz o bz2, lo decompriamo e via di configure&&make&&make install
Ed i bug scemi come quello dei numeri casuali ci passano davanti inosservati.

Avatar utente
gioco
Packager
Packager
Messaggi: 900
Iscritto il: dom 19 giu 2005, 0:00
Slackware: last stable
Località: in the court of the Wesnoth king
Contatta:

Re: l'onanismo e openbsd :-D

Messaggio da gioco »

conraid ha scritto:Ma anche se compili "controlli" tutto il codice?
Io questo intendevo per "impacchettato". Prendiamo un tar.gz o bz2, lo decompriamo e via di configure&&make&&make install
Ed i bug scemi come quello dei numeri casuali ci passano davanti inosservati.
Beh però Debian è sviluppata da una comunità con una forte organizzazione, dove per contribuire allo sviluppo (patch, nuovi pacchetti,...) bisogna essere "accettati". In quel caso quindi c'è da aspettarsi che tutta quella organizzazione serva proprio ad evitare che fatti come quello riguardo ad openssh non si verifichino. Ci sono già diverse paia di occhi che dovrebbero aver controllato il pacchetto prima dell'utente finale (considerando la trafila experimental-sid-testing). A che serve tutta la baracca se poi la responsabilità è di una sola persona?

Che sia l'utente che si compila il pacchetto a scovare i bug di programmazione è d'altro canto raro (e poco efficiente). Chi avrebbe mai il tempo e le conoscenze per mettersi a fare auditing del codice (perchè oltre ai bug delle patch dei pacchettizzatori ci sono i bug degli upstreamers) anche solo di uno dei software che usa?

Ma fra i due estremi (iper-organizzazione e utenti che trovano e fixano i bug) c'è la via di mezzo. Si può ad esempio distribuire il software senza patch a meno che non siano proprio necessarie, come fa Patrick. Ogni distro potrebbe mantenere e testare il software in modo indipendente (così non avviene: ubuntu utilizzava il pacchetto buggato di Debian e così la falla si è espansa a macchia d'olio).
Non vedo comunque alternativa alla distribuzione e all'uso dei precompilati.

Mario Vanoni
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 3174
Iscritto il: lun 3 set 2007, 21:20
Nome Cognome: Mario Vanoni
Slackware: 12.2
Kernel: 3.0.4 statico
Desktop: fluxbox/seamonkey
Località: Cuasso al Monte (VA)

Re: l'onanismo e openbsd :-D

Messaggio da Mario Vanoni »

conraid ha scritto:
Mario Vanoni ha scritto: Con eccezioni, compilo sempre ex novo, per esempio:
nvi(1), sysstat(1) ecc., ovviamente sempre statici.
Ma anche se compili "controlli" tutto il codice?
Io questo intendevo per "impacchettato". Prendiamo un tar.gz o bz2, lo decompriamo e via di configure&&make&&make install
Ed i bug scemi come quello dei numeri casuali ci passano davanti inosservati.
Tutto no, no ho ne il tempo, ne la capacita`,
ma almeno controllo il Changelog,
se qualcosa non mi convince, rinuncio.

Poi il ./configure lo configuro a modo mio,
ogni volta ./configure --help | less,
non accetto default come /usr/local/bin ecc.

Rispondi