Pagina 19 di 27

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 14:51
da masalapianta
Trotto@81 ha scritto:Ieri sera a Report gli economisti intervistati hanno detto che uscire dall'Euro vedrebbe i nostri risparmi ridursi di un terzo

ma non è vero, i risparmi si riducono o aumentano all'aumentare o ridurre del potere d'acquisto dei suddetti risparmi, parliamo quindi di inflazione, ma abbiamo gia visto che la storia ci insegna che un'importante svalutazione della moneta in periodo di recessione non produce un'altrettanto importante inflazione

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 14:58
da masalapianta
ecco un'altra conferma a sbugiardare chi vorrebbe gli sprechi tra le cause della crisi (e vorrebbe quindi uscire dalla crisi tagliando la spesa primaria), l'Ialia spende il 24% in meno della media UE per la sanità
http://www.repubblica.it/salute/2013/09/26/news/cala_la_spesa_sanitaria_in_italia_-67322483/

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 15:04
da masalapianta
brg ha scritto:dell'1% nell'Eurozona.

la riserva frazionaria obbligatoria in europa non è al 2%? (o lo era e l'hanno ulteriormente abbassata?)
Non è esatto. Il governo Monti avrebbe avuto l'opzione di sforare per il precedente di Francia e Germania, tuttavia scelse deliberatamente di non farlo per non giocarsi il jolly. Molti paesi dell'eurozona hanno sforato il 3% nel 2012 senza incorrere in sanzioni. Il problema però è che siccome non siamo fuori dalla crisi e questa carta non te la puoi giocare ogni anno, se dovesse esserci di nuovo il rischio di sforare il 3% e l'eccezione te la sei già giocata, l'unica opzione rimasta sarebbe il bailout.

quello che sfugge in tutto questo è che se tieni il 3% l'economia peggiora e prima o poi devi comunque sforare; ormai lo hanno capito anche i piddini (ed è tutto dire) che l'austerità deprime l'economia (perchè ammazza la domanda); se vuoi avere una minima speranza di uscirne devi sforare subito e il più possibile quel 3% e fare politiche espansive (che comunque servirebbero solo a rimandare l'inevitabile finchè ci teniamo una moneta del 30% troppo forte rispetto alla nostra economia e che quindi penalizza pesantemente il nostro export)

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 15:06
da masalapianta

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 15:09
da Trotto@81
brg ha scritto:Non è un problema di lobby o non lobby. In un sistema economico capitalistico come il nostro, il fallimento degli istituti preposti alla moltiplicazione del capitale, le banche, significherebbe il fallimento di tutta l'economia nazionale. Il rapporto tra denaro depositato fisicamente e denaro prestato è regolato per legge ed è del 10% negli Stati Uniti (cioè se hai 10 dollari ne puoi prestare 100) e dell'1% nell'Eurozona. Tutti quelli che hanno contratto mutui, prestiti bancari o hanno semplicemente un deposito bancario, hanno in mano denaro che non esiste: se la banca sparisce quel denaro sparisce.
Però a quanto pare questo rischio c'è! Uscire non è facile, se lo si fa sarà altrettanto dura risollevarsi. Non è come cambiarsi d'abito.

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 15:12
da masalapianta

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 15:17
da Trotto@81
E' solo una proposta, ma io posso autorizzarli già da ora a mettere mano al mio contocorrente, sempre che lo trovino, se esiste.

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 15:26
da masalapianta
Trotto@81 ha scritto:Ieri sera a Report gli economisti intervistati hanno detto che uscire dall'Euro vedrebbe i nostri risparmi ridursi di un terzo, cosa che sappiamo, ma hanno anche aggiunto che alla Banche non converrebbe perchè vedrebbe i loro debiti aumentare in modo spropositato per via della svalutazione della Lira, con conseguente fallimenti a catena.

eh? perchè mai la svalutazione della lira dovrebbe far aumentare il debito del nostro sistema bancario?? Ai rapporti di debito/credito regolati dal diritto nazionale si applica la lex monetae, quindi semmai il problema è dei creditori esteri (banche ed investitori vari) il cui credito si ridurrebbe significativamente.
Da questo se ne deduce che le nostre banche non solo non avrebbero problemi ma ne sarebbero avvantaggiate (per tutti i piccoli debitori insolventi e cartolarizzati di cui devono rendere conto agli investitori esteri che han comprato i relativi derivati)

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 15:29
da masalapianta
Trotto@81 ha scritto:Però a quanto pare questo rischio c'è! Uscire non è facile, se lo si fa sarà altrettanto dura risollevarsi. Non è come cambiarsi d'abito.

sarebbe uno shock ma ci fornirebbe gli strumenti (svalutazione e spesa a deficit) per risollevare in fretta l'economia; io francamente non vedo tutti questi problemi, uscendo la svalutazione darebbe una spinta al nostro export che, unito ad un'oculata spesa a deficit, farebbero ripartire domanda interna ed esterna, quindi meno disoccupazione e aumento del pil, senza contare una significativa diminuzione della spesa per interessi.
Mi spieghi tecnicamente quali sarebbero questi problemi una volta usciti?

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 15:35
da masalapianta
Trotto@81 ha scritto:E' solo una proposta

anche quando lo proposero per Cipro era solo una proposta, poi lo han fatto davvero (e non sarebbe la prima volta che lo si fa in Italia, basti pensare a quando l'unione valutaria dello SME ci mandò in crisi di bilancia dei pagamenti (esattamente quello che ha fatto l'euro) e Amato attinse ai conti correnti degli italiani)

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 15:40
da Trotto@81
Alle liquidità immediate della Banca - come ai nostri conti correnti - si applicherebbe il cambio Euro -> Lira, ma ai debiti esteri (acquistati in €uro) non credo; per 1 € servirebbero più delle attuali 1926,37 Lire, aggiungici la svalutazione ed ecco che i titoli privati acquistati in Euro raggiungerebbero cifre impressionanti per i nostri Istituti.
Questo è quello che hanno lasciato intendere, in ogni caso potete rivedere la puntata di Report, io non sono un esperto di questo cose.

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 15:46
da masalapianta

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 15:51
da masalapianta
Trotto@81 ha scritto:Alle liquidità immediate della Banca - come ai nostri conti correnti - si applicherebbe il cambio Euro -> Lira, ma ai debiti esteri (acquistati in €uro) non credo; per 1 € servirebbero più delle attuali 1926,37 Lire, aggiungici la svalutazione ed ecco che i titoli privati acquistati in Euro raggiungerebbero cifre impressionanti per i nostri Istituti.

ripeto, per i rapporti di debito/credito regolati dal diritto nazionale si applica la lex monetae; nella stragrande maggioranza dei casi i rapporti di debito/credito internazionali, che ci vedono come debitori, sono regolati dal diritto nazionale (e quindi si applica la lex monetae) perchè stiamo parlando perlopiù di investitori esteri che acquistano derivati dalle nostre banche; quindi, in caso di svalutazione, a perderci sono sempre e comunque le banche creditrici estere.
Questo è quello che hanno lasciato intendere, in ogni caso potete rivedere la puntata di Report

hanno lasciato intendere balle grosse come una casa

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 15:57
da masalapianta
sbugiardiamo ulteriormente chi sostiene che gli "sprechi" sian causa della crisi e vuole tagliare la spesa pubblica (primaria)
http://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php?articolo_id=15739
http://www.quotidianosanita.it/allegati/create_pdf.php?all=7746059.pdf

Re: ancora sulla crisi europea

Inviato: mar ott 15, 2013 16:03
da masalapianta
Riguardo la balla passata su Report sui risparmi che si dimezzerebbero:
http://www.tubechop.com/watch/1413044