Home
Repository 32bit  Forum
Repository 64bit  Wiki

Modifiche

Installazione driver ATI su Slackware GNU/Linux

196 byte aggiunti, 21:52, 2 ott 2012
spina -> targzeta
Purtroppo, in taluni casi, è impossibile comunque impostare modeline personalizzate per la propria scheda video radeon, fino ad un certo limite.
Questo dipende dalla versione del driver che stiamo usando E dal tipo di monitor collegato. Ad esempio, pare che quando si utilizzi un monitor LCD in un laptop, ogni modeline custom venga ignorato. E' ovviamente necessario fare un po' di tentativi per scoprire cosa si può personalizzare e fino a che punto.
 
=Installazione dei driver open source=
Più che di installazione è più corretto parlare di configurazione dei driver open source. Questo passo è quanto mai semplice: siccome il driver è già incluso nel kernel linux, dovremo solamente apportare alcune modifiche al file /etc/X11/xorg.conf facendo usare il modulo 'radeon' al server X. Potete, quindi, proseguire saltando direttamente [http://www.slacky.eu/wikislack/index.php?title=Installazione_driver_ATI_su_Slackware_GNU/Linux#Configurazione_di_X_per_i_driver_Open_Source qui].
=Installazione dei driver proprietari=
L'eseguibile .run può essere installato in due maniere differenti.
 
==Compatibilità con Kernel Linux e Server X==
 
Purtroppo i driver propietari non possono essere compilati con ogni versione del kernel linux e del server X. E' molto probabile che con versioni del kernel troppo successive a quelle contemporanee al rilascio del driver stesso (o troppo precedente), semplicemente il driver non si compili. In fase di download del driver, quindi, verificarne la compatibilità leggendo le specifiche di rilascio del driver.
 
'''NB: bisogna ricordarsi che ad ogni cambiamento di versione del kernel o del server X i driver proprietari vanno reinstallati o ricompilati.'''
==Installazione tramite slackbuild==
Questa modalità (consigliata), consiste nell'usare uno slackbuild (grazie al lavoro di spinatargzeta) il quale creerà due pacchetti slackware: uno che è il driver vero e proprio e l'altro che è il modulo per il kernel in uso.
A tal proposito seguite la guida di installazione che ha creato lo stesso spinatargzeta:
[http://www.slacky.eu/wikislack/index.php?title=ATI_Proprietary_drivers._Ecco_uno_slackbuild. ATI Proprietary Drivers. Ecco uno slackbuild.]
Se non ci sono estati errori di compilazione e/o installazione il driver risulterà installato.
 
'''NB: bisogna ricordarsi che ad ogni cambiamento di versione del kernel i driver proprietari vanno reinstallati o ricompilati.'''
 
==Compatibilità con i Kernel Linux==
 
Purtroppo i driver propietari fra i tanti difetti, non possono essere compilati con ogni versione del kernel linux. E' molto probabile che con versioni del kernel troppo successive a quelle contemporanee al rilascio del driver stesso (o troppo precedente), semplicemente il driver non si compili.
 
Alla scrittura di questo articolo, i driver versione 8.40.4 (stabile) ed 8.41.7 (instabile) compilano solo con kernel della serie 2.6.22.x. Compilarli con kernel della serie 2.6.23.x è impossibile senza patch, a causa della mancanza della funzione "ptep_test_and_clear_dirty", rimossa dai sorgenti in non so quale versione.
=Caricamento e Configurazione dei driver=
A questo punto, è necessario caricare i moduli relativi al tipo di driver che vogliamo utilizzare.
'''NB:''' è importante, se si è già installato il driver propietario, verificare che non sia caricato prima del caricamento dei driver Open Source. Per esserne sicuri, è sufficiente digitare "rmmod fglrx" prima di effettuare il caricamento. Lo stesso discorso vale al contrario, per cui prima di caricare il driver propietario digitare "rmmod radeon" e "rmmod drm".'''
* Per quanto riguarda i driver Open Source, digitiamo:
modprobe drm
agpgart 31152 2 drm,amd64_agp
* Per quanto riguarda il driver propietario, invece, il modulo si chiamerà fglrx.
root@laptop:~# lsmod | grep fglrx
==Configurazione di X per i driver Open Source==
 La configurazione per l'utilizzo dei driver open source è quanto mai semplice: dovremo solamente apportare alcune modifiche al Modificheremo il file /etc/X11/xorg.conf fornito di base con Slackware. Faremo tutte le modifiche a mano, senza usare utilizzare nessuna utility offerta dal sistema.In Section "Module" aggiungiamo:
Load "dri"
==Parametri aggiuntivi del server X==
Ssistono Esistono alcuni parametri che si possono aggiungere e che sono comuni ai due tipi di driver.
Se la scheda è dotata di memoria video dedicata, possiamo specificare a X il quantitativo di memoria che usa la scheda in questo modo:
=Alcuni tools grafici=
==Driver open source: Driconf==
Per chi desidera configurare alcuni aspetti dei driver open source, è possibile installare un configuratore che si chiama ''Driconf'', giunto alla versione 0.9.1. Risolte le dipendenze del pacchetto (''pygtk, pycairo, pygobject''), lo potremo installare con installpkg. Il pacchetto lo troviamo qui su slacky.eu [http://www.slacky.eu/index.php?option=com_content&task=view&id=2916&Itemid=56].
Per una lista delle sue caratteristiche e modifiche che tale configuratore può apportare al driver consultate questa pagina:
http://dri.freedesktop.org/wiki/ConfigurationOptions
 
==Driver proprietari: FglrxKonf==
Anche per i driver proprietari è stato creato un front-end grafico. Anch'esso lo possiamo prelevare sempre qui da slacky.eu:[http://www.slacky.eu/index.php?option=com_content&task=view&id=2924&Itemid=56]. Con esso sarà possibile modificare alcuni aspetti quali la possibilità di attivare il dual-head, tv-out, o di ottenere informazioni sull'installazione.
==Rimozione dei driver proprietari==
* Per chi ha effettuato l'installazione del driver con lo slackbuild seguite queste indicazioni: http://www.slacky.eu/wikislack/index.php?title=ATI_Proprietary_drivers._Ecco_uno_slackbuild.#Rimuovere_i_pacchetti_installati
* Per chi invece ha installato il driver senza la creazione dei pacchetti slackware, può lanciare lo script di disinstallazione della ATI con il comando:
sh /usr/share/fglrx/fglrx-uninstall.sh
In ogni caso, tenete sempre d'occhio gli eventuali errori del file log di X, con il comando:
cat grep "(EE)" /var/log/Xorg.0.log | grep "(EE)"
per chi usa i driver proprietari e ha optato per l'installazione senza la creazione dei pacchetti slackware, viene anche creato un log in /lib/modules/fglrx della sua compilazione; consultatelo quindi con il comando:
===Aggiornamento del driver radeon===
In alternativa ai driver patchati e grazie alla modularità del nuovo xorg inserito nella Slackware 12.0, possiamo aggiornare il driver open source con gli ultimi rilasciati per la versione 7.3 di X (sempre se avete problemi con i driver attualmente installati nel vostro sistema).
Scaricheremo il pacchetto .tar.gz comprensivo anche di slackbuild e sorgenti tgz all'indirizzo:http://submax.altervista.org/slackware/xf86-video-ati-6.tar7.197-i486-1sm.gztgz.
Una volta estratti i files in una directory a piacere, aggiorneremo il driver:
upgradepkg xf86-video-ati-6.7.192-i486-1sm.tgz
=Ringraziamenti=
spinatargzeta, per aver concesso la sua guida sui driver proprietari, per i suoi preziosi consigli e per la sua disponibilità
submax82, per aver rilasciato il pacchetto aggiornato dei driver radeon
nuitari, per gli importanti e significativi aggiornamenti applicati a questa guida
 
Autore: '''ekxius''' - ekxius@gmail.com